Blindspot

Recensione | Blindspot 2×04 “If Beth”

Questo è stato forse uno gli episodi più brutti fra tutti quelli scritti per questa serie.

Bene, la recensione finisce qui, vi lascio al promo… ah no? Devo anche motivare questa affermazione?

Da qualsiasi punto di vista vogliamo considerare la faccenda, questo episodio ha toppato: brutto da guardare, noioso da seguire, praticamente inutile allo sviluppo della trama (o dovrei dire “””trama”””).

Tralasciando l’abuso che si sta facendo della GoPro in questa stagione e delle inquadrature a millemila frame per cercare di dare dinamismo alle scene d’azione sui cui fare uno slow motion da serie tedesca in pre-serata sulla Rai, anche le scene di combattimento fanno piangere. E io che avevo commentato la prima puntata dicendo che mi sembravano migliorate! Povera illusa, non avrei dovuto abboccare.

La scena di Patterson che viene quasi strozzata nel sotterraneo. Una scena degna dei peggiori film della Asylum. E se non sapete di che si tratta, fatevi acculturare da Yotobi: lui ha già compiuto l’impresa, non potrei imitarlo degnamente.

Il perché un’agente che non è abituata a stare sul campo stia da sola in un posto come quello mi è oscuro. Ricordiamo che nella prima stagione si era fatta infinocchiare similmente e aveva iniziato ad allenarsi di più proprio per evitare che si ripetesse l’errore. Patterson vs i buoni propositi.

Ma d’altronde i nostri eroi non esitano a sparare per uccidere, a salvare l’intero Paese in quattro e a fregarsene della catena di comando.

Sulla storia di Reade attendo ad esprimermi, perché sto aspettando il momento in cui verranno sparate quelle tre quattro castronerie di dimensioni astronomiche sul recupero dei ricordi repressi. Sono lì seduta e aspetto, come i cinesi aspettano il corpo del nemico che passi sul fiume. O forse perché di questo peso morto non mi importa alcunché. So solo che da questa storia è Zapata a uscirne pessima come sempre, quando caccia da casa del partner Freddy. La sua sensibilità da giocatrice patologica mi ha colpito il cuore.

Per quanto riguarda lo sviluppo della “trama principale”, vediamo da una parte le continue frecciatine da innamorati nevrotici fra Kurt e Remi e, dall’altra, la sentimentale “propaganda visiva”, come l’ha definita Naz, che Shepard e Roman portano avanti con l’ingenua Jane. Dico ingenua perché non so quanto di quello le raccontano sia vero o abbia il solo fine di convincerla che l’FBI e il governo sono cattivi e loro sono i buoni.

Remi mente quando dice di non fidarsi di Sandstorm, perché a me sembra che stiano facilmente facendo breccia nel suo animo confuso e votato al bene.
La storia del filmato in cui vediamo un giovane Kurt all’accademia

Non mi somiglia per niente! Johnny Stecchino

L’unica reazione possibile a quel video.

potrebbe benissimo essere una montatura di Naz e dell’NSA, per quel che mi riguarda. Il fatto che abbiano usato la storia di Taylor Shaw per manipolare Kurt è una scusa stiracchiata – e una dimostrazione dell’incompetenza di Weller. Quindi non vedo davvero perché un’organizzazione terroristica dovrebbe stare dietro a Kurt da vent’anni.

Vi lascio al promo del prossimo episodio, Condone Untidiest Thefts.

Ringraziamo: We don’t forget ϟ Sтαтic Quαke | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV | Diario di una tv series addicted | Serie Tv News | ❤ Telefilm / Fiction ❤

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...