Game of Thrones/Telefilm

Recensione | Game Of Thrones 5×08 “Hardhome”

Da un paio di settimane mi piace paragonare gli episodi di questa quinta stagione a quelli della quarta. Ho iniziato questo ottavo episodio convinta che magari sì, mi sarebbe piaciuto come quello della settimana scorsa, ma non avrebbe mai, mai, superato la 4×08 “The Mountain and The Viper”, dove in cinque minuti ci avevano tartassati di ansia, paura, angurie spiaccicate sul pavimento al posto della testa, dove c’erano in bilico i destini di non uno ma addirittura due grandi personaggi…
E invece mi tocca ricredermi e dire che D&D si stanno riprendendo alla grande, dopo un inizio di stagione un po’ moscio. Rimangio quello che ho detto due settimane fa, perché questo episodio mi è veramente (ma veramente) piaciuto. E non parlo di paragone libro-telefilm, perché ormai è superfluo farlo: parlo di quello che sono riusciti a trasmetterci.

Partiamo da Arya. Ho già detto, qualche settimana fa, che purtroppo nonostante questa parte nei libri sia super apprezzata dal resto del mondo, io non ne sono poi così entusiasta. Sì, non mi guardate male, non ci posso fare niente. Però mi piaceva molto leggere di Arya che girovagava per la città e tornava alla Casa per raccontare tre cose che aveva scoperto. Oggi ho rivisto molto questa parte del romanzo nelle scene. Lei va per la città e più che fingersi Lanna, il segreto è essere Lanna. Mimetizzarsi, essere perfettamente “dell’ambiente” e…beh, agire. Non prevedo grandi cose nel futuro di quello scommettitore.
Ora, è stato tutto molto interessante, però… credo che paragonato al resto perda un po’ di pathos. Cioè, tre episodi fa avrei apprezzato molto di più quello che ho visto, ma oggi c’è ben altro di cui parlare.

E parliamo di questo altro: abbiamo visto Cersei in prigione. Mi ha fatto un effetto stranissimo vederla ridotta in quel modo, con i capelli scompigliati e i vestiti logori, che stonava parecchio con l’immagine della regina bella, elegante, forte, alla quale eravamo abituati. Fin dal primo momento ha sempre trasmesso quell’aria di superiorità, quella altezzosità, che ce l’hanno fatta odiare/amare. Gente, è così, Cersei la si ama o si ama odiarla, perché è un personaggio così complesso e ricco che non puoi fare altrimenti. Non è un personaggio completamente cattivo, ma neanche lontanamente positivo, e Lena Heady è sempre stata così brava – e continua a migliorare – che non posso fare altro che togliermi il cappello davanti a lei, ancora una volta.
Quello che più colpisce è che, nonostante sia in una cella senza cibo e acqua, lei non ha ancora perso il suo cipiglio. Cersei è ancora lì a minacciare, pretendere, nonostante non sia affatto nella posizione di farlo. Eppure, con lo scorrere dei minuti – pochi, purtroppo – la vediamo per la prima volta spezzarsi quando Qyburn le rivela i suoi capi d’accusa e in sostanza le dice che tutt – Jaime, Tommen – la stanno abbandonando. Forse per la prima volta, ma solo per un secondo, nella sua mente si affaccia la possibilità di un insuccesso, per la prima volta pensa di non farcela, e cede implorando la Septa. Proponendole un titolo, una terra, ricchezze…
Vederla chinarsi sul pavimento per bere la poca acqua rimasta mi ha fatto lo stesso effetto di un albero che dopo una tempesta è spezzato e riverso sulla strada: all’inizio ti dispiace, forse addirittura ti addolora, ma poi pensi che sia arrivato il momento di liberartene perché devi passare ma questo te lo impedisce. Con lei è stato lo stesso: l’ho vista in quel modo, per nulla regale, come la più povera dei poveri, e per un istante non l’ho riconosciuta. Ho provato quasi pena per lei. Poi però ho ricordato che effettivamente è lì dentro per un buon motivo, e il dispiacere che provavo per lei si è dissolto.
Ricordiamo i capi d’accusa: fornicazione (lei e Lancel? Lei e Jaime?), tradimento (non so a che tradimento si riferiscano), incesto (e qui ci sarebbe da ridire), l’assassinio di Robert (e qui non ci piove). Come si difenderà?
N.B. Ricordatevi quel che ha detto Qyburn: “Il lavoro continua”.

