Gotham/Telefilm

Recensione | Gotham 2×15 “Mad Grey Dawn”

 

 

 

Buongiorno, giuoie pelate! ❤

Oggi esce nelle sale Batman vs. SuperMan *.* non siete eccitati, emozionati, galvanizzati? Sì, ok, voi direte “Chissene, non siamo mica qui per parlare del film”, il che è vero, solo che adoro questo genere di film e Gotham è una Serie che prende a riferimento il personaggio del Pipistrello, perciò… ok, la smetto con le giustificazioni. 

Andate a vederlo è il mio imperativo supremo. Anzi, il mio ordine supremo.

Amen.

 

 

 

 

Torniamo al punto, cioè, alla puntata di Gotham di questa settimana.

Tutto ciò che mi viene da dire al momento è un grande, gigantesco, enorme ! Tutto di questa puntata è un infinito e eterno. Amen di nuovo. Gordon finisce a Blackgate per concorso nell’omicidio di Teo Galavan e per la morte dell’agente Pinkney per il quale Riddler l’ha così ben incastrato; l’orgoglioso padre del Pinguino non è altro che Pee-wee Herman in persona; Bruce esce fuori di testa e si fa picchiare come se non ci fosse un domani mentre Selina e Ivy rubano funghi magici ad una gang e, no comment per la futura Poison Ivy che coltiva funghi per una banda di criminali *.* la perfezione è troppa per descriverla e poi, non lo vedete quant’è felice nella sua bella serra? I funghi sono i suoi bambini… bambini che ti fanno andare in trip, ma pur sempre bambini.

Persino Butch e Tabitha sono stati degli adorabili pazzoidi fuori di testa per cinque minuti interi e il fatto che proprio quest’ultima abbia ritenuto che pastellare il Pinguino tra le piume sia stata un’adeguata punizione per averle ucciso quel megalomane del fratello, è la prova che serviva per eleggerla a Regina. Lunga vita a lei!

 

 

 

 

L’episodio è stato dark abbastanza per gli standard di Gotham e anche i momenti comici sono stati superati con cupezza. Da una parte, Pinguino-il-cittadino-modello che irrompe a casa di Nygma proprio mentre lui sta pianificando il suo personale attacco al potere, è stato assurdamente imbarazzante, proprio come lo fu il loro primo, glorioso incontro. Dall’altra, il rifiuto di Ed per questo nuovo Pinguino e la sua poca fiducia in lui come alleato, fa emergere ancora più chiaramente quanto Oswald sia, in realtà, disperatamente solo. Non c’è da meravigliarsi quindi se, nello stato mentale in cui si trova, accetti di fare affidamento su un completo estraneo che afferma di essere suo padre. Il vecchio Pinguino avrebbe come minimo nutrito qualche forma di sospetto, soprattutto considerando i vuoti nella storia di Pee-wee: non sapeva di avere un figlio, oppure i suoi genitori hanno cacciato la povera Mamma Cobblepot quando la sua condizione è venuta alla luce? Quale delle due storie è la verità?

 

 

 

 

C’è qualcosa di marcio nella staticità di Gotham e intendo oltre le pile di cadaveri gettati nel fiume dalla mafia, certo.

La riunione familiare del Pinguino viene messa in ombra dalla questione più pressante dell’intero episodio: la libertà di Jim Gordon (o la mancanza di tale libertà). Qualcuno (e sappiamo tutti chi sia stato? O no?) ha effettuato una chiamata anonima agli Uffici Interni della GCPD, fornendo dei dettagli che solo chi fosse stato lì o fosse stato direttamente coinvolto nelle indagini, avrebbe potuto sapere. Da qui si passa al gioco della palla avvelenata tra ufficiali per rinchiudere Gordon in gattabuia. Non uno disposto a giocarsi la carta del martirio, Jim chiede a Lee di non andare più a fargli visita a la implora di scappare e di crescere il loro bambino lontano da Gotham.

Nel frattempo, l’incarcerazione di Jim Gordon fa svegliare la Bella Addormentata dal suo coma ad Arkham. Come chi è? Barbara, no! Beh, salve bellezza!

