Grey’s Anatomy/Telefilm

Recensione | Grey’s Anatomy 12×07 “Something Against You”

Ben tornati al nostro consueto appuntamento con la recensione di Grey’s Anatomy. Questa settimana la puntata è stata molto ricca, sono successe molte cose e tante sono state solo accennate. Partiamo dalla new entry del GSMH : Nathan Riggs. Il nuovo dottore è un cardiochirurgo che inizia con il piede sbagliato. Entra subito in competizione con la Pierce cercando di imporre il suo modus operandi ma fortunatamente lei lo rimette al suo posto, dimostrandosi più abile di lui nella strategia chirurgica. Mi è piaciuto molto l’inizio fra i due perché ancora una volta Shonda ha sottolineato le capacità di una figura femminile, in un mondo che ha ancora bisogno del femminismo perché il rispetto non è sufficientemente diffuso. Collegata a questo discorso del rispetto c’è sicuramente il tema del razzismo trattato durante l’episodio. Proprio qualche giorno fa mi è capitato di rivedere la puntata in cui la Bailey si ritrova a curare un paramedico sostenitore della razza ariana. Quello unito all’episodio di questa settimana mi hanno fatto davvero riflettere sulla capacità che questo show ha di trattare temi così importanti attraverso le vicende dei suoi protagonisti. Il discorso di Maggie è stato perfetto perché mette in luce come il razzismo sia radicato nella società e si esprima nelle piccole cose. I biglietti aerei di prima classe, la diffidenza dei pazienti e altri dettagli che le persone bianche nemmeno notano; per loro è incredibile che che certe cose succedano ancora e la perfetta rappresentazione di questo la si ha in Amelia che cade letteralmente dalle nuvole quando Maggie tira fuori il discorso del razzismo. Per lei è impensabile che certe cose si verifichino nel loro ospedale.  Purtroppo però è vero, è come un brusio di sottofondo, un qualcosa che non si fermerà mai del tutto e che non per forza deve sfociare in atti di violenza ma comunque farà sempre in minima parte della società. Non sto dicendo che siamo tutti razzisti, non lo siamo noi come non lo è Amelia ma per le persone di colore sarà sempre un po’ più difficile vivere in questo mondo. E’ chiaro che tenderanno sempre a sentirsi discriminati ma è anche chiaro che non tutti li discriminano. La Edwards è un perfetto esempio di questo discorso. Quando Amelia si è schierata dalla parte di Jo, Stephanie sapeva benissimo che non era per il colore della sua pelle eppure per un singolo istante ha pensato che anche quel fattore potesse avere il suo peso. Ho apprezzato tantissimo che la Shepherd si sia preoccupata di chiarire con lei e allo stesso tempo mi è piaciuta molto Maggie che ricorda ad Amelia di chiedersi sempre se quello che fa non sia frutto di un privilegio per il colore della sua pelle.

E’ un discorso molto delicato e io trovo che il modo in cui viene trattato sia perfetto, varrebbe la pena guardare Grey’s Anatomy anche solo per apprezzarne le capacità di trattare argomenti di interesse sociale. Uno show con un pubblico così vasto non può esimersi dal parlare di certe cose perché io sono fermamente convinta che quel discorso di due minuti tra Amelia e Maggie sia arrivato alle persone e la abbia fatte fermare a riflettere, anche solo per un momento, su qualcosa a cui di solito si presta poca attenzione.

Tornando alla puntata invece possiamo notare ancora di più che tra Owen e Nathan c’è un trascorso molto burrascoso legato ai tempi dell’esercito. Sono molto curiosa di sapere cosa sia successo fra loro perché l’Owen che io tanto amo adesso è il risultato delle sue esperienze passate e mi piace l’idea di scoprire sempre nuove parti della storia che l’ha reso ciò che è. Non so cosa sia successo tra Owen e il nuovo cardiochirurgo ma la sua domanda a Meredith su come faccia a lavorare con la Blake e la sua crisi in cui ripeteva “non riesco a trovarla” mi fanno pensare che Riggs sia legato alla morte di una persona cara per Hunt, che ne sia in qualche modo responsabile. Vedremo cose si evolverà la cosa perché con Shonda non c’è mai nulla di semplice.

Proprio a proposito di Owen, Meredith come sempre è stata fenomenale. Loro due non hanno molte scene insieme ma quelle poche che ci sono sono davvero bellissime. Mer e Owen sono legati per via di Cristina e il loro legame con la Yang era talmente forte da tenerli uniti anche adesso.

 Ecco perché Meredith si schiera con lui, ecco perché non importa sapere cosa abbia fatto Riggs, le basta sapere che Owen lo odia per odiarlo a sua volta. Può sembrare sbagliato ma io invece lo trovo dannatamente giusto. È una delle migliori dimostrazioni di amicizia che ci possano essere, è totale fiducia nell’altro.

