Once Upon a Time/Telefilm

Recensione | Once Upon A Time 5×21 “Last Rites”

Pelati, condoglianze.
Oramai, prima di vedere Once Upon A Time, occorre sempre che mi  cambi e che mi metta qualcosa di nero addosso, che mi vesta a lutto. Non che sia un grande problema: il nero sfina.
Sarà che è ricominciato Game Of Thrones, in cui in ogni puntata muoiono almeno una trentina di persone, e che anch’esso viene trasmesso la domenica, in concomitanza con Once Upon A Time, ed allora i due telefilm devono fare pendant. Della serie: non cambiarti, lasciati pure il nero addosso, che tanto  schiatta qualcuno pure qui.

Image and video hosting by TinyPic

Io dopo aver guardato Once Upon A Time

Quest’episodio, Last Rites, è stato una valle di lacrime. Se la settimana scorsa avevo intimato gli autori a non farmi più piangere per ridurre il tasso di umidità nella mia stanza, la mia richiesta è  stata, evidentemente, male interpretata. Credevano fossi ironica, allora mi hanno accontentata con una bella pozzanghera, con tanto  di pesciolini, prodotta interamente dai miei  occhi ormai quasi ciechi.
Non pensano che abbiamo dei  sentimenti, e che in qualche modo, quando spegniamo il computer, abbiamo una vita (più o meno) e delle cose da fare in pace e tranquillità. No, non dobbiamo far altro che crogiolarci nel nostro dolore e mangiare pasta annacquata di  lacrime, farci la doccia con le lacrime e fare il bucato col Dash e le nostre lacrime. Poi dicono che le donne  soffrono di ritenzione idrica, ci credo.

Ma comunque, mettiamo da parte i fazzoletti.
Di ritorno a  Storybrooke, nessuno fa come la sottoscritta (cioè: nessuno si rannicchia nel letto a mugolare) e tutti si danno da fare:  Emma vuole trovare un modo per far fuori Ade, Rumple vuol costringere il padre di Belle a risvegliarla, Robin e Regina vogliono recuperare la bambina di Zelena ed Ade inizia subito a mietere vittime, mandando  Re Artù a far compagnia ad Hook, nell’Oltretomba. Se questo fosse stato un episodio di Merlin, altro che lacrime.
Avete capito bene, i Charmings non fanno niente come al solito.
Adesso che Ade ha recuperato i suoi poteri da umano, può finalmente ricongiungere lo spezzato Cristallo dell’Olimpo, ovvero il  fulmine di Zeus, che fungerà un po’ da scettro quando potrà finalmente regnare su Storybrooke. Zelena non vuole un regno di cui essere sovrana, vuole solo una casetta felice da condividere con l’amato e la figlia. Ma Ade ha delle manie di controllo e superiorità, da bambino era  uno di quelli che volevano sempre fare il capogruppo gnegnegne, perciò la vita tranquillallallalla non l’attrae.
Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic

Se Emma trova un modo per sconfiggere Ade, è solo grazie ad Hook. Le ferite della scorsa settimana sono ancora aperte, e gli autori non esitano dall’infilare il coltello nella piaga. Grazie, molto gentili.
Hook, infatti, con l’aiuto di Re Artù, ormai anche lui morto  – è la nuova moda – recupera le pagine riguardanti la vita di Ade, quelle che il suddetto aveva strappato dal libro magico. Sebbene assalito da una sorta di dissennatori, Hook riesce a farle arrivare ad Emma e così scopriamo che Ade non è un dio  invincibile: anche  il Re dei Morti può morire, trafitto dal Cristallo dell’Olimpo.
Ucciderlo non è poi così difficile, alla fine dei conti (ma dobbiamo ricordarci che, a volte, la sfiga è proprio eclatante, come nel caso di Achille che, seppur invincibile, viene colpito da una freccia proprio sul tendine, suo punto debole. O nel mio caso: anche lì la sfiga è eclatante).
Emma si precipita da Ade per farlo arrosto con le fiamme che ha in capo e, quando si dice che nella vita il tempismo è tutto, anche Regina e Robin si trovano sul posto per salvare la mini-verdina.
Scoppia una baraonda: Ade becca gli Outlaw Queen e vuol disfarsi di Regina, così da avere strada libera sul tappeto rosso che conduce al trono. Robin si interpone tra la fidanzata ed il fulmine di Ade, ricevendone gli effetti.
Robin cade a terra, la sua anima se ne va e lui muore.

Image and video hosting by TinyPic

“Aspettate un minuto! Io non dovrei perdere!”

