Arrow/Telefilm

Recensione | Arrow 5×03 “A Matter of Trust”

Buon giovedì, arcieri!
Episodio un po’ di passaggio per Arrow, che prosegue con le storyline già iniziate senza tirare fuori nulla di troppo nuovo.

Qualunque cosa accada, è colpa di papà

Ah, non era il senso dell’episodio? Mi pareva di sì.
Comunque sia, Daddy Oliver ci prova, ma anche se ha leggermente abbassato i toni, rimane lo stesso il solito generale inflessibile. E sia come sindaco, sia come vigilante, trabocca di problemi.
Come sindaco, ha qualche problema con l’ingenuità di Thea, che ha assunto Quentin senza pensare alle conseguenza (al posto suo, penso avrei fatto lo stesso errore). Senza contare il suo passato da latin lover lo segue anche dopo dieci anni. Non ho capito se ha qualche senso nascosto dirci che Oliver Queen ha rubato la ragazza di quel tipo dodici anni fa, o se era solo una specie di scenetta per ridere.
Tornando a Thea… sono davvero entusiasta come si sia imposta contro la giornalista alla fine. Non ha ancora una storyline degna di questo nome, però nel profondo è la stessa persona di prima, e io non vedo l’ora di vederla indossare di nuovo il costume, magari con il cuore più leggero.

 

Come vigilante, invece, Oliver continua ad addestrare il nuovo gruppo, un gruppo che freme di mettersi in gioco e non ha più voglia di addestrarsi in classe e fare i compitini. In particolare Wild Dog, che fa il casino supremo e ammazza un uomo. Ma poi no, solo perché questi ha la fortuna di cadere in una bella pentola di sostanze chimiche e diventare Mr. Insensibilità.
Per fortuna come al solito ci pensa Mommy Felicity a dare i giusti consigli, così come a lei ci pensa Curtis. Sono tutti dispensatori di consigli in quel gruppo.

È carino che Oliver si prenda le sue responsabilità, ma obiettivamente Thea è stata di una ingenuità disarmante (in particolare con la giornalista) e Wild Dog di una stupidità estrema. Però è stato bello vedere Oliver fidarsi del suo team (così come in Russia promise di fidarsi della Bratva) e portare i bambini a combattere il crimine.
[Bambini di sto cavolo visto che Ragman ha quasi 33 anni.]

Se il senso di colpa sta per schiacciarti, fatti furbo… e scansati!

 

 

Questi sensi di colpa, che palle! Felicity e Diggle fanno parte del team Arrow da così tanto tempo che ormai si colpevolizzano come fa Oliver.
Chi va con lo zoppo…
Prima di tutto abbiamo Felicity, che almeno è messa meglio di Diggle. Per mesi ha cercato di non pensare alla scelta che ha dovuto fate per impedire che morissero milioni di persone. Non è stata una scelta facile, ma non c’era nulla che potesse fare di più. Decisamente gli autori non sono stati carini nel metterle davanti il risultato di tale decisione, ma lei è stata molto coraggiosa nel voler essere sincera con Mr. Tentacolo e rivelargli il ruolo che lei ha avuto nella morte dei suoi e dell’intera città. Penso che in pochi possano dire che avrebbero fatto lo stesso, sebbene a onor del vero Curtis ha dovuto darle una spinta. Spero che questo l’abbia comunque aiutata a capire che non sempre è semplice essere sinceri e quindi comprendere meglio il punto di vista di Oliver dell’anno scorso. Ma penso di no, visto che questo mio pensiero non è stato nemmeno lontanamente accennato nell’episodio. (Quindi dovrò andare avanti a sopportare il poliziotto? Okaaaay…)
Per il momento Ragman non ha reagito, se n’è solo andato sconvolto, e di base pare una bravo ragazzo, ma è pur sempre un tizio con dei tentacoli a cui una semplice decisione gli ha stroncato la famiglia. Potrebbe reagire in qualsiasi modo.

Invece… Diggle è messo male. Anzi, peggio.
Finisce in prigione a causa degli avvenimenti dello scorso episodio e dopo aver trascorso quello attuale a parlare con un’allucinazione, si convince che l’unica maniera per espiare le sue colpe siano farsi X anni di galera per qualcosa che non ha fatto.

