Blood & Oil/Telefilm

Recensione Blood&Oil | 1×05 “Rocks and Hard Places”

Eccoci tornati ad un nuovo appuntamento con una delle serie più strane che io abbia mai visto. È vero che non decido mai dal pilot se una serie sia bella o meno ma direi che alla quinta puntata dovrei capire se mi piace e invece no, con Blood&Oil ancora non l’ho capito. Sarà che è un continuo alternarsi di cliché che a volte sono incastrati così bene da risultare molto efficaci ed altre volte creano un completo disastro, sarà che gli attori sono bravi ed è la storia a non valorizzarli e sarà che avevo lasciato Chace Crawford come un damerino con lo spessore recitativo di un foglio di carta visto di profilo ed ora me lo ritrovo come attore piuttosto bravo, sarà che non lo so cosà sarà ma sono ancora qui tra color che son sospesi. A quanto pare però in questo limbo mi ci ritrovo da sola perché guardando i numeri degli ascolti direi che è già stato deciso da molti che questa serie non valga la pena di essere seguita, al punto che è stato ridotto il numero degli episodi ordinati (da 13 a 10). Tanto io lo so che arriverà la fine del nono episodio, io deciderò che effettivamente questo show mi piace e la abc lo cancellerà. Non ci scommetto dei soldi solo perché non voglio finire a spacciare cocaina in un furgoncino adibito alla vendita di pollo.

Questo è stato un episodio molto Wick-centrico sia perché lui ne è stato il protagonista, sia perché tutti gli avvenimenti erano direttamente collegati a lui. Io amo questo personaggio, non so se mi piaccia del tutto lo show ma di lui sono più che sicura e penso che sarebbe ciò che rimpiangerei di più dopo un’eventuale cancellazione. Amo il suo percorso e adoro la piega che il suo personaggio sta prendendo. È costantemente diviso tra la volontà di dimostrarsi alle altezze delle aspettative del padre e dall’altra deve fare i conti con le conseguenze delle sue azioni passate. Il suo è un percorso di redenzione ma il problema è che non c’è quasi nessuno a credere in lui, nessuno sceglie lui. Il padre è convinto della sua incapacità negli affari e aspetta solo che faccia un errore per poterglielo rinfacciare, la donna che ama e che lui considera il suo maggior privilegio non lo ha scelto ma si è accontentata di lui solo perché sa che Hap non lascerà sua moglie e non ha amici che possano sostenerlo.

Wick mi ricorda moltissimo il Damon Salvatore degli inizi di The Vampire Diaries: costantemente arrabbiato col mondo e determinato a mostrare il peggio di sé perché tanto nessuno si aspetta nulla di diverso da lui e perché, citando proprio Damon, se permetti alle persone di vedere del buono in te allora esse si aspetteranno il buono e lui non vuole dover convivere con le aspettative di nessuno. Lo stesso vale per Wick, sa che il padre non sarà mai contento di lui e non potendo soddisfarle ha provato a combatterlo a modo suo finendo ulteriormente nei guai e trovandosi poi a dover tornare all’ovile. Avrei voluto  che questa sua evoluzione venisse mostrata meglio, che fosse più articolata ma mi rendo anche conto che questo forse non è lo show giusto. Peccato perché comunque il potenziale c’è e si vede; insomma è il classico “è bravo ma non si applica”. Fortunatamente però almeno una persona che crede in lui c’è: Lacey, sua sorella. Lei lo difende con il padre, cerca di valorizzarne le capacità e gli copre le spalle quando combina qualche disastro. Mi piace vedere questo loro rapporto così pulito in una famiglia in cui l’unico valore sembra essere il denaro ed in cui ogni rapporto è sporco come il petrolio da cui esso proviene. Wick ha bisogno di una figura così al suo fianco, ha bisogno che qualcuno lo scelga, che qualcuno punti su di lui perché si fida e spero tanto che Lacey continui ad essere questa persona e che non si faccia manipolare da Hap.

Detto questo comunque non mi dimentico di ciò che Briggs Jr. ha fatto e di conseguenza non lo assolvo totalmente perché per quante ragioni possa avere, in ogni caso non si può giustificare un furto che sarebbe potuto diventare un omicidio.

Di solito considero Billy come l’antitesi di Wick ma in questa puntata penso che essi rappresentino le due facce di una stessa medaglia, infatti, se Wick è il ragazzo sempre alla ricerca di qualcuno che creda in lui, Billy è il ragazzo in cerca di successo che ha sempre al suo fianco una compagna disposta ad assecondarlo e a sostenerlo a prescindere.

Purtroppo però la fiducia di Cody spesso è mal riposta perché suo marito si dimostra un disastro. Non riesce a concludere un affare, non riesce a garantire un futuro alla sua famiglia e non riesce nemmeno a mantenere un segreto o a sfruttarlo nel modo giusto. Meno male che è stato proprio lui a dire che non importa il segreto ma ciò che ne fai

Mi ha deluso tantissimo nella scena con Hap; e sua moglie; aveva l’opportunità di metterlo in difficoltà, di essere in vantaggio e non ha saputa sfruttarla. Capisco che non volesse abbassarsi al suo livello ma Mr Briggs non merita tanta galanteria e soprattutto se vuole batterlo deve giocare al suo stesso gioco, non può pensare di porsi su di un piedistallo e vincere solo perché i buoni alla fine trionfano sempre.

L’incontro con i Briggs è stato davvero devastante per i LeFever; ha portato a galla il lato più ambizioso di Billy che gradualmente sta logorando il rapporto con Cody e non so se un mazzo di fiori potrà sempre bastare per risolvere le cose. Ormai Billy è deciso a combattere contro Hap e temo che il deterrente della famiglia non potrà bastare ancora a lungo per trattenerlo dal compiere azioni sconsiderate. È diventata una questione personale, di orgoglio e questa probabilmente è una spinta ancora maggiore del voler garantire un futuro florido e tranquillo a sua moglie e a suo figlio.

Per quanto riguarda il finale immaginavo che sarebbe successo qualcosa di brutto a Cody molto presto e mi auguro che non perda il bambino perché questa idea di futuro mi sembra l’unico cosa che li tiene ancora davvero uniti. Penso anche che sarebbe interessante vederli affrontare una simile perdita ma mi dispiacerebbe molto per Cody perché lei non lo merita. Lei è davvero una brava persona, è quella che moralmente è migliore di tutti. Cerca di essere una buona amica per Jules e non la giudica nonostante sarebbe molto semplice farlo, resta accanto a suo marito e lo appoggia nelle sue scelte dimostrandogli molta fiducia ed in più si occupa di portare a casa lo stipendio mentre Billy cerca di infilarsi nei giochi di potere di un mondo che non è il suo.

Posto che bisogna ridimensionare le aspettative nei confronti di questa serie e che quando dico che è stato un bell’episodio è tutto da calibrare sul fatto che il livello dello show è comunque medio basso, direi che questo è stato un buon episodio, sicuramente migliore del precedente. Vediamo come andranno avanti le cose.

VOTO 8/10

Vi lascio il promo del prossimo episodio

Ringraziamo: DemiMovie | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV | Blood & Oil Italia | Serie tv, la nostra droga | Serie Tv, la nostra passione | And. Yes, I love telefilms and films ∞ | Diario di una tv series addicted  | Series Generation | Le serie TV mi riempiono la vita | I Love Film and Telefilm | Serie Tv News  | Crazy Stupid Series

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...