Meredith si trova ancora a stretto contatto con la Blake e purtroppo lo scontro con Callie è inevitabile. Capisco la Grey che fa del suo meglio per reggere una situazione oggettivamente complicata e capisco Callie che cerca di difendere la sua fidanzata. Sinceramente non riesco a schierarmi in modo netto in questa disputa perché è vero che comprendo l’istinto di protezione nei confronti di Penny ma allo stesso tempo faccio fatica a condividere la sua scelta. Si, perché la Torres sta scegliendo. Sta scegliendo una storia di pochi mesi a discapito di un’amicizia decennale. Sta scegliendo la sua nuova fiamma al ricordo di un suo caro amico. Ecco, io questo non riesco ad accettarlo. Capisco che sia innamorata e che voglia proteggere la sua fidanzata ma c’è comunque una parte di me che non riuscirà mai ad accettare di vedere Penny per i corridoi di quell’ospedale. E’ una cosa irrazionale, è una sensazione che non riuscirò mai ad eliminare del tutto. Nonostante la mia ostilità verso Penny mi sembra giusto dare a Cesare quel che è di Cesare e dire che il suo comportamento in questa puntata è stato ottimo. Ha detto a Callie di smetterla di difenderla e ha chiesto a Meredith di insegnarle. È disposta a farsi distruggere pur di imparare, pur di non arrendersi e questo le fa onore. Io non riesco a vederla perché mi ricorda troppo Derek ma immagino che anche per lei non sia semplice dover vedere tutti i giorni la Grey e ricordare ciò che è successo. Gli autori stanno continuando con il loro percorso per farci schierare dalla parte della Blake e devo dire che sono molto abili in questo.

Mentre Callie fa il paladino degli oppressi, Arizona ha finalmente deciso di uscire dal guscio e cercare di andare avanti con la propria vita. Mi ha divertito molto vederla in un bar gay insieme a Richard e mi è piaciuto tantissimo il comportamento di Webber che si presta a farle da spalla.

Jo finalmente è tornata ad avere idee intelligenti ma purtroppo la sua rivalità con la Edwards non accenna ad attenuarsi, tanto più che Stephanie invita Penny a bere qualcosa. L’invito post-lavoro per bere qualcosa è sempre stato un segno di appartenenza al gruppo, un segno di apertura verso i nuovi specializzandi. È successo con George quando ha dovuto ripetere l’anno, con Ben quando era appena arrivato e ora con Penny. Penso che in fondo sia giusto così, anche lei merita di avere una possibilità e in fin dei conti lei non ha nessuna storia pregressa con gli altri specializzandi.

Dulcis in fundo ci sono i Japril. Jackson sembra deciso a proseguire con il divorzio, così deciso che  cena con April per ben due volte consecutivamente e poi va anche a letto con lei. E non venitemi a dire che è solo attrazione o che è successo perché gli è mancata. È successo perché lui è ancora innamorato di lei. Solo che ormai lo conosciamo e sappiamo che non è proprio così abile a cogliere i suoi stessi segnali. In fondo prima di dichiararsi ha dovuto aspettare di vedere April quasi sposata con un altro. Ora è comprensibile che ci metterà altre due o tre stagioni per capire che hanno molti più motivi per stare insieme che per divorziare.

È stato un episodio molto molto interessante che ha trattato diverse storyline e che ci ha anche permesso di riflettere su qualcosa di importante e profondo. Non c’è stato nulla di eclatante ma tra il discorso fra Maggie e Amelia e la scena tra Meredith e Owen devo dire che comunque è una puntata che mi è piaciuta molto. Il giorno in cui definirò brutto un episodio di Grey’s Anatomy penso che sarà l’inizio dell’Apocalisse. Detto questo abbiamo una settimana per prepararci psicologicamente al finale di metà stagione di settimana prossima. Vediamo cosa ci riserverà Shonda quest’anno.

VOTO 8/10

Vi lascio il promo del prossimo episodio

 

 

Ringraziamo: Disney, Tv, Cinema, Musica & Libri | Telefilm. ϟ | Serie Tv, che passione ღ | And. Yes, I love telefilms and films ∞ | Serial Lovers – Telefilm Page | Un’Unica Passione: Grey’s Anatomy | Jessica Capshaw fan | Jessica Capshaw Italia | Grey’s Anatomy – Italia | – Telefilm obsession: the planet of happiness – | ∞ Telefilm addicted | DemiMovie | Serie Tv Mania | Film & Serie TV | Serie tv, la nostra droga | Serie Tv, la nostra passione | I’m addicted to Grey’s | And. Yes, I love telefilms and films ∞  | Grey’s Anatomy Medical-Drama  | Le Emozioni di Meredith Grey | We love Alex e Jo | Jessica Capshaw e Sara Ramirez | Calzona Fan | Jcap | Let the sun shine —Grey’s Anatomy. | You are my person – Grey’s Anatomy | Grey’s Anatomy is a lifestyle | Grey+Sloan Memorial Hospital  | Diario di una tv series addicted  | Series Generation | Le serie TV mi riempiono la vita | Owen e Amelia Italia | I Love Film and Telefilm | Serie Tv News | Crazy Stupid Series | I Love Grey’s Anatomy | Grey’s Anatomy. | Viviamo a Seattle | Grey’s for Life | Grey’s Anatomy il nostro ossigeno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...