Tutte le strade portano a...

Tutte le strade portano a… | Joshua Jackson

Benvenuti a “Tutte le strade portano a…”.

Il mondo della televisione, si sa, come quello del cinema tende ad impiegare più di una volta lo stesso volto. Noi di ParolePelate siamo qui per smascherare questi volti e i loro personaggi.
Ancora una volta, se vi capita spesso di dire: “Ma questo sta anche qui?”, siete nel posto giusto al momento giusto.

E dopo due donne come Natalie Dormer e Georgina Haig questa volta ci dedichiamo ad un’epica figura maschile della televisione americana.

Tutte le strade portano a…Joshua Jackson. Classe ’78.
Forse avrà avuto ruoli minori ma memorabili nei teen movie anni ’90, ma Joshua Jackson è STORIA per la televisione.
Cosa ce lo fa pensare? 3 ruoli diversissimi che hanno segnato l’evoluzione di un piccolo grande attore. E poi, insomma, pochi attori hanno avuto la fortuna di ritrovarsi tra i protagonisti di 3 serie di successo – di critica e pubblico!

1. Pacey Witter. 

L'ADOLESCENTE RIBELLE

  • Serie TV: Dawson’s Creek.
  • Episodi in cui è presente: 128 episodi. [1998-2003]
  • La sua trama in 180 caratteri: Quattro amici in una cittadina costiera affrontano i problemi dell’adolescenza. Uno di loro è uno dei personaggi più irritanti della televisione. Dawson Leery.
  • Il personaggio:  Joshua Jackson è Pacey Witter, adolescente impulsivo nonché migliore amico del protagonista. E’ stato uno dei primi casi – non rari – in cui il migliore amico viene preferito dai fan al posto del protagonista maschile. [Questa ne è una prova]
    I cliché da teen movie ci sono tutti: Pacey ce l’ha con tutti ma non sa perché, è  anticonformista, ne passa di cotte e di crude – ha una relazione con la sua professoressa, dopo con una ragazza che finisce in un istituto psichiatrico e infine si innamora della migliore amica del suo migliore amico. Gli ingredienti per un bel drammone ci sono tutti no?
    Pacey, però, ha il merito di essere maturato nell’arco delle sei stagioni passando in modo naturale da adolescente ribelle a giovane uomo. La faccia pulita e maliziosa di Joshua Jackson ha reso il suo personaggio uno dei più amati degli anni ’90-2000: non ha caso, anche a distanza di anni, Pacey finisce ancora nelle classifiche dei “personaggi più amati” o quelli che ci hanno fatto battere il cuore.

Curiosità:

  • Joshua ha fatto il provino per entrambi I ruoli maschili di Dawson’s Creek – fortunatamente gli fu assegnato Pacey.

BEST QUOTE:

“Because I’m the best sex you’ll never have.”

 2. Peter Bishop

L'eroe tormentato

  • Serie TV: Fringe.
  • Episodi in cui è presente: 100 episodi. [2008-2013]
  • La sua trama in 180 caratteri: Un agente dell’FBI, uno scienziato pazzo e suo figlio dall’ambigua provenienza. Insieme indagano su casi paranormali, la cosiddetta scienza di “confine”.
  • Il personaggio: Peter Bishop è stato un passo importante nella carriera televisiva di Joshua Jackson, in quanto gli ha permesso di scrollarsi di dosso l’immagine dell’adolescente Pacey Witter, creando una nuova icona, decisamente più carismatica e matura. Peter è un po’ la causa della trama di Fringe, oltre che – a detta di quel mostro di creatore J.J. Abrams – il personaggio chiave della serie.
    Perché Fringe non è solo una classica serie TV fantascientifica, bensì una serie le cui conseguenze fantastiche derivano dall’amore fortissimo di un padre – Walter Bishop – per il suo bambino, Peter.
    Joshua Jackson interpreta un giovane ragazzo dall’intelligenza sopra la norma, diffidente, cinico e arrabbiato. Insomma, non è stato difficile innamorarci di lui. Anche il suo personaggio, come quello di Pacey, è maturato molto nell’arco delle 5 stagioni, fino ad affermarsi come padre e marito – oltre che eroe. Peter passa dal considerare suo padre alla stregua di un’estraneo, fino a rendersi improvvisamente conto di quanto lo abbia amato.
    In più di un episodio, Joshua ha dimostrato di poter essere ironico, drammatico e di poter riuscire ad instaurare un bel feeling con i suoi co-protagonisti.

Curiosità:

  • Durante la prima stagione Joshua andò all’ospedale per un infortunio sul set.
  • Inoltre, è stato l’ultimo attore ad entrare nel cast.

BEST QUOTE:

« How come when nobody knows and it doesn’t make sense, they come to us? »

 3. Cole Lockhart

Il marito ambiguo

  • Serie TV: The Affair.
  • Episodi in cui è presente: 20 episodi. [2014-in corso]
  • La sua trama in 180 caratteri: Drammone in cui due persone tradiscono i rispettivi coniugi perché hanno dei problemi.
  • Il personaggio: Cole Lockhart è il marito cornuto. Ovvero, il marito di Alison – la protagonista.
    Cole segna un altro punto nella carriera di Jackson. Un uomo che ha subito la terribile perdita di suo figlio (ironicamente sembra ritrovarsi nei panni opposti di Fringe, adesso è lui il padre che ha perso il suo bambino) e trova conforto nelle sue responsabilità in un ranch che appartiene alla sua famiglia da generazioni. L’affascinante struttura di The Affair, basata sui punti di vista differenti dei protagonisti (Ruth Wilson e Dominic West) ha permesso a Joshua di creare un personaggio ambiguo – totalmente diverso dai ribelli ma in fondo bravi ragazzi Pacey Witter e Peter Bishop.
    Cole è oscuro e inquietante nel pilot – agli occhi di Noah – più tenero agli occhi di Alison. Versioni diverse della stessa persona. Per Joshua si tratta di un ruolo ancora più dei precedenti complesso, basato sulle percezioni e la soggettività.

Curiosità:

  • Nella seconda stagione, anche il punto di vista di Cole accompagnerà quello dei due protagonisti.

BEST QUOTE:

There’s only one thing left in this world that I still care about. And that’s her. Does that mean anything to you? Does anything mean anything to you?

 —

Tre ruoli, tre reti televisive (The WB, Fox, Showtime) tre tappe per un carriera: teen series, sci-fi series, drama series. Insomma, Joshua Jackson non si è fatto mancare niente. Ha esordito come adolescente tormentato in un ruolo di certo non difficile dal punto di vista attoriale – ma che è a lasciare un impronta. Si è poi affermato come affascinante giovane uomo – con Fringe è riuscito a farsi apprezzare anche dalla critica oltre che dal pubblico – e adesso prosegue come ambiguo e straziato marito tradito, certi che la complessità del personaggi gli porterà tante soddisfazioni anche nel campo dei premi.

Ma voi? In quali vesti l’avete preferito?
Ad esempio, io lo porterò sempre nel cuore come Peter Bishop.
ORA TOCCA A VOI!

Alla prossima!

 

Annunci

One thought on “Tutte le strade portano a… | Joshua Jackson

  1. devo ancora vedere The Affair ma quando ho saputo che c’erano lui e Ruth Wilson mi è subito interessato! Joshua Jackson è un attore fantastico che sa dare la giusta sensibilità e simpatia a ogni personaggio. Non saprei decidere qual è il ruolo che preferisco tra Pacey e Peter, li ho amati entrambi in momenti diversi della mia vita!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...