How To Get Away With Murder/Telefilm

Recensione | How To Get Away With Murder 3×05 “It’s About Frank”

Ciao lettori pelatosi! Eccoci qua con il quinto episodio di HTGAWM, e pian piano ci stiamo avvicinando al mid-season finale. Questa puntata aiuta a chiarirci le idee sul cadavere sotto il lenzuolo, ma non sul padre del bambino di Laurel.

Durante tutto l’episodio assistiamo a diversi flashbacks sul passato di Frank, e su come lui sia entrato in contatto con i coniugi Keating. La sorella dell’ormai defunto Sam, non so se ve la ricordate ma era davvero “simpatica“, lo aveva convinto ad aiutare il giovane ad uscire dalla prigione, in cui si trovava dall’età di 13 anni con l’accusa di aver ucciso il padre. Sam convincerà poi anche Annalise ad aiutarlo, e attraverso gli sforzi dei due, Frank esce di prigione e vivrà sotto l’ala dei due coniugi, con tutto quello che ciò comporterà.

Intanto nel presente Bonnie si trova a Coalport, dove, dopo aver proceduto per le cremazione del padre, incontra Frank. In questa puntata si esplora anche l‘amicizia tra i due, se così si può definire. Bonnie è ancora innamorata del killer, e cerca di giustificare tutti i suoi crimini, dicendogli che è stato plagiato da Sam (secondo me lo dice per auto-convincersi), mentre lui combatte ancora con i suoi demoni. Dopo una notte di passione, scaturita dalla voglia di sentirsi meno soli di entrambi e da un sogno infantile fatto di staccionate bianche e case nei boschi, Frank però sparisce.

A Philadelphia invece Annalise si trovare ad affrontare i ricordi e la solitudine dovuta dall’abbandono di Nate. Mai come in questo episodio vediamo la fragilità di questo personaggio, che sembra davvero soffrire di alcolismo, e diciamolo, ne ha di ragioni per voler dimenticare tutto ciò che la circonda. La vediamo andare anche dalla parrucchiera, interpretata dalla bellissima Mary J. Blige, ed alla riunione degli AA (per poter riavere la sua licenza)  dove incontrerà anche la rettrice, ma i suoi pensieri continueranno a seguirla. Soltanto dopo una sbronza e l’aiuto di Wes la vediamo riuscire a rimettersi in piedi, anche se non sono sicuro di quanto durerà, visto che Laurel le rivela che Bonnie le ha mentito e, che in realtà, si trova insieme a Frank. Non la vedo bene per la gelida bionda.

Parliamo un attimo del rapporto tra la rettrice ed Annalise. Le due hanno un potenziale molto alto di sviluppare un’amicizia (o forse anche altro), entrambe non hanno avuto una vita difficile ed entrambe sono delle donne forti e caparbie e sembra che comunque gli autori stiano cercando di avvicinarle. Insieme potrebbero farne davvero delle belle, io sono davvero curioso.

Per quanto invece riguarda i Keating Five, i cinque baldi giovani sono rimasti un po’ sullo sfondo della puntata, a spiccare sono stati Wes e Laurel, ma anche Michaela. Il primo sembra essersi stancato di mentire alla sua ragazza sul suo passato, come mostrato anche durante una cena con il padre di lei, e sembra voler far capire a Laurel che lui potrebbe lasciare Meggy e che i due potrebbero avere un futuro, in quanto anche Frank non è più presente, ma la bella messicana gli dice che in realtà Frank non è proprio scomparso (mi dispiace Wes, sei ancora nella Friendzone).

Per quanto invece riguarda Michaela, la vediamo davvero agguerrita in questa puntata. Dopo aver rubato il pc all’odiosissimo Simon (che personaggio di cacca), grazie all’aiuto di Oliver, scopre che è stato proprio lui a creare i volantini, e dirà tutto ad Annalise che saprà bene come sfruttare la notizia. Inoltre durante gli ultimi secondi della puntata, la vediamo ancora viva ed in compagnia di sua madre. Difatti durante tutto l’episodio vediamo Asher e gli altri interrogarsi da dove provenga il suo accento del sud che esce solo in determinate situazioni (quando è arrabbiata e quando fa sesso), e la giovane risponde che sfortunatamente è dovuto ai suoi genitori. Non sappiamo molto sulla vita di Michaela ma sembra che scopriremo qualcosa in più su di lei durante questa stagione.

E giusto per darci qualche indizio in più, nel “futuro” (o presente) vediamo Bonnie parlare con qualcuno di misterioso al telefono, ed Oliver che cerca di chiamare Connor ma quest’ultimo non risponde, ed inoltre ci viene mostrato un servizio in tv dove viene detto che il cadavere sotto il lenzuolo appartiene ad uomo. Ovviamente non
sarà Connor (OVVIAMENTE) ma io comincio sempre più a pensare che sia Nate, anche perché continuano a mostrarcelo con quell’insulsa avvocatessa e secondo me centra anche lei in qualche modo.

E voi? Avete già fatto qualche ipotesi? Ditemelo nei commenti! Intanto vi lascio con il trailer della prossima puntata.

Tschüss!

 

Ringraziamo: How to get away with Murder Italia Conrad Ricamora Fans. | Jack Falahee Daily. | » Stunning Aja Naomi King | • Coliver Shippers • | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Serie Tv, che passione  | Film & Serie TV | Diario di una tv series addicted | Serie Tv News | Crazy Stupid Series | ❤ Telefilm / Fiction❤ | Keep calm and watch series

Annunci

2 thoughts on “Recensione | How To Get Away With Murder 3×05 “It’s About Frank”

  1. Bella recensione, davvero! Io non credo si Connor (lo spero tantissimo) perché comunque ha un ruolo importante nella serie, e se lo facessero fuori rischierebbero di perdere molto pubblico. Sinceramente punto su Nate, è quello che ha un ruolo meno rilevante al momento, e sinceramente credo sia la perdita meno sconvolgente.
    Incrociamo le dita!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...