Fangirliamo/Rubriche

Fangirliamo | #34

SHIP OF THE WEEK

Clarke e Lexa – The100

Here we are again! Non era abbastanza far morire Lexa una volta, ne serviva una seconda per ribadire il concetto a noi fan Clexa. Grazie Jason Rothenberg, ora lo abbiamo capito che non le rivedremo mai più insieme. C’è da dire che almeno questa volta ha avuto una fine degna del suo personaggio. Se n’è andata combattendo, se n’è andata dando a Clarke la possibilità di salvare tutti e soprattutto se n’è andata salvando la persona che ama. Non penso ci fosse un finale migliore per lei. In realtà, se devo essere sincera, esiste una minuscola parte di me che spera in un suo ritorno perché effettivamente non l’abbiamo vista morire, perché potrebbe essere ancora nel chip, perché potrebbe risorgere o perché non lo so, basta che si inventino un modo per ridarmi Lexa immediatamente.

Ora, visto che non mi sembra il caso di fare un altro necrologio, vorrei parlare di quanto siano state belle le Clexa. Sommando le loro scene probabilmente arriviamo si e no a cinque minuti eppure sono bastati a rendere speciale un intero episodio. Se nella 3×07 è stata più Lexa a distruggermi i feels, questa volta ci ha pensato Calrke a darmi il colpo di grazia. E’ stata di una dolcezza e di una fragilità disarmanti. Il suo sguardo incredulo quando è apparsa Lexa con quel sorriso stupendo penso che parli da sé. Poi l’abbraccio, quell’abbraccio che non era nemmeno nel copione, è stato perfetto. Clarke era aggrappata a Lexa e non si sarebbe mai staccata da lei. Non importava che ci fosse il mondo da salvare; c’era lei, era esattamente dove voleva essere e tutto il resto aveva smesso di esistere. Quando ha appoggiato la testa sulla sua spalla è come se fosse finalmente riuscita a respirare dopo un lungo periodo di apnea. Ha sorriso, è tornata a vivere dopo interi episodi in cui è sembrata solo l’ombra di sé stessa. In quel momento Clarke si è ritrovata, è tornata se stessa e questo la dice lunga su quanto sia profondo il loro rapporto. Lei non è mai stata così con nessuno, non ha mai guardato così nessuno e forse non lo farà mai. Grazie Eliza e grazie Alycia per questo momento indimenticabile. La cosa che accomuna tutte le scene Clexa  è che vediamo Lexa essere completamente Heda, infatti cerca di non lasciare spazio a troppi sentimentalismi, mentre Clarke è del tutto persa. Ogni volta che Lexa dice qualcosa su come agire lei la guarda stralunata in un mondo che sembra dire “Cosa? Perché mi stai parlando di questo? Non mi interessa, io voglio stare con te”. Succede quando Clarke si preoccupa di dirle che pensava di non rivederla mai più ed è assolutamente palese quando d’istinto la bacia dopo essersi ripresa dalla crisi dovuta allo scarso afflusso di sangue nero. E’ un bacio istintivo ma allo stesso tempo tenero. Era più la ricerca di una conferma da parte di Clarke piuttosto che un gesto passionale vero e proprio. Penso che da una parte volesse rendersi conto del fatto che Lexa fosse davvero lì e dall’altro cercasse una conferma di essere ricambiata. Clarke starà anche salvando il mondo, sarà anche al comando di un popolo ma alla fine resta comunque una ragazza che non ha mai potuto vivere liberamente l’amore che prova. E’ comprensibile che cerchi conferme appena ne ha la possibilità anche se in realtà non le servirebbero neanche. Basta osservare il modo in cui Lexa la guarda, le parla e la protegge. Non ha occhi che per lei ed è così da sempre. Dalla prima volta in cui Heda l’ha guardata, Clarke è diventata la cosa più importante per lei. L’ha salvata più di una volta, l’ha difesa contro tutti e tutto, ha permesso che il modo di fare di Clarke la cambiasse, si è aperta con lei, si è inchinata giurandole fedeltà assoluta e si è mostrata in tutta la sua fragilità. Non serve nessun gesto eclatante per vedere quanto anche Lexa le sia profondamente legata. Non dimenticherò mai quel “i love you” soffocato a fatica durante la 3×07. Per Lexa esiste solo Cakrke, è sempre esistita solo lei. Il saluto finale l’ho trovato stupendo. Niente baci, niente abbracci, solo due frasi e tanti sguardi. Clarke le dice finalmente di amarla perché sa di non avere più tempo (si, lo so che quel “i love you” è stato aggiunto dopo in ADR ma non mi interessa) e Lexa, ancora una volta, le conferma che sarà sempre con lei. Non avrebbe potuto dare risposta migliore a parer mio. E’ anche più giusta di “i love you too” perché rende in qualche modo eterno un amore che non può esserlo. Quello che succede dopo  sta tutto nello sguardo di Clarke che lascia andare Lexa perché sa di doverlo fare. Non servono né spiegazioni né commenti. Niente “may we meet again” questa volta e va bene così, sarebbe stata solo un’enorme presa in giro per il fandom.

