Movienight/Rubriche

MOVIENIGHT | #6

Buonasera a tutti pelatini. Questo mese mi sono proposta per affrontare la rubrica Movienight, e vi volevo parlare di un argomento in particolare: le eccezioni. La nostra vita è continuamente influenzata da eccezioni, ne siamo totalmente dipendenti. Mi spiego meglio. Se l’eccezionale genio di Newton non gli avesse fatto pensare alla gravità una volta vista la mela cadere, noi oggi non ne conosceremo il significato. Ma passiamo ai titoli dei vari film, pellicole di registri differenti che trattano temi e eccezioni diverse tra loro. Ma cominciamo.

POSH

 Regia: Lone Scherfig

Genere: drammatico, thriller

Anno: 2014

Cast: Max Irons, Sam Claflin, Douglas Booth, Holliday Granger, Freddie Fox, Olly Alexander.

La frase: ‘Esiste un club, i cui membri sono destinati a fare grandi cose.’

Trama: Posh è un aggettivo inglese che significa ‘elegante’, in questo film però prende una piega molto dispregiativa a indicare una conseguenza della troppa eleganza. Racconta la storia di dieci ragazzi, di famiglia benestante, che frequentano l’università di Oxford, e che vengono ammessi nel più prestigioso club privato e più antico della facoltà, il Riot Club. Questi però, successivamente, a causa della loro cattiveria e dell’alcol, si troveranno a decidere se mantenere il loro posto nel club e preservare intatta la loro futura carriera o rinunciare al posto e denunciare il club. 

Il perchè pelato: beh, parliamo di eccezioni e questi lo so. Ragazzi cresciuti con la pressione che un giorno diventeranno qualcuno. Questo li porta a diventare cinici e estremamente viziati. Un film molto bello che, anche se mascherati, racconta i problemi dei ragazzi di adesso, in una visione portata però all’estremo. Il problema giovanile che si vuole affrontare è quello della visione delle sette e di come influenzano i loro componenti. Questo ne è un chiaro esempio: i membri sono talmente coinvolti che non si rendono nemmeno conto della gravità delle loro azioni.

SNOWPIERCER

Regia: Bong Joon Ho

Genere: Thriller, azione, fantascienza.

Anno: 2013

Cast: Chris Evans, Jamie Bell, John Hurt, Tilda Swinton, Kang-ho Song, Octavia Spencer, Ed Harris.

La frase: ‘Wilford è divino! Wilford è misericordioso’

Trama: 2031, glaciazione e tutta l’umanità stipata in un treno che viaggiava a una super velocità. Una locomotiva divisa in sezioni a seconda del rango sociale, guidata alla testa dal salvatore del genere umano. Dopo anni stipati come delle formiche negli ultimi vagoni, i commercianti o comunque quelle persone che erano state considerate povere, iniziano una ribellione che coinvolgerà l’intero treno.

Il perché perlato: se siete facilmente impressionabili vi consiglio di non guardarlo. Un storia vista da un’occhio orientale, nello specifico coreano, che inserisce nella pellicola anche riferimenti tradizionali della propria cultura che rendono un po’ più complicato il messaggio finale del film (non vi basterà vederlo una volta per capirlo). Un’immagine fredda e spietata di persone che combattono per avere la vita di prima o comunque libertà. La scalata verso la testa del treno equivale al raggiungimento della libertà da parte delle ultime classi sociali. Cosa c’entrano le eccezioni? vi chiederete voi. Colui che guiderà questa ribellione, sarà un’eccezione scelta accuratamente e selezionata tra le varie milioni di persone sulla locomotiva. un’eccezione che darà molti problemi all’intero treno, perennemente incastrato tra amore, verso i suoi compagni, e dovere, verso tutte le ultime sezioni.

LIFE

LIFERegia: Anton Corbijn

Genere: drammatico, biografico

Anno: 2015

Cast: Dane Dehaan, Robert Pattinson, Alessandra Mastronardi, Joel Edgerton, Ben Kingsley.

La frase: ‘Sogna come se dovessi vivere per sempre. Vivi come se dovessi morire oggi.’

Trama: una storia che corre su due binari paralleli e intreccia le vite di due artisti: Dennis Stock, che diventerà fotografo di grande successo, e James Dean, che, beh, tutti lo conosciamo. LA storia della sua vita in modo più dolce e quasi sentita viene trasmessa attraverso le foto che verranno scattate dal fotografo che seguirà Dean in tutti i suoi spostamenti.

Il perchè pelato: eccezione più grande di questa non esiste. Un ragazzo di 24 anni che in soli 2 film ha raggiunto una fama mondiale e ricordata tutt’ora. Il protagonista è inconscio del breve tempo che ha a disposizione ma non si interessa minimamente della sua carriera, al contrario del suo amico Stock che ne è completamente ossessionato, sia perchè deve mantenere la famiglia, sia perchè ancora non ha trovato il soggetto che lo faccia brillare come fotografo. Un film drammatico ma allo stesso tempo veritiero che riesce a far comprendere il significato della fama e della frustrazione subita da chi ne è succube.

AH! dimenticavo! Le eccezioni qui non sono presenti solo come argomenti trattati ma anche come attori. Sam Claflin, Jamie Bell, Dane DeHaan e Robert Pattinson sono tutti giovani promesse del grande schermo che svolgono i loro ruoli al meglio. Sono da tenere d’occhio in ogni loro parte, anche piccola… diventeranno delle grnadi leggende anche loro.. oppure delle eccezioni.

Ringraziamo: Citazioni film e libri

Annunci

One thought on “MOVIENIGHT | #6

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...