Outlander/Telefilm

Recensione | Outlander 2×02 “Not in Scotland Anymore”

Salve Outlanders, avete ricordato il 270° anniversario della storica Battaglia di Culloden del 16 Aprile 1746? No? Bene ora festeggeremo insieme questa giornata che ha cambiato le sorti della cultura Scozzese, parlando della seconda puntata di Outlander.

Questo è stato un episodio che apparentemente potrebbe apparire noioso, e in realtà non è affatto così. Con calma, astuzia ed ironia veniamo introdotti nelle future vicende francesi di Jamie e Claire, presentandoci molti nuovi personaggi che non ci faranno di certo dimenticare quelli ormai lasciati in Scozia.

Jamie è ancora “vittima” dei suoi stessi incubi che vedono lui e Balck Jack protagonisti (incubi abbastanza macabri direi), ma grazie a tutte le varie faccende che li hanno portati in Francia riuscirà, non sempre però, a distrarsi. Con l’appoggio del suo cugino giacobita Jared, che gli ha affidato la sua casa di Parigi da gestire, riuscirà ad incontrare il principe Charles Stuart, pretendente giacobita al trono di Inghilterra, alla Maison di Madame Elise, un bordello; convincendolo, o forse no (dato che era distratto a volte dai dildo e a volte dal pavoneggiarsi a messia del Signore), che i clan Scozzesi, non essendo in grado di accordarsi su di che colore sia il cielo, non potrebbero mai collaborare alla questione giacobita appoggiando questo futuro sovrano per soppiantare quello che ora siede il trono. Nel frattempo invece, Claire, che in questa puntata non ha creato consapevolmente alcun danno, tramite la sua nuova amica disinibita Louise De Rohan ottiene un invito a Versaille con l’unico scopo di incontrare il ministro delle finanze per far sì che l’impresa di Charles non venga mai finanziata.

E da qui si susseguono una serie di scene comiche e non che alleggeriscono la tensione di tutta la questione “segreta” affrontata da Claire e Jamie; dalla ceretta all’inguine di Claire (effettivamente mi sono sempre chiesta come le donne d’epoca affrontassero la questione depilazione e mi ero convinta che il pelo a quei tempi fosse di moda, ora invece sono consapevole che nonostante ci siamo evoluti non siamo riusciti a rendere indolore questa tortura) alla scollatura provocante di quest’ultima che ha zittito Murtangh, dalla stitichezza del re Luigi XV alla passione feticista del ministro delle finanze e aggiungerei anche Murtangh che sbava dietro si seni scoperti di una “nobil” donna. Tutta questa leggerezza per arrivare non solo a conoscere il caro fratellino di Black Jack, Alex Randall, ma anche a scoprire che Jonathan Randall non è morto come Claire credeva di sapere.

Conclusioni:

Questo breve riassunto credo sia indispensabile in quanto tante sono state le introduzioni in questa nuova puntata e c’era bisogno (io per lo meno) di ricapitolare un momento.

Vedere Jamie (o meglio Sam) tutto ben vestito e pettinato fa un certo effetto, e non solo all’ormone ballerino, ma ci fa capire che senza quasi accorgercene stiamo entrando nel vivo dell’azione. E questo è lo scopo del secondo episodio: preparare il terreno di battaglia. Se ci riflettiamo molti nuovi personaggi si sono affacciati:

  • Raymond l’erborista; che pare sia nemico del conte di St. Germain e quindi un futuro alleato di Claire? La mia ignoranza sui libri non mi può far dare una risposta, ma allo stesso tempo mi terrà incollata allo schermo. E inoltre le erbe medicinali acquistate per Jamie, gli verranno somministrate a sua insaputa oppure no? Orgoglioso com’è potrebbe non accettarle per affrontare i suoi demoni da solo e bla bla bla (ovvero altre fesserie puramente maschili), ma forse mi sto costruendo io castelli in aria.

  • Principe Charles Stuart; già che provi ad organizzare una rivolta giacobita in un bordello dovrebbe dirci qualcosa, o che sia un genio o uno sciocco, io protendo per la seconda e aggiungerei anche che mi sembri un uomo capriccioso, ma non voglio dire altro e perciò preferisco ricordarmi di lui come l’uomo che voleva comprare tre dildo ad una futura sua moglie (soddisfarla come suggerisce Murtagh, no eh).
  • Louise De Rohan; non so se sia l’atmosfera francese che con le sue parrucche offre scenette comiche a go go, ma sembra che qui non si salvi dalla comicità manco mezzo francese. Claire ce la presenta come un ottima amica, seppur un po’ frivola, al momento anche lei non si è granchè palesata e perciò aspetterò nel giudidcarla, però voglio ricordare anche lei con un’immagine: per me sarà la donna che di sicuro doveva avere una foresta amazzonica tra le gambe per aver fatto inorridire (?) Calire e la giovane Mary Hawkins, alla quale non dedicherò per ora un suo punto nella lista, ma quando è stata nominata ho fatto la stessa faccia corrucciata di Claire, temendo di doverla conoscere e forse di aver saltato qualche pagina di troppo di storia (con la solita scusa “tanto questo non lo chiede”).

  • Annalise de Marillac; non so chi tu sia, ma io ti troverò e ti ucciderò se solo osi abbracciare di nuovo Jamie.

