Shameless US/Telefilm

Recensione | Shameless 7×02 “Swipe, F**k, Leave”

This is what happen if you miss an episode of Shameless:

you’re entire life goes completly to shit.

I previously sono sempre delle perle, in questo caso di saggezza: come si fa a perdere un episodio di Shameless?

Basti valutare il fatto che chi, come me, ha guardato la puntata in anteprima era già in astinenza dopo due settimane.

Prima cosa in assoluto da dire: Liam ha parlato.

Durante un dolce momento padre-figlio insieme a Frank, esibendo addirittura uno spagnolo rudimentale.

Alleluia.


Al centro della puntata vi sono le relazioni tra i personaggi, la narrazione si appoggia alle interazioni tra loro che si intrecciano l’una con l’altra. Questa struttura, che pone le basi per lo sviluppo delle storylines che attendono cambiamenti, presenta forti somiglianze con la terza puntata della sesta stagione.

Analogalmente all’episodio della precedente stagione, solo un personaggio rimane fuori, in un certo senso, da questo tessuto. L’anno scorso era Carl, questa volta è Debbie.

Ogni scena della neomamma è studiata ad arte per far salire l’ansia allo spettatore, è infatti matematicamente certo che il contrabbando di passeggini porterà dei guai a Debbie e, di conseguenza, a Franny/Harry.

Il nome multiplo non è una novità per Shameless e rappresenta l’unico collegamento che ha avuto Debbie con la famiglia, nello specifico con il padre.

Frank in questo episodio in particolare è un nodo, nella sua accezione ambivalente di centralità e costrizione.

Frank si impone in casa Gallagher nonostante, a parole, affermi di voler disconoscere i figli che gli hanno fatto un torto, cioè tutti tranne Liam. Per quanto riguarda la centralità, i confronti con Frank sono funzionali all’evoluzione degli altri personaggi.

 

In primis Fiona. In questo caso, il rifiuto del confronto è ancora più significativo di un confronto effettivo.

I dettagli sono un altro fondamentale elemento strutturale della puntata, come gli sguardi, gli accenni, le espressioni e perfino le cose non dette.

Fiona da parte sua è convinta di andare alla grande e, oggettivamente, così pare: intenzionata a lasciare le responsabilità da manager “tappa buchi”, ma tentata dalla possibilità di ottenere maggior potere decisionale, scala alla marcia ancora superiore con l’obiettivo di tenere aperto il Patsy’s.

La prima persona che si accorge dello stato di Fiona è, ovviamente, Vì. Purtroppo dopo i tentati approcci falliti, Vì pare rinunciare ad aiutare l’amica che rifiuta che ci sia un qualcosa, non necessariamente un problema, ma qualcosa da superare è innegabile che ci sia.

 

La svolta della scoperta di Tinder, che dà il titolo all’episodio, è per Fiona potenzialmente distruttivo e costruttivo allo stesso tempo. Al momento è presto per dire se la nota positiva sarà l’ottenimento della leggerezza e della serenità che Fiona ha – a mio parere – ostentato solamente, oppure una presa di coscienza nella speranza di uno sviluppo costruttivo.

Alla fine Veronica, però, tenta ancora una volta e la risposta di Fiona è spaccare il muro tirato su da Frank. Un segno che nota preoccupato anche Lip.

Del relativamente mancato supporto a Fiona da parte di Veronica è, probabilmente, complice la sua situazione familiare, non in quanto tale, dato che il matrimonio a tre funziona, ma il problema economico che sta affrontando. Tra il magico trio, il protagonista è Kev the househusband: le scene con i bambini sono state la tenerezza e ci hanno ricordato un aspetto del carattere di Kevin, una sorta di ingenuità infantile. D’altra parte, la sequenza della cameriera in topless pareva superflua, fino a che la somma dei due lati del personaggio di Kev non ha portato alla sua assurda idea, “Nooks and Fannies”.

Shameless non è nuovo alle assurdità, questa supererà il limite (se ne esiste uno)?


In secundis, a proposito del “nodo” Frank, trovamo Lip.

Il confronto in questo caso c’è, ma è indiretto: un piccolo gesto di rifiuto della birra all’Alibi è piena di sottintesi.

Singolarmente, Lip affronta lo stage in una sorta di startup il cui compito non è pienamente identificato, mentre quello del Gallagher è chiarissimo: fare i caffé.

Data questa esperienza, Lip si confronta con Ian, in una scena che pare una chiara citazione delle due precedenti scene che si richiamano l’un l’altra dei due fratelli in macchina.

Lip confessa al fratello i suoi sospetti sull’azienda dello stage, una confessione che somiglia molto a un indizio per uno sviluppo davvero interessante.

Nel rapporto tra Lip e Ian, da sempre rappresentato quasi in modo esclusivo, è sempre più evidente una sorta di ammissione di Carl. Emblematico il contributo dei due maggiori nell’aiutare Carl, seppur a loro modo: con una dose da cavallo di Torazina.

La nota stonata è la nuova cameriera con un figlio e un ex fidanzato stupido che è entrata nella storyline di Lip, giusto perché non c’era abbastanza potenzialità distruttiva.

Ian a sua volta si confronta con Lip sulla situazione della sua relazione, che la scorsa puntata ci aveva lasciato un enorme cliffhanger. Il primo confronto con Caleb (ri)trova un Ian sarcastico e sagace. Successivamente, pur avendo tenuto testa al ragionamento irrazionale di Caleb, Ian cerca di trovare una sorta di giustificazione alla cheater logic, come ha perfettamente definito Lip, tradendo anche lui Caleb con una donna. Tentativo miseramente fallito, Ian si dichiara 100% omosessuale. Relazione con Caleb dichiarata finita. La strada è spianata per il richiestissimo ritorno di Mickey.

La bisessualità come tema in Shameless era gà stato affrontato, questa volta coinvolge inoltre uno dei personaggio principali e il modo in cui è stato fatto ha generato alcuni disaccordi, essendo un tema suscettibile, per usare un eufemismo.

L’atteggiamento di Ian non è da intendere come bifobia, anzi, è il fatto che Caleb non consideri tradimento il tradimento eterosessuale se si ha una relazione omosessuale e, per di più, che sostenga che nessun omossessuale lo sia completamente. Da una parte come per dimostrare una tesi, dall’altra per vendetta, Ian testa l’ipotesi di Caleb che si rivela sbagliata, come volevasi dimostrare. Una reazione stupida, non bifobica.

La nascita di dibattiti intorno ai temi trattati negli episodi, per quanto spesso le critiche siano infondate oppure meramente interpretative, dimostra che Shameless, dopo ben sette anni, mantiene la caratteristica intrinseca della provocazione e della spudoratezza che lo stesso titolo racchiude.


La terza puntata andrà in onda il 16 Ottobre 2016

 

 

 

Ringraziamo:  • Emmy Rossum Italia •| Shameless US Italian Page | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV | Serie Tv News | Crazy Stupid Series | – Telefilm obsession: the planet of happiness – | Lost in Series

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...