Game of Thrones/Telefilm

Recensione | Game Of Thrones 5×03 “High Sparrow”

Dopo questo episodio, capisco cosa intendeva Giorgione nostro quando diceva la quinta stagione prenderà una strada diversa dai libri. Certe volte invidio proprio chi non ha letto i romanzi perché, per quanto io cerchi sempre di tenere separate le due cose, ogni tanto vedere certe cose sullo schermo fa venire anche a me i tic nervosi. Vabbè, non è di questo che volete sentirmi parlare.

Arya spazzina.

Inizia l’avventura della piccola Stark nella Casa del Bianco e del Nero. Sono molto combattuta perché vedere Arya che si spoglia di tutto quello che è stata fino a questo momento per diventare Nessuno mi mette un po’ tristezza, ma se è necessario per il suo viaggio ben venga. Immagino che tutti, comunque, ci siamo commossi con lei quando prende Ago e la osserva, indecisa se gettarla in acqua insieme ai suoi altri averi o meno. Vorrei lodare un attimino Maisie, che proprio mi ha trasmesso il dolore di Arya, la sua indecisione… Non vedevamo il suo personaggio piangere da quanto? Nemmeno lo ricordo. Non è una ragazza che versa lacrime facilmente, eppure oggi i suoi occhioni non sono riusciti a trattenersi, non a torto: gettare Ago in mare sarebbe stato un taglio davvero definitivo, significava dire addio non solo a se stessa ma anche a Jon, quello che crede sia il suo ultimo fratello rimasto in vita, al quale era più affezionata, l’ultimo legame con la sua famiglia… Forse, al contrario di quello che vuole farci credere, non è poi pronta fino in fondo a dire addio ad Arya Stark. Mi chiedo soltanto: Jaqen o come si fa chiamare adesso sembrava avere occhi ovunque e sapere tutto (ha pure ritrovato la moneta che Arya aveva inizialmente gettato in mare) e non sa che la ragazza non ha buttato via la spada ma l’ha nascosta tra le rocce? Per carità io sono contenta così ma mi lascia comunque perplessa.

The Wedding.

Ammettetelo: tutti voi credevate che Tommen avrebbe sposato un gatto. E invece no: il nostro principe è passato dai gattini alla gatta da pelare. Mi rifiuto di commentare lui e Margaery che consumano il matrimonio perché credo che l’uscita di Tommen voglio fare questo ogni giorno ogni ora per il resto della mia vita sia già abbastanza. Non so se considerarlo ingenuo o semplicemente maschio. Scusate uomini. Che poi, quanti anni ha qui Tommen? Nei libri ne ha tipo otto se non sbaglio, ma qui è più grande, giusto? Ammiriamo comunque il suo coraggio per aver affrontato così bene le nozze nonostante TUTTI gli ex mariti di Margaery siano morti in circostanze poco piacevoli. Almeno lui è durato più a lungo di Joffrey, che a proposito non viene rimpianto nemmeno dal fratellino. Joffrey, tu sì che sapevi come farti degli amici.
Vorrei inoltre sottolineare il genio di Margaery Tyrell che sembra aver deciso di voler raccogliere il fardello di essere la rovina di Cersei e non se lo sta facendo ripetere due volte. La ragazza è furba, davvero molto, ed è anche brava con le parole… o forse è Tommen che iniziato ai piaceri carnali è completamente fuori fase. Anche qui ho una perplessità: come mai Cersei non le è saltata alla gola quando Margaery l’ha chiamata Madre? Giuro, riuscivo a sentire una sorta di tic tac provenire dalla Regina Madre, pronta a esplodere davanti alla nuora. Eppure oggi Cersei sembrava davvero abbattuta, e nonostante i continui tentativi di di Margaery (che oggi sembrava proprio in vena di litigare, al contrario – purtroppo non c’è del vino da offrirti, è troppo presto per noi) ha resistito fino alla fine. 10 e lode per la pazienza.

