Outlander/Telefilm

Recensione | Outlander 2×05 “Untimely Resurrection”

Salve pelatini in kilt,

e ben ritrovati con questo succulento quinto episodio.

(la mia reazione…)

Per ora è il mio preferito, e non di certo per il ritorno di Black Jack (mi fa venire i brividi Tobias in questi panni). Pare che il produttore e creatore della seria, Ron Moore, sia già “ottimista ed entusiasta” per la Stagione 3, perciò bando alle ciance e usciteci la notizia ufficiale, su su. Noi siamo già soddisfatti di questo inizio della Stagione 2, molto diversa dalla precedente.

La puntata riparte da dove ci aveva lasciati; dopo il caos creatosi in seguito al malinteso su Alex Randall e Mary Hawkins, Jamie e Murtagh vengono rilasciati dai gendarmi, tranne il povero Alex che verrà liberato in seguito ad una dichiarazione scritta da Mary, che racconterà l’accaduto di quella notte, e consegnata dalla combattuta nostra Claire. Mentre Claire si occuperà di preservare il futuro di Frank, facendo in modo che Mary sposi Johnatan Randall e non Alex, Jamie invece verrà a conoscenza della nuova alleanza tra il principe Charles e il conte di St. Germain, che permetterà al primo di avere i fondi necessari per un esercito se il bel scozzese e il monoespressivo (e secondo me il suo fascino sta proprio in quell’unica faccia da poker che mostra) conte diventeranno soci. A Versaille però in presenza del re, Claire e Jamie rincontreranno il loro carissimo amico Black Jack, sfidandolo a duello. Ma Claire, che non si decide mai a farsi un po’ di affaracci suoi, fermerà il marito dall’uccidere l’antenato di Frank, provocando così una rottura con Jamie.

Conclusioni:

Vorrei essere più ironica quando sintetizzo la puntata, ma questa serie ha un non so che di terribilmente serio (che sicuramente si trascina dal finale di stagione della precedente), che il riassunto si trasforma in un semplice punto della situazione che porterà alla mia analisi successiva (poveri voi che la leggerete).

Io partirei dalla fine. Non ho mai nutrito una particolarissima simpatia per Claire (anche se la stimo molto per la sua forza), forse perché spesso non riesco a condividere le sue scelte, anziché i suoi pensieri. Io capisco il suo sincero affetto per Frank, ma se mi ritrovassi catapultata nel passato, cominciassi una vita lì, del futuro mi importerebbe di meno. E quando Jamie, mettendole tra le mani un pugnale, le intima di fare una scelta: o lui o Frank/Jonathan, credo che tutta la questione, la storia in sé (a partire dalla metà della prima stagione, quando Claire inizia a nutrire dei sentimenti più profondi per Jamie) sia riassumibile in questa frase. Sono fermamente convinta che lei debba prendere una posizione, questo fare contenti tutti, in realtà ferisce solo l’uomo con cui ha deciso di stare ora. Per me Claire a volte si mostra un po’ troppo egoista, come puoi “minacciare” un uomo come Jamie che ha sopportato troppo (provando persino il suicidio), rinfacciando di avergli salvato la vita ben due volte? Per quanto sia vero, quello che ha fatto non è giusto, e non posso giustificare i suoi sentimenti. Mi metto anche nei suoi panni, e penso che Claire all’epoca si sia sentita impotente di fronte a tutto, ma: Gesù, Dio, Claire.

(però abbiamo sempre una grandissima Cait)

Questo finale tragico fa letteralmente a botte con la dolcissima scena iniziale che è stata quasi un visione del futuro, Jamie con in braccio un bambino (Fergus che ha vegliato sulla padrona) e Claire che bacia il marito appena tornato. Calma e tenerezza che vengono prima minati dall’incontro inaspettato con Black Jack, e completamente spezzati dallo scontro finale dei coniugi Fraser.

( )

Tutti ci aspettavamo il ritorno di Jonathan Randall, certo però credo che nessuno si aspettasse di vederlo a Versaille, in presenza del re e della sua corte. Abbastanza improbabile che un ufficiale del suo grado possa essere invitato così facilmente, quindi credo che la sua presenza sia una mera strategia per scioccare il pubblico. E devo dire che ci sono riusciti da quando Claire lo avvista da lontano su suggerimento di Annalise (ma vogliamo parlare di questa donna che chiede a Claire di accompagnarla in una passeggiata solo per sciorinare ricordi sul Jamie che lei aveva conosciuto? Nessuno ha pensato di affogarla in una qualche fontana?) a quando Jamie torna indietro per parlare con Black Jack, e quest’ultimo gli posa una mano sul petto. Vi dirò, ho trovato questo gesto intimo e agghiacciante, più dell’incontro in sé (e del non guardarsi mai negli occhi tra Jamie e Randall all’inizio, mentre si scambiavano i convenevoli), sicuramente alleggerito dall’intervento del re (quest’uomo io lo vedo pericoloso, soprattutto per come si rivolge, sguardi e gesti, a Claire) e dalla momentanea presa in giro ai danni del capitano.