Da una Lannister a un altro: Tyrion e Daenerys si incontrano e non potrei essere più soddisfatta. Non amo particolarmente Daenerys, però è stato molto interessante vederla interagire con la mente vispa e furba di Tyrion. Lei si è accorta subito del suo carattere e della sua intelligenza, e nemmeno per un secondo ho pensato che lo avrebbe fatto giustiziare… Probabilmente fin dal loro primo scambio di battute, sapeva di volerlo al suo fianco; basti vedere come, dopo pochi minuti di conversazione in cui stava seduta come se avesse un manico di scopa al posto della spina dorsale, la regina finalmente si rilassa su quella sedia. Continua a essere rilassata persino quando gli dice che forse lo farà uccidere, dopotutto, e da questo si capiva che stava solo bluffando.
Ho rivisto un po’ il Tyrion Lannister delle prime stagioni, quello arguto e dalla lingua sciolta che tanto amavo, che un tempo veniva mosso dalla sicurezza mentre oggi dalla consapevolezza che peggio di così non può andare. Mi piace il loro scambio di battute sui loro padri, il modo in cui lui riesce a incuriosirla (“Se deciderai di non uccidermi ti racconterò perché ho ucciso mio padre”), a giocare con lei smontando tutte le sue sicurezze (“Siamo due persone tremende… le voci corrono”) lusingandola allo stesso tempo. Forse, ma la mia è più una speranza che una certezza, Daenerys ha trovato la persona giusta da tenere al proprio fianco, la persona capace di farle vedere le cose dalla giusta prospettiva – avete visto come in pochi secondi il Folletto le dice di aver fatto bene a riaprire le Fosse e ad aver accettato di sposare Hizdahr, e lei finalmente sembra accettarlo? Indubbiamente Tyrion è un ottimo consigliere, nonostante abbia commesso qualche errore qua e la, e già dopo il loro primo incontro sembra chiaro come il sole quanto l’uno abbia bisogno dell’altra e viceversa. Mi dispiace solo che tutto questo nei libri non sia ancora successo e mi domando se sia solo merito di Peter Dinklage ed Emilia Clarke, ma confido che anche le loro controparti cartacee abbiano un giorno la stessa…sintonia, chiamiamola così. Come si suol dire: sono due facce della stessa medaglia, almeno finora. Magari verrò smentita nei prossimi due episodi, magari il loro incontro si rivelerà fallimentare, ma per ora sono fiduciosa.

Piccola parentesi per Ser MaiNaJorah Mormont, che in tutto questo viene esiliato. Di nuovo. Malato e solo, non gli resta altro da fare che tornare dal padrone per continuare a combattere nelle Fosse. Trovo tutto molto ingiusto: ha rischiato la vita per portarle quel dono, e Daenerys lo accetta ma invece di ringraziarlo lo caccia. Certo, l’alternativa era ucciderlo, però… Diciamo che non so come prenderla. Una parte di me sa che Dany non lo avrebbe mai accettato di nuovo nel suo consiglio, ma un’altra prova molta pena per lui e per la svolta che sta prendendo la sua storia e non lo so, speravo che lei lo perdonasse. Sarà per la prossima.

