Telefilm/The Fosters

Recensione | The Fosters 3×19 “The Show”

E siamo di nuovo qui, a parlare di The Fosters, l’episodio precedente al season finale di questa 3B così… controversa?
No, schifosa.
A ben vedere, vista la media di questa 3B, la 3×19 si presenta meglio. L’episodio è guardabile, scorre abbastanza bene e se non fosse per le assurdità sparse ogni cinque minuti, sarebbe pure bello.

L’organizzazione dell’episodio mi è piaciuta. È particolare, non è qualcosa che capita spesso, non qui a The Fosters, e secondo me alternare le scene nel presente con brevi flashback ha giovato. Sicuramente ha permesso di ridurre il fattore noia. Ogni singola cosa che poteva farmi venire voglia di sbattere la testa contro il muro con scene lunghe e prolisse, è stata ridimensionate ad un paio di minuti (vedi Courtney e Brandon che si mollano, o Jack che fa il cretino).
Andiamo a vedere più da vicino cos’è accaduto… in the past! 

Callie e Brandon

Ah, se non ci foste voi!
Lo ammetto, io con questi due sono sempre stata molto on-off, ma ultimamente sono quello che ancora non mi ha fatto mollare nonostante le storyline assurde e i plot-hole.
Anche in questo episodio hanno fatto il loro sporco lavoro di spingermi a non mollare lo show, infatti ho trovato davvero bella e appassionata la scena che condividono nei flashback. Non solo quando provano la canzone – seriamente Brandon stava aggiustando le canzoni a pochi giorni dalla prima? -, ma anche e soprattutto quello che segue dopo. Callie fa un po’ una domanda stupida (“ti chiedi mai cosa sarebbe successo se avessi detto alle mamme che siamo andati a letto insieme?”), perché a me veniva da rispondere “nulla di buono”, però il modo in cui Brandon se la prende fa vedere quanto siano persi l’uno per l’altra. Bello anche il continuo scambio di sguardi durante il musical. Peccato solo per l’ennesimo “è troppo tardi”-“lo so”, l’hanno detto milioni di volte e mai una che sia stata vera. 
Si sapeva che Courtney non sarebbe durata, anzi, è stata anche fortunata, infatti almeno lei è stata lasciata on-screen, invece con Lou – comparsa in questo episodio come attrice nel musical – ancora non sappiamo che accidenti è accaduto e soprattutto quando!
[Nota: Ma A.J.? E proprio ora che aveva guadagnato un’espressione in più?!]

Cervo Mat e Mariana

Ci sta che provino ancora qualcosa l’uno per l’altra, anzi, devo dire che sono contenta che Cervo Mat non sia l’ennesimo interesse amoroso usa e getta, ma che la storia sia stata costruita in questa e nella scorsa stagione, però è un peccato che comunque ci siano questi terzi incomodi che si abbassano al punto di rubare lettere d’amore (Nick) o fare terrorismo psicologico (la bionda ragazza di Mat).
Non vi amano, rassegnatevi e risparmiateci questi mezzucci da bassa lega che mi spingono solo a cambiare canale.
[Nota: Tutto il discorso sui segreti di Mariana riguardo a Romeo e Giulietta e se fossero stati più sinceri con i genitori era fuori di testa. 1) Se fosse andata così, la tragedia non sarebbe stata tale e poi Shakespeare con cosa sarebbe campato? 2) Se Romeo e Giulietta fossero stati sinceri, mi immagino uno dei genitori di Giulietta che avrebbe sparato a Romeo al primo incontro di famiglia. Poi Giulietta sarebbe stata costretta a sposare un altro e la notte delle nozze si sarebbe gettata dalla finestra. Era il sedicesimo secolo!] 

