Pretty Little Liars/Telefilm

Recensione | Pretty Little Liars 7×10 “The Darkest Knight”

Iniziare la recensione di questo summer finale con la consapevolezza che sarà l’ultimo mi intristisce, ve lo dico sinceramente. So già che mi mancherà ma questa puntata mi ha dato un’idea di quanto: decisamente troppo. Questo episodio è stato bellissimo, ricco, intenso, divertente, trash, romantico, spiritoso, assurdo…è semplicemente stato PLL. Quel PLL che ci ha fatto innamorare, che ci ha fatto arrivare fino a qui nonostante gli alti e basi e che ancora mi fa venire voglia di aspettare le due di notte ogni settimana. Ma non è ancora tempo di commuoversi e di dire addio quindi, bando alle ciance, e parliamo di ciò che è successo.

L’episodio ruota naturalmente intorno a Noel che, sorpresa sorpresa, non è né il figlio di Mary Drake né tanto meno A.D. Ma va? Non ci saremmo mai arrivati. Giusto Hanna poteva esserne così convinta da organizzare un  rapimento, chiamare Mona per farsi aiutare, filmare tutto in modo da essere ricattabile con estrema facilità, corrompere un medico davanti ad un poliziotto e lasciarsi scappare l’ostaggio come se nulla fosse. Io apprezzo l’impegno di Hanna, sul serio, ma no. Non è il caso di lasciarla da sola a pensare, ad organizzare piani e a fare cose. Non è per lei, fa più danni che altro. Se ne rende conto pure Caleb che oltre a farle notare quanto sia un disastro come donna di casa, tira fuori anche una dichiarazione demenziale che, quindi, fa il paio con il suo personaggio. Io capisco che possa essere divertente parlare dei piatti sporchi e poi dire che si è destinati a passare la vita insieme, ma non erano queste le circostanze adatte per farlo. Certo che lui ci ha aggiunto la faccia da cane bastonato e quindi forse ha fatto un po’ più effetto. Fino a tre settimane fa Caleb piangeva sul divano di Spencer o dietro la sua porta (con Hanna presente) e adesso parla di amore predestinato. Io non metto in dubbio che loro siano fatti per stare insieme e so da quando si sono mollati che alla fine si sarebbero ritrovati (non perchè siano belli o chissà cosa ma perchè altrimenti Marlene si sarebbe ritrovata i fan Haleb sotto casa con torce e forconi), ma questo posso dirlo io che sono spettatrice esterna, non Caleb che fino a poco fa era in crisi esistenziale per un’altra. E’ stato gestito tutto troppo male. Se lui non avesse insistito così tanto con Spencer, avrei accettato molto meglio questa reunion Haleb scritta nelle stelle, ma così no. Così hanno solo rovinato un personaggio che già non era questo gran che e hanno fatto passare Hanna per quella che aspettava solo due paroline dolci per rimangiassi tutto quello che ha detto fino a qualche episodio fa. O forse no, dai. Mi sa che per Hanna le cose stavano davvero così. Aspettava solo la dichiarazione da bacio perugina per riprenderselo.

Lasciamo Hanna-passione youtuber e parliamo di Spencer che è sicuramente più interessante. Sinceramente non sto capendo cosa voglia fare della sua vita, soprattutto quella sentimentale, ma visto che è riversa in fin di vita su un pavimento e che ha appena scoperto di non essere figlia di Veronica (noi lo abbiamo scoperto a dire il vero, lei magari non ha sentito) forse non è il suo problema più grande in questo momento. Ecco, quindi siccome lei non se ne può occupare, lo faccio io. La vedo costantemente divisa tra passato e futuro, tra la paura di lasciare andare il suo grande amore dell’adolescenza e quella di buttarsi in uno nuovo. Il problema è che sono confusa anche io. Non riesco a prendere una decisione e continuo a cambiare idea. Da una parte mi rendo conto che Toby sia il suo grande amore e che hanno un legame forte, quasi indissolubile, ma dall’altra penso che non sia un amore destinato a durare per sempre. Credo che potrebbero amarsi per sempre ma a distanza perchè gli Spoby, quando sono vicini, si fanno troppo del male. Emergono tutte le loro differenze, tutti quegli aspetti che rendono le loro vite incompatibili. Ciò non toglie che il bacio d’addio mi abbia emozionato e che il finale in cui sono entrambi in fin di vita (Almeno Spencer, Toby potrebbe anche essere morto) mi faccia pensare a quanto i loro destini siano incrociati. Marco, invece, mi piace. Mi piace molto con Spencer e penso che potrebbe essere l’uomo giusto per lei, quello in grado di starle a fianco e di accompagnarla nella vita e nella carriera brillante che merita. Inoltre sapere che Toby lo abbia aiutato con la cena, in qualche modo, mi tranquillizza. Lui è quello che vuole il bene di Spencer più di tutti quindi se lui si fida, io mi fido. (Non mi fate pentire). Sulla questione di Spencer come figlia di Mary Darke non so bene cosa dire. Sono rimasta piuttosto basita perchè era scontatissimo. Era chiaro che non fosse Noel e lei era l’indiziata più probabile quindi mi aspettavo un colpo di scena migliore, così mi sembra tutto molto scontato.