Altro momento che non c’è nei libri, ma che mi è piaciuto tantissimo: lo scambio tra Sansa e Theon. Non pensavo che avrei mai visto questo giorno, ma finalmente Theon ha confessato di non avere ucciso Bran e Rickon. Questo non toglie sicuramente gravità a quello che ha commesso: ha pur sempre voltato le spalle a Robb, ha distrutto Grande Inverno e ha ucciso due ragazzini innocenti, però… Però adesso Sansa sa di non essere sola. Non sa che Arya è ancora viva, ma sa che lo sono i suoi fratelli. Non che questi possano esserle di aiuto in qualche modo, ma credo che sapere di avere ancora una famiglia le sarà di aiuto se le cose dovessero peggiorare. E con Ramsay possono soltanto peggiorare.
Comunque, davvero, la scena mi è piaciuta molto. Paradossalmente, rivelando a Ramsay l’intenzione di Sansa di scappare, ha cercato di salvarla. La confessione sui due giovani Stark è arrivata improvvisamente, sputata lì come se non vedesse l’ora di dirlo ma allo stesso tempo ne avesse paura: credevo che avremmo visto solo Sansa riversare il suo odio e la sua frustrazione – e non la biasimo – su di lui, ed ero lì a gridare dai Theon, accidenti a te! Parla! Dille la verità, dille che non hai ucciso Bran e Rickon! ma non credevo veramente che lo avrebbe fatto… fino a quando non l’ha fatto. Pensavo che sarebbe fuggito con la coda tra le gambe dopo l’ennesimo insulto, e invece ha sputato il rospo. Spero solo che ora non gli venga in mente di correre da Ramsay per dirgli cos’ha detto a Sansa, perché sarebbero guai. Guai grossi. Bravi Alfie e Sophie, che mi hanno proprio coinvolta. Giuro che per un attimo mi sono pure messa a tremare, complice anche il fatto che dal primo momento in cui lui ha posato gli occhi su di lei ho sperato che questo momento arrivasse.

C’è un personaggio che invece mi convince sempre meno. Olly. Non sembra anche a voi sospetto? Il modo in cui continua a sottolineare quanto odi i bruti? A come abbiano massacrato la sua famiglia senza pietà? Per carità, anche io al suo posto sarei arrabbiata, eh. Però come dice Jon questi non sono tempi normali, e va bene allearsi con il nemico. Il nemico del mio nemico è mio amico.
Mi ha colpito soprattutto l’espressione del ragazzino quando Sam parla di scelte difficili che agli altri sembrano sbagliate ma tu sai essere giuste. Continuo a pensare che non ci sia da fidarsi, e le parole di Sam sembrano avere acceso una lampadina nel suo cervello. Sembrava cercasse una conferma. “Jon torna sempre”… una parte di me teme che Olly non sia poi tanto contento di questo. Una parte di me crede che Olly preferirebbe non assistere al ritorno del Lord Comandante. Teniamolo d’occhio, insomma.

Chiusa questa parentesi, andiamo agli ultimi quindici minuti dell’episodio che sono stati… tutto.
Prima ci hanno tenuti sulle spine con Jon che si butta tra le fauci del leone andando nel cuore di Aspra Dimora, in mezzo a gente che lo vorrebbe morto o che addirittura potrebbe anche mangiarlo. È stato tutto altalenante: prima sembrava che le cose stessero andando male, poi Jon iniziava a parlare e tutti restavano in un certo senso colpiti dalle sue parole, poi qualcuno chiedeva di Mance Ryder e boom, le cose si mettevano di nuovo male. Stavi lì a guardare senza sapere che cosa sarebbe successo e se Jon sarebbe tornato al Castello Nero con entrambi i suoi occhi o meno.
Poi è avvenuto il miracolo, e una parolaccia qui una parolaccia lì i bruti si sono convinti. Bene, ti dici, adesso hanno qualche possibilità contro gli Estranei. Non hanno accettato tutti di partire, ma poco importa, meglio di niente. Sei pure pronto a cambiare scena, a spostarti in un’altra città di Westeros, o andare a Braavos, o a Meereen.

Ma poi succede.

