Telefilm/The Big Bang Theory

Recensione | The Big Bang Theory 9×24 “The Convergence Convergence” SEASON FINALE

Ma davvero era la scelta giusta, da parte di Penny, quella di organizzare una seconda celebrazione delle nozze con Leonard? Non tanto per il gesto in se, ma per quello che dovranno subire i poveri sposini. Infatti si troveranno invasi da entrambe le famiglie contemporaneamente, senza considerare il divorzio tra i genitori di Leonard ed il socialmente accettabile odio reciproco tra Beverly e Mary, la madre di Sheldon, invitata dal figlio senza chiedere il permesso a Penny o Leonard – d’altronde fa parte della coppia anche lui..-. In qualche minuto, Penny, con la trovata dello scambio di voti per i pochi invitati intimi, ha creato una bomba ad orologeria pronta ad esplodere.

Il ticchettio della bomba inizia a farsi sentire da subito. La puntata infatti è una diretto seguito della precedente: quando Leonard torna dal cinema, Penny svela la sua idea e soprattutto il motivo per cui l’ha fatto, sentendosi in colpa per aver offeso la madre di Leonard per non averla invitata alle nozze – anche se di quel briciolo di umanità dimostrato da Beverly non resterà nulla..-. Leonard, da buon romanticone, pensandoci un po’ accetta volentieri, contento di poter invitare, oltre agli amici, anche suo padre. E anche di questo se ne pentirà molto, molto presto.

Appena lasciamo Penny ai preparativi con le amiche e a fermare Sheldon, che ha già invitato Stephen Hawking e Robert Downey Jr. al loro secondo matrimonio, troviamo la madre di Leonard urlare contro il figlio per aver invitato il suo ex marito all’evento organizzato principalmente per lei. Leonard incassa i colpi, capendo che la situazione potrebbe sfuggirgli di mano in un attimo e cerca di essere empatico con la madre, essendo stata tradita dall’ex marito.

Ma quando entra in scena per la prima volta il padre di Leonard Alfred – interpretato da Judd Hirsch -, ci accorgiamo subito come sia distante anni luce dalla fredda dottoressa Hofstadter. Sembra molto alla mano, socievole con gli altri amici di Leonard e soprattutto in un buon legame con il figlio.

Lasciando un attimo la riunione di famiglia allargata con tutta la tensione che ha portato, troviamo Howard, nel laboratorio dell’università, alle prese con gli ultimi ritocchi al prototipo di giroscopio a persistenza infinita. Viene aiutato da Raj che, anche se non fa parte del progetto, è felice di dare una mano – anche se sembra che Raj non abbia molto lavoro da svolgere ultimamente, se non abbindolare più ragazze contemporaneamente..-. L’ultimo esperimento comunque va alla grande, per l’entusiasmo e la soddisfazione dei due. Ma non appena Howard controlla gli ultimi incoraggianti dati, riceve una e-mail dal reparto marketing dell’aeronautica militare degli Stati Uniti, con una richiesta urgente di incontro.

Howard diventa sospettoso e paranoico, pensando di avere spie dello stato alle calcagna, pronte a farlo sparire nel nulla per rubargli l’invenzione che potrebbe essere utilizzata a scopi militari – reazione molto esagerata, ma efficace per l’umorismo, soprattutto aggiungendo le reazioni di Bernadette e Raj..-.

Alla vigilia dello scambio dei voti nuziali, Penny e Leonard portano tutta la comitiva allargata a cena fuori, in un ristorante elegante. Nel tragitto verso il locale – tragitto che prende buona parte della puntata..- accadono due particolari: Alfred e Marie, nei sedili posteriori della macchina di Amy, stringono molto amicizia, accomunati dall’astio che provano nei confronti di Beverly, ex moglie frigida e cinica per Alfred, peccatrice senza speranze per Marie. La macchina di Leonard, Penny e Beverly invece, sempre tra frecciatine di astio e odio di quest’ultima per il suo ex, procede verso il ristorante finché non si accorgono di avere la macchina guidata da Howard davanti, decidendo quindi di seguirlo. Howard, sentendosi inseguito da spie pronto a sequestrarlo, accellera per seminare la macchina di Leonard, finendo per essere fermato per l’alta velocità e perdendosi la cena.

La cena inizia abbastanza bene, la classica calma prima della tempesta: Leonard, per il brindisi, spende dolci parole d’amore per la sua Penny, per celebrare il loro rapporto insieme ai loro affetti più cari. Ma non appena termina il brindisi, l’idillio si chiude bruscamente, interrotto dall’ennesimo litigio tra gli ex coniugi Hofstadter. Dopo una serie di battibecchi, Alfred decide di lasciare la cena, per non rovinare ancora di più la serata, seguito a ruota da Marie, scoprendo di alloggiare nello stesso hotel per la notte.

Qualcosa bolle in pentola tra il padre di Leonard e la madre di Sheldon, un pensiero che rende ancora più inquietante l’intera situazione.

Finisce così la nona stagione di TBBT. Ho voluto chiudere velocemente l’analisi della puntata per tirare velocemente le somme di questa stagione, prima di un recap vero e proprio. Ora possiamo ufficialmente dirlo: è stata la peggiore stagione di The Big Bang Theory. Non solo, aggiungerei anche che non stiamo parlando di una buona stagione che però non regge il confronto con le altre, purtroppo invece il livello è crollato totalmente. Eppure le premesse erano delle migliori: un matrimonio alle porte tra Leonard e Penny, subito in salita per numerosi avvenimenti, e una storia d’amore finita tra Sheldon ed Amy. Grazie a questi succosi spunti la prima parte di stagione si salva, aggrappata soprattutto a Sheldon che tenta disperatamente di riconquistare Amy.

Ma quando tornano insieme, per la gioia di tutti, lo show si appiattisce definitivamente, diventando la scialba sagoma delle stagioni passate. Vuoi per un eccessivo cambiamento dei personaggi, che sembrano diventare seriosi adulti senza un preavviso, o la scelta degli autori di non sfruttare assolutamente avvenimenti importanti come la prima volta di Sheldon ed Amy o la scoperta di Amy della volontà di Sheldon di sposarla. Anche andando oltre gli ShAmy, la gravidanza di Bernadette passa del tutto in secondo piano, quando invece sarebbe potuto essere uno spunto per numerose gag. L’unico che si salva è Raj, ma solo dal punto di vista della sua comicità, sempre in linea con il suo personaggio, quando invece la doppia relazione con Claire ed Emily sembra totalmente campata in aria.

Riassumendo, la stagione ha due grandi punti deboli: il cambiamento troppo repentino dei personaggi, che ha causato la perdita della comicità nerd classica che contraddistingueva la sitcom rendendola unica; la trama di fondo, sviluppata in maniera superficiale, senza mai creare un filo conduttore realmente seguito. Puntate carine e particolari ci sono state, ma non tali da salvare le sorti di un’intera stagione. Aspettiamo la decima – e molto probabilmente ultima..- stagione, sperando in un cambio di rotta, un ritorno alle origini, che possa terminare in maniera degna The Big Bang Theory, sitcom che, insieme ad How I Met Your Mother, ha dominato la scena televisiva dei primi anni 2000 ad oggi.

Ringraziamo: Serial Lovers – Telefilm Page | And. Yes, I love telefilms and films ∞ | ∞ Telefilm addictedDemiMovie | Serie Tv Mania | Film & Serie TV | Serie tv, la nostra droga | Diario di una tv series addicted  | I Love Film and Telefilm | I love CINEMA | Serie Tv News

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...