Tipica faccia da “Ti vorrei ammazzare”

E a proposito di Cersei, oggi l’abbiamo vista accanto a due uomini particolari: Qyburn e High Sparrow. Il primo continua i suoi esperimenti che adesso comprendono teste di topo… sono l’unica che ha quasi rischiato l’infarto quando la “”””misteriosa”””” figura sdraiata si alza e si agita? Odio le scene così. High Sparrow invece sembra il classico personaggio troppo buono per essere vero, messo lì proprio per fare diventare gli spettatori sospettosi. Andiamo, da il cibo ai poveri, dona loro le sue scarpe? E chi è, San Francesco? Per carità, tutto bellissimo, ma l’esperienza mi insegna che è proprio di questi tipi che non ci si dovrebbe fidare. E se ancora non siete convinti, ricordatevi che Cersei sembrava addirittura ammirata dalle sue azioni… Non mi convince tutto questo. E ci sarà pure un motivo se l’episodio si intitola High Sparrow e non Daenerys-free. Teniamolo d’occhio.

Brienne la bella.

Forse non sembra, o forse sì ma io cerco sempre di negarlo, eppure sono una cuore di panna. Brienne che racconta a Pod il suo primo incontro con Renly e lui che le spiega quanto gli piacesse fare da scudiero a Tyrion mi hanno fatto venire il sorrisino da ebete. Oggi abbiamo avuto così il piacere di conoscere Brienne la bella in tutta la sua fragilità, il che è un po’ un contro senso, no? Vediamo questa donnona gigante, che taglia a metà uomini neanche fossero di burro – ha battuto persino il Mastino, come ci tiene a ricordarci Pod – e pensi che niente possa scalfirla, eppure… eppure ha le stesse debolezze e soffre per gli stessi motivi che fanno soffrire le altre ragazze. Per quanto lei cerchi di nasconderlo, è un personaggio così dolce e certe volte mi dispiace proprio per lei. Mentre raccontava l’episodio dei lord che la prendevano in giro non potevo fare a meno di pensare che ognuno di loro si sarebbe meritato un bel calcio sulle gengive. Quanto si può essere crudeli?


Certo il momento ha perso un attimo di intensità quando Pod le ha ricordato i rumors (non proprio rumors) su Renly e lei, un po’ arrabbiata, ha replicato che sì gli piacevano gli uomini… ma che poteva importarle? Le persone come lei, che non hanno mai conosciuto la gentilezza, apprezzano ogni briciola che gli viene lanciata. Non mi stupisce che nonostante tutto si sia innamorata di lui, sebbene fosse semplicemente un sogno impossibile, perché credo che lo avrei fatto anche io.
In più, il suo amore – riconoscenza per Renly oggi le danno uno scopo: il desiderio di vendetta. Brienne vuole vendicare il suo re uccidendo Stannis e io sto esultando da un paio d’ore perché questo vuol dire che adesso ha di nuovo uno scopo e magari D&D non la uccideranno. Urrà! Vai Bri!

Questo è un ottimo giorno per tagliare una testa.

Jon Snow è il nuovo Lord Comandante dei Guardiani della Notte e questo lo sappiamo tutti. Come se non bastasse, giusto per fugare ogni dubbio, Stannis va da lui e gli ricorda la sua proposta, che Jon gentilmente rifiuta. Per me è stato come ricevere una pugnalata al cuore due volte: una la settimana scorsa e una oggi. Ma solo io avrei voluto che avesse accettato? Anche se forse sarebbe sciocco: ha rinunciato alla libertà e a Ygritte per mantenere il suo voto, poteva un cognome battere tutto questo? Nella mia mente forse sì, ma non in quella di Jon. Che peccato. Quanto meno avrei voluto che non rifiutasse così in fretta e senza neanche pensarci, ma pazienza.
Certo è che si è calato subito nei panni del Comandante: okay che stava antipatico a tutti e nessuno sentirà la sua mancanza, ma avete visto quanto velocemente ha decapitato Lord Janos? Sono indecisa sul modo in cui interpretare questa azione: da un lato penso sia stato giusto perché Jon ha tanti amici ma soprattutto nemici, e figuriamoci se questi saranno contenti a vederlo fare carriera dopo aver passato tutto quel tempo fra i bruti. Era importante fargli vedere fin da subito che lui è un ragazzo cresciuto secondo dei principi rigidi, vuole che le regole siano rispettate e che i suoi ordini non vengano messi in dubbio perché, sarà anche giovane, ma è pur sempre il Comandante e non si discute. E poi Janos Slynt è stato abbastanza stupido da mancargli di rispetto davanti a tutti, nemmeno Thorne poteva salvarlo. Diciamo che se l’è cercata. Allo stesso tempo sentirlo implorare pietà gli ultimi… dieci secondi, mi ha fatto provare un po’ di pena per lui. Non poteva trovare un altro modo per farsi valere?
Vedete, sono combattuta. Ma ormai quel che è fatto è fatto, quindi speriamo che questo porti ai risultati sperati e non attiri ulteriore malcontento intorno a Jon.