(Bitch, please)

  • Joseph Duverney; colui che non deve assolutamente finanziare il principe Clarles, ministro della finanza con un’insolita passione per i piedi? (che poi Cait credo abbia una bella fetta di piede). Se questo dettaglio è anche presente nel secondo romanzo della serie, la Gabaldon è un genio, se non c’è resta sempre tale. Non sapevo se ridere o piangere di questo incontro, per non parlare del tuffo successivo e della parrucca “rock” che si è ritrovato in seguito. Secondo me ci darà modo di farci ridere ancora in futuro, o almeno lo spero.

  • Re Luigi XV; assistere alla vestizione del re credevo riguardasse l’abbigliamento, ora qualcuno mi spieghi perché diamine deve avere un “coro” di incoraggiatori mentre è seduto su un trono meno nobile, ma pur sempre importante: il wc (il cessò). Avrei fatto volentieri a meno di sapere che questo sovrano fosse stitico, ad ognuno i suoi problemi col bagno (XD), però lo sguardo finale lanciato a Claire non mi è affatto piaciuto, e nonostante io non sia ferrata sui libri due o tre cose le so…
  • Alex Randall; mi sembravi tanto caruccio, poi ho scoperto chi sei ed ho visto la somiglianza (e mi complimento con chi si è occupato del casting, a volte vengono scelti attori che non potrebbero sembrare imparentati tra loro neppure dopo la chirurgia) col fratellone. Fine della mia simpatia per te e anche di una nostra probabile amicizia.

Questa puntata interamente dedicata al 1745, mi ha fatto dimenticare quella precedente e che quindi Claire “ora” non è più con Jamie. Nonostante l’andamento calmo alcuni punti cardine sono stati mantenuti come i “problemi” di Jamie e ricordarci del futuro nemico il conte di St. Germain, oltre la rivolta giacobita. I costumi poi sono veramente la ciliegina sulla torta, dall’abito poco sfarzoso, ma elegante indossato in erboristeria da Claire, al famosissimo abito rosso con la scollatura fino all’ombellico secondo Jamie (vederlo geloso, ma sempre tremendamente scherzoso è un tocca sana per noi donne), che con quel tocco moderno ha fatto fuori qualsiasi bellezza francese. Un grazie alla costumista (che sicuramente avrà il piacere di metter mani ovunque su Sam). Ci sarebbe tanto altro da dire, ma è stata una puntata soddisfacente e ricca che avrà delle vere conseguenze nei prossimi episodi, perciò concluderò solo aggiungendo un’altra chicca: la strepitosa intro che non ha più le cornamuse di sottofondo, ma suoni che richiamano sicuramente l’atmosfera (puzzolente a detta di Murtagh) francese che stiamo vivendo.

(complicità che mai li abbandona)

Non vedo l’ora di confrontarmi con voi Outlanders, vi è piaciuto questo secondo episodio?

Ringraziamo: Sam Heughan Italia | Outlander Italia | Outlander Italy | Outlander, il Mondo di Jamie & Claire – The Italian Fangroup | Caitriona Balfe Italian Fans | Sam Heughan Italian Fans |JAMIE Fraser Hotsweetstronglovely MAN | Dimmi Sassenach e poi muori. | Sassenach. | La dura vita di una fangirl | – Telefilm obsession: the planet of happiness – | Sam Heughan/Jamie Fraser |DemiMovie | Serie TV Mania | Jamie & Claire: Outlander. | Serial Lovers – Telefilm Page | Film & Serie TV | Serie tv, la nostra droga | And. Yes, I love telefilms and films ∞ | Diario di una tv series addicted  | I Love Film and Telefilm | Serie Tv News

3 thoughts on “Recensione | Outlander 2×02 “Not in Scotland Anymore”

  1. Ottima recensione come sempre. Condivido l’intera analisi e se posso spezzerei una lancia a favore del personaggio di Charles Stuart, semplicemente perchè, avendo letto il romanzo, ma senza voler far confronti posso dire che l’essenza frivola ma egocentrica di un reale come lui non poteva essere ripresa meglio. L?attore che lo interpreta mi ha lasciato senza parole. Si vede che è stato fatto uno studio molto attento e riproporre fedelmente in cosi pochi minuti alcune caratteristiche come la sua smaniosa sete di potere combinata ai suoi modi infantili e capricciosi è da veri professionisti. Il fatto che lui scelga un bordello credo sia una scelta più furba di quanto si pensi, ma nelle prossime puntate avremo sicuramente modo di comprenderlo più a fondo nonostante una splendida presentazione in questo episodio.

    Piace a 1 persona

    • Grazie del complimento 😊 ora che mi occupo di questa serie sono sempre emozionata quando devo recensirla ed ho timore di scrivere sciocchezze. Sicuramente in molti personaggi come nel principe Stuart è stato accentuato un aspetto ridicolo, che da quanto so era presente nel libro, oltre che credo nella storia, dato che i sovrani francesi si credevano messaggeri di Dio. Per ora questo non mi disturba, mi fa molto sorridere, è in linea con l’atmosfera, ma sono curiosa di vedere come si evolverà il tutto proprio come te.

      "Mi piace"

  2. Pingback: S02E02 – Not in Scotland Anymore – Info e rassegna stampa ~ Outlander Italia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...