Aria come sempre fa episodio a sé nel senso che è presente nelle scene di gruppo ma è molto molto marginale. E’ una tendenza di tutta la stagione e non ne capisco il motivo. Ok, io non sono una grande fan del suo personaggio ma se c’è una cosa che questo show ha sempre avuto è la dimensione corale e così facendo si perde. Anche nella scena finale è presente ma sembra comunque in disparte, come se la sua presenza non fosse necessaria. Non sono neanche fan degli Ezria ma ho provato a mettermi nei panni  di Aria mentre vede Nicole ed Ezra in tv e decisamente non deve essere stato facile per lei. Le sarà crollato il mondo addosso. Poi ok, lo sappiamo tutti che Ezra tornerà da lei e vivranno tante lunghe serate noiose sul divano a guardare documentari in bianco e nero sui leopardi.

Delle altre due Liars parliamo fra un po’ che il discorso è lungo, complicato e io mi devo riprendere dalla scena sul divano.

Vorrei un attimo soffermarmi su quella perla che è il finale perchè io veramente non so cosa dire. E’ un concentrato di trash e genialità senza precedenti. Sono senza parole, davvero. Jenna che spegne la luce per non sentirsi sola, Noel che si decapita da solo inciampando sulla sua ascia che lui stesso aveva perso durante lo scontro con Emily e Hanna, Jenna che praticamente gioca a mosca cieca con la pistola, loro che vanno sempre a fare le missioni con i tacchi così è sicuro che si faranno beccare, Emily che dimentica il telefono in giro e non si è nemmeno capito quando o perchè lo abbia tirato fuori (state a vedere che è quello che hanno lasciato a casa Hastings per ingannare i poliziotti), Alison che fa le battute, Jenna che a momenti inciampa nella testa mozzata di Noel che rotola sul pavimento indisturbata…è tutto semplicemente perfetto. Non avrei potuto immaginare nulla di meglio. complimenti a Marlene King per aver scritto questo episodio. Si sente e si vede che c’è lei dietro a questa puntata. I dialoghi sono nettamente migliori, i momenti romantici sono giusti e ben calibrati, il trash è presente ma non è insensato, e la trama riesce comunque ad essere protagonista.

Dulcis in fundo ci sono loro: Emily e Alsion.
Potrei parlarne separatamente ma non mi va, non oggi e non dopo questo episodio.
Alison è stata semplicemente perfetta, l’ho amata come poche volte nella vita ( io già di norma la adoro) e penso che la sua performance migliore l’abbia sfoderata parlando di Paige mentre Emily è stata fantastica in ogni singolo momento.

Alison è gelosa di Paige, non la può vedere e soprattutto non la può vedere insieme ad Emily. Non sopporta che le stia vicino e la sua sola presenza le dà la nausea (la capisco). Il modo in cui scatta quando la vede a casa di Spencer e quando viene a sapere che Emily le ha raccontato di A.D., si commenta da sé. Niente e nessuno la irritano in questo modo perchè non tiene a niente e a nessuno come tiene ad Emily, c’è poco da dire. Paige ha sempre tirato fuori la parte più stronza di Alison e mi sembra chiaro il motivo. Adesso ancora di più perchè è incinta, spaventata e sa di aver bisogno di Emily, sa che alla fine l’unica che ha sempre voluto accanto è lei. Non è un caso che si confidi con Em e che, ancora una volta, permetta a lei di vederla vulnerabile. E’ l’unica con cui si è sempre permessa di farlo. E’ l’unica con cui può essere completamente onesta, completamente se stessa.  Il dialogo in camera ricorda molto, a livello di emozioni, la 5×05 ma c’è una differenza abissale: Emily. Emily non è più la ragazza di cinque anni fa: ha paura ma resta. Non scappa, non più. Non dice ad Alison che potrà contare su tutte loro, le dice che lei sarà lì a prescindere da tutto. Non ha un minimo di esitazione, un dubbio, un cedimento, nulla. Lo sa che il suo posto è accanto ad Alison, lo ha sempre saputo e ora finalmente ha il coraggio di dimostrarglielo. Ovviamente ha paura e si vede benissimo ma non è importante, non ora che Ali, la sua Ali, ha bisogno di lei.