Ecco perché gli uomini dovrebbero iniziare ad andare in bagno in coppia.

Per cinque minuti ho pensato che me lo facessero apposta di mettere queste scene più o meno inutili di Tyrion e Varis in viaggio. Oggi almeno si sono evoluti e sono finiti in un bordello questo sì che è un salto di qualità. Comunque, io ero lì che pensavo andiamo, muovetevi, almeno voi raggiungete la regina bionda e togliamoci il pensiero. Invece no. Invece sono rimasta colpita, piacevolmente colpita, quando appare il nostro Ser Friendzone – alias ser Jorah Mormont – che mi stupisce acchiappando Tyrion mentre fa i suoi bisogni e lo minaccia pure di portarlo dalla regina. Non me lo aspettavo. O meglio, avendo letto i libri me lo aspettavo, ma visto come sono andate le cose finora, credevo che Tyrion sarebbe arrivato entro due o tre episodi sano e salvo da Daenerys, e addio grande viaggio che viene raccontato nei libri. Ora, non sono così ingenua da sperare che ci sarà tutto quello che è scritto nei libri, ma questo mi permette di accendere almeno un lumicino della speranza. Forse non tutto è perduto. Forse D&D hanno davvero letto i libri. Vabbè meglio smetterla perché io sto elevando le mie aspettative ed è sempre la mossa sbagliata da fare, però almeno questo adesso mi rende più curiosa e non vedo l’ora di saperne di più. E poi dai, a chi non era mancato ser Jorah?

Sansa Thorne.

Anche la storyline di Sansa mi causa emozioni contrastanti. Da una parte c’è quella che ha letto i libri e che guardando le varie scene ripete è uno scherzo? che cosa vogliono fare a Sansa? ho sbagliato serie, non sono andate così le cose. Poi mettiamo da parte questa me stessa e rimane quella che tutto sommato è intrigata da tutto questo. Perché per quanto io possa arrabbiarmi vista la distanza presa con i libri, non posso non pensare che sarebbe bello vedere Robb e Catelyn vendicati da Sansa, quella che fino a due stagioni fa stava a subire le angherie di Joffrey e ora si è trasformata in un’altra persona. Vendicali, le suggerisce Ditocorto per convincerla a sposare Ramsay, ed è proprio questa parola a scatenare qualcosa dentro di lei, si vede. Ha scatenato qualcosa persino dentro di me: ogni volta che appare Roose sullo schermo vorrei pugnalarlo al cuore e dirgli The Starks send their regards. Infame traditore. Fortuna che il Nord non dimentica – come dimostra la cameriera di Sansa – e tutti sono abbastanza scontenti dei loro nuovi Protettori: certo, Ramsay ha dei modi piuttosto convincenti per portare la gente dalla sua parte, ma al contrario di quel che crede lui solo perché adesso i lord gli pagano le tasse non implica che abbia anche la loro lealtà. Visto quanto facilmente scuoia viva la gente, credo non ci sia nulla di più lontano dalla realtà. E Roose, che possiamo dire tutto ma non che sia stupido – forse l’unica cosa sciocca che ha commesso è fidarsi di Ditocorto, visto quanto sono simili dovrebbe sapere che non lascerebbe mai Sansa tra le grinfie di quel pazzo di suo figlio. Perché non lo farebbe mai, vero? – lo sa, per questo è così interessato a far sposare al figlio una Stark. Sa che è l’unico modo per guadagnarsi la lealtà per la sua famiglia. Chissà come mai!!!
Ora però, per quanto possa desiderare di vedere Sansa la vendicatrice, ho un po’ paura. Insomma, Ramsay è pur sempre Ramsay e per quanto abbia dato la sua parola e promesso di non fare del male a Sansa, due minuti prima aveva appeso due persone scuoiate ai muri come tende alla finestra. Non mi fiderei più di tanto. Certo è che la Sansa della prima stagione non sarebbe sopravvissuta cinque minuti lì dentro. Speriamo che questa nuova ce la faccia, invece.
Bonus: Theon Greyjoy… come si è ridotto? Di stagione in stagione lo trovo sempre meno umano. E Ditocorto sta per lasciare Sansa nelle mani di quel balordo che ha ridotto così un ragazzo forte e spavaldo? Follia! Comunque, per quanto Theon si sia meritato quello che gli è capitato – nei limiti, perché non augurerei una punizione da parte di Ramsay nemmeno al mio peggior nemico – vederlo cercare di evitare Sansa in tutti i modi mi ha rattristata.  Segno che prova vergogna, probabilmente sia per i suoi gesti del passato sia per la creatura che è diventata. Mamma mia.

