iChange/Reign/Rubriche/Telefilm

iChange | #1 – Reign

Benvenuti Pelati a questa nuova rubrica: iChange! Se non fosse già chiaro dal titolo, nei vari appuntamenti analizzeremo vari show focalizzandoci sui loro difetti e su quello che noi avremmo cambiato per renderlo migliore. ATTENZIONE: non vuole essere una rubrica alla cosa sarebbe successo se… quanto piuttosto i casini che avremmo sistemato noi se avessimo avuto carta bianca nella writers room. E se fossimo sceneggiatori, of course.

Bando alle ciance, ho avuto l’onore di scrivere il primo articolo e ho deciso di parlare di uno show che dopo neanche due anni ho deciso di mollare: Reign. Per chi non lo conoscesse, Reign è un telefilm che da tre stagioni va in onda sul canale The CW e narra la storia di Mary Stuart alias Maria Stuarda negli anni della sua gioventù.

LA GEOMETRIA DI REIGN – Perché Reign ha dei GROSSI problemi con i triangoli (amorosi).

Parto subito col dire che secondo me questo telefilm aveva un’ottima premessa, ma partiva svantaggiato: chiunque avesse mai studiato un minimo di letteratura inglese o avesse a portata di mano Google, poteva scoprire facilmente come sarebbe andata a finire. Anche con le serie tv ispirate ai libri, se li abbiamo letti, sappiamo cosa succederà…sì, ma lì è diverso: prendiamo Pretty Little Liars, Game Of Thrones e The Vampire Diaries: chi più, chi meno, hanno ben poco a che fare con le saghe dalle quali derivano, perché in questi casi possono prendersi più libertà, diciamo. Qui, al contrario, gli autori magari possono cambiare qualcosa lungo la strada, ma sappiamo fin dall’inizio che Francis morirà a un certo punto della storia e che Mary perderà la testa…letteralmente. Ricordo di aver pensato caspita, lo show sembra interessante, ma non potranno mai andare avanti oltre un tot di stagioni. La storia è storia e non può essere cambiata.
Quindi, tanto per cominciare, magari mi sarei vagamente ispirata alle vicende capitate alla regina, ma non avrei fatto una serie a carattere storico. Come Scorpion, che è ispirato alla vita di Walter O’Brien, ma mica il vero Walter O’Brien vive le stesse avventure al cardiopalma del team Scorpion! Potevano prendere questa regina, cresciuta lontana da casa perché ha questa cugina che minaccia di ucciderla, promessa sposa ad un ragazzo che nemmeno conosce, suddetto ragazzo ha un fratello bellissimo e lei si trova in mezzo ai due in uno struggente triangolo amoroso.

cioè guardateli che belli. Come hanno potuto rovinare tutto questo?!

