Film

Recensione | Equals

Equals, uscito il 4 Agosto 2016 (in Italia) e diretto da Drake Doremus, è interpretato da Nicholas Hoult (la nostra Bestia nella serie X-men) e Kristen Stewart (Bella per tutti in Twilight). Sono passati un po’ di giorni dall’uscita, ma ci tenevo a recensire questo film passato quasi in sordina (da noi) perché mi ha piacevolmente stupita.

Trama e ambientazione ci sono già familiari, quasi un copia e incolla di pellicole (o libri) più recenti o no (The Giver e The island); ma al contrario dei suo predecessori dove il protagonista è la realtà dispotica che tiene sotto controllo l’uomo e il suo “vizio” di provare sentimenti, qui invece è proprio quest’ultimo ad essere al centro di tutto. Il “drammone” romantico di Doremus domina tutto e tutti. In generale sono poche le informazione che avremo su questo Collective (la società in cui è ambientata il film). Subito capiamo che gli equals non sono controllati così severamente, nessun Grande Fratello, c’è solo una forte mancanza di sentimento, unita ad una leggera paura dell’uomo di perdere il controllo del proprio potere. Questo è quanto ci è dato sapere. Il sentimento di Silas e Nia fanno da padrone a tutto. C’è un’evoluzione di questo che il pubblico sentirà mano a mano, senza distrarsi mai, e che lo porterà perfettamente in sintonia coi due giovani, tanto che ci saranno due o tre momenti che vi faranno piangere (io sono andata a letto poi un po’ scombussolata).

Trama:

Nella società Collective, gli Equals sono incapaci di provare sentimenti, a causa di alcuni esperimenti genetici. Una nuova malattia, SOS, risveglia queste emozioni forse solo sopite,  portando i membri di questa società a curarsi per non essere poi rinchiusi in un centro che gli spingerà a suicidarsi chiamato DEM. Affinché così il mondo si mantenga in equilibrio. Nia e Silas sono entrambi “malati” e vivranno segretamente il loro amore proibito.

Dire che credevo che questo fosse un film visto e stra-rivisto, mostrerebbe come mi sia fatta tranquillamente condizionare dalla critica. Film accolto freddamente al festival di Venezia anche se era in corsa per il leone d’oro, ma che ha ricevuto respondi positivi per il cast. Kristen Stewart non è mai stata così nella parte. La sua compostezza è servita a rendere nei momenti di massima esplosione del sentimento il suo sguardo carico di tutto, amore, paura, dolcezza (e sentirla piangere ti tocca il cuore qui). Nicholas all’inizio non mi convinceva, quasi troppo “dolce e buono” per un mondo così freddo, eppure mano a mano che la malattia avanzava si è aperto sempre più. Questa è una storia che parla di fragilità, come già detto prima, poco ci interessa il contesto, forse a volte lasciato anche fin troppo in disparte. Tanto da domandarci il perché aver collocato questi moderni Romeo e Giulietta qui se non interagiscono più di tanto col resto del loro mondo. Però poi si comprende che Doremus, con la sua sceneggiatura, ha voluto puntare tutto sull’amore. L’amore più puro e incontaminato in questo contesto.

È un film sicuramente da capire, lontano dall’azione dei sui predecessori. Punta tutto sui primi piani, sui filtri grigi, quasi a far risaltare il verde degli occhi della Stewart e il blu di Nicholas, su dialoghi brevi e musiche avvolgenti, e soprattutto sul contatto ricercato tra Silas e Nia. Rendendo forse troppo sempliciotta la trama a volte (che diventa più dinamica solo a metà film) e mettendo da parte altri temi interessanti (che ne sarà del bambino?  Sono totalmente perduti gli altri?  La cura è definitiva?). Ma quei primi piani dominano e coinvolgono tanto da mettere a segno due o tre colpi di scena. Provare sentimento è un male, quasi una malattia, e non è lo stesso che pensiamo oggi quando qualcuno ci lascia, ci ferisce o ci accade qualcosa di brutto tanto da scaturire in noi forti emozioni? Non è poi un tema così scontato. Il finale mi ha stupita, come la recitazione. Non ho mai creduto che Silas fosse davvero perduto, ma sicuramente avrei voluto qualche conferma in più.

Lo consiglio? Si, ai romantici alternativi che sono in cerca di forti emozioni e pronti a riflettere su chi sono in questo mondo.

2 thoughts on “Recensione | Equals

  1. Romantica alternativa a rapporto. ( e cmq in qualche modo bisogna far passare il tempo per la 3a di outlander😃) ma che sire condividere anche l’ammirazione per kristen mette decisamente la ciliegina sulla torta ai nostri commenti. Ebbene anche i h visto il film e l’elemento emotivo é davvero forte e tutto il resto forse é star volutamente tenuto cosi grigio e apatico. Si concordo col fatto che questo era proprio il ruolo do Stew che con un solo sguardo rende tutte le sfumature di un sentimento cosi come Nicholas che cresce Man mano nella storia tenendo fuori con tempi perfetti. I riscontri festivalieri lasciano il tempo che trovano. Dispiace magari l’uscita nel mese meno adatto per poter fare cassa ma va bhe per chi ama andare al cinema la cosa é irrilevante e si gode la pellicola.
    Detto questo é bello ritornare 😊

    Piace a 1 persona

    • Ciao carissima, e ben ritrovata. Questo è stato un film scoperto per “caso” diciamo. Tra i vari film usciti alla fine sono incappata in questo anche se tutto il mio entusiasmo iniziale era sfumato via dopo Venezia. E invece è stato davvero bello e non nego che me lo rivedrò con piacere quando sarà. Come hai già detto è un gran peccato che sia uscito ora, parliamoci chiaro: questo è il mese dei film horror, probabilmente Equals lo avremmo visto io e te e pochi altri. Avrebbe meritato di più, anche perchè ci sono attori che meritano di essere conosciuti meglio…
      Alla prossima😉;)

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...