Masters of Sex

Recensione | Masters of Sex 4×06 “Family Only”

Questa stagione di Masters sta mettendo a dura prova il mio cuore indebolito da anni di serie tv. E penso che un po’ tutti, dopo aver visto questo episodio, ci siamo sentiti come minimo pervasi da un profondo senso di tristezza. Della specie più autentica.

A family. Aren’t we lucky?

Questa puntata è chiaramente molto forte e difficile da buttar giù per via di Helen. Se nelle puntate precedenti la sua gravidanza non è stata mai al centro della storia, in questo episodio sin dai primi minuti intuiamo che qualcosa accadrà. All’inizio pensavo fosse solo un modo per farci capire che avrebbe partorito, ma poco dopo ho capito che, anche questa volta, non ci avrebbero risparmiato il dramma.
Non è mai bello capire con anticipo che un personaggio morirà, ma purtroppo in questo tipo di telefilm è normale che accada: è la costruzione stessa della puntata che permette un’intuizione precoce. Ciò non toglie nulla alla potenza del racconto, però. Malgrado avessi capito che o Helen o la bambina (o entrambe!) sarebbero morte, gli ultimi dieci minuti – interamente dedicati a loro – sono stati devastanti.

Personalmente, non è stata tanto la morte di Helen in sé a farmi male, quanto la scena finale in cui i suoi genitori voltano le spalle a Betty, facendole capire che la bambina non sarà mai anche sua. La freddezza nei loro occhi, ciechi nel capire quanto l’amore è l’unica cosa che conta – e non il sesso di chi lo offre – e nel capire che, pur non essendo biologicamente sua, Betty ne è ugualmente la madre. E l’idea che siano dei genitori a commettere un tale orrore, mi ha ripugnata e addolorata. Perché chi, più di un genitore, sa quant’è brutto vedersi strappato il proprio figlio?

A mio avviso, non sono state lacrime vendute facilmente, a poco prezzo. Nel senso che non è stata una trovata per dare una vena strappalacrime facile alla storia. Lo credo perché abbiamo avuto poco tempo per prepararci a questo evento: niente l’ha preannunciato. La gravidanza di Helen era quasi scontata. Solitamente non trovo “giusto” che un personaggio non trovi mai pace e che ad ogni serie gli capitino almeno tre tragedie – Helena, parlo di te. Betty ha sofferto molto, dalla prima serie. Per ricostruirsi una vita, per avere Helen, ci ha messo anni. E ora, tutto è perduto. Però in questo caso la narrativa è coerente ed equilibrata: insomma, Betty non era al centro della nostra attenzione da un po’. Ciclicamente, ora che Bill sembra stare meglio, qualcun altro prende il suo posto nel podio della tragedia.

Have you never wanted to stop wanting what you want, because you know it will only cause you misery?

Un altro motivo per cui non ho trovato banale o artefatta la morte di Helen è il fatto che non si tratta certamente di una puntata filler. Spesso si vede questo espediente: devo tappare un buco a metà stagione, ma non so cosa dire. Ho due scelte: riempire 50 minuti con scene a caso oppure costruire su due piedi un’intera storyline di personaggi secondari di cui frega poco a tutti. Non è questo il caso.

Betty è un pilastro della storia al pari dei due protagonisti, ma soprattutto ciò che accade fra loro non passa in secondo piano neanche a questo giro.
Virginia passa dalla poco velata seduzione alla dichiarazione esplicita nel giro di due giorni: il terreno le sta crollando sotto i piedi e, ora che nella sua testa Bill è l’uomo giusto per lei perché ha smesso di manipolarla e si è preso le colpe per lei in tribunale, vuole che tutto torni come prima.

Ma non ha fatto i conti con Bill, che ha ormai raggiunto un livello di onestà e di chiarezza inaspettati.
I don’t trust you, Virginia.
E penso che questa sia la frase più simile ad una chiusura fra loro due di quante ne hanno dette in quattro stagioni. Il promo sembra darmi ragione: conosceremo finalmente questa Dody. Mi ha fatto un po’ storcere il naso, questa faccenda: il primo amore di Bill, un pezzo importante della sua storia, ma che viene fuori solo adesso? Ecco, questo mi sa di espediente. E penso anche che probabilmente Virginia sarà l’unica rimasta senza nulla. Come dice Nancy – che cito, ma che odio, sia chiaro – le donne sono abituate a lottare per quel piccolo pezzo di torta che si ritrovano e non pensano ad allargare la fetta o a condividerlo. Virginia potrà anche dire che le torte non le piacciono, ma noi sappiamo che mente.

I surprise myself, lately.

Libby è l’unica nota di colore al momento presente nella storia. È una fonte di orgoglio, per noi che ne seguiamo la straordinaria evoluzione da quattro anni. Ma è anche un ennesimo esempio di come il pensiero dietro la sceneggiatura sia ponderato. L’abbiamo visto accadere con altri personaggi, durante altre stagioni – penso a Margaret, la moglie di Barton: quando un personaggio passa in secondo piano, non viene buttato via. Sì, viene relegato allo sfondo ma non per questo usato male, anzi: diventa parte dello sfondo in cui viene messo, nello specifico lo sfondo storico della storia. Non si dimentica mai che questo è pur sempre un period drama, che dà rilievo anche al clima storico-culturale in cui avvengono gli eventi principali. Ogni evento quotidiano ha senso solo se inserito nella sua cornice storica. Ecco che Libby e Bram diventano lo strumento di questa parte altrettanto essenziale della storia, oltre a fungere da vena comica che smorza il dramma principale – senza cui il tutto sarebbe troppo tetro.

Vi lascio al promo del prossimo episodio, In To Me You See.

Ringraziamo: Masters of Sex – Italia | Lizzy Caplan ItaliaSerial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV | Serie Tv News | Gli attori britannici hanno rovinato la mia vita | British Artists Addicted | La dura vita di una fangirl | Lost in Series

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...