All’inizio pensavo davvero che questo sarebbe stato un punto negativo per lo show, però ammetto che gli autori sono riusciti a superare molto bene questo ostacolo (almeno in un primo momento): hanno deciso che, sapendo che i “Frary” avevano le ore contate, si sarebbero concentrati sulla loro storia d’amore al ritmo di un ticchettio d’orologio. Probabilmente, nei loro piani volevano farci affezionare a questi due, volevano farci sospirare, gioire e infine ci avrebbero strappato il cuore dal petto e l’avrebbero seppellito insieme al povero Francis, una volta fattegli tirare le cuoia.
Ecco, in questo hanno fallito. Hanno avviato non uno, bensì due triangoli così mal gestiti che lì sì che sono riusciti a farmi piangere. Tutto quel potenziale sprecato…
Ma andiamo con ordine: all’inizio avevamo il caro Sebastian in arte Bash che non si sa quando esattamente si innamora di Mary e lei lo ricambia. Gli autori erano tutti un per ora pensiamo solo a Mary e Francis, Mary e Bash saranno uno slow burn. Gente, non so voi che idea abbiate di slow, ma per loro dura esattamente cinque episodi. Cinque episodi per fare esplodere la passione inesistente tra i due.
A me sta bene che volessero dare più di un interesse amoroso alla protagonista, ma gli autori di Reign hanno sempre avuto il grosso difetto di bruciare tutto e subito. Bash è l’esempio più lampante: avevate la possibilità di giocarvi stagioni (va bene, magari non un’infinità anche perché il troppo è come il mancante, ma almeno una o due?) su questo amore impossibile e voi buttate tutto alle ortiche così?
Ecco cosa avrei cambiato: innanzitutto, avrei esplorato ogni aspetto della relazione tra Mary e Francis. Il loro primo bacio arriva subito, dopo tre episodi, ma nel loro caso va bene perché tutto gira intorno a loro e poi sì, si sono baciati, ma solo perché lei stava per mettersi col tizio portoghese… mi pare. Immaginate quanto sarebbe stato bello se durante la prima stagione ci avessero dato la possibilità di affezionarci a loro, di vederli litigare, tormentarsi perché non sanno cosa provano l’uno per l’altra, ci stava benissimo anche la profezia di Nostradamus (Mary sarà la causa della morte di Francis!) che dava loro una sorta di piega alla amanti che vanno contro al destino pur di stare insieme. Ci sarebbero state pure le conseguenze di questo, ovvero la morte di Francis, ma sarebbe stato tutto incredibilmente intenso… sicuramente doloroso, ma quel tipo di dolore che ti fa dire meglio aver amato per poco che essere morti senza amare affatto. Il matrimonio l’avrei spostato a fine stagione. Avrei pure fatto rivelare la profezia ai due, se proprio avevano bisogno di allungare il brodo: sapendo a cosa andavano incontro, i due sarebbero sicuramente stati indecisi sul loro destino, ma poi mi immagino Francis dire a Mary che pur di stare con lei è disposto a sfidare il suo destino e poi BOOM proposta in ginocchio scene del matrimonio che ti fanno scappare qualche lacrimuccia e fine prima stagione.
Bash nel frattempo lo avrei lasciato in stand by. Potevamo fargli fare di tutto: farlo innamorare di un’altra – Kenna andava benissimo, ero arrivata a shipparli ma poi loro hanno rovinato anche questa coppia -; farlo diventare un soldato e partire lontano, dove avrebbe incontrato una contadina che lo avrebbe curato e amato per un po’; se proprio dovevano lasciarlo a corte, lo avrei fatto diventare confidente/consigliere di Mary…insomma qualsiasi cosa, basta che qualunque fosse il suo destino, lui avrebbe continuato a tenere Mary nel suo cuore, in un modo o in un altro. Avrei reso il loro legame forte e profondo, ma con calma. Il centro della storia sarebbero rimasti i Frary, ma avrei reso Bash il personaggio che Mary avrebbe cercato durante i momenti di sconforto, quello che sarebbe riuscito a rimetterla sui giusti binari se qualcosa l’avesse sconvolta al punto di farle perdere se stessa, l’avrei reso il suo pilastro insieme a Francis. Ma, poiché c’era ancora Francis, non gli avrei dato l’input per andare oltre. Non sarebbe stato difficile: vuoi che lui avrebbe creduto di non avere speranze con lei perché lei è una regina e lui è nessuno; vuoi che lei non lo avrebbe mai visto in quel senso perché innamorata di Francis; vuoi perché le serviva l’esercito francese per tenersi la sua amata Scozia. Vuoi che, al primo dubbio di Mary, sarebbe arrivata Kenna e vedendo lei e Bash felici avrebbe deciso di vivere fino in fondo la sua storia con Francis, fin a quando il tempo a loro concesso glielo avesse permesso. Sarebbe stato perfetto, perché da spettatrice so che per ora Mary e Francis sono destinati a stare insieme, ma so anche che non durerà per sempre e lei magari un giorno darà una speranza a Bash.
Ci sarebbe stata poi la seconda stagione, dove io avrei mostrato il matrimonio dei due, i tentativi di avere un figlio – salvo infatti il bambino che Mary perde, approfittandone per mostrare come i due trovino la forza di superare questo dolore l’uno nell’altra -, la peste, anche lo stupro di Mary, ma senza tutta la storia del tu mi hai nascosto delle cose se non lo avessi fatto non mi sarebbe successo niente è tutta colpa tua non mi fiderò mai più di un uomo sei cattivo per poi gettarla tra le braccia di Condé due episodi dopo. No, io gli avrei fatto superare tutto insieme, li avrei resi la coppia più forte della televisione, per rendere un minimo di giustizia ai reali Francis e Mary. Nella realtà Mary Stuart non ha mai dimenticato Francis. Come la regina Victoria che non ha mai dimenticato il suo Albert e che per anni dopo la sua morte ha continuato a far preparare i suoi vestiti. Avrei cercato di creare questo, e poi alla fine della seconda stagione massimo inizio della terza avrei ucciso Francis. A quel punto, prima avrei fatto passare un periodo di dolore e commemorazione a Mary, e poi avrei fatto vedere il suo lento recupero. Come imparava a vivere andando avanti senza il suo uomo, il suo compagno, la sua luce. E una volta pronta, una volta che la Mary spezzata fosse ritornata intera e completa, mi sarei giocata la carta Bash, che comunque lei non avrebbe mai e poi mai amato tanto quanto amava Francis, eh. Non sarebbe stato un sostituto, bensì una persona importante per lei che l’avrebbe aiutata a lenire il suo dolore. Ma niente di epico, perché non è a questo che serviva il personaggio di Bash.

