Outlander/Telefilm

Recensione | Outlander 2×09 “Je Suis Prest”

Guerrieri pelati, impugnate le vostre armi (un coltellino svizzero va bene?) e uniamoci alla causa di Jamie e Clare.

Siamo al nono episodio (la Fine è vicina!). Ero fermamente convinta che sarebbe stato di una noia incredibile e invece, nonostante non sia successo assolutamente nulla, l’ho amato. Non solo sono stati preparati alla battaglia le persone comuni del clan Fraser, che poco prima erano dei semplici contadini, fabbri, ma anche e soprattutto noi pubblico.

Ma pelati non dimenticatevi che il 6 Giugno si festeggiano i 25 anni della saga della Gabaldon! Voi come festeggerete? 

Jamie sta preparando insieme a Murtagh i suoi uomini prima di unirsi alle truppe di re Carlo Stuart. In suo appoggio arriverà anche Dougal con tre dei suoi fidati uomini (vecchie amicizie, abbiamo fatto una carrambata insomma), andando logicamente contro suo fratello Colum. Questa convivenza nell’accampamento metterà a dura prova tutti. Douglas che non riesce ad accettare gli ordini di Jamie, Claire che si perde dietro ai ricordi di un’altra grande guerra da lei vissuta, e gli stessi uomini del clan di Jamie che devono prendere con più serietà questo impegno. Per il momento tutto procede bene, e riescono persino a rallentare alcune giubbe rosse prima di unirsi definitivamente a Charles Stuart.

Conclusioni:

A conti fatti davvero non è successo nulla sulla scena, ma emotivamente parlando, come sempre, è stato mostrato tanto. Più procediamo e più mi rendo conto di come Jamie sia davvero maturato. Se prima era un ragazzino con esperienze passate difficili che prendeva tutto con più leggerezza, ora è un uomo che ha imparato dal passato, ha riflettuto attentamente e ne ha tratto delle lezioni di vita che cerca di impartire ai suoi uomini anche con un semplice sguardo.

Claire invece si mostra sempre più fragile, e non in senso negativo. Probabilmente nella prima serie (nonché primo libro), era talmente presa dagli eventi intorno a lei, che ha dovuto farsi forza senza altre vie di fuga. Ora avendo Jamie e sentendosi al sicuro, mostra sempre più le sue debolezze (sicuramente la parentesi francese è servita a farli aprire senza tergiversare troppo). Il parallelismo tra la preparazione degli scozzesi e le sue esperienze sul campo durante la Seconda Guerra Mondiale non è scontato (e infatti i flashback li ho molto apprezzati, anche per spezzare la routine degli allenamenti). La vista di determinate scene, simili o no che siano, le riportano alla mente ricordi lontani di un fututo passato (scusate la citazione agli X-men). La presenza di Claire ha solo testimoniato come la storia mai sia cambiata più di tanto. L’uomo si è solo ingegnato a trovare armi più potenti, il resto non è cambiato negli anni. Caitriona sempre splendida ed efficace in questi momenti delicati per il suo personaggio, riuscendo ad esprimere confusione (per questi ricordi che tornano a galla prepotentemente) e risolutezza (nel voler aiutare il marito nella sua causa) allo stesso tempo.

(per non parlare del soldato che chiamava la mamma…)

Interessante il colloquio avuto con Dougal. Mai mi sarei aspettata che lui si rivolgesse a lei, come mai che Claire gli desse del narcisista (quando lo ha accusato di avere una malattia mi sono allarmata, interrogandomi su cosa mi fossi dimenticata…e invece era solo ironia). È stato quasi comico quando gli ha persino narrato il mito di Narciso, ma cosa ancor più sorprendente è che Dougal concordasse con lei.