I cani iniziano ad abbaiare. Non c’è bisogno di dialoghi, o di musica: basta soltanto quel suono che ricorda tanto una tempesta in avvicinamento. All’inizio credevo fosse davvero una tempesta, poi una valanga, ma purtroppo mi sbagliavo in entrambi i casi. Il momento peggiore, secondo me, è quello che precede la battaglia, quando i bruti chiudono i cancelli lasciando fuori chissà quanti loro compagni, che cercavano disperatamente di rientrare, consapevoli che lì fuori sarebbero morti. Non so voi, ma io credo che abbiano reso la scena perfettamente: silenzio, gli Estranei si avvicinano; viene presa la decisione di chiudere i cancelli, partono le grida e la musica, che ricorda il ticchettio di un orologio e che non fa altro che aumentare l’ansia; poi all’improvviso di nuovo silenzio. E tu stai lì, a guardare lo schermo e a chiederti cosa sia successo, perché non vedi nulla. Nulla, solo quella palizzata che ti separa dall’orrore, proprio come i personaggi. La scelta di mostrarci quell’orrore attraverso un foro nel muro è geniale, perché lo spettatore sta con il cuore in gola, in attesa, senza sapere cosa lo aspetti. Il tutto è costruito in modo da farti stare proprio male, provi il desiderio di spingere il Thenn a sbrigarsi perché sei curioso ma allo stesso tempo provi la tentazione di distogliere lo sguardo e di ordinargli di stare fermo, perché se non vedi puoi continuare a credere che oltre quel muro non ci sia nessuno. Terribile scena, ma grande (cit.).
Proprio come l’ondata di Estranei che si abbatte sul muro, veniamo investiti da tutto e tutto in una volta: urla, rumori disgustosi, volti…ai quali mancano pezzi.

Non ci sono parole per esprimere come mi sentivo. Per un po’ non sono riuscita nemmeno a guardare, e non tanto per la violenza – siamo abituati a molto peggio – ma per quello che trasmetteva. Metteva proprio paura, sembrava di essere in un incubo, di stare guardando un film dell’orrore, vedevi quella gente combattere e sapevi che non poteva nulla contro di loro, nemici inarrestabili, non potevano sconfiggere quei nemici ma soltanto resistere nella speranza di riuscire a fuggire, quanto meno. A un certo punto credo di aver implorato che finisse tutto e presto, perché proprio non reggevo più quella carica di mostri, paura e ansia.

Ho avuto anche paura per Jon, se l’è vista davvero brutta contro l’Estraneo, ma grazie alla spada di Mormont si è salvato in contropiede. La domanda è: come mai? La spada era forgiata con fuoco di drago?

Per la prima volta ci siamo resi anche conto di quale sia la portata della minaccia costituita dagli Estranei. Sono sempre stati i “nemici oltre la Barriera che un giorno potrebbero attaccarci… o forse no, chi lo sa“. Ma adesso questa minaccia è concreta, e quello scambio tra il Re Della Notte e Jon, il modo in cui si guardano poco prima che lui sollevi le braccia risvegliando i morti… mi ha fatto provare un brivido. Anche due. Perché solo con quello sguardo e quel gesto è riuscito a dire “Vedi cosa so fare? Non puoi niente contro di noi, e stiamo per arrivare”.
Di nuovo, musica e dialoghi sono superflui. Le immagini erano già più che sufficienti.

Accidenti, è questo il Game Of Thrones che mi piace! Persino il lettore non può essere infastidito da una scena del genere, perché è stata girata benissimo, è un grossissimo colpo di scena e ti senti completamente coinvolto, sei in mezzo ai bruti e stai male, male, male, ti si stringe la gola e quasi non riesci a muoverti. Adesso ci siamo.

Voi cosa ne pensate? Vi è piaciuto questo episodio? Cosa vi aspettate dal prossimo? Per farci un’idea, vi lascio il promo della 5×09, penultima di questa stagione, e naturalmente vi invito a passare dalle nostre fantastiche affiliate. Alla prossima!

Ringraziamo: | Film & Serie TV | Serial Lovers – Telefilm Page | Gli attori britannici hanno rovinato la mia vita | Serie Tv e film time | Telefilm. ϟ | Casa Stark – L’inverno sta arrivandoGame of Thrones ITALIA |  Jon Snow the bastard Italia |  Kit Harington & Richard Madden Italian Page | Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco – ItaLe Cronache del Ghiaccio e del Fuoco WikiLe cronache del ghiaccio e del fuoco – A song of ice and fireMai, mai dimenticare chi sei, perché di certo il mondo non lo dimenticherà. |  Nikolaj Coster-Waldau Italia | Reign and Games of Thrones | Team Sansa | ~ Le migliori frasi de “The Game Of Thrones” ~ | Natalie Dormer Italia | Peter Dinklage fanpage | La dura vita di una fangirl | Kit Harington Italia | Finn Jones – Italian Fans | British actors do it better | DemiMovie | Game Of Thrones fans page -ITA- | Team Mormont | Game of thrones – Italian fans | A Song of Ice and Fire – Italia | Game Of Thrones – Al gioco del trono o si vince o si muore | Maisie Williams Italia. | Game Of Thrones – Italian Fans Blog | Serie Tv, che passione ღ |