no, infatti, tu sei quella che gli mette le corna.

Ripeto, in questo Reign ha sbagliato. Tutto quello che io avrei diluito in due stagioni l’hanno fatto succedere in 13 episodi: Mary prima ama Francis, due episodi dopo ama Bash e fa in modo di renderlo l’erede al trono di Francia (per salvare Francis, sì, ma nessuno la obbliga a dirgli che lo ama e fare come se Francis quasi non esistesse), poi Francis si fa Lola e Mary è gelosa, poi tutto torna normale e ama di nuovo Francis e lo sposa e da lì in poi le cose si riprendono. La seconda metà della prima stagione non è stata poi da buttare.
Ma poi… siamo arrivati alla seconda stagione, e insieme a lei è arrivato Condé e gli autori non si sono accorti di avere oro tra le mani. Hanno avuto la fortuna di tirare fuori dal cappello un personaggio che con la protagonista aveva una buona chimica, e di nuovo hanno bruciato tutto. Con Bash ridotto a una mera comparsa, la domanda principale era chi sarebbe stato il sostituto di Francis? La risposta era davanti ai loro occhi: agli spettatori non dispiacevano, c’era tutto un sei una regina antipatica/Condé è una minaccia per il tuo trono, non si capiva se effettivamente c’era qualcosa o meno, però pian piano hanno iniziato ad andare d’accordo ed è nata una sorta di complicità. Speravo – ingenuamente – che avessero capito l’errore della scorsa stagione e stavolta avrebbero fatto le cose senza fretta.
Io, al loro posto, avrei sfruttato – partendo dal punto in cui ci avevano lasciati loro – la storia di Lola, del bimbo e della gelosia di Mary. Magari Francis avrebbe supportato la sua sposa. Ci sarebbe stato lo stupro sempre gli avrei fatto superare sempre insieme. La gelosia di Francis nei confronti di Lola l’avrei eliminata perché i due non sono stati insieme per amore, ma solo perché per una volta sono riusciti a scambiare più di tre battute grazie alle quali hanno scoperto di andare più o meno d’accordo. (Guarda, fanno i pokemon in tv! Ma sai che non sono più solo 151? Sono molti di più! – Davvero? Anche io sapevo che sono solo 151! E Misty come sta? – Ma dai! Anche tu conosci Misty? Credevo di essere l’unico! I bambini di oggi non sanno nemmeno che esiste. Vieni, copuliamo!). In tutto questo avrei inserito pian piano Condé, l’avrei fatto diventare quello che Bash non era riuscito ad essere, avrei fatto abituare gli spettatori alla sua presenza e forse avrei reso palesi i suoi sentimenti per Mary, quello sì. Ma avrei preferito vedere una Mary completamente “devota” al marito, una Mary che non accetta di perderlo e che non riesce a immaginare la sua vita senza di lui, perché diciamocelo… la Mary dello show si consola facilmente. Per fare succedere qualcosa tra i due avrei assolutamente aspettato la morte di Francis: una volta passato il periodo del lutto, Mary per mantenere il suo regno avrebbe dovuto cercare un nuovo marito, prima o poi. E qui sarebbe entrato in scena Condé, che le avrebbe confidato i suoi sentimenti in un momento di debolezza o esasperazione. Forse anche con un bacio, che avrebbe fatto sentire in colpa Mary, che ancora pensa a Francis e una cosa è sostituirlo con un uomo che per te non ha alcun valore, un uomo che è uno sconosciuto che ti serve solo per una questione burocratica, un altro invece è farlo con una persona che stimi, che ti comprende, con la quale potrebbe veramente nascere qualcosa. E, proprio come vuole la storia, alla fine le avrei fatto scegliere un altro uomo, l’avrei messa al fianco di un altro re che lei non avrebbe mai amato, perché secondo me questa serie dovrebbe lasciarci con un sentimento agrodolce, con il bel ricordo dei Frary e la tristezza perché il loro sogno d’amore è stato spezzato così presto.