Santo cielo, questo ha il cervello fumato – ili91 si esprime come una candida signorina

Diggle è il solito egoista. In un certo senso, la sua scena con Lyla mi ha fatto pensare a Gotham, quando Gordon finisce in prigione nella season 2 e molla Lee incinta (dice anche parole simile, con lo “smettere di lottare per me”). Lyla non è incinta, ma anzi il bambino è nato già da parecchio tempo e avrebbe bisogno anche del suo papà. Così come sono sicura che Lyla rivorrebbe suo marito.
Diggle è egoista, e lo è perché ha passato anni della sua vita vedendo sua cognata crescere un figlio senza padre, e ora sta volontariamente privando la sua famiglia della stessa cosa.
Sì, ha dovuto sparare a suo fratello, ma non è che ferendo gli altri o auto-punendosi cambierà la situazione, non farà altro che ferire famiglia e amici e basta. Senza contare che è stata legittima difesa e che suo fratello ha tradito il team Arrow e il suo stesso sangue… ritrovarsi tra vent’anni con il proprio figlio che ti odia perché hai preferito auto-commiserarti piuttosto che vivere e affrontare la vita, non mi sembra valga la candela.
Per quanto mi riguarda, voglio la testa degli autori per avermi fatto credere che Barry avesse fatto una cosa giusta con flashpoint (ho erroneamente pensato che in questa nuova timeline Deadshot fosse sopravvissuto all’esplosione). Gli autori sono stati bravi ad usare proprio Deadshot come confronto mentale per Diggle, perché naturalmente il passato che hanno in comune riesce perfettamente ad esprimere perché si sta comportando in questo modo.
Ma come ho detto non approvo che Diggle insista così. Spero che Lyla e Oliver lo prendano a mazzate quando lo tireranno fuori da quella prigione.
[Nota: Allucinazione!Deadshot che propone a Diggle di giocare a carte è un riferimento di quando giocava a carte con suo fratello nella scorsa stagione. Questo è triste.] 

Le cicatrici sono come le ciliegie, una tira l’altra

 

Intanto, nei flashback, anche questi di passaggio come l’episodio, scopriamo che nulla è come sembra. La strage a random dei pretendenti al titolo di nuova recluta della Bratva non era poi tanto a random. Non bisogna fidarsi delle apparenze, anche qualcuno senza tanti scrupoli come Anatoly può fare qualcosa di “buono” e catturare l’omicida di un povero ragazzo innocente.
Però… però Oliver continua a non essere in un parco giochi, e io onestamente non avrei tanta fiducia in un team che per accogliermi tra loro e ottenere la mia fiducia deve letteralmente pugnalarmi alle spalle. Ho un buon ricordo di Anatoly, grazie alla season 2, ma ricordiamoci anche che appena tornato dall’isola Oliver aveva gli incubi e assaliva la gente che lo svegliava.
Povero Oliver, in che posto è finito.

Varie ed eventuali:

– Statua subito a Wild Dog per aver definito Felicity e Oliver mammina e papino. Mi ha fatto sprofondare in un piccolo mondo felice prima che mi ricordassi che un certo poliziotto non si è ancora deciso a crepare.

– Continuo a non avere un’opinione sui nuovi arrivati. Mi sto abituando, ma continuano a sembrarmi intrusi. A parte Curtis, va.

– Sono contenta che Oliver, nonostante i dubbi, abbia deciso di lasciare a Quentin il lavoro, quel pover’uomo ha bisogno di qualcosa che lo tenga in pista.

Promo e ringraziamenti:

Ringraziamo: My name is Oliver Queenϟ Arrow Italy | Arrow • Oliver & Felicity • | Felicity, you αre remαrkαble. | Arrow Source Italia | Arrow e The Flash | Arrow & The Flash Italia | Miss Felicity Smoak : Our lovely Emily Bett | Emily Bett and Caity Lovers | Oliver Queen « Arrow « | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Serie Tv, che passione  | Film & Serie TV | Diario di una tv series addicted | Serie Tv News | ❤ Telefilm / Fiction❤ | Keep calm and watch series

4 thoughts on “Recensione | Arrow 5×03 “A Matter of Trust”

