Quantico/Telefilm

Recensione | Quantico 1×02 “America”

Ciao a tutti e bentornati alla recensione settimanale di Quantico, la nuova serie tv di ABC  in onda tutte le domeniche!

Ok, abbandonati i convenevoli, passiamo a commentare quella che è stata una puntatona. A me, sinceramente parlando, questo show sta piacendo da pazzi. Mentre lo guardi ti lascia con il fiato sospeso e i quaranta minuti dell’episodio volano in fretta. Insomma, Quantico si sta dimostrando essere proprio uno show con i controcazzi (almeno per ora).

Questa settimana abbiamo acquisito nuovi pezzi del puzzle, venendo a scoprire (anche se sarebbe meglio dire “a non scoprire”) nuovi dettagli sulla vita dei nostri eroi. Per adesso, la bellezza di Quantico sta in questo: ci vengono date delle informazioni frammentarie, niente viene spiegato per filo e per segno e questo, oltre a mantenere il mistero, è anche molto realistico. I personaggi, parlando tra loro, non spiegano le cose allo spettatore, perché appunto tra di loro sanno di cosa stanno parlando, ma noi no. È certamente una cosa molto frustrante, ma anche meravigliosa e uno dei punti di forza di questo show, poiché il mistero non ti sembra forzato, ma lecito.

Questa settimana abbiamo scoperto che Simon (il mio adorato, prezioso Simon) non ha problemi alla vista. A farci capire questa cosa è stato il nuovo arrivato Elias Harper (il mio amato Eddie di The Flash a.k.a Rick Cosnett), un analista forense che ha subito puntato Simon in quanto unico (oltre a lui) agente gay dichiarato dell’FBI. Infatti, è stato Elias ad accorgersi che gli adorabili occhiali di Simon sono finti e questa scoperta, unita ad un inquadratura alquanto losca del mio pupillo, ci fa chiedere ancora di più che cosa diavolo stia nascondendo. Io aggiungerei anche il fatto che sappiamo poco e nulla del suo soggiorno a Gaza (cosa su cui Elias indaga) e che l’unica persona per la quale abbia mostrato qualche interesse è Nimah, la quale (o le quali) è, appunto, una donna (cosa su cui Elias non ha indagato, ma secondo me avrebbe dovuto).

Passiamo subito a Nimah e alla sua gemella Raina. In questa puntata non solo abbiamo scoperto che loro sono uno specifico esperimento dell’FBI, ma anche che Raina ha una cottarella per Simon (non vergognarti, tesoro, chi non l’avrebbe?) e che Nimah è quella più dura e fredda.

Colgo l’occasione di ringraziare Miranda Shaw, per aver dimostrato (tra il salvataggio di Alex nel presente e la genialata Nimah/Raina) di essere una gran donna. In questo episodio, anche lei ci nasconde qualcosa (e dico “ci” perché Liam ne è a conoscenza), ha ribadito che qualcuno vuole toglierla di mezzo solo perché non accetta che una donna occupi quella carica e, se non mi sbaglio, abbiamo scoperto che nel presente questo qualcuno è riuscito nel suo intento.

Oltre a Elias c’è stata l’introduzione di un nuovo personaggio, tale Natalie Vazquez (interpretata da Anabelle Acosta) la quale, nelle poche scene che ha avuto, non ha fatto nulla di rilevante, a parte cercare di battere Alex (#poracciaH), flirtare con Ryan (#telopuoitenere) e starmi sul culo (#sprangatepotentisuidenti).

Su Ryan posso dire soltanto che non capisco a che gioco sta giocando (come tutti gli altri del resto, ma vbb), perché non so se mi piace o no ed ha la faccia da scemo (secondo me è ancora sposato, tra l’altro.).

Il momento clou della puntata per me è stato quando nel presente Miranda ha detto che Liam è innamorato di Alex. Lo so, avrei dovuto dire “quando abbiamo scoperto che c’era un passaggio segreto nell’appartamento di Alex” o “il ritorno di Caleb”, ma io sono una romanticona, che volete farci? E poi quel momento è stato degno di “Uomini e Donne”. Miranda era della serie: “Non  mi ascolti e non mi dai ragione, allora io ti smerdo.” A questo punto Liam ha accennato ad un figlio della nostra Shaw (che io credo essere Caleb, perché guardavo “Il segreto” con mia nonna), ma non ha avuto lo stesso impatto della rivelazione di Miranda perché, oh, Miranda comanda (#likeaboss #vivalerime).

Parlando di Caleb, ma quanto è figo? E quanto è divertente? Davvero, il suo personaggio fa scintille, ma come tutti gli altri anche lui ha un segreto, che, da quanto c’hanno fatto capire, o è un profilo fake su Facebook o un’identità fake all’FBI. A me vanno bene entrambe. Inoltre tra lui e Shelby c’è un bel feeling (#otp).

Ecco, arriviamo a Shelby. Il suo personaggio, in questo episodio, è stato molto enigmatico. Sappiamo due cose certe su di lei: è bionda e prova attrazione per Caleb. Per il resto, tabula rasa. Ed il fatto che parli arabo non mi convince affatto. Per quanto l’ami (e mi piace davvero molto) non mi fido di lei. A dirla tutta, non mi fido di nessuno, a parte Alex.

Ed ora, ultima, ma prima per l’importanza, Alex. Cosa dire di lei? È straordinaria. Il modo in cui ha gestito la situazione sia nel presente che nel passato è ammirevole, davvero degno  di un agente speciale. Non ci sorprende che Liam sia innamorato di lei (a me ha sorpreso, considerato il mio sospetto che lo vedeva quale padre di Alex, lol). E Priyanka è figa, ciao.

Per finire, ribadisco che questo episodio mi è piaciuto e vi lascio con i miei sospetti: Shelby e Simon (i miei amori, sigh).

E voi? Vi è piaciuta la puntata? Chi sospettate essere la mente dietro il più grande attentato dopo l’11 dicembre?


Ringraziamo: Telefilm. ϟ | DemiMovie | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV | Serie tv, la nostra droga | Serie Tv, la nostra passione | Quantico Italia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...