12212410_10204944043222657_399955117_n

Grazie sempre a ili91 muahahah

Per riassumere il pastracchio: Reign ha gestito malissimo i suoi triangoli e per Natale vorrei che i miei genitori mi regalassero la possibilità di riscriverli daccapo. Prima avevamo Mary, Francis e Bash: se avessi una bacchetta magica, eliminerei tutte le incertezze basate praticamente sul niente di Mary e approfondirei la coppia Mary/Francis, come vuole la storia. Avrei diluito il triangolo negli anni, cercando di fare affezionare gli spettatori ai personaggi, di farli tifare per loro e soffrire con loro. Per come sono andate le cose, i sentimenti della nostra Queen of Scots sembrano semplicemente confusi, un giorno ama uno e il giorno dopo ama un altro, sono riusciti a renderla una buffa allegoria, il suo amore è così blando e la frequenza con cui dice “ti amo” ha dato vita a innumerevoli barzellette. Una volta per sentire quelle fantomatiche paroline in uno show dovevamo aspettare anni e anni, e lei invece dispensa amore come se niente fosse. I veri Mary e Francis si staranno rigirando nelle tombe.
Ci hanno riprovato con Mary e Condé, ma hanno combinato anche peggio: prima Mary e Francis si allontanano inesorabilmente mentre lei si avvicina a Condé, se ne innamora, poi lo imbroglia perché scopre che è un traditore, finge di restare incinta… ma poi alla fine torna da Francis e scopre che lui sta morendo. Ma tu guarda il karma.
E io dovrei credere che il loro amore sia più forte di tutto e tutti? Dovrei credere che quando morirà Francis, Mary gli dedicherà poesie e mai nessuno riuscirà a sostituirlo nel suo cuore? Dovrei credere che due stagioni e mezzo di Reign non siano una barzelletta che non fa nemmeno ridere? Non posso.

