Supernatural/Telefilm

Speciale | Happy #SupernaturalDay

Per chi di voi non lo sapesse… esattamente oggi 13 settembre di 11 anni fa andava in onda il pilot della serie più longeva della CW, ‘Supernatural’, e come rendergli omaggio se non dedicando un articolo agli episodi migliori di queste 11 favolose stagioni.

Gli episodi che rendono onore alla serie sono molti e quasi impossibili da racchiudere in un solo articolo, così ho pensato di selezionarne uno da ogni stagione. Ah! sono scelti in modo personale e contengono spoiler.

Stagione 1 – episodio 9 ‘Home’

Tutto l’universo di Supernatural ruota attorno alla famiglia, e questo ormai è un dato di fatto. Non si può, a pochi mesi dalla morte di Jessica, fare un episodio incentrato su Mary e per di più ambientato nella casa di quando erano piccini, dove tutto è iniziato. Il fantasma della madre torna a salvare i suoi figli nel momento più delicato della storia, raccogliendo lacrime dai due fratelli (e da noi,), che assistono impotenti a una seconda morte della madre. Tutto questo ci insegna una massima essenziale nella famiglia Winchester: il bene della famiglia viene prima di ogni altra cosa: Mary e John proteggeranno sempre il piccolo Sammy e il loro piccolo ometto Dean.

Stagione 2 – episodio 22 ‘All hell breaks loose: part two’

Inevitabile non menzionare l’ultimo episodio della seconda stagione per la terribile sofferenza provocataci. Dean deve essere la fotocopia del padre, non c’è altro da dire, è più forte di lui: ha questo modello di uomo da seguire che non commette mai errori, lo seguirebbe a occhi chiusi anche giù da un burrone, ed è proprio quello che fa pur di ridare vita al fratello. Dopotutto, la mela non cade troppo lontano dal melo. Le lacrime di Dean sono sincere e l’amore per il fratello viene fuori puro e leggero, per la prima volta dall’inizio della serie.

Stagione 3 – episodio 11 ‘Mistery Spot’

Nessuno di noi ama vedere i propri personaggi preferiti morire, tanto meno più volte nella stessa puntata. In questo episodio Sam vede Dean morire ogni giorno, senza dargli tempo di intervenire. E’ straziante capire che non c’è più niente da fare e anche se dopo un po’ lo spettatore capisce che è un banale scherzo di pessimo gusto, è comunque difficile vedere Sam che si incolpa per la morte del fratello. Inconsciamente Sam continua la sua vita con odio e rabbia verso la creatura che gli ha fatto ciò, similitudine di chi non si arrende mai alla perdita di una persona cara.

Stagione 4 – episodio 6 ‘Yellow Fever’

Non si possono ricordare gli episodi più belli di Supernatural, senza menzionare Yellow Fever almeno una volta. Quante volte ci hanno detto che il coraggio di certe persone è solo una maschera… beh vuol dire che Dean è la maschera più bella che io abbia mai visto: coraggioso e duro fuori, ma pauroso e terrorizzato dai gatti dentro. Un episodio tutto da ridere che per un secondo ci fa smettere di pensare a tutto il resto.

Menzione speciale per lo spettacolo finale di Jensen nell’interpretazione di ‘Eye of the tiger’…

Stagione 5 – episodio 8 ‘Channing Channels’

Basta premere un tasto del telecomando ed ecco che veniamo catapultati nei programmi più in voga della tv americana. Una presa in giro per le altri reti e un modo per far cambiare un po’ aria ai nostri protagonisti. Saltiamo così da un ospedale a una scena del crimine, fino ad arrivare a una casa con le tinte a pastello. Eeeeeh questi produttori.

Stagione 6 – episodio 17 ‘My heart will go on’

Alzi la mano chi non conosce la famosissima canzone di Celine Dion, o chi non ha mai visto il bel Di Caprio sul Titanic. Possono essere cose belle, ma per alcuni sono solo fastidiose. Ragion per cui Balthazar decide di non far affondare il Titanic e di lasciare vive tutte le perosne che vi erano a bordo, causando così le ire della dea del fato. Toccherà a Castiel impedire che i nostri due cacciatori preferiti vengano schiacciati da un pianoforte… se volete sapere di più guardate l’episodio!