Per questo uno non può vestirsi arcobaleno, con una maglia piena di unicorni, quando guarda Once Upon A Time.
Ma stiamo scherzando?! Altro che lacrime mi escono dagli occhi, a me cola sangue. E’ anche per questo che non posso indossare le mie magliette preferite per guardare questo telefilm, poi voglio vedere chi le smacchia.
Regina ha accompagnato la morte dell’amato con un’espressione che è un po’ il riassunto della sua vita: non so se stesse bestemmiando internamente, o se stesse già tramando vendetta. D’altronde, è la presidentessa del Mai ‘Na Gioia Club e deve dare l’esempio. Però diamine, mai una gioia mi sembra troppo sommario nel suo caso: per lei, mai un giorno di sole, mai un mezzo sorriso, mai lo sconto alla cassa, mai il semaforo verde la mattina quando è di fretta, mai il bagno libero quando le scappa.  Mai una puntata in cui non le succede qualche disgrazia.
Nella sesta sagione, mi aspetto che qualcuno la benedica e che le facciano fare un bel pellegrinaggio a Lourdes.
Dicevo di Emma, che sfortunata in amore e si consola ascoltando Taylor Swift, ma credo che Regina condivida le sue stesse playlist.

Image and video hosting by TinyPic

Mai una gioia. 

Zelena, scoprendo da Emma il potere del fulmine di Zeus, si trova in mano  l’opportunità di decidere sul da farsi: uccidere Regina, la sorella che le ha rubato la vita perfetta, od Ade, l’amore della sua vita che per tutto questo tempo l’ha ingannata? Senza quasi nemmeno accorgersene, sceglie la seconda opzione ed incenerisce Ade, letteralmente.
Il compianto su Robin è straziante: entrambe le sorelle saranno dannate (non troppo, speriamo), ma almeno soffrono insieme e condividono i pesi che le opprimono; presto troveranno  il sollievo che spetta loro.
Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicLa sequenza del cimitero è stata straziante: la tomba di Killian, la bara di Robin con tutte le frecce, la pioggia (che funerale sarebbe senza pioggia ed ombrelli neri?), il piccolo Roland. Per forza che ho dei problemi, come si fa a non rimanere traumatizzati? Non è giusto, ovvia.
Intanto, Hook viene premiato da Zeus  per aver trovato il modo per sconfiggere Ade e può tornare in vita. Zeus mi ha lasciata un po’ di stucco, tutto mi aspettavo fuorché questo pischello smencio, e l’atmosfera in stile Harry Potter e i Doni della Morte Parte II (quando Harry incontra Silente in quella specie di Paradiso) è stata la ciliegina sulla torta.
Quando Emma rimane da sola nel cimitero, ecco che Hook spunta come un fantasma (ma è vivo, stavolta) ed i due si sbaciucchiano sdolcinatamente e sono felici come una Pasqua, anche perché siamo in tema.
Lo sapevo! Hook non poteva morire così, gli ascolti avrebbero sofferto un calo senza precedenti. Una gioia, almeno per me! Mi dispiace un sacco per Regina, ma preferisco di gran lunga che sia morto Robin piuttosto che Hook, a maggior ragione dato che era diventato un personaggio praticamente inutile. Indubbiamente mi mancherà, anche lui era un bel manzo, ma pazienza.
Emma e Hook sono bellissimi, i miei feels sono sotto terra insieme a Robin. Ecco, a proposito: non mi è piaciuto granché che i Captain Swan sputassero, in senso lato, sulla tomba di Robin. Intendo, un po’ di contegno. Hanno fatto finta di nulla, e se ci fosse stata Regina dietro un albero, sarebbero stati cavoli amari.
Ma tutto è bene quel che finisce bene,
o quasi.
Image and video hosting by TinyPicRobin è morto, ma vive nella figlia avuta con Zelena, che porterà il suo nome (tanto va bene sia per maschi che per femmine). Regina è disperata, come sempre. Non vorrei che adesso tornasse cattiva per questo motivo, allora sì che inizierei a dare testate al muro dopo ogni episodio.
Rumple ha qualcosa in mente, come di consueto, e brama un piano losco che ha a che fare col Cristallo dell’Olimpo rimasto.
Solamente il season finale – speriamo di non dover andare dal fioraio anche la settimana prossima – ci svelerà tutti i misteri rimasti. Vi lascio  col promo del prossimo episodio (doppio!), arrivederci!


Si ringraziano le seguenti pagine:
 Telefilm. ϟ | Gli attori britannici hanno rovinato la mia vita | Fangirling | Disney, Tv, Cinema, Musica & Libri | ∞ Telefilm addicted | Emilie de Ravin » Italian Fans. | SwanQueen – I cattivi non hanno mai un lieto fine, ma Regina ha Emma. | Swan Mills family.   | Once Upon A Time | CaptainSwan “Aye. I’d go to the end of the world for her. Or time” | Once Upon A Time ϟ | Once Upon A Time su SubsFactory | Regina Mills / The Evil Queen Italia DemiMovie | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Serie Tv, che passione  | Film & Serie TV | British Artists Addicted | Serie tv, la nostra droga | And. Yes, I love telefilms and films ∞ | Diario di una tv series addicted  | Series Generation | Amy Manson Italia | I Love Film and Telefilm | Serie Tv News | Crazy Stupid Series | Tutto Sui Telefilm | ❤ Telefilm / Fiction❤ | La Bella e La Bestia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...