Jude e Jack

A volte penso che The Fosters sia scritto da un ragazzino alcolizzato che ha due in letteratura, perché sinceramente non mi spiego come si possa scrivere roba come questa e venire pure pagati per farlo. Faccio sogni con più senso.
Jude si è lasciato (a caso) con Connor qualche episodio fa, poi è sparito come al solito e ricompare in questo depresso, giusto in tempo per farsi consolare con un bacio da Jack, che tra l’altro non è nemmeno interessato a lui in quel senso.
Sinceramente, nessuno con un po’ di sale in zucca penserebbe che baciare qualcuno per farlo sentire meglio sia una buona idea, forse solo se effettivamente provasse qualcosa, il che non è visto che NON GLI PIACCIONO NEMMENO I RAGAZZI!
Poi, beh… Jack realizza che è un cretino, ma Jude è contento, deve essersi reso conto che non è morto e prima o poi Connor apparterà al passato. Okay. Va bene. Andate tutti a quel paese!
E avrei altro da dire sull’argomento, ma è correlato al promo, quindi ve lo risparmio per la prossima settimana (anche perché ho letto un paio di teorie che potrebbero cambiare le carte in tavola).
[Nota: Povero Hayden costretto ad urlare in quel modo, ma con quella voce così bassa non ce la fa più. Pareva una gallina a cui stavano tirando il collo.]  

And… present!

Il musical!

L’ho amato! Cioè, è trash e i costumi sono rivoltanti (dopo tutta la fatica fatta con la costruzione del palco e della scenografia, potevate impegnarvi con costumi un po’ più decenti!), ma l’ho trovato simpatico e mi sono piaciute le canzoni, tra l’altro erano molto belle le voci.
Era un po’ The Fosters che incontra High School Musical – letteralmente, avete notato chi interpretava uno dei personaggi? –, ma è stato un bel connubio. Se devo vedere cose un po’ trash, che almeno siano belle da vedere come questo musical!

Jack

Spiegatemi come sia possibile che un tizio con dei precedenti, che ha ferito Jude e Callie, sia permesso accogliere in casa un ragazzo in affidamento! Mah?! Follia!
Perché non inventarsi un nuovo tizio a caso, perché riutilizzare la stessa casa e le stesse persone? Fa sembrare solo il sistema di affidamento un grosso buco nell’acqua.
Immaginavo che tra Jack e Jude sarebbe successo qualcosa, ma non immaginavo che avrebbero ucciso Jack così, praticamente senza motivo, solo per far scena. Mi sembra che abbiano sfruttato male il personaggio, datoci appena il tempo necessario per conoscerlo brevemente e poi basta… come se non fosse esistito.
Addio, Jack, sei stato talmente importante che domani mattina mi sarò scordata di te.
[Nota: anche il modo per entrare in casa di un tizio con un ostaggio o qualcosa del genere, non so. Non me ne intendo poi tanto, ma Stef e gli altri poliziotti mi sono sembrati proprio mandati allo sbaraglio.]

Varie ed eventuali: 

– Non so come mi fa sentire il vedere Mike e Ana che si prendono per mano, ma ho visto ship peggiori e almeno non è nata dal nulla.

– Nessuno ha pensato a mettere delle sedie o dei tappetti per far sedere e far godere il musical al pubblico? Che palle seguire un’opera stando in piedi un’ora e mezza o quello che è.

– Ma com’è che Jesus non è andato a vedere la sorella e perché non era proprio presente nell’episodio? Lui e Jude fanno a turno?

– E Gabe? L’abbiamo lasciato in carcere e ora non sappiamo nemmeno in che situazione sia. Mariana non pareva per nulla preoccupata (e Jesus non c’era), era troppo impegnata a fare gli occhi dolci a Mat.

Promo e ringraziamenti:

Ringraziamo: The Fosters – It’s not where you come from, it’s where you belong | The Fosters Italia Fandom | Jonnor Shippers | DemiMovie | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV | Serie tv, la nostra droga | And. Yes, I love telefilms and films ∞ | I Love Film and Telefilm | Serie Tv News

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...