E insomma, questo è tutto. Sebbene anche oggi siamo un po’ qui un po’ lì ho sentito meno rispetto allo scorso episodio questo andare e venire tra i diversi personaggi, forse perché almeno abbiamo avuto qualche sviluppo e qualche twist. Credo che sia inutile stare qui a lamentarmi delle differenze con il libro (scusate, qualcosa qua e la è scappata), però se mi permettete vi do un consiglio: appena avete cinque minuti comprate i libri e leggeteli. Se vi piace quello che vedete sullo schermo fidatevi, amerete ancor di più quello che leggerete sulla carta.

Promo e ringraziamenti:

Ringraziamo: | Film & Serie TV | Serial Lovers – Telefilm Page | Gli attori britannici hanno rovinato la mia vita | Serie Tv e film time | Telefilm. ϟ | Casa Stark – L’inverno sta arrivandoGame of Thrones ITALIA |  Jon Snow the bastard Italia |  Kit Harington & Richard Madden Italian Page | Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco – ItaLe Cronache del Ghiaccio e del Fuoco WikiLe cronache del ghiaccio e del fuoco – A song of ice and fireMai, mai dimenticare chi sei, perché di certo il mondo non lo dimenticherà. |  Nikolaj Coster-Waldau Italia | Reign and Games of Thrones | Team Sansa | ~ Le migliori frasi de “The Game Of Thrones” ~ | Natalie Dormer Italia | Peter Dinklage fanpage | La dura vita di una fangirl | Kit Harington Italia | Finn Jones – Italian Fans | British actors do it better | DemiMovie | Game Of Thrones fans page -ITA- | Team Mormont | Game of thrones – Italian fans | A Song of Ice and Fire – Italia | Game Of Thrones – Al gioco del trono o si vince o si muore | Maisie Williams Italia. | Game Of Thrones – Italian Fans Blog | Serie Tv, che passione ღ |

5 thoughts on “Recensione | Game Of Thrones 5×03 “High Sparrow”

  1. [E chi è, San Francesco? Per carità, tutto bellissimo, ma l’esperienza mi insegna che è proprio di questi tipi che non ci si dovrebbe fidare.]

    Povero S. Francesco… XD

    [E se ancora non siete convinti, ricordatevi che Cersei sembrava addirittura ammirata dalle sue azioni…]

    Voglio augurarmi che Cersei stia cercando di arruffianarselo per scoprire cosa sa della morte di Robert, perché onestamente penso che avrebbe dovuto apparire molto più preoccupata ai discorsi di Lancel nel primo episodio…

    "Mi piace"

  2. Io devo ancora ben capire la frase che Jaqen dice all’inizio della puntata a Arya:
    -“Chi è il dio dai mille volti?”
    -“C’è solo un Dio e questa ragazza conosce il suo nome, e tutti gli uomini conoscono il suo dono”
    Sono abbastanza confuso, magari (anzi, sicuramente) spiegheranno meglio nelle prossime puntate. Per quanto possa essere misterioso Jaquen spesso risulta essere in troppo enigmatico D:

    Ps: complimenti per l’analisi degli episodi, la seguo dall’inizio di questa stagione e condivido praticamente tutto (:

    "Mi piace"

    • “There’s only one god, and his name is Death. And what do we say to death?”
      “Not today”

      Il che secondo me conferma il legame Faceless Men/Syrio Forel.

      "Mi piace"

    • Questa è una delle tante cose che devono essere spiegate prima o poi, altrimenti parto domani e li costringo a confessare tutto perché non possono lasciarci con mille interrogativi 😦
      Grazie per il complimento, non sai quanto mi fa piacere 😀

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...