Libri/Paperback version/Pink Is The New Black

Pink Is The New Black | Paperback

Care pelate e cari pelati, è la giornata internazionale della donna e qui in Inghilterra non si regalano le mimose. Che tristezza!

Per tirarmi su di morale, ho deciso di annoiarvi con le mie chiacchiere parlarvi ancora una volta di  personaggi femminili che mi sono rimasti nel cuore durante le mie letture e vampirettafolle vi salverà dalla noia parlerà di quelli che preferisce lei.

Partiamo con questa rassegna di meravigliose e toste fanciulle!

Juliana – The man in the High Castle

Anche se nel romanzo Juliana appare per la prima volta come ricordo dell’ex marito, presto ruba la scena a tutti gli altri personaggi. È una donna determinata, che fin dall’inizio si mostra padrona del proprio corpo sia come insegnante di arti marziali che nei rapporti con gli uomini. Ha cercato di tirar fuori il meglio dalla pessima situazione in cui vive, stabilendosi in una delle aree più “libere” del suo Paese e scegliendo di contare solo su sé stessa, eppure anche lei cede al sogno di essere salvata. Ma, al contrario di una Biancaneve qualsiasi, dimostra di sapersela cavare molto meglio del suo presunto salvatore, battendolo sia sul piano fisico che intellettuale. A una prima occhiata può sembrare una svampita, ma sotto l’apparenza da bella ragazza ingenua si nasconde una donna dotata di intuito e capacità di reagire, che una volta messa alla prova dimostrerà di avere gli attributi si farà valere anche a costo di essere spietata.

 

Thursday Next – Il caso Jane Eyre

Thursday Next vive in un universo parallelo dove Napoleone non è stato sconfitto dagli Inglesi, esistono i viaggi nel tempo ed è possibile entrare dentro i libri e interagire coi personaggi. Ho adorato il primo volume di questa saga (non vedo l’ora di mettere le mani sul seguito) e la sua protagonista, una detective letteraria il cui lavoro consiste nell’impedire che le trame dei romanzi vengano alterate e i personaggi rapiti o uccisi. Non solo è un personaggio tosto e coraggioso, che non si piega ai compromessi e affronta con nonchalance le situazioni più improbabili (come le improvvise apparizioni e sparizioni del padre, criminale temporale che ogni tanto blocca l’avanzare del tempo per venire a darle un saluto o qualche buon consiglio), ma ha anche un’ironia e una simpatia che ti fanno venire voglia di tifare per lei. Insomma, se non si fosse capito, mi è piaciuta un sacco!

 

Marjane – Persepolis

Nel raccontarci la sua vita, Marjane Satrapi è riuscita a trasmettere emozioni e sentimenti intensi. Questo è soprattutto merito del modo onesto in cui si racconta, prima come bambina che da grande ha deciso di fare il profeta, poi come ragazzina che vede il suo Paese sprofondare nel dominio dei fondamentalisti e ancora come giovane mediorientale in occidente.

Marjane è una bambina che adora i libri e sogna una rivoluzione, una ragazzina dalla risposta pronta che rischia di mettersi nei guai con le zelanti bacchettone iper-religiose, una giovane donna che si ritrova a vivere in una cultura completamente diversa da quella in cui è cresciuta. La sua prospettiva è davvero nuova, per noi, eppure identificarsi con le sue sensazioni e i suoi sentimenti non risulta difficile perché si prova una simpatia immediata per lo spirito “indomito” che Marjane dimostra sempre.

E ora vi tengo in ostaggio intrattengo io, vampirettafolle, con un altro paio di fanciulle niente male e che mi sono rimaste nel cuore.