  1. Buongiorno!
    Commento un po’ in ritardo ma ci sono.
    Thea mi è piaciuta con Quentin, un po’ meno con la giornalista (all’inizio). Dai, era palese che l’avrebbe fregata quando le ha detto che Oliver non sapeva niente della sua decisione. Forse dovrebbe guardare più serie tv, lol
    RAGMAN HA QUASI 33 ANNI??!! Non ci credo, sono sconvolta.
    Mi si è spezzato il cuore quando Felicity ha confessato quello che aveva fatto a Ragman, e anche la faccia di lui non è stata facile da digerire. So perché Fel ha preso quella decisione, ma possiamo davvero biasimare lui se se la prendesse con lei? Voglio coccolarli entrambi.
    Su Diggle concordo con te, non si regge proprio. Okay, il fratricidio non è una bella cosa, ma non è che si è svegliato un giorno dicendo “Yeee ammazziamo Andy!”. Ha fatto quello che ha fatto per proteggere la sua famiglia, quindi Layla, Sar- John Junior e anche il suo vero fratello, ossia Oliver. Se continua su sta strada preferisco non vederlo più, mi fa solo venire il nervoso.
    Anche io ho pensato che Deadshot fosse vivo!! Ed ero così contenta! Poi quando hanno rivelato che era un’allucinazione di Dig volevo piangere T.T
    Per quel che riguarda i flashback, mi piacciono sempre di più. Di sicuro me ne pentirò più avanti, ma di Anatoly mi fido, e anche della Bratva. Certo, è un’organizzazione criminale, ma per ora si sta comportando bene (?). Vedremo XD
    “Statua subito a Wild Dog per aver definito Felicity e Oliver mammina e papino. Mi ha fatto sprofondare in un piccolo mondo felice prima che mi ricordassi che un certo poliziotto non si è ancora deciso a crepare.”
    Con questa frase mi hai fatto morire lol l’ho adorato tantissimo anche io, per la prima volta mi sa da quando l’ho visto ahahahaha
    Che dire? Non vedo l’ora di vedere l’episodio di domani sera, quest’anno Arrow è iniziato proprio bene e spero continui così!

    Piace a 1 persona

    • Ciao! Grazie del commento.
      AHAH. Hai ragione. Noi saremo abituate con le tante serie, ma Thea è stata proprio allocca a credere alla giornalista.
      In effetti no. Non biasimerei Ragman se se la prendesse con Felicity. In realtà, penso che al posto suo lo farei anch’io. Come spettatore esterno posso capire perché Felicity ha fatto quello che ha fatto, ma come Ragman probabilmente non riuscirei a perdonarla, o almeno ad avere un rapporto rilassato con lei. Come situazione non è affatto facile.
      Penso di essere sfigata… non solo Diggle è fuori di testa e dice cose assurdo, ma in un altro show che seguo c’è stato un fraticidio (e da parte del protagonista principale!), quindi immagino che pure lì dovrò assistere alla sua discesa… Sembra una cosa alla “prendi 1 e paghi 2”. T_T
      A domani con il prossimo episodio. Chissà cosa ci aspetta, 😉

      "Mi piace"

  2. RAGMAN HA 33 ANNI???? O.o
    Sorry, ma questo mi ha sconvolta.
    Per il resto ti quoto tutto.
    Diggle non lo sto capendo. Posso capire il senso di colpa, ma era il classico caso di Morte tua vita mia. E lui, essendo stato nell’esercito, dovrebbe capirlo meglio di tutti.
    Thea mi piace. Mi dispiace un po’ non vederla in costume affianco di Oliver, ma questo suo ruolo non è male. Ha delle responsabilità, sta cercando di costruirsi una vita al di fuori dell’essere una vigilante ed è molto maturo da parte sua.
    Mchan

    Piace a 1 persona

    • Lo so, io non mi spiego come faccia il nuovo baby team ad essere più vecchio di quello originale, praticamente.
      Io Diggle in questi episodi l’ho criticato tanto, ma recentemente la cosa si è risolta con un quasi senso, quindi va bene, gli perdono tutto.
      Ho sempre adorato Thea, quindi non mi importa che ruolo abbia, ma vorrei vederla di più!

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...