Pretty Little Liars/Telefilm

Recensione | Pretty Little Liars 7×06 “Wanted: Dead Or Alive”

Dopo questa pausa che mi è sembrata eterna, soprattutto per via di certi sneak week rilasciati, finalmente è tornato Pretty Little Liars con un episodio decisamente all’altezza degli altri. Pare proprio che Marlene King e i suoi abbiano preso la strada giusta, allontanandosi definitivamente da quell’obbrobrio che è stata la sesta stagione. Sembra davvero di guardare un altro telefilm e viene difficile credere che gli sceneggiatori siano gli stessi. Sarei proprio curiosa di sapere cosa sia successo nella passata stagione, e anche nella 5B se proprio vogliamo essere onesti, ma temo che il mistero non verrà mai svelato.

Vorrei iniziare con un doveroso applauso all’entrata in scena di Alison con la giacca rossa. Ma quanto la posso amare? Nel perfetto bitch style delle prime stagioni, ha sbattuto in faccia alle sue amiche tutta la verità. Forse non sarà stato un comportamento maturo ma era giusto così. Quelle quattro meritavano una lezione chiara. Inoltre pensavo che questa scoperta avrebbe avuto ripercussioni maggiori sui loro rapporti e invece, ancora una volta, la DiLaurentis si è dimostrata superiore a tutte e ci è passata sopra con grande classe. Ha ragione in tutto quello che ha detto a Spencer e ha fatto più che bene a farlo ma, nonostante questo, è da apprezzare il fatto che non abbia serbato rancore a nessuna di loro.

L’episodio si concentra quasi interamente sullo scoprire quali siano i rapporti tra il defunto, almeno si spera,  Elliott-Archer e gli altri personaggi. E’ fondamentale per le ragazze capire di chi potersi fidare ed, inaspettatamente, molte risposte le riceviamo da Jenna. A quanto pare Charlotte non era cambiata di una virgola, ha sempre usato Alison per i suoi scopi ed è sempre stata in combutta con Archer. Non mi aspettavo che Jenna fosse così coinvolta e così legata a lei ma, devo dire che tutto sommato è plausibile come cosa visto il legame che entrambe avevano con Alison. Sinceramente mi è piaciuto il fatto che abbiano restituito a Charlotte il suo ruolo. Non mi era andato giù il fatto che l’avessero resa una santarellina redenta. I Villain devono restate tali, non è necessario che tutti diventino buoni e che tutto finisca sempre a tarallucci e vino. Charlotte è sempre stata una magnifica pazza e manipolatrice quindi è stato giusto restituire al personaggio la sua essenza con questo flashback. Un’altra cosa chiara è che possiamo tranquillamente escludere Jenna (e Sara) dalla lista dei sospettati per l’omicidio di Charlotte e penso anche che presto la Mrashall si troverà ad essere allenata con le Liars.  In fondo vogliono tutte scoprire chi sai l’assassino, oltre che l’identità di A.D., quindi sarebbe stupido da parte loro continuare farsi la guerra.

Mentre Emily si occupa di Jenna e Sara, Spencer si ritrova di nuovo faccia a faccia con Mary Drake. Sinceramente non so cosa pensare. Non riesco a capire se sia buona o meno.  Mi è sembrata molto sincera nel dialogo con la Hastings e ancora di più in quello con Alison. La sua commozione nel sapere che probabilmente sua figlia sapesse di lei, per via del cognome “Drake”, ed il suo racconto del parto e dei momenti successivi ad esso mi portano istintivamente a crederle ma comunque sospendo il giudizio. Dopo anni di PLL ho imparato che non ci si piò fidare di nessuno.

Siccome due su quattro prese ad indagare sono un numero sufficiente, Aria e Hanna decidono che non è il caso di impegnarsi più di tanto per dare una mano alle altre e si perdono nelle loro chiacchierate cuore a cuore. Tra l’altro io vorrei sapere come mai ad Aria sia venuto in mente di chiedere consigli proprio alla Marin. E’ uno zombie, è perennemente afflitta, non sorride dal 1927 e teme anche che Archer non sia davvero morto per via di strane telefonate; oggettivamente non mi sembra una persona a cui chiedere consigli. E infatti Hanna, dal mio punto di vista, sbaglia tutto. Non fraintendetemi, è vero che Aria non deve gettare al vento la possibilità di essere felice, ma è anche vero che non era il caso di rendere Ezra complice di un omicidio. La sincerità è alla base dei rapporti ma non sempre è la scelta migliore, non quando si rischia di mettere nei guai le persone a cui si tiene (tra l’altro un discorso simile viene fatto da Alison ad Emily ad inizio della quinta stagione). In ogni caso, almeno questa chiacchierata ha portato qualcosa di buono: Aria ha accettato la proposta di Ezra (non so voi, ma io non ho mai avuto dubbi in proposito) e Hanna ha finalmente buttato via l’anello tarocco insieme alla farsa del matrimonio con Jordan.