FRIENDSHIP OF THE WEEK

Emma e Regina- Once Upon A Time

Non me ne vogliano i/le fan SwanQueen ma fra loro io ho sempre visto solo una profonda amicizia basata sul rispetto, sulla fiducia che si è costruita nelle difficoltà e sulla consapevolezza di non essere poi così tanto diverse. Emma la capisce, sa cosa potrebbe succederle anche prima della stessa Regina. Tenta di tenerla lontana dai piani non solo perché teme il ritorno della Evil Queen ma anche perché sa quanto sarebbe deleterio per Regina. La Swan cerca di proteggere i suoi cari ma anche Regina perché sa quanto potrebbe ferirla un ritorno del suo lato malvagio e non vuole che butti via tutti i progressi fatti fino ad ora. Il momento in cui si ritrovano nell’appartamento di New York e parlano a cuore aperto per me è uno dei più belli di tutta la serie. E’ un momento vero, sincero e anche molto intenso. Regina si mostra in tutta la sua fragilità e decide di farlo proprio con Emma. Ammette che la Swan ha ragione e poi si lascia andare ad una triste, ma onesta, analisi del proprio destino. E’ vero che in quel momento Regina forse sta parlando più a se stessa che ad Emma ma è anche vero che non si sarebbe mai aperta così se lì ci fosse stata un’altra persona. E’ l’ennesima prova di fiducia nei confronti di Emma, fiducia che lei non tradisce dimostrando di credere a sua volta che Regina possa avere un lieto fine. Non penso che lo dica per consolarla o solo perché è buona. Credo che lo pensi davvero, che sia convinta del fatto che Regina meriti un lieto fine e so che farà di tutto per fare in modo che lo abbia. Emma crede in lei, ci crede anche se Regina non lo fa e combatterà perché non ceda al lato oscuro.

SHIP OF THE PAST

Seth e Summer – The O.C.

Il nerd e la più popolare del liceo, può esistere una coppia più banale? Forse no, ma questa è l’unica cosa scontata del rapporto fra Seth e Summer. Seth è cotto di lei praticamente da sempre (non dimenticherò mai i video dei suoi bar mizvah in cui aspettava che lei arrivasse), ma ovviamente Summer neanche lo vede e non sa quanto si sbaglia a considerarlo uno sfigato buono a nulla.  Seth la vede per com’è, la conosce, sa tutto di lei e non la vuole solo perché è bella. Sa che divideva la merenda con i criceti e soprattutto si ricorda che le tremava la voce quando alle elementari ha dovuto leggere la poesia davanti a tutti. La loro storia inizia con un bacio improvviso e poi non finisce più. Insieme sono praticamente un disastro. Hanno problemi di tempismo, non si trovano pur continuando a cercarsi, hanno costantemente paura di non essere abbastanza l’uno per l’altra, buttano via la loro prima volta per la troppa fretta, sono bloccati, incasinati e sono semplicemente perfetti l’uno per l’altra. Diverse persone hanno provato a mettersi fra loro ma nessuno ci è mai riuscito perché alla fine loro sono sempre tornati insieme. Il loro amore ha resistito alle differenze caratteriali e religiose, alle paure stupide, a Zach, ad Anna, alla distanza, al periodo di depressione e di fuga di Seth conseguente alla partenza di Ryan, alla distanza, alla fase animalista e ambientalista di Summer, alla scoperta che la poesia in realtà non fosse stata scritta da lei, ad un terremoto di proporzioni colossali e a molto altro. Seth ha lasciato che Summer seguisse i suoi ideali in giro per il mondo, l’ha spronata a partire, ha aspettato pazientemente il suo ritorno ritagliando tutti gli articoli su di lei e alla fine l’ha sposata, coronando così un amore da sempre destinato ad essere.

Ci sono tanti momenti epici nella loro relazione ma ce ne sono due che sono diventati sicuramente iconici:

La dichiarazione sul chiosco dei baci. Devo aggiungere altro? Seth, il più sfigato della scuola, si arrampica su un banchetto per dichiararsi a Summer, la più bella e popolare del liceo, davanti a tutti solo per dimostrarle che le paure vanno superate. Non esiste gesto più romantico di questo e non esiste dichiarazione migliore di questa, soprattutto perché Seth soffre di vertigini.

“Il bacio alla Spiderman” è un  momento entra di diritto negli annali delle migliori scene delle serie tv. Summer, dopo una folgorazione improvvisa, capisce che Seth è l’amore della sua vita e corre da lui, lasciando il povero Zach all’aeroporto. Arrivata a casa Cohen, trova Seth appeso a testa in giù con la maschera di Spiderman e lo bacia. La pioggia, un omaggio ad una scena epica, una coppia perfetta, gli Oasis in sottofondo e il resto è semplicemente storia.

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...