29 thoughts on “Recensione | Game Of Thrones 5×08 “Hardhome”

  1. bellissima recensione, come sempre! anch’io ho un brutto presentimento riguardo Olly, non vorrei che facesse qualche cazzata e che qualcuno finisca ammazzato per niente. Io se fossi Sansa cercherei di “entrare” nella testa di Reek per tirare fuori il vecchio Theon perché nonostante i tanti abusi fisici e psicologici che ha subito si è visto che non è perso per sempre. vorrei tanto che riuscissero a fregare Ramsay insieme…poi non so che succede nei libri e come decideranno di procedere nella serie.

    "Mi piace"

    • Per Sansa e Theon, anche io lo spero! E credo che più volte abbiano cercato di farci vedere che Theon c’è ancora, nascosto lì da qualche parte. Lo scatto di oggi, le sue lacrime nella 5×06, credo che vogliano dirci che vedere Sansa lì ha smosso qualcosa…staremo a vedere!
      Per Olly…io ho letto i libri, ma stai tranquilla che nelle recensioni mi limito sempre a parlare di quello che si vede nella serie, e mi fa piacere vedere che non sono una visionaria ma anche ad altri il ragazzino non trasmette sentimenti positivi! Ogni volta che lo vedo è sempre più inquietante, mannaggia!

      "Mi piace"

  2. Ottima recensione come al solito. La stavo aspettando da questa mattina! 🙂 Gli ultimi 15 minuti finali valgono di più degli ultimi 3 film interi che ho visto al cinema 😉

    "Mi piace"

    • Ho deciso di prendermi un giorno in più perché quel finale era veramente troppo, e ieri ero troppo sconvolta! Ancora adesso credo di non essermi ripresa del tutto XD esatto, anche io lo credo che per ansia quei 15 minuti non abbiano nulla da invidiare a certi film!

      "Mi piace"

  3. [Ricordiamo i capi d’accusa: fornicazione (lei e Lancel? Lei e Jaime?), tradimento (non so a che tradimento si riferiscano), incesto (e qui ci sarebbe da ridire), l’assassinio di Robert (e qui non ci piove). Come si difenderà?]

    Tradimento… beh, adulterio e regicidio, penso. Uccidere il re è considerato anche tradimento verso la corona, non solo omicidio.

    Sull’incesto… in che senso da ridire? xD Che non dovrebbe essere illegale perché i Targaryen l’han sempre fatto? (cosa che non faceva loro gran bene considerato che la metà erano pazzi)

    "Mi piace"

    • Da ridire perché ormai non mi sembrano più così scandalizzati xD e comunque non c’è la certezza, credo… questa cosa non è chiara, un giorno sembra che Tommen e Myrcella siano abomini, il giorno dopo la gente parla dell’incesto come se niente fosse. Che si decidano xD No, per carità, Joffrey era la prova lampante che a fare figli tra fratelli si perde sempre qualcosa. Della serie non tutte le ciambelle vengono col buco.
      Per il tradimento non ci avevo fatto caso, ma vabbè, ammettiamo che non mancano crimini di cui accusarla dai xD

      "Mi piace"