Stagione 7 – episodio 10 ‘Death’s door’

Inquietante somiglianza di titolo con il primo episodio della seconda stagione (‘In time of dying‘), coincidenze… io non credo proprio. Avere la parola morte nel titolo di un episodio non porta affatto bene. Se nella seconda stagione abbiamo perso il caro e amato John, a distanza di 5 stagioni perdiamo il burbero e dolce Bobby. Non si fa mai smentire… ultima parola infatti che pronuncia, e che merita di essere ricordata, è infatti ‘idjits’… ma tranquilli… non sarà l’ultima volta che vedremo il vecchio Singer.

Stagione 8 – episodio 16 ‘Remember the titans’

Un uomo muore e rinasce ogni giorno, senza ricordarsi come fa, zombie? no, semplicemente mitologia greca. Toccati poche volte durante la serie, le divinità del mondo greco hanno un forte rapporto con gli umani, il classico odio-amore. Non vi svelerò chi è il dio (o semidio) in questione, ma sono sicura che vi farà piacere conoscere meglio la sua storia e notare le similitudini con la vita dei nostri due fratellini.

Stagione 9 – episodio 5 ‘Dog Dean afternoon’ 

Trovate Dean il più irresistibile dei due fratelli? Beh, dopo questo episodio lo amerete ancora di più e vorreste cercarlo solo per fargli i grattini nella pancia. Ci hanno detto mille volte di non mangiare il cibo degli sconosciuti, ma Dean se ne frega delle regole e per punizione viene trasformato in un cane, un dolce tenero e adorabile cane… restando umano però.

Stagione 10 – episodio 5 ‘Fan fiction’

Uno degli episodi che ti fanno veramente innamorare della serie e che mette in chiaro anche il ruolo della fangirl. Tutti noi vorremmo essere al fianco dei Winchester per sconfiggere i mostri, ma nessuno ne ha ancora avuto l’occasione, tranne un liceo dove stanno allestendo un Musical a tema Supernatural! Che idea meravigliosa!! canzone che ne fa da padrona è l’indimenticabile ‘Carry on my wayward son’ cantata a cappella da una voce a dir poco angelica (ironia portami via). L’undicesima stagione è una delle migliori e tutta merita di essere vista più volte.

Stagione 11 – episodio 20 ‘Don’t call me Shurley

Concludiamo questa meravigliosa lista con una delle punta di diamante delle stagioni. Chuck, il nostro amato profeta, è tornato, pronto a rivelare miliardi di segreti sulla storia di Supernatural, oltre a rivelarci dov’è stato Dio in tutto questo tempo. Lo sfogo tra Dean e Dio è uno dei miei preferiti, ma questo episodio avrà sempre un piccolo posticino nel mio cuore, sarà perchè adoro gli episodi che finiscono con delle canzoni… mah!

Bene, vi ho elencato gli episodi che preferisco per ogni stagione trasmessa fino ad oggi… ma un merito speciale va a colui che ha permesso che il mondo del Family Business più apprezzato in america diventasse realtà, il pilot. Senza di lui niente di tutto quello che conosciamo oggi sarebbe mai nato. Ringraziamo quindi il padre John per essere stato fuori a caccia per un bel po’ e per aver fatto riunire i due fratelli sotto lo stesso tetto; ringraziamo Mary per aver amato John e i suoi due figli; Jessica per esser stata la causa scatenante della caccia; e infine ringraziamo Sam e Dean Winchester per essere sempre forti e coraggiosi, per non tirarsi mai indietro e per salvare le persone (e anche noi) dalla noia di queste lunghe giornate di vita quotidiana.

Buon #SupernaturalDay a tutti! e mi raccomando… continuate a sognare due fratelli su un’Impala del ’67… e non il principe azzurro!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...