Supernatural/Telefilm

Recensione | Supernatural 12×04 “American Nightmare”

Da quanto tempo non vedevamo un bell’episodio macabro che parlasse di uno dei tanti fanatismi del paese a stelle e strisce? Da quanto non avevamo una bella chiesa come sfondo? E da quanto non avevamo la sensazione che, a essere i cattivi, fossero gli umani stessi?

Finalmente un caso orizzontale in quel di Supernatural, e non posso dire che non mi erano mancati. Già nel famoso ‘then’ abbiamo una breve anticipazione di quello che sarà il centro dell’episodio. Le immagini mostrateci vengono dalla lontana seconda stagione quando Sam incontra (e diventa) uno dei prescelti di Occhi Gialli. Possiamo quindi intuire che i poteri psichici saranno di sicuro utilizzati nell’azione.

La primissima scena dell’episodio è molto d’impatto, e se per un po’ avevamo lasciato da parte il lato pseudo blasfemo della serie, ecco che in qualche modo ci siamo di nuovo dentro: una donna entra in chiesa con stigmate sulle mani e sui piedi, sofferente perchè una presenza la sta frustando sulla schiena. La diretta conseguenza è la morte della donna stessa con tanto di segni di spine sulla testa. Il tutto davanti a un prete inerte che non sa più cosa pensare.

I nostri due cacciatori improvvisano il travestimento che adoro di più, poichè il più surreale tra tutti, quello di sacerdote. Purtroppo non riescono a farsi rivelare molto dal testimone, se non il nome della donna che è stata uccisa. Si rivela essere un assistente sociale, anche di alto livello, il cui posto è appena stato preso da questa giovano donna, come una specie di promozione. Dopo una breve intervista con questa donna, Beth, Dean è convinto che sia una strega e che abbia ucciso il suo capo, solo per prenderne il posto. Come di consuetudine però Sam non è convinto di tutto ciò e, da bravo avvocato, inizia a fare ricerche molto approfondite sulla vita della vittima. Viene a sapere che tra i casi trattati dall’assistente sociali ce n’è uno di una famiglia cristiana, la cui figlia è morta per una banale polmonite perchè ‘era il volere di Dio’ e i genitori non hanno acconsentito alle cure di un medico professionista.

I due fanno allora visita alla famiglia, indossando i maglioni da ‘buon cristiano’, di lana, nonostante sia estate o comunque autunno. L’agilità di Dean viene messa a dura prova nello scavalcare un cancello alto poco più di un metro (si vede che non ha più l’età), mentre questa si rivela un evidente prova della superiorità dell’astuzia sulla forza: infatti Sam non fa altro che notare un passaggio a lato del cancello, e passarci senza alcuna fatica.

All’interno della casa trovano una famiglia serena e in pace con se stessa, senza elettricità, telefono, gas o acqua corrente. Le motivazioni che hanno portato la famiglia a questo isolamento volontario sono semplici: l’alcool stava trasformando il padre in un uomo violento e privo di principi, internet stava facendo allontanare i figli dalla realtà e gli psicofarmaci erano diventati una droga per la madre malata ormai da tempo. A parole della madre è stata ‘la voce del signore a convincermi ad allontanarmi’. Sembra tutto normale: una famiglia rinata dalle proprie ceneri dopo il lutto per la morte della figlia. Ma poteva finire tutto così? Assolutamente no! E allora io mi chiedo dopo 11 cavolo di stagioni, non avete ancora imparato a controllare i seminterrati delle famiglie sospette? Beh in questo caso avrebbero dovuto farlo, perchè nello scantinato della casa, proprio mentre i due fratelli se ne vanno, compare magicamente la figlia morta, legata a terra (con tanto di stigmate) e con i segni delle frustate che aveva la vittima, in ginocchio di fronte una croce artigianale.

Si dice che ”se non ci fosse la mamma, bisognerebbe inventarla”, ma quando tua madre di abbandona di sua spontanea volontà, dopo almeno vent’anni che è morta, dicendotelo in faccia e pretendendo che tu non ti arrabbi, si perde la bussola. E Dean ha fatto esattamente questo: non ragiona, non è razionale, non ascolta suo fratello (ok, questo non l’ha mai fatto, ma almeno quando si tratta di risolvere casi si). Così i due sono costretti a separarsi: Dean parte per uccidere Beth ‘la strega’, mentre Sam torna alla casa degli orrori perchè convinto che ci sia qualcosa che non va. E la sua pensata è vincente, tanto che (come al solito) viene fatto prigioniero e segregato nello scantinato con la figlia denominata ‘pazza’.

Qui parte uno di quei discorsi di incoraggiamento alla Sam Winchester che non sentivamo da mooooolto tempo, almeno da quando Dean doveva scegliere tra lui e Amara, sì direi da lì. Le dice che anche lui aveva dei poteri, che anche lui aveva paura, ma che è riuscito a controllarli e a vincerli. La ragazza si sfoga così con lui, rivelandogli che le uccisioni erano opera sua, ma che non voleva finissero in questo modo, era la sua unica maniera per chieder aiuto fuori da quelle mura. In brevissimo tempo si instaura un rapporto di fiducia, del tipo esperto-principiante, che dura fino a quando la madre non richiama la famiglia, e il nuovo ospite, per cena.

A cena succede il finimondo: la madre avvelena il cibo servito alla famiglia perchè ormai sono venuti a sapere del loro segreto e sono spacciati, il fratello viene ucciso dopo aver fermato un tentativo di omicidio da parte della madre verso la sorella, e la ragazza sprigiona i suoi poteri minacciando di morte la madre. Le parole di Sam la convincono a non ucciderla, a scappare e a rifarsi una nuovo vita.

Così la madre viene arrestata, la ragazza parte per la California e Dean torna con il numero della ‘strega’ Beth in tasca, che a quanto pare non ha ucciso. Ma se vi ricordate bene, un uccellaccio del malaugurio inglese aveva detto che i Winchester non portano mai a termine il lavoro che gli viene assegnato, lasciando vive troppe persone. E allora cosa potrà mai succedere? Un agente inglese segue la ragazza fino alla stazione degli autobus per poi freddarla nei bagni e fine. E’ sempre bello quando le persone che vuoi salvare vengono poi uccise da persone che fanno il tuo stesso lavoro. Grazie. Veramente.

Bene, questa realtà malata degli scantinati americani è purtroppo reale e non un caso isolato, non so se sia riferito a casi recenti accaduti, ma il mondo è pieno di gente malata che arriva a commettere atti orribili per il bene della propria famiglia, come dice Marx ‘la strada per l’inferno è lastricata di buone intenzioni’ e che allora Crowley faccia un po’ di ristrutturazioni no?

Ah ultima cosa: qual è il modo che un figlio ha per restare in contatto con la madre? chiamarla. Dean manda dei messaggi a sua madre nei quali rivela di essere preoccupato per lei. Come di consueto ( e come tutte le mamme alle prese con la tecnologia) Mary risponde in stampatello dicendo che sta bene e che vuole bene sia a lui che a Sam. Un momento molto dolce che fa crescere ancora di più il rapporto tra questi due personaggi.

Bene vi lascio i ringraziamenti e il promo dell’episodio numero 5! Alla prossima 😀

Ringraziamo: Supernatural•Italian Fandom• | • Jensen Ackles Italia • | NOI: supernaturaldipendenti | The Road So Far | Jensen Ackles Fans;; | You are my Jared Padalecki | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV | Serie Tv News | Gli attori britannici hanno rovinato la mia vita | Crazy Stupid Series | ❤ Telefilm / Fiction ❤ | Lost in Series

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...