    • Le accuse mosse a Cersei sono semplicemente ridicole! Tradimento? Ossia? Certo l’adulterio ai danni di un Re è da considerarsi tradimento, ma di grazia, quand’è che Cersei ammette di aver cornificato il Re con Jaime? Non lo confessa mai apertamente, se non al padre (che non è di certo andato a dirlo in giro), con Tyrion lo ammette velatamente (e tra l’altro lui nemmeno sembrava sorpreso o scandalizzato) di certo non lo ha mai detto a Lancel. E poi sta storia dell’incesto è assurda. E’ stato accettato per 300 anni e adesso diventa reato?.Il rapporto con Lancel non è incesto, e inizia dopo che il Re è morto. Se poi una vedova non può farsi nemmeno una trombata….vabbè allora è un altro discorso! E anche la storia dell’omicidio del Re è assurda! Il Re è stato ucciso da un cinghiale! Cersei ha solo fatto in modo che Robert fosse sbronzo al punto giusto, quel tanto che basta per farsi incornare. ma questo non è omicidio! Quindi resta solo la fornicazione! Nel libro almeno c’è tutta la storia del complotto ai danni di Margery e, soprattutto, l’omicidio dell’Alto Septon! Insomma qui D6D hanno un po’ toppato. Dovevano inventarsi qualcosa di più consistente. Messa così la cosa non ha senso.

      "Mi piace"

  4. Al top come sempre la tua recensione .. Unica pecca, il ri-esilio di Jorah. Non so, l ho trovata una ripetizione inutile e stucchevole! Per il resto, bellissima puntata, hai ragione. Jon si salva perché la spada è di acciaio di Valyria, ossia ha lo stesso potere dell ossidiana( se non ricordo male)

    "Mi piace"

    • Sì sì poi ho letto in giro questa cosa dell’acciaio di Valyria, purtroppo per certe cose ho la memoria di un pesce rosso!
      Per Jorah, chissà, magari hanno un piano. Forse questo è il loro modo di ricollegarsi alla trama dei libri!

      "Mi piace"

  5. A me non è piaciuta questa recensione… Descrive ogni scena e mi dice se alla tipa é piaciuta o no.. Non ho bisogno di leggere la descrizione di ogni scena, avendola vista.. Se mi diceva cose interessanti era meglio

    "Mi piace"

      • Jack sei il mio cavaliere senza macchia e senza paura XD
        Ci può stare, probabilmente Lelith è abituata a leggere recensioni meno “personali”. Non posso negare di metterci molto di “mio” quando scrivo, c’è a chi piace e a chi no, pazienza 🙂 Anche se mi sfugge il significato di “cose più interessanti”, ma va bene.

        "Mi piace"

    • Ciao! Mi dispiace che non ti sia piaciuta. Io cerco sempre di descrivere il meno possibile, ma purtroppo è inevitabile perché diciamo che il mio stile è questo: commento quello che ho visto, e un minimo devo descrivere, almeno per orientarmi nell’episodio. Terrò conto di questo la settimana prossima, comunque!

      "Mi piace"