Chi non se la passa tanto bene invece è Alison che per la seconda volta viene aggredita in casa sua. Ora, mi pare evidente che il sei non sia il suo numero fortunato (visto che l’attacco da parte di Cece era avvenuto durante la 5×06). Proprio in virtù di questo parallelismo, mi aspettavo che arrivasse Emily a salvarla ma probabilmente era chiedere troppo. Sono arrivati i poliziotti come è normale che sia e va bene così. Presumendo che quello non fosse Archer, visto che Hanna e Spencer hanno constato che il suo cadavere sia effettivamente lì dove lo hanno lasciato, chi è l’aggressore di Ali? A.D? Noel Kahn?

Se gli Ezria sono pronti a galoppare verso un futuro fatto di divani, coperte leopardate e film in bianco e nero, gli Spaleb sono decisamente arrivati al capolinea. Finalmente, direi. A me loro piacevano ma sono riusciti a rovinare tutto. Erano sei puntate che continuavano a parlare del fatto che avrebbero dovuto mollarsi, mi sembra abbastanza. Spero che sia davvero finita così e che questo capitolo non venga riaperto mai più. Di nuovo ha fatto tutto Spencer perchè se fosse stato per Caleb sarebbero ancora lì a stringersi le mani sul divano. La Hastings, come sempre, ha preso in mano la situazione e ha fatto ciò che era giusto. E’ molto triste che lei sia tornato ad amare grazie a qualcuno che l’ha considerata solo un ripiego però, in fondo, va bene anche così. Tutto serve e Spencer ne uscirà ancora più forte. Inoltre ho come il presentimento che con il detective Marco non sia tutto finito. Si sono incontrati troppe volte per non farmi sospettare che tra di loro ci sarà ancora qualcosa. Resta comunque aperta la prospettiva di Toby, anche se lui è in procinto di sposarsi, ma su quella sono un po’  indecisa. Ho già espresso diverse volte il mio pensiero su questa storia quindi diciamo che mi limiterò ad attendere gli sviluppi. Spencer si è rivelata fantastica anche con Hanna, che assolutamente non se lo merita, visto che sostanzialmente l’ha spinta a riprendersi Caleb. Ci vuole molta forza per fare una cosa del genere dopo una rottura e lei ha dimostrato ancora una volta di essere una grandissima donna. Chapeu per Spencer Hastings.

Riguardo il finale dell’episodio devo dire che non mi ha lasciata particolarmente stupita. Erano giorni che si vociferava di una possibile morte e Sara era sicuramente la più quotata. Non essendo un season o un mid-season finale era chiaro che non sarebbe morto nessuno dei personaggi principali, Jenna è troppo centrale nella storia per essere fatta fuori e Noel era arrivato da troppo poco per poter essere un candidato plausibile. Diciamo che quindi non è stato un grosso colpo di scena anche se non ho idea di chi possa essere l’assassino di Sara. Quello che trovo molto divertente è che un personaggio il cui soprannome sui social è “Shower”, per via della battuta “i’m gonna take a shower” (“vado a farmi una doccia”) che ha ripetuto un’infinità di volte, sia morta proprio in una vasca da bagno. Mi piace pensare che sia una scelta voluta da parte degli autori, perchè sarebbe un perfetto mix tra trash e genialità.

Infine parliamo delle Emison che questa settimana sono state semplicemente stupende. Siamo passati dalla quasi totale indifferenza della scorsa puntata alla dolcezza infinita di questa e io non so esattamente cosa dire. E’ chiaro che ci siano dei problemi tra i diversi sceneggiatori, soprattutto riguardo ad Emily che nel giro di un episodio è passata dal non andare a prendere Ali in clinica perchè aveva fatto tardi con Sabrina all’abbracciarla come se fosse la persona più importante della sua vita (come poi effettivamente è), ma ormai dovrei anche essermi abituata a questa situazione quindi mi limito a prendere ciò che viene, sperando che ci siano sempre più momenti così.

