Telefilm/Victoria

Recensione | Victoria 1×05 “An Ordinary Woman”

Mi ritrovo, ancora una volta, a confermare l’idea che mi ero fatta nella precedente puntata, ovvero sia che sì, questo è uno show storico per molti fattori, ma va soltanto ad incentrarsi sulle dinamiche relazionali – soprattutto romantiche – dei personaggi.
Trovo ci sia poca storia, che manchi la bellezza di mettere in risalto gli aspetti dell’economia e delle usanze di quell’epoca. Badate, non sto dicendo che mancano, ma forse avendo affinato i miei gusti in fatto di serie tv per l’appunto storiche, trovo qualche sorta di pecca in questo senso. Ciò non lo rende comunque uno show meno appetibile e molto ben fatto sulle linee guida che sicuramente autori e registi si sono prefissati.
Tra l’altro, adoro il fatto che il titolo trovi sempre posto per essere una frase detta da qualcuno durante la puntata. Oltre al fatto che comunque siano super azzeccati per l’episodio in sè.
Una “donna ordinaria”, la nostra Victoria, tra le paure e i sentimenti, che sceglie di essere moglie e non regina in questa celebrazione.

Puntata appena sottotono, rispetto alla precedente. Avrei osato dire un po’ lentuccia, ma ciò stonerebbe col fatto che i ritmi della serie siano in realtà molto veloci. In una sola puntata son trascorse esattamente sei settimane. Io non ho idea di dove la miniserie voglia andare a parare per il finale, per cui mi auguro che questi ritmi un po’ serrati porteranno a qualcosa di proficuo. Sicuramente, immagino, porteranno all’immensa prole dei due reali.

A dispetto del promo che ci era stato mostrato, le lamentele del popolo inglese riguardo il matrimonio della loro regina si articolano in un paio di scene striminzite, che in realtà servono soltanto a farci vedere come Victoria in questo caso sia stata dispotica e di come Albert necessiti di sentirsi rassicurato da… be’, da tutti. Prima il fratello, poi la sua futura moglie.
Non vuole essere uno qualunque. Vuole essere un marito e non un suddito ubbidiente e penso che come sia piuttosto normale. A quei tempi il sistema era molto più patriarcale di quanto – purtroppo – lo sia oggi, per cui per un uomo trovarsi in una posizione di svantaggio nei confronti della moglie non era una cosa che si potesse facilmente mandare giù.
Pertanto, quasi tutta la puntata s’incentra sul titolo e sulla rendita annuale che spetta al Principe consorte, l’unica cosa è che cambiavano le scene ed i personaggi che ne discutevano.

Lord Melbourne decisamente decisamente diverso dal solito, soprattutto per essere (forse) l’ultima sua puntata! Moscio, meno sagace del solito, ma ha comunque fatto del suo meglio per compiacere la Regina ed aiutarla nel portare a termine le sue richieste.
La scena finale tra loro due, dopo il matrimonio, mi ha dato come l’impressione che neppure lo rivedremo ancora. Mi sembravano due innamorati pronti a dirsi addio e non so, è stata una cosa molto triste. Sia per loro stessi che per il fatto che è comunque avvenuta durante i festeggiamenti del matrimonio.
Vero è che Victoria è molto volubile e che i sentimenti qualche secolo fa erano visti e vissuti in maniera decisamente differente da quella odierna, dove in linea generale ci si prende più tempo per conoscersi e dichiararsi innamorati, solo che boh, alla fine credo che Lord M. ci mancherà.

‹‹ Non vi dimenticherò mai. ›› // ‹‹ Posso baciare la sposa? ››

Albert, un po’ un bambino capriccioso per certi versi, un po’ troppo tenerello disagiato ed innamorato. È stato un imbranato assurdo quando, accompagnato da suo fratello Ernest nella casa di appuntamenti, si è fatto dare consigli da appuntarsi dalla signorina Gretchen. E non ci hanno neppure fatto vedere se i consigli siano stati ben recepiti e poi apprezzati dalla neo mogliettina!
Comunque sia la mia impressione generale sui personaggi in questa puntata non è stata molto positiva ed Albert non viene risparmiato. Ho apprezzato molto il suo puntare i piedi e chiedere quello che gli spettava, che in realtà poi finisce in mano delle attrici mantenute dallo zio, ma mi ha dato davvero l’idea di un adolescente ribelle.
Anche se poi ho adorato la scena del litigio tra lui e Victoria nella sala del trono. Battibecchi da innamorati che fanno sempre shippare in maniera sempre più hard noi fan.