Il momento sul divano è qualcosa di così perfetto che faccio fatica a trovare le parole per descriverlo. E’ magia, è poesia…è, in una sola parola, Emison. Alison si permette, per la seconda volta in tutto questo tempo, di piangere. Le lacrime iniziano a scenderle quasi involontariamente ma c’è Emily ad asciugargliele. C’è Emily a rassicurarla di nuovo. La dolcezza e la naturalezza con cui lo fa sono disarmanti. E’ come se non fossero mai passati cinque anni. E’ come se nessuno si fosse mai intromesso fra loro. Ci sono solo loro due, ci sono sempre state solo loro due. A quel punto Alison prende un po’ di coraggio, o forse smette di pensare  decidendo di lasciarsi andare, e la bacia. La bacia perchè non c’è un’altra  persona per lei. Non c’è mai stata. Emily è la sua casa, la sua famiglia. Emily, però, si ferma e per l’ennesima volta cerca di essere razionale. Si ferma perchè ha paura che Alison, inconsciamente, la cerchi solo perchè si sente sola ed impaurita, Si ferma perchè anche lei ha paura; paura di soffrire di nuovo, paura che Alison abbia bisogno di qualcosa che lei non può darle, paura di non essere abbastanza. Si ferma ma basta una frase di Ali a spazzare via tutto. E basta questo perchè in quelle parole c’è molto di più, come sempre. Esattamente come “Pip gets Estella in the end” significava “non so cosa dirti ora, non so come ma so che un giorno staremo insieme” o come “those kisses weren’t just for practice” voleva dire ” ti amavo anche io, avevo paura e non sapevo come dirtelo”, allo stesso modo “thta’s not why, I promise” è molto di più una semplice rassicurazione. E’ una conferma, è Alison che dice ad Emily che lei c’è ancora, che è ancora innamorata di lei e che, se vuole, lei è ancora lì perchè i suoi sentimenti non sono cambiati. Il bacio è bellissimo, nonostante non sia chissà quanto passionale o intenso. E’ dolce, quasi casto, ma soprattutto è voluto da entrambe e questa è l’unica cosa che conta. Ricorda tanto quello in biblioteca ma a parti invertite. Ora è Alison quella sicura mentre Emily è quella spaventata. Si sono scambiate i ruoli ed è bello perchè ognuna sa esattamente cosa sta provando l’altra. Si possono capire anche senza parlare. Io dico sempre che mi piacerebbe sentire un bel dialogo fra loro, ed è vero, mi piacerebbe, ma poi mi rendo conto che due che si guardano così da sempre, cosa dovrebbero dirsi di più? Le parole cosa potrebbero aggiungere ai loro sguardi e ai loro gesti? Sinceramente penso nulla. Sono perfette così come sono, anche se ci vuole l’interprete per capirle e anche se sono due zuccone che hanno troppa paura di soffrire. Sono belle così e non cambierei assolutamente nulla di loro.

.

Comunque io sono abbastanza convinta che Alison sia incinta perchè Archer le ha impiantato gli ovuli fecondati di Emily e ho già deciso il nome del bimbo delle Emison, Wayne se è maschio ed Estella se è femmina (in realtà penso di averli scelti qualche anno fa, ma tralasciamo), quindi, cari autori, non  mi rovinate i piani. Grazie.

Giusto per dire due parole su Paige: per me è un “no” su tutta la linea.
No, perchè Emily e Alison erano tanto belle sul divano e le ha interrotte per niente. No, perchè ha parlato a sproposito di Alison come al solito. No, perchè pretende di giudicare quando non sa nulla. No, perchè per l’ennesima volta si è dimostrata ossessionata da Emily (fatti una vita!). No, perchè non ha capito che, alla fine, Em sceglierà sempre Ali e continua a rendersi ridicola. No, perchè non è cambiata di una virgola e si permette di dire che Ali è sempre la stessa. Infine no, perchè è tornata pensando di riprendersi Emily e dimenticandosi che l’ha messa da parte per la sua carriera

 Ah ma Sidney cosa vuole? Vabbè, ce ne occupiamo ad Aprile che forse è meglio. Per questa prima metà di stagione direi che è tutto. Grazie per aver letto e mipiaciato. Ci si legge tra otto mesi (si, già sto facendo il countdown) per gli ultimi, anzi ultimissimi episodi.

Voto 10/10 (mi sa che un punto e mezzo è solo Emison, ma non importa)

 

Vi lasci il “promo” rilasciato per la 7B

 

Ringraziamo: Disney, Tv, Cinema, Musica & Libri | DemiMovie | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV | Serie tv, la nostra droga | Diario di una tv series addicted  | I Love Film and Telefilm | Crazy Stupid Series |  Serie Tv News | Pretty Little Liars:Who Hides Behind -A? | Shay Mitchell Italiaϟ

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...