Blood & Oil/Telefilm

Recensione | Blood&Oil 1×02 “The Ripple Effect”

Ci sono moltissime persone che decidono se guardare o meno una serie in base al pilot. Io non sono così. Certo se il primo episodio mi annoia tremendamente è molto probabile che io decida di non proseguire con lo show, ma in generale decido alla seconda puntata se quella serie potrebbe fare per me o meno. Nella mia vita da telefila solo tre serie tv hanno fatto eccezione: Veronica Mars, The O.C e Grey’s Anatomy. Queste le ho amate da subito, probabilmente dai primi 10 minuti, ma con tutte le altre ho avuto bisogno di qualche episodio in più. Dopo aver visto il pilot di Blood&Oil ho pensato che fosse molto carino e che avesse un buon potenziale, ma avevo sospeso il giudizio e ora, dopo aver visto il secondo episodio, posso dire che questa serie fa decisamente per me. Intrighi, dispute familiari, giochi di potere, segreti dal passato, loschi affari accompagnati da un contorno di colpi di scena e conditi con una spruzzata di romanticismo. Come può non piacere?

L’episodio riprende esattamente da dove si era interrotto quello scorso e vediamo Billy e Hap uscire praticamente illesi dalla pozza di greggio infiammata. La puntata si articola su due filoni: da una parte c’è Wick alle prese con le conseguenze della sua decisione di rubare petrolio da uno degli impianti di suo padre e dall’altra seguiamo le vicende di Billy e Cody nella loro nuova vita da ricchi. Mi piace il personaggio di Wick, è l’anti-eroe per eccellenza. Veste i panni del figliol prodigo tornando a casa quando in realtà non ha esitato a puntare una pistola contro suo padre pur di salvarsi. Non credo sia pentito di averlo fatto, o almeno non abbastanza. Mi sembra più che altro preoccupato di essere scoperto, non gli importa molto di deludere suo padre o di ferirlo. Ora si trova anche a dover fare i conti con un omicidio nonostante a commetterlo sia stato il suo complice e non lui. Mi auguro che gli autori non abbiano previsto per lui un percorso di redenzione troppo breve: sarebbe molto deludente.

Hap non crede assolutamente che il figlio possa essere responsabile degli avvenimenti all’impianto. Lui non vede ciò che è evidente a sua moglie, non è a conoscenza del risentimento che Wick prova nei suoi confronti e pensa che sia solo arrabbiato perché gli ha tolto tutto, ma in realtà non sa che suo figlio è schiacciato dal peso di non riuscire ad essere come suo padre. Dietro a quella facciata da ragazzo spocchioso e viziato, si nasconde un figlio alla ricerca dell’approvazione del padre e che; non riuscendo ad ottenerla, fa di tutto per farsi notare da lui, soprattutto in modo negativo. Preferisce un padre arrabbiato ad un padre deluso che mostra indifferenza nei suoi confronti, in fondo la rabbia è pur sempre un sentimento. In questo mi ricorda molto  Chuck Bass di Gossip Girl alla perenne ricerca delle attenzioni e della stima del padre. Chuck però incontrerà Blair che imparerà a stargli a fianco dandogli tutto il sostegno di cui ha bisogno; non penso che Jules possa essere la Blair di Wick e il finale ce lo conferma. Ho pensato che lei e Hap avessero dei trascorsi dato il clima di tensione fra i due quando Wick l’ha presentata come la sua ragazza ma comunque non mi aspettavo il twist, molto stile Beautiful, che è avvenuto nel finale.

Billy invece è l’antitesi di Wick, è il bravo ragazzo, onesto e disposto a tutto per la sua famiglia. In questo episodio, infatti, lo vediamo rinunciare ad intraprendere un nuovo affare con Hap per garantire una casa più tranquilla alla moglie incinta. Lui vuole sfruttare a pieno questa occasione che la vita gli ha dato perché In fondo non dimentichiamoci che i LeFever hanno lasciato il loro paese d’origine proprio per cercare fortuna e ora, con un figlio in arrivo, la voglia di assicurarsi un futuro economicamente agiato è ancora maggiore.  A tutto ciò va ovviamente aggiunta la componente di ambizione personale di Billy, nell’accezione positiva della cosa, che vorrebbe essere come Hap e ne ammira la capacità di aver creato il proprio impero dal nulla. Ammetto che mi sarebbe piaciuto vedere durare più a lungo la tensione tra lui e Cody ma siamo solo al secondo episodio e sicuramente i problemi per e fra loro non mancheranno.  Cody e Billy per ora sono una coppia perfetta, unita, nella quale entrambe le persone sono disposte a scendere a compromessi per esaudire i desideri dell’altro; ma sarà sempre così? Oppure l’individualismo, tipico della natura umana, tenderà a prevalere?

Sono anche molto curiosa di scoprire quali siano i trascorsi tra Hap Briggs e l’ex proprietario del terreno che ora appartiene a Billy. Spero che ci venga rivelato nel corso delle puntate. Hap per ora sembra un uomo onesto, che cerca di insegnare dei sani principi al proprio figlio e che ha costruito la sua fortuna da solo partendo dal niente, ma sono sicura che anche lui abbia degli scheletri nell’armadio. Episodio molto bello, anche più del primo che ha catturato la mia attenzione dal primo all’ultimo minuto. Mi sono davvero ricreduta su Chace Crowford, che sta facendo un ottimo lavoro in questo show e trovo che il personaggio di Billy sia perfetto per lui. Voi cosa ne pensate?

VOTO 9/10

Vi lascio il link del promo del prossimo episodio

Ringraziamo: DemiMovie | Serial Lovers – Telefilm Page | Serie Tv Mania | Film & Serie TV | Blood & Oil Italia | Serie tv, la nostra droga | Serie Tv, la nostra passione

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...