Lucifer/Telefilm

Recensione | Lucifer 1×08 “Et tu, doctor?”

Buonsalve, miei malvagi amici! Quest’oggi si festeggia alla grande la doppia rinascita di Lucifer! Sì, perché Lucy non è rinato soltanto come personaggio, ma da qualche puntata il serial stesso ha preso un’altra piega, ben più convincente, rivalutandosi decisamente ai miei occhi. Quindi non siate timidi, afferrate quella brodaglia verde vista a inizio puntata e brindate al lieto evento!

Dunque, Malcolm, il poliziotto in coma, è tornato; era ad un passo dalla morte quando ha ricevuto la provvidenziale visita di un angelo di nostra conoscenza, che gli ha concesso altro tempo da vivere in questo mondo. A tal proposito, è interessante il commento di un altro agente, che dice più o meno così: “Il Paradiso non lo voleva, e l’Inferno non riusciva a tenerselo”. Una battuta apparentemente innocua, ma non per noi telespettatori. Amenadiel ha già fatto riferimento una volta al caos che tuttora sta dando del filo da torcere agli angeli infernali, che a malapena riescono a contenere la furia delle anime desiderose di fuggirne. E’ la mia immaginazione che corre troppo o questa battuta potrebbe celare qualcosa di più che una semplice ambiguità?

LA GELOSIA

Non parlo della bollente invidia che consuma chi ne è afflitto né di quel risentimento che spinge gli uomini a commettere azioni violente e meschine; no, qui si tratta della forma più semplice, e se vogliamo infantile, della gelosia che provano tutti almeno una volta nella vita. Anche se queste persone si chiamano Lucifer. Non ci vuole un genio a capirlo, e infatti la dottoressa Linda non fa che confermare quanto sapevamo già: il bel Diavolo desidera Chloe in quanto non può averla, a differenza di tutte le altre, e oltretutto si ritrova nella scomoda posizione di invidiare un uomo per cui prova un filo di disgusto, ossia il nostro Detective Dush, anche noto come Dan. Chloe e il suo ex si stanno infatti riavvicinando, un passo alla volta, e l’eventualità che tornino a formare una coppia e una famiglia non è poi così improbabile. La grossa motivazione per cui si sono lasciati sta vacillando, mentre un incredulo Lucifer non riesce a comprendere come possa interessare alla detective un tipo del genere. Beh, mettendomi  nei suoi panni, tanto per iniziare, direi che almeno uno dei due non è convinto di essere una malvagia entità sovrannaturale e non è un incallito donnaiolo. Può bastare?

Anche l’indagine odierna ha a che fare con il tema della gelosia. Lo sfortunato protagonista è un terapista, consulente matrimoniale esperto in tradimenti. Nel senso che incoraggia i partner a cercare sollievo in relazioni extraconiugali per salvare l’integrità del matrimonio. Nessun scandalo, siamo a LA!

Come al solito, il caso non risulta propriamente interessante a Lucifer, che anche questa volta ne approfitta per fare i propri comodi. E’ esilarante la scena con lui e l’uomo depresso sul tetto: senza volerlo nemmeno un po’, il Diavolo salva la vita ad un sospettato che intendeva suicidarsi. E, ironia della sorte, non ci guadagna un bel niente, nessuna risposta sulla conclamata gelosia che gli viene attribuita.

Vediamo ora come procede il caso Palmetto. Come procede rapidamente e inaspettatamente il caso Palmetto, dovrei dire. Quando tutti gli indizi sembrano convergere su Paolucci, il partner di Malcolm, ecco che viene ritrovato il suo cadavere, con tanto di lettera d’addio in cui spiega di non essere riuscito a sopportare il senso di colpa. E fin qui tutto relativamente bene. Ma andiamo avanti…

Malcolm è una persona inquietante. Che razza di problemi ha uno che si intrufola in casa tua solo perché ha bisogno di parlarti in privato?! Comunque, il punto è che l’agente la sa più lunga del previsto: era a conoscenza del fatto che ci fosse un altro poliziotto nello stesso luogo, la sera della sparatoria. E quel poliziotto è Paolucci, pensiamo noi. Siamo contenti che alla fine si sia scoperta la verità. Gioiamo da bravi fanboy e fangirl nel tenero momento tra Chloe e Dan, speriamo che quel qualcosa che c’era tra loro rinasca, perché effettivamente non sono male insieme. Ma poi scopriamo che davvero niente è come sembra. Cosa potrà mai succedere in soli tre minuti?, è l’ingenua domanda che ogni volta ci ripetiamo, per poi sprofondare nella solita fossa di feels. Ad esempio, può succedere di scoprire che il buono e gentile Dan è più Detective Dush di quanto immaginassimo: sì, perché è stato lui a sparare quella famigerata sera, mentre la lettera di Paolucci è opera di Malcolm.

Non so cosa commentare. Mille domande mi vorticano per la testa. Ne so quanto Jon Snow in questo momento…datemi un altro episodio!

Un paio di appunti, dopo essermi ripresa:

  1. Lucy ha scoperto del piano (un po’ ingenuo, a dire il vero) messo in atto da Maze e Amenadiel. Come risultato, ha cacciato il demone dal suo servizio. Povera Maze, anche lei sta sperimentando la sua bella dose di gelosia umana.
  2. La terapista Linda, che a quanto pare è una molto quotata nel suo mestiere, si è finalmente resa conto che la sua scarsa professionalità nel trattare con il paziente Lucifer non le fa troppo bene. Ci importa? Nah.

 

Ringraziamo: DemiMovie | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV | Serie tv, la nostra droga | And. Yes, I love telefilms and films ∞  | Diario di una tv series addicted | I Love Film and Telefilm | Serie Tv News

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...