Un po’ meno grave è la situazione di Leith e Greer, perché nel rovinare tutto sono riusciti a farci perdere interesse – e se non c’è interesse, non c’è dolore – verso un’altra coppia che aveva un grande potenziale che poi è finito nel cosidetto “Dimenticatoio”, artificio magico secondo solo al Pensatoio di Silente.
Mi piaceva tantissimo l’idea iniziale: tutto parte con una profezia di Nostradamus – quella dell’uomo con il marchio bianco in faccia che Greer credeva una cicatrice e invece era farina – dove lei, giovane donna nobile ma non ricca, ha sulle spalle il peso della sua famiglia: deve trovare un buon marito per lei, affinché anche le sue sorelle ne trovino uno all’altezza (matrimonio per amore cosa sei?), quindi sposa Lord Castleroy (per il quale comunque provava qualcosina) e va a finire in rovina mentre nel frattempo Leith fa carriera. Il loro errore principale è stato quello di farci affezionare a questi due, per poi separarli bruscamente facendoci credere che sarebbero stati sempre legati… per poi separarli definitivamente. Ci hanno lasciati, come si suol dire, con un pugno di mosche. Per farci il contentino, quando Greer cade in disgrazia si consola tra le braccia di Leith. Bravi, grazie, fa sempre piacere vedere la tua ship che si riunisce solo perché non riesce a trovare di meglio.
Anche qui, le potenzialità per una bella e travolgente storia c’erano tutte: mi ricordavano vagamente – molto vagamente – Heathcliff e Catherine di Cime Tempestose, con lui che va via amareggiato per essere stato rifiutato e quando riappare nello show ha migliorato un po’ la sua posizione sociale, mentre lei pian piano cade in rovina a causa del suo matrimonio sfortunato (Catherine non cade in rovina ma muore). Io avrei continuato su questa scia, ma invece di far perdere Leith e farlo tornare solo di tanto in tanto per farci vedere che è ancora parte del cast, lo avrei fatto diventare l’amante di Greer. Si sarebbero potute dipanare un milione di storie da questo, tenendolo più presente a corte. Avrei reso Greer una donna disposta a rinunciare al suo amore per salvare le sue sorelle e la sua famiglia, ma non disposta a rinunciare alla passione – perché per quanto Lord Castleroy fosse adorabile e innamorato, io la chimica che c’era all’inizio tra Greer e Leith tra loro non la vedevo. E via, con la paura di essere scoperti, il senso di colpa, poi avrei inserito anche Claude che avrebbe aggiunto l’elemento gelosia, e se al momento c’è una coppia che nello show funziona, oltre Lola e Narcisse, sono proprio Claude e Leith – ora che l’ho detto, rovineranno anche loro di sicuro. Magari, alla fine non li avrei fatti stare insieme. Magari alla fine Greer avrebbe scelto di restare con Castleroy e Leith avrebbe trovato la felicità con Claude. Ma in mezzo avrei messo tormento, passione, amore, desiderio non corrisposto o impossibile da corrispondere. Loro hanno scelto, anche qui, la via che ha reso tutto banale e insipido, al punto che preferiamo abbandonare la nave. #tristezza.

Non so voi, ma Reign è stata un’incredibile delusione. Avrebbero dovuto scrivere uno show liberamente ispirato alla vita di Mary Stuart e divertirsi a creare intrallazzi trash. Allora, in quel caso, avrei potuto accettare tutto, giuro. So anche che siamo sulla The CW e non potevo aspettarmi un capolavoro, ma avrei voluto vedere una trasposizione quanto meno fedele di una coppia che è storicamente ricordata per il grande – e breve – amore che li ha uniti. Potevano distruggere i nostri sentimenti, ma hanno fallito… o meglio, ci sono riusciti, ma non in senso positivo. Li hanno resi… banali.

Bene, con questo posso concludere il primo appuntamento con questa nuova rubrica. Questo era Reign con i suoi triangoli instabili, questo è quello che avrei cambiato io… ma ditemi, cosa avreste cambiato voi? Siete d’accordo con me o per voi Reign è perfetto così com’è? Fatemelo sapere con un commento. Vi saluto, a presto!

Annunci

2 thoughts on “iChange | #1 – Reign

  1. Concordo assolutamente con te! Un bell’inizio ma soprattutto un bel potenziale sprecato. Non che questo show non abbia avuto i suoi bei episodi,anzi,però andando avanti si sono proprio persi…Per non parlare delle ship! Con i Frary hanno fatto delle cavolate enormi,nonostante ciò non ho smesso di amarli,ma una delle coppie per cui mi dispiace di più è la Greith. Volevano far finire la loro storia? Magari ci rimani male ma okayy(anche perchè a me pure Leith e Claude piacciono un sacco)ma non così,non in un modo così insipido e brusco.
    Ciao!

    Mi piace

    • Ecco T_T alcuni episodio sono davvero validi, i Frary (ma per Francis) li adoravo, ma certe cose non posso accettarle! Quando è morto Francis, e lei gli diceva “oooh amore mio non amerò mai nessuno come ho amato te” mi veniva da ridere! più che amarlo gli ha messo le corna ogni due episodi!
      Leith e Greer sono un altro grande rimpianto. Quando hanno fatto capire che era lui il ragazzo con il segno bianco sul viso, nei primi episodi, prevedevo una ship di quelle con i fiocchi! E invece, neanche a dirlo, si sono persi per strada. In Reign non riescono a decidere che strada prendere, e soprattutto quando lo fanno non riescono a proseguire fino in fondo, ecco!
      Fa piacere vedere che non sono l’unica depressa per le loro follie! XD

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...