  6. Posso dire solo una cosa: FINALMENTEEEEEE!!!! Ho atteso questo momento per 5 anni….per 4000 e forse più pagine. Alla fine D&D mi hanno fatto questa grazia e hanno realizzato il mio desiderio. Se aspettavo G.R.R. Martin facevo in tempo a diventare vecchio! Gli Estranei entrano in azione e mostrano tutta la loro potenza devastante rendendo ormai chiaro a tutti che sono loro la vera minaccia. Ho guardato gli ultimi 15 minuti di Hardhome con il cuore in gola e, forse molti non concorderanno, ma non ho mai visto in una serie TV una battaglia meglio realizzata, così avvincente, così emozionante. Non dico che si raggiunge la grandiosità epica delle battaglie mostrate da Jackson in LOTR (ovviamente il budget della HBO è inferiore) ma per dinci che spettacolo! Ho rivisto la battaglia con i White Walkers per ben 4 volte, per gustarne ogni singolo dettaglio. Finalmente, per la prima volta dopo 47 episodi, guardo la storia di Jon Snow con interesse!
    Piccola digressione: non chiamate Re della Notte il “capo” dei White Walkers, please! E’ un errore grossolano. Il Re della Notte non era un Estraneo. Era il 13° Lord commander dei Guardiani della notte, che risiedeva nel leggendario Forte della Notte, Impazzi, si innamorò di una donna dalla pelle bianca come il ghiaccio (probabilmente una non-morta o un’Estranea), si proclamò Re della Notte e poi fu ucciso dai suoi confratelli. Probabilmente era uno Stark!
    Grazie D&D. Grazie, grazie , grazie. Sono queste le cose che mi spingono a guardare GOT, nonostante i piccoli/grandi difetti, nonostante le trashate (Serpi delle sabbie su tutti), malgrado le story-line inutili e stucchevoli (Vermegrigio/Missandei in primis). Perché alla fine GOT non delude mai e D&D tirano sempre fuori l’asso dalla manica nel momento giusto. Ho sentito dire che il nono episodio sarà epico…..non vedo l’ora di guardarlo. Anche se temo che arriverà l’inevitabile momento che tanto attendo, da inizio stagione, ma che mi procurerà un’indicibile sofferenza o forse lo riserveranno per l’ultimo episodio per chiudere la stagione in bellezza?
    Parlo ovviamente della Via Crucis cui sarà sottoposta la mia amata Cersei. Ancora una volta non posso che professare il mio amore incondizionato per cotanta attrice che risponde al nome di Lena Headey. Semplicemente perfetta! E pensare che quando la vidi la prima volta nei panni di Cersei non mi piacque quasi per nulla. Mea culpa. Chiedo perdono, Lena! Se continua così la proclamerò senza alcun dubbio miglior attrice di tutta la serie, titolo che fin ora ho sempre assegnato a Peter Dinklage. Però vederla ridotta in quel modo mi fa stringere il cuore…e poi quando si piega sul pavimento per bere quel poco d’acqua…..una pena terribile. Lo so in molti la odiano e godono nel vederla vinta e spezzata….ma che ci posso fare io la adoro!
    Anche sul fronte Tyrion/Daenerys non posso che dire un enorme Grazie a D&D! Finalmente 2 dei miei personaggi preferiti si incontrano e anche qui, se aspettavo Martin facevo in tempo a raggiungere l’età della pensione! Martin maledetto te, che gli Estranei ti portino! Mi hai fatto sorbire pagine e pagine di una noia ai limite della sopportazione umana nella speranza di vedere Dany e Tyrion finalmente insieme….già mi pregustavo il fatidico incontro e invece…. mi hai lasciato a bocca asciutta! Comunque già dal primo colloquio che hanno, prevedo che la loro partnership sarà un successo…almeno lo spero! Di sicuro ha grosse potenzialità. Speriamo che D&D non commettano gli errori che hanno commesso per l’inutile sottotrama di Dorne. Ma data la levatura dei personaggi coinvolti, mi auguro che gli sceneggiatori riservino a Tyrion e Dany un trattamento degno, dato che probabilmente le loro vicende saranno il fulcro della prossima stagione insieme alle vicende oltre la Barriera. Spero che nella sesta stagione mi faranno la grazia di realizzare un altro mio desiderio, vedere finalmente Dany che arriva a Westeros….e magari anche i Draghi in azione, che secondo me se li usano bene spaccano ancor di più dei White Walkers. Certo dipenderà dal budget!

    Piace a 1 persona

    • Oooops, hai ragione sul Re della Notte, è che non sapevo come chiamarlo xD dalla prossima mi inventerò qualcosa.
      Martin purtroppo sembra intenzionato a non finire mai questi libri e mi dispiace tantissimo. Se (facendo corna, eh) non dovesse arrivare a finire i libri, mi consolo che avremo la conclusione del telefilm, ma secondo me non è la stessa cosa, anche se il finale dovesse essere uguale per entrambi come dicono tutti! Perché il modo in cui ci arriveremo è chiaramente diverso e io voglio, HO BISOGNO, del finale dei libri xD
      Per Dany a Westeros, ormai ci spero sempre meno!

