Arrow/Telefilm

Recensione | Arrow 4×22 “Lost in the Flood”

Episodio bello carico anche questa settimana, un episodio che mi ha fatto terminare con una bella esclamazione: “OH CAVOLO!”
A parte gli scherzi, la situazione è sempre più incasinata e i propositi di Darhk sempre più distruttivi.

Damien & Cooper vs Famiglia Smoak & Curtis

Dato che Noah e Felicity hanno intralciato il progetto “distruggiamo il mondo” di Damien con le loro doti da hacker, quest’ultimo decide di passare al contrattacco ed ecco che anche lui si avvale di un hacker, un’altra delle nostre tante vecchie conoscenze, Cooper, l’ex di Felicity.
A quanto pare questa storia della prigione distrutta ha fatto sì che rivedessimo un sacco di cattivi incontrati in Arrow.
Non mi è dispiaciuto rivedere Cooper e vedere lo scontro di tastiere, ma ammetto che per un po’, durante l’episodio, ho sperato che il suo ruolo fosse qualcosa di più. Insomma, non sarebbe male se qualche cattivo si redimesse a metà, che almeno non si mettesse ad aiutare Damien e a volere la fine del mondo. Per esempio mi sarebbe piaciuto che Cooper facesse solo finta di lavorare con Damien e al contrario intralciasse il suo progetto, mettendo da parte i trascorsi con Felicity. Peccato, invece, che il suo ruolo si sia limitato ad arrivare, fare qualche danno, un po’ di resistenza, far saltare qualche lampadina e poi venire sconfitto come un pivello.

Invece, per quanto riguarda il gruppo “famiglia Smoak & Curtis” è stato un po’ il lato comico dell’episodio. Devo dirlo, Noah e Donna hanno chimica, le loro liti erano interessanti da seguire ed era palpabile tutto il risentimento che c’era dietro, da una parte e dall’altra.
Scopriamo anche qualcosa di più su perché per vent’anni Felicity sia stata senza un padre. Sinceramente, non mi sento di incolpare Donna per aver scelto di andarsene e tenere Felicity lontana da un padre criminale. Anche perché non è che Noah abbia fatto chissà quale sforzo per non essere tagliato fuori. Nell’episodio ha detto di essersi tenuto informato riguardo la vita della figlia, ma mai attivamente.
Questo discorso, però, vale solo per la prima volta.
Allora Felicity era una bambina, ma ora è una donna adulta e per quanto io adori Donna, secondo me questa volta ha fatto male a mettersi in mezzo e avrebbe dovuto permettere a sua figlia di scegliere se dare una seconda chance come padre a Noah o no. Certo, Donna sicuramente la sa lunga riguardo l’ex marito e capisco il suo desiderio di proteggere la figlia, ma lo stesso non mi trovo d’accordo con questa cosa.
Per quanto riguarda Noah, io spero che non se ne vada davvero, che non deluda di nuovo Felicity, perché altrimenti sul serio non vale un centesimo come padre.
E poi c’è Curtis, che non c’entrava un tubo nella situazione, ma ha salvato il mondo e mi ha fatto rotolare dal ridere. E non solo, ha anche insinuato che Felicity si sia comportata con Oliver come Donna si è comportata con Noah. È stato un paragone interessante, infatti entrambe le donne hanno avuto un comportamento simile, anche se credo che quello di Felicity sia soprattutto il risultato della sua infanzia. Alla prima avvisaglia di bugia, si è subito tirata indietro, sostenendo che Oliver non sarebbe mai cambiato, senza concedergli un minimo di credito.
Forse la risoluzione per la rottura Olicity è dietro l’angolo.

Machin vs Team Arrow

 

Intanto, nel posto più sicuro del mondo (cit.), sta succedendo il finimondo.
Prima Thea, che tanto per cambiare, è stata drogata da Malcolm, come ennesima prova di quanto le voglia bene.
Io Malcolm non riesco più a seguirlo, è un continuo saltare dal nero più oscuro al grigio… a volte aiuta, a volte distrugge, non so più nemmeno cosa voglia davvero. Forse nemmeno lui ha più uno scopo e segue Damien per inerzia.
Tornando a Thea, sono contenta che sia tornata in sé grazie alla forza che possiede dentro di sé e all’amore fraterno. Sarà stata una scena un po’ sdolcinata, ma l’ho adorata, così come continua a piacermi Machin come nemico.
Tanto per cominciare, il suo rapporto con Thea è così strano da attirarmi molto (infatti spero che compaia anche la prossima stagione perché esso venga ancora esplorato, sicuramente è molto bravo a fuggire), e poi ha fatto quello che desideravamo da un secolo: ha ucciso Ruvè, la moglie di Damien!
No, non mi frega se le sue ultime parole sono state per la salvezza della figlia, era una psicopatica e finalmente si è tolta di torno. Anzi, la sua morte è servita anche a far perdere del tutto il senno di Damien, che ora vuole solo distruggere tutto il mondo (prima si sarebbe limitato al 99%). Non avrei mai immaginato che ci tenesse così tanto a lei, da essere così desideroso di vendetta da non vedere nient’altro.
[Domanda: ma chi è così idiota da seguirlo nel suo proposito suicida? Un conto era il progetto Genesis, qualcuno si sarebbe salvato, ma messa così morirebbero tutti.]
E pensare che, mentre Damien vede il suo piano fallire e sua moglie morire, Oliver rischia lo stesso la propria vita per salvare la figlia del nemico. Il Big Bad e l’eroe sono proprio su due piani completamente diversi, però lo stesso Star City in questo episodio dimostra quanto poco credito dia al suo eroe. Protegge a destra e a manca, ha salvato la città più di una volta, eppure la popolazione, probabilmente buttata giù da tutte le batoste prese, ha preferito aggrapparsi alla falsa speranza offerta da Damien. È triste.