Apro una piccola parentesi su Mary e Murtagh. Per la prima provo davvero una profonda tristezza, anche perché non solo ha subito una violenza, ma in un certo qual senso verrà tradita da una donna di cui si fida, Claire, che la condannerà ad un futuro peggiore. E qui che mi domando ancora perché la nostra dame blanche agisca così, dopo aver visto coi tuoi occhi la povera Mary stuprata, perché non concederle un futuro pacifico facendole conoscere almeno l’amore di un uomo che nutre sinceri sentimenti per lei?

(certo, tua amica…)

Anche Murtagh è apparso molto poco e soprattutto non nelle sue solite vesti sicure, si sente in colpa principalmente nei confronti di Jamie e quando quest’ultimo con estrema calma gli consiglia cosa fare, mi sono resa conto del Jamie che abbiamo ora: un uomo più maturo, anche nella sua decisione di voler duellare con Black Jack. In passato forse avrebbe creato una rissa proprio in presenza dello stesso re, ora invece chiede da “gentiluomo” un ultimo duello all’uomo che lo ha rovinato per sadico divertimento. Una vendetta logica e pulita, se si può dire. E se all’inizio non potevo capire la sua “gioia” nel sapere che quest’uomo fosse ancora vivo e che potesse essere questa vendetta un motivo in più per andare avanti, forse riesco a capire il nuovo Jamie un po’ di più dopo questo quinto episodio.

Perché mi è piaciuta questa puntata? Perché è stata un crescendo di emozioni che ci hanno portato poi al botto finale. Per ora io sono più team Jamie, e lo appoggio in ogni sua decisione. Claire hai ancora un po’ di tempo per farmi cambiare idea, forza Sassenach!!

Ringraziamo: Sam Heughan Italia | Outlander Italia | Outlander Italy | Outlander, il Mondo di Jamie & Claire – The Italian Fangroup | Caitriona Balfe Italian Fans | Sam Heughan Italian Fans |JAMIE Fraser Hotsweetstronglovely MAN | Dimmi Sassenach e poi muori. | Sassenach. | La dura vita di una fangirl | – Telefilm obsession: the planet of happiness – | Sam Heughan/Jamie Fraser |DemiMovie | Serie TV Mania | Jamie & Claire: Outlander. | Serial Lovers – Telefilm Page | Film & Serie TV | Serie tv, la nostra droga | And. Yes, I love telefilms and films ∞ | Diario di una tv series addicted  | I Love Film and Telefilm | Serie Tv News

 

2 thoughts on “Recensione | Outlander 2×05 “Untimely Resurrection”

  1. Ci tengo sempre a commentare visto che qui trovo una delle migliori recensioni su questa serie. Su Claire che dire, io non riesco a darle contro in toto per la prima volta ho visto una Claire totalmente spaesata e messa ko dai propri sentimenti. Non è stato leale da parte sua agire cosi con Jamie, ma i ricordi di Frank, sono sempre presenti e nonostante l scelta consapevole di restare nel passato lei sa che c’era un uomo che ha amato e che la ricambiava e che ha perso senza sapere neanche chi lo aveva battuto. Gli sceneggiatori ribadisco sempre che con questo secondo libro hanno avuto davvero un gran bel da fare. L’intrigo non solo politico di questa seconda serie è molto piu articolato di quanto si immagini e tenere un file rouge per tutte le puntate è stata un impresa da veri maestri e scene come quella finale dimostrano la loro bravura nel tenere insieme i pezzi ma anche come a volte bisogna fare delle scelte di sintesi e di concetti per il bene dello spettatore. Cmq sia Claire avrà modo di ripagare alla promessa, Per il resto questa è la puntata di Jamie Fraser, l’originale quindi sono daccordo sul ( solo fino a sabato) team jamie che meritava qualche carezza in piu, dopo i milioni di pugnalate, ma non mancheranno. Per il resto totalmente daccordo sul crescendo di emozioni e su quanto bravi siano quei due.

    Piace a 1 persona

    • Grazie mille del complimento, mi ha fatto davvero piacere, anzi ti confesso che da quando ho preso in carico questa serie sento molta pressione. Io sono una personcina ironica che tende un po’ a demolire le varie serie, portandole sul comico, ma questa seconda stagione di Outlander non solo non me lo permette, ma non ne sento neppure la necessità. Proprio per questo ho il peso di tanta responsabilità, come sicuramente ne hanno sentita gli sceneggiatori nel creare questa season2. Forse caratterialmente sono più vicina al bel Jamie, che anche se sembra molto impulsivo, tra i lui e Claire credo che sia forse quest’ultima che almeno al momento (e anche in passato) ha agito senza pensarci troppo. Non la punisco totalmente per la sua pretesa nei confronti del marito, ma forse di più perchè continua a vivere tra due mondi. Lei resterà sempre la donna venuta dal futuro, ma in ogni situazione c’è da prendere una decisione, e per ora questa mi sembra sbagliata. Sicuramente mi farà cambiare idea, ma per ora se osa di nuovo ferire il mio Jamie, l’avveleno io personalmente XD

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...