      "Mi piace"

      • A dire il vero quello è davvero il re della notte. Quando fu trasmesso il quarto episodio della quarta stagione in cui fa la sua prima apparizione, nella descrizione dell’episodio in lingua originale, venne accidentalmente chiamato in quel modo. Si, poi la cosa fu rimossa per evitare spoiler, ma ormai in molti l’hanno letta e quindi divenne una notizia di dominio pubblico. Si, è vero, nella sua storia viene parlato di come fosse il 13 lord comandante dei guardiani della notte e di come si innamorò di un estraneo femmina. Ed appunto ci è anche andato a letto. Ed è quindi probabile che lei poi lo abbia trasformato in un estraneo (e quindi significherebbe che anche gli adulti possono essere trasformati in estranei). Si, se è stato il tredicesimo lord comandante vuol dire che è molto vecchio, ma appunto bisogna ricordare che nella prima stagione Osha aveva detto che gli estranei non avevano fatto nulla in tutti quegli anni perché dormivano e che si erano svegliati solo di recente. E la spiegazione più logica che si può dare è che gli Estranei quando dormivano erano in una sorta di stato di ibernazione, e che quindi per questo mentre dormivano non sono invecchiati di un giorno.

        "Mi piace"

  7. Puntata bellissima, stavolta davvero non hanno sbagliato nulla e, quasi quasi, inizio a pensare che gli autori hanno volutamente reso lenta la prima parte di stagione per condurci a questo momento, quanto ormai le speranze di vedere qualcosa di davvero emozionate e ad alto tasso di spettacolarità si stavano del tutto spegnendo. E invece…Hardhome si conclude con il botto! 20 minuti di pura tensione, da cardiopalma! Forse i migliori 20 minuti dell’intera serie. E sarà un caso che lo spettacolo puro è arrivato proprio nel momento in cui FINALMENTE entrano in scena gli Estranei? Anche io li attendevo da tempo!
    Non posso che associarmi anche io a chi ama incondizionatamente Lena Headey, fantastica, superba, ancora una volta. Ma vorrei citare anche il bravissimo Alfie Allen, che cresce di puntata in puntata e che in coppia con Sophie Turner (anche lei brava e intensa) sta davvero dando il meglio di se! Se a Lena ed Alfie non danno un Emmy quest’anno……
    Tyrion torna a brillare. L’accoppiata con Dany promette scintille….altro evento che anche io attendevo con trepidazione.
    Cosa ci faranno vedere nelle ultime 2 puntate? Mi aspetto grandi cose…spero di non rimanere deluso. Ma D&D ci hanno abituato a finali memorabili. E’ proprio vero: alla fine GOT non delude mai!

    "Mi piace"

    • Condivido. Sono proprio curiosa di vedere Dany e Tyrion insieme, nella speranza che la prima impari qualcosa e che il secondo trovi finalmente il suo posto nel mondo. Anche io ho apprezzato molto le interpretazioni di Alfie e Sophie, sono stati molto intensi, e poi ripeto aspettavo quella scena da una vita.
      Se ogni anno ci riservano degli episodi finali così, allora va bene, accetto tutti gli episodi lenti che vogliono, non mi lamento più XD

      "Mi piace"

  8. bellissima recensione, ho provato le stesse identiche emozioni nel guardarla, solo un osservazione ho da fare (magari è da capitan ovvio) la spada di jon snow non viene disintegrata dal colpo inferto dall estraneo perché è in acciaio di valyria dunque si scopre che oltre al vetro di drago anche questa lega a quanto pare può far fuori quelle bestiacce

    "Mi piace"

      • Ricordo che nei libri si dice che l’acciao di Valyria è forgiato non con semplici tecniche tradizionali, ma con l’utilizzo di incantesimi (spells, i libri li ho letti in inglese). E’ chiaro che l’acciaio che ne deriva ha quindi proprietà “magiche”.

        "Mi piace"

        • È vero! Credo, visto che Valyria veniva descritta in pratica come una città sulla lava, o comunque a stretto contatto coi vulcani , che oltre agli spells, sia stata usata pure l ossidiana per la forgiatura , visto che se non sbaglio il colore delle spade rimane tendente al nero!

          "Mi piace"

      • L’ironia è che questo significa che non è poi stato un male che Tywin Lannister abbia trasformato Ghiaccio in Giuramento e Lamento di Vedova. Due spade da combattimento saranno di sicuro più utili contro gli estranei di quanto ne sarebbe stata utile una da boia.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...