Dougal non mi è mai stato particolarmente simpatico. Ho sempre ritenuto che il suo affetto per Jamie ci fosse, ma tiepido e che lo tenesse al suo fianco solo perché dovesse. Logicamente ha faticato a stare agli ordini, persino quando riconosceva ed ammetteva ad alta voce che Jamie era un uomo migliore di lui. Ma è stata la dimostrazione dell’Highlander rosso con le frustrate su se stesso a farlo definitivamente capitolare. Stai al tuo posto! Nonostante tutto però io di Dougal mi fido.

Episodio scorrevole, ma molto introspettivo, alleggerito anche da un’altra sceneggiata messa in atto (oltre a quella presso la dimora di lord Lovat) da Jamie e Claire ai danni della spia. Questa coppia è sempre più affiatata anche nel raccontare storie agli altri.

(che ci stesse prendendo gusto?!)

“Selvaggio scozzese! Lascialo stare..sadico! Ti ho respinto, prima…ma…se lasci libero il ragazzo…mi concederò a te…sporco maiale!”

E voi che ne pensate di questa puntata? Un semplice tappa buchi per arrivare poi a fatti più succulenti dopo, o ci ha lasciato anche questa qualcosa?

P.S. non è fantastico risentire le cornamuse nella nostra amatissima sigla?

Ringraziamo: Sam Heughan Italia | Outlander Italia | Outlander Italy | Outlander, il Mondo di Jamie & Claire – The Italian Fangroup | Caitriona Balfe Italian Fans | Sam Heughan Italian Fans |JAMIE Fraser Hotsweetstronglovely MAN | Dimmi Sassenach e poi muori. | Sassenach. | La dura vita di una fangirl | – Telefilm obsession: the planet of happiness – | Sam Heughan/Jamie Fraser |DemiMovie | Serie TV Mania | Jamie & Claire: Outlander. | Serial Lovers – Telefilm Page | Film & Serie TV | Serie tv, la nostra droga | And. Yes, I love telefilms and films ∞ | Diario di una tv series addicted  | I Love Film and Telefilm | Serie Tv News

5 thoughts on “Recensione | Outlander 2×09 “Je Suis Prest”

    • Volutamente ho taciuto su questo personaggio per vedere come il pubblico avrebbe reagito e naturalmente tutti avete avuto gli occhi ben aperti 😉 naturalmente ormai niente più ci sfugge, soprattutto ora che siamo alla finale…

      "Mi piace"

  1. che dire, ormai piu si avvicina la fine e cosi finiscono anche le parole con cui commentare il meraviglioso excursus di questa stagione. Se proprio devo trovare un punto che non condivido a questo giro direi che non sono daccordo sul fatto che non succede nulla o meglio: la preparazione al combattimento, l’incontro con Grey sono passaggi fondamentali alla storia stessa ed è cosi che il livello emotivo è cresciuto durante i 60 minuti. Ho adorato profondamente il parallelismo di claire e si ci stava davvero bene, cosi come a suo modo poi cerca di dire a Jamie ” ti prego non morire”. Inutile soffermarsi su quanto sia brillante il loro finto scontro davanti a Grey. Sam e Caitriona ormai sono al punto di congiunzione perfetto.
    Detto questo io penso che vivrò malissimo queste prossime puntate e mi lederò l’anima sul finale. UN anno di attesa sarà decisamente troppo, quasi come 20 anni 😉

    "Mi piace"

    • Attendevo con ansia il tuo commento. Volutamente non ho pronunciato il nome Grey per vedere che reazioni il pubblico avrebbe avuto al suo incontro. Naturalmente io non penso che sia un episodio fine solo ad introdurre questo personaggio, ma a mostrarci ancor di più come si sua consolidato il legame tra Claire e Jamie nonostante ognuno sia impegnato a modo suo nell’organizzare la battaglia. Comunque consoliamoci con la notizia dell’arrivo di altri due personaggi, news fresche fresche per affrontare le prossime puntate… :):'(

      "Mi piace"

  2. Pingback: S02E09 – Je Suis Prest – Info e rassegna stampa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...