Isola

Si comincia a nominare sempre più spesso la Russia, ormai l’isola di quest’anno sta per proiettarsi verso l’ultimo anno di permanenza di Oliver lontano da Star City.
Però, prima di abbandonare i flashback dell’isola, anche quest’anno sottotono rispetto alle prime due stagioni (ma comunque sempre nettamente migliori rispetto alla terza), siamo anche qui vicini alla battaglia finale.
Sembra evidente come il totem faccia perde il senno a chiunque ne venga in contatto. Anche Taiana, che alla fine non è che sia proprio una Signora del male, quindi immagino che sia proprio quell’oggetto a trasformare le persone e renderle assetate di nuovo potere. Sarebbe interessante vedere se il totem abbia potere proprio su tutti, ma alla fine non è nemmeno più di tanto importante.
Comunque sia Taiana ha perso la bussola, il big bad dell’isola anche, che si ammazzino a vicenda e che il povero Oliver parta alla volta della Russia.

Varie ed eventuali:

– Povero, povero, Quentin. Sebbene sia comparso poco, le sue scene mi hanno molto rattristato. Vorrebbe essere in prima linea, ma Oliver lo sta lasciando un po’ fuori (non a torto), ed è in uno stato mentale in cui vorrebbe solo rendersi utile. Ormai mi chiedo chi sarà il primo del team Arrow a crollare (ma avete visto come si comporta Diggle?), questa stagione è stata difficile un po’ per tutti.

– Noah che si vanta di essersi preso un proiettile per Felicity. Ma vai a zappare, va! Cosa ti vanti?! È tua figlia, ci mancherebbe altro!

– Bellissimo il momento in cui Felicity corre tra le braccia di Oliver e lo ringrazia di essere vivo. Nonostante tutto, si amano tantissimo.

Promo e ringraziamenti:

Ringraziamo: Telefilm. ϟ | Serie Tv, che passione ღ | My name is Oliver Queenϟ Arrow ItalyOliver Queen « Arrow « | Serial Lovers – Telefilm PageArrow • Oliver & Felicity • | Felicity, you αre remαrkαble. | Serie Tv Mania | Arrow Source Italia | DemiMovie | Film & Serie TV | Serie tv, la nostra droga | Arrow e The Flash | Fangirling | | Arrow & The Flash Italia | And. Yes, I love telefilms and films ∞ | Diario di una tv series addicted  | I Love Film and Telefilm | Serie Tv News | Crazy Stupid Series | Tutto Sui Telefilm | ❤ Telefilm / Fiction❤ | Miss Felicity Smoak : Our lovely Emily Bett | Emily Bett and Caity Lovers

One thought on “Recensione | Arrow 4×22 “Lost in the Flood”

  1. Diciamo che le ultime due puntate sono state molto movimentate, ma alla fin fine il nostro Arrow ha fatto ben poco…
    Felicity e il padre hanno fatto tutto il lavoro grosso, e mi sta anche bene in preparazione al finale di stagione, vero che con le lezioni di magia la storia stava prendendo una piega interessante, ma a quanto pare la cosa si e’ gia’ conclusa e in un modo non proprio ottimale per il nostro eroe.
    Oliver aveva anche detto che questo potere l’aveva gia’ affrontato ( sull’isola ) e che forse un modo per sconvicerlo lo aveva, pero’ da quando l’ha detto fino ad ora non ha mosso un dito per fermare questo potere magico di Damien… Che abbiano voluto lasciare tutto per la puntata finale ? bene , ma non benissimo…

    MEchin e’ un bel personaggio, e riesce la dove l’umanita’ di Oliver fallisce, finalmente Ruve e’ morta mi e’ sempre stata antipatica.
    Damien non ha reagito bene, e come hai ben scritto, sono quasi certo che Merlin si unira’ ai nostri eroi per fermarlo. Posso comprendere tutto, ma alla fine ( per quanto assurdo sia ) lui si comporta sempre in funzione del bene di Thea, quindi distruggere l.intero pianeta non mi sembra un opzione molto valida per proteggere e far vivere a Thea un esistenza felice.

    Il promoter politoc e’ morto bene, ne sono felice ! Era un po’ un peso per Thea piu’ che altro….

    L’isola ha detto quanto basta, anche qui in preparazione del finale di stagione.
    Avevo rimosso che Oliver era stato anche in Russia , sono curioso di vedere i prossimi Flashback.
    E avevo anche rimosso che il prossimo hanno sara’ l’ultimo anno in cui Oliver e’ stato lontano da casa, se faranno una sesta stagione sara’ senza Flashback ?!
    Ormai mi ci ero abituato… vedremo !

    Intanto aspettiamo con ansia la prossima puntata

    #Charlie

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...