Victoria, Victoria, Victoria. Bella, vivace, decisa, ma – dopo due giorni dalla visione dell’episodio – non riesco a ricordare qualche scena in modo memorabile, se non quella di lei che piomba nel parco, da Albert, quando sta giocherellando da solo con la spada.
Non è un bene, no, se la protagonista a volte risulta essere un po’ anonima? Non fraintendetemi, adoro lo show e la puntata nel suo complesso mi è piaciuta, ma appunto nel complesso.
Non è stata straordinaria e sono curiosa di sapere come la pensate voi, piuttosto.

Il matrimonio, seppur rapido, è stato però davvero molto dolce. Ho adorato l’eleganza, la classe, la dolcezza e poi l’amore che traspariva dagli sguardi di entrambi.
Però, essendo questo un matrimonio reale, mi sarei aspettata ancora una volta un qualcosa di più, anche a livello di vestito da sposa. Qualche altro rito da re e regine, ma nuovamente lo spazio è stato totalmente riservato all’aspetto personale ed intimo dei personaggi, anziché a tutto il contesto.

Bellissima è stata la scena successiva, in carrozza, quando entrambi timidissimi dopo le nozze e magari ancora con quel litigio che aleggiava sulle loro teste, si siano presi per mano.
La scena del letto, purtroppo, ci ha lasciati un po’ insoddisfatti perché è stata conclusa troppo in fretta. Ci dobbiamo accontentare di Albert che la bacia di nascosto o che le dice di immaginarsi un bacio sul collo. Eh, dobbiamo immaginarcelo pure noi.
Sono stati di un disagio assurdo e bellissimo nel letto, a parlare di vino e di vino per sopperire all’evidente imbarazzo che c’era, alla voglia di amarsi e di scoprirsi. Ricordiamoci, poi, che il sesso non venire neppure spiegato per cui era una specie di terno a lotto.

Un appunto particolare comunque dobbiamo farlo sull’altra metà degli argomenti di conversazione di quest’episodio: le intramontabili, sempreverdi e temutissime corna. Altresì elegantemente chiamate “tradimento”.
Victoria in questa puntata si mostra una ragazzina insicura, si vede come in realtà sia ancora inadatta a regnare un Paese se neppure è al corrente del fatto che il novanta percento degli uomini aveva un’altra donna da mantenere, oltre alla moglie legittima e ai figli.
Mi fa sorridere vedere l’aspetto più fragile di una Regina, di una ragazzina che va a parlarne addirittura col futuro marito promuovendo così la strada dell’onestà. Albert si è pure incazzato, ma pazienza, sappiamo tutti che poi gli è passata.

‹‹ Perché il sussidio è così importante per te? Così potrai mantenere un’amante? ››
‹‹ Questo è quello che pensi di me, Victoria? Come puoi essere così sciocca? L’unica donna che voglio sei tu. Sarai sempre tu, ma non posso stare seduto in attesa di un tuo sorriso. ››
‹‹ […] Quando ti sposerò domani, lo farò come una donna qualsiasi. E prometterò di amarti, onorarti e obbedirti. ››
‹‹ Obbedirmi? Ma io sono un tuo suddito. ››

Poi, tralasciando i protagonisti principali vorrei posare l’accento sul resto delle donne e degli uomini che stanno nelle retrovie. Sbaglio o la Baronessa non mi è sembrata affatto incline a queste nozze? Non ho compreso se è perché si sia sentita messa da parte o se proprio disapprovava la scelta.
Penge che aveva l’innamorata tedesca e per questo conosce la sua lingua è fantastico! Fantastico! Vorrei che dessero molto più spazio a queste dinamiche, vorrei sapere di più sulla falsa Skerrett, vorrei vedere passi avanti tra lei e Francatelli che ha fatto una torta fantastica! Anche se non ho capito: ci  ha messi sei settimane per farla? Era almeno commestibile?

Con quest’ultima domanda di grande importanza filosofale io vi saluto e vi invito a passare dalle nostre splendide pagine affiliate! Jenna Louise Coleman Source. | Mr Tom Hughes » | Serial Lovers – Telefilm Page | Jenna Coleman Fans. | Serie Tv Mania | Film & Serie TV | Serie tv, la nostra droga | And. Yes, I love telefilms and films ∞  | Diario di una tv series addicted | I Love Film and Telefilm | Serie Tv News | Crazy Stupid Series

Qui di seguito il promo del prossimo episodio, “The Queen’s Husband”.

Annunci

One thought on “Recensione | Victoria 1×05 “An Ordinary Woman”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...