Louisa Clark – Io prima di te

Perché scegliere un personaggio come Louisa Clark di Io prima di te (Me before You)? Perché Lei è Noi. Ho letto nemmeno una settimana fa questo romanzo e a prescindere dalla storia, da Will (che amo profondamente), io mi sono completamente rivista in Lou. Una giovane donna di 26 anni, senza sogni e speranze, che vive e basta, senza nemmeno godersi il presente; sopravvive ad una vita su cui non si è mai soffermata a pensare. Ha un blocco, e nemmeno se ne è accorta e sarà Will a spingerla, a spronarla ad aprire gli occhi. Potrebbe sembrare un personaggio non da esempio in questa nostra “festa” e invece lo è. Lei è forte, è intelligente, è sagace, sa adattarsi alle situazioni e sa Amare. Seppur titubante all’inizio, sboccerà in una splendida persona, quale è sempre stata, ma si teneva in disparte. Lei è un esempio per tutte noi che ci nascondiamo, facciamo trascorrere il tempo senza fare o creare nulla per paura, per noia e non dobbiamo vergognarci, non dobbiamo prendercela se i nostri genitori considerino nostra sorella, che è una ragazza madre, una donna più capace di noi nella vita, non importa se non sappiamo nulla del nuovo lavoro che dobbiamo affrontare, c’è sempre tempo per imparare. Vorrei dire che è l’amore di Will e per Will che la fa maturare, ma non è così. Ancora prima di amarlo ed essere amata lei cambia, perché lo vuole e Will apprezzerà e amerà entrambe le Clark conosciute. Sicuramente lui le cambia la vita, ma lei con il suo amore, con la sua vitalità cambierà quella di Lui. Due mondi opposti che si scontrano, si incontrano e si supportano a vicenda. Questo romanzo è amore puro come lo è la sua protagonista.

Zana Muhsen – Vendute!

Zana Muhsen invece è un’eroina diversa. È una donna che combatte contro un sistema, contro la sua famiglia, contro la sua prigionia. Vendute è un romanzo autobiografico della Muhsen che parla della sua esperienza di prigionia, venduta dal suo stesso padre (yemenita e madre inglese) e fatta sposare a un ragazzo Yemenita, trattenuta contro la sua volontà in quello stato per 8 anni da quando ne aveva solo 15. Descrive quasi con una delicatezza estrema la sua tragica situazione, tanto che il lettore la segue in tutti i suoi più intimi pensieri. Ciò che la tiene in vita è proprio il suo rispetto e attaccamento alla stessa vita. Non può lasciarsi andare, non può dimenticare il suo passato, sforzandosi quindi di tenere ben impressi i volti dei suoi cari. Può quasi sembrare una donna crudele per aver accettato la sua libertà a discapito dei figli che sono tutt’oggi trattenuti nello Yemen, ma io non la vedo così. È una combattente, sopravvissuta non solo ad una prigionia fisica, ma anche psicologica. Provo davvero un’immensa ammirazione per questa donna che ha raccontato la sua storia, che tutt’oggi combatte per i figli e la sorella ancora trattenuta in quel paese. L’amore sconfinato per la vita, che la porta a lottare senza sosta, che l’ha fatta andare avanti per anni senza lasciarsi andare è ciò che me la fa davvero apprezzare.

 

 

Bene, pelate e pelati, per oggi è tutto: vi lasciamo ai festeggiamenti serali e al profumo delle mimose (sigh!), ma se volete raccontarci dei vostri personaggi preferiti lasciateci un commento, lo staff pelato è sempre alla ricerca di nuovi libri da leggere (o di gente con cui discutere dei libriche abbiamo già letto). Buona Festa della Donna!

One thought on “Pink Is The New Black | Paperback

  1. Interessante la trama del primo libro. Solo che a leggere che ci sono dei seguiti il mio entusiasmo si è affievolito. I libri in serie non è che li digerisca più di tanto, ma è una questione mia, niente di personale 😉
    Persepolis l’ho visto al cinema quando uscì il film/cartone, bello. Intenso. Profondo. Rivelatore. Si è capito che mi è piaciuto? 😛
    Mchan

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...