 

 

 

 

La caduta di Gordon non mi è sembrata poi così organica ed inevitabile come avrei voluto che fosse, perché mi è sembrata essere più una casualità nel mezzo del caos creato da Nygma, ma è stato comunque soddisfacente vedere che il sistema giudiziario, almeno una volta, è andato contro Teflon-Jim. Spero che questa esperienza sia l’avvicinamento necessario verso un Jim Gordon più fedele a quello dei fumetti o della serie animata, pieno di difetti, certo, ma comunque, in generale, una brava persona. Contrariamente alle aspettative, la versione di Gotham di Edward Nygma si è evoluta in una perfetta incarnazione dell’uomo dal punto interrogativo verde. Il Riddler di Gotham è terrificante e tragico, tanto malato quanto diabolico. Sono sempre stata fan dell’idea che i cattivi di Batman non fossero poi dei veri mostri, soltanto uomini danneggiati, incapaci di aiutarsi. Il mondo di Batman è violento, crudo, ma soprattutto, umano. Il Nygma di Gotham è brillante e pericoloso, ma a volte anche mediocre. Voglio dire, un piede di porco? Persino Nygma ha capito quanto fosse stupida come idea. Infondo, il Riddler è un personaggio che potrebbe facilmente scivolare nel reame del trito e ritrito, ma mentre andiamo sempre più a fondo nell’oscurità che è Edward Nygma, è ovvio che anche i suoi momenti più stucchevoli sono accompagnati da un secondo fine.

 

 

 

 

E mentre gli adulti giocano con i piedi di porco, Bruce e Selina irrompono nella serra di Ivy che sta crescendo dei bei funghetti allucinogeni e Bruce viene picchiato a sangue solo perché non riesce a stare zitto. Meno male che l’attore sta abbandonando la faccia da piccolo angelo, altrimenti questa cosa sarebbe risultata davvero orribile.

 

L’episodio mi è piaciuto moltissimo, quindi il mio voto è di: nove e mezzo/dieci. Sono contentissima del rinnovo di questa Serie, perché se lo meritava davvero e sono curiosa di scoprire cosa succederà con Gordon e con Pinguino *.*

 

 

 

 

E ora pronti per la mia consueta Rubrica?

 

 

 

The Irrelevant-Not-so-Irrelevant Gotham’s Database

 

– Cosa deduciamo dal risveglio di Barbara? Che aveva programmato di svegliarsi quando Jim sarebbe finito in prigione, oppure è stata solo una mera coincidenza?

 

– Siete galvanizzati da tutto quello che sta succedendo? Dite sì, da bravi.

 

– Pee-wee e i suoi “fratelli” hanno intenzione di mangiare il Pinguino? Perché è stata questa la sensazione che ho avuto, non so. Solo una sensazione, comunque.

 

 

 

 

Prima di darvi appuntamento alla prossima settimana, vi faccio i miei migliori auguri per una Pasqua serena e piena di cioccolata e vi lascio in compagnia del promo del prossimo episodio, Prisoners 😉


 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ringraziamo: Ben Mckenzie Italia– Telefilm obsession: the planet of happiness – | Serie Tv Mania | Serie Tv, che passione  | DemiMovie | Serial Lovers – Telefilm Page | Telefilm Italia | Film & Serie TV | Serie tv, la nostra droga | Serie Tv, la nostra passione | And. Yes, I love telefilms and films ∞ | Diario di una tv series addicted  | Series Generation | Le serie TV mi riempiono la vita | I Love Film and Telefilm | Serie Tv News

One thought on “Recensione | Gotham 2×15 “Mad Grey Dawn”

  1. Ciao,
    devo dire che non ho avuto modo di riuscire a guardare un faggio in ste 2weeks. Sono indietro con tutto, ho avuto modo però di vedere 2*14 e 15 e riassumendo 2 puntatone EPICHE. Nella 14 MOLTO Joker ( ❤ ) nella 15 molto BatMan (Bruce si incaz*a <3) stanno gettando comunque delle basi molto solide per un futuristico Dark Knight solo che visto che è stata rinnovata, urge un salto temporale.
    Jimbo….mi dispiace…ma sappiamo tutti che ne uscirai 😀

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...