Forse per la prima volta vediamo Em ed Ali avere un confronto con un inizio ed una fine. Niente frasi a metà, niente risposte mancate, niente uscite di scena completamente insensate. Sono lì entrambe, ci sono e  hanno voglia di chiarirsi e di starsi vicino a vicenda nonostante tutto. Emily si scusa perchè non basta che lo abbia fatto Spencer a nome di tutte, lei deve parlare con Alison perchè lei, più di chiunque, avrebbe dovuto difenderla e non avere dubbi. E’ giusto che insita ed è giusto che dica “I am so sorry” perchè lei non è come le altre, non quando si tratta di Alison. Era necessario un momento così ed era anche necessaria la reazione comprensiva ma fredda di Alison che, pur capendo Em, non la lascia avvicinare. Ali lo sa che ad Emily dispiace e lo sa che farebbe di tutto per lei, lo ha sempre saputo, ma questo non allevia le delusione del fatto che non l’abbia difesa. Ci vuole ancora un po’ di tempo, ci vuole l’ennesima aggressione ed il trovarsi, di nuovo, davanti ad Emily completamente esausta e disarmata. E’ quello il momento in cui la rabbia e la delusione svaniscono perchè Emily è lì come fa praticamente da sempre. Emily è lì anche se sa di averla delusa, anche se rischia che Ali l’allontani di nuovo e anche se sa di essere tremendamente in difetto nei suoi confronti. E’ lì con lei perchè è lì che deve stare, non esiste un altro posto e non esiste un’altra persona per Ali. E Alison questo lo sa, sa che alla fine dei conti Em è l’unica su cui può e potrà sempre contare. Ecco perchè a sua volta si scusa. Ecco perchè, anche se lei non ha fatto nulla, ci tiene comunque a dirle che le dispiace. Le dispiace perchè, solo per un momento, ha permesso ad A.D di allontanarle e di farle mettere in discussione l’unica persona che le è sempre stata davvero leale. Le dispiace perchè anche lei, per un istante, ha avuto dei dubbi, esattamente come è successo ad Emily. Em è quasi stupita dalle parole di Ali, non se le aspettava e a quel punto reagisce d’istinto. Basta parlare, basta scusarsi. La abbraccia per tranquillizzarla e per tranquillizzarsi. In quell’abbraccio c’è veramente tutto. C’è la fiducia ritrovata, c’è la consapevolezza che, a prescindere da tutto e da tutti, loro ci saranno sempre l’una per l’altra e che non importa cosa succeda perchè alla fine si ritroveranno comunque. E’ un abbraccio che mette fine a qualcosa e che spero possa anche essere l’inizio di qualcos’altro. Il modo iu cui Ali si aggrappa a lei, come se fosse la sua unica speranza, come se fosse il porto sicuro in cui trovare riparo, il modo in cui si lascia andare tra le sue braccia ed il fatto che permetta a lei, solo a lei, di vederla così fragile, fanno capire perfettamente cosa Alison pensi e provi. Magari non lo ha realizzato razionalmente ancora, ma ad un livello più inconscio, più profondo, sa benissimo quanto abbia significato e quanto ancora significhi Emily per lei. Em, non è da meno, ovviamente. L’abbraccia. la stringe, chiude gli occhi e finalmente si permette di tirare un sospiro di sollievo. Finalmente Ali è dove dovrebbe stare. In quel momento non esiste niente al di fuori di loro due. E’ sempre stato così quando si trattava di Alison e le cose non sono cambiate. Potrà avere mille ragazze ma Ali è Ali, lo sa lei e lo sappiamo tutti. Quello che c’è fra loro non è speciale, è unico. Niente reggerà mai il confronto. E’ uno di quei legami  semplicemente destinati ad essere.

VOTO : 8.5/10 (Si ok, Emily e Alison aiutano abbastanza perchè diciamo che in realtà sarebbe un 7.5/10)

Promo e ringraziamenti

Ringraziamo: Disney, Tv, Cinema, Musica & Libri | And. Yes, I love telefilms and films ∞ | DemiMovie | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV | Serie tv, la nostra droga | Diario di una tv series addicted  | I Love Film and Telefilm | Crazy Stupid Series |  Serie Tv News | Pretty Little Liars:Who Hides Behind -A? | Shay Mitchell Italiaϟ

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...