Arrow/Telefilm

Recensione | Arrow 3×19 “Broken Arrow”

Quando sono andata a leggermi il titolo dell’episodio, la prima cosa che ho pensato è stata: “un nome, tutto un programma”. Poi ho visto l’episodio ed è stato molto peggio.
A meno quattro dalla fine della stagione, Arrow sorprende con un fantastico episodio, che mi ha tenuto incollata per tutti e quaranta i minuti e mi ha fatto prendere anche più di un colpo.

Starling City incontra Central City

Più il tempo passa, più il confine che divide Arrow e The Flash si assottiglia. I crossover sono all’ordine del giorno e addirittura un Meta Umano arriva a rompere le uova nel paniere a Starling, che, diciamolo, non è nel suo momento migliore, visto che il suo eroe è stato messo in panchina.
Okay, tecnicamente il Meta Umano non è arrivato da Central City, come Cisco – sempre, sempre il benvenuto! – ci ha fatto notare alla fine, visto che non è stato l’accelleratore di particelle a farlo trasformare in un raggio laser, però comunque il crossover c’è stato comunque. La domanda resta: come avrà fatto quel tipo a diventare un meta umano? Che questa sia la base per un nuovo fantastico crossover? Perché in quel caso non vedo l’ora!
Come cattivo della settimana, il raggio laser non è stato poi così male. È finito nella prigione speciale di Central City un po’ troppo in fretta (ma l’attenzione era divisa su parecchi fronti), ma abbiamo comunque visto un po’ d’azione, in particolare l’unione del duo Atom + Arrow.
Sebbene trovi Arrow e Flash molto più sciolti insieme (sarà perché Barry non gli ha soffiato la ragazza?) e, in particolare, Barry, per quanto anche lui inesperto, era già molto più collaudato come eroe, mentre Ray praticamente è sullo stesso livello di Laurel, forse è pure più impacciato.

Arrow is dead

Diciamolo a gran voce: Quentin, hai rotto!
Da che, ai tempi della 3×01, ero preoccupata che sul lavoro gli potesse venire un infarto e io potessi ritrovarmi senza Quentin, ora sono quasi arrivata al punto di sperare che si tolga veramente di torno.
Abbiamo capito, sta sfogando il suo dolore con una profonda rabbia verso la persona che ritiene responsabile per la (seconda) morte della figlia, ma seriamente non si sopporta più!
La goccia è stata quando ha detto praticamente senza mezzi termini che era colpa sua se Roy era stato ucciso in carcere, nonostante Oliver avesse già l’espressione più triste del mondo. Un po’ di rispetto per il lutto altrui, grazie!

A proposito di lutti. Il poliziotto colpisce Roy con il coltello e io sono rimasta di sasso. Ho visto il colpo, ho visto il punto in cui è stato pugnalato e mi dicevo che era impossibile che Roy fosse venuto a mancare, perché non poteva avere una fine così assurda, in prigione, colpito da una delle guardie. Era una fine così patetica e anticlimatica, sebbene davvero sconvolgente.
Poi mi sono detta che sarebbe arrivato qualcuno e lo avrebbe curato e che Quentin era da Thea solo per dirle che Roy era stato ferito, ma sarebbe stato bene.
Avete idea del colpo che mi sono presa quando Quentin ha detto che Roy, il piccolo Arrow rosso, era morto?
In realtà, però, (sospira di sollievo) era tutto un piano magicamente orchestrato dalle miglior spalle che si possano trovare e sono quasi contenta di aver abboccato come un pesce all’amo.
Certo, non è tutta colpa mia visto che non si faceva che dire che in Arrow sarebbe morto qualcuno e come potevo sapere che la cosa era intesa metaforicamente?


Roy aveva promesso a Thea che sarebbe stato bene ed effettivamente è così, non le stava mentendo.
Il loro è stato un addio amaro, ma sono contenta di come la storia di Roy sia finita. Roy, ultimamente, si stava auto-distruggendo. Tutta la storia del poliziotto, che ormai non faceva altro che ripeterla ogni due minuti, il fare il possibile per prendersi la colpa al posto di Oliver e ricambiare il favore… Quando ha finito con il dire che era contento di essere in carcere, perché lo faceva sentire meglio, mi stavano cadendo le braccia.
Il posto giusto per Roy è lontano da Starling City e da una storia che lo ossessiona.
Addio, Roy, trovati un futuro migliore, anche se sarà difficile trovare di nuovo amici come questi.

Qualcosa è cambiato.
Con la partenza/morte di Roy etichettato come Arrow – sorvolando sul fatto che Quentin è l’unico fuori dalla cerchia a sapere come stanno davvero le cose -, si chiude un capitolo della storia. Il covo è stato profanato (la felce è stata uccisa) e “Arrow” è morto. Ora, in teoria, Oliver potrebbe tornare ad essere Oliver Queen e mandare a quel paese tutti, però non può essere così facile, soprattutto con un Ra’s che trama nell’ombra.

Ra’s e i metodi di persuasione (aka, come finire sulla lista nera della sottoscritta)

Dato che farmi prendere un colpo ad episodio non era abbastanza, gli autori replicano e orchestrano un finale che mi ha fatto piangere (fino a che non ho visto il promo, grazie al cielo!).
Avevo detto che rovinare la reputazione di Arrow spacciandosi per lui, per quanto geniale, non mi sembra all’altezza di un cattivo come Ra’s e questa volta ho dovuto rimangiarmi tutto, perché la nuova mossa per spingere Oliver a diventare il suo successore è una grande mossa. (Terribile, ma grande – mezza cit.).
Dopo essermi lasciata crogiolare nella felicità di veder Roy partire sano e salvo, mi è presa una paura terribile nel vedere Ra’s a casa di Thea.
Vi svelo un “segreto”: se avessi dovuto scegliere chi salvare tra Thea e Roy, non avrei dovuto pensarci nemmeno tre secondi prima di salvare subito la sorellina di Thea e lasciar morire Roy senza rimpianti, quindi immaginate come mi abbia sconvolta il finale di puntata (siano ringraziati i promo di tutto il mondo per la loro esistenza).
Ra’s avrebbe potuto rapire Thea (è quello che speravo – sottolineo speravo, non pensavo -), invece i due inneggiano un bel combattimento, il quale va a finire nell’unico modo possibile. Nonostante la bravura di Thea, la poveretta non aveva nessuna speranza, pertanto viene trafitta come fu per Oliver quest’anno o per la madre lo scorso (è destino dei Queen farsi trapassare da parte a parte almeno una volta nella vita) e lasciata lì a morire.
Oliver, quella tua decisione di non uccidere più nessuno… ecco, dimenticala.

Raylicity e Olicity e… ops, Ray si toglie il prosciutto dagli occhi e si accorge di qualcosa

Devo dirlo, l’atteggiamento di Ray e Felicity nell’episodio di ieri di The Flash è stato imbarazzante, perché sembravano molto più una coppia lei e Barry piuttosto che quella presunta tale.
Qui c’è stato uno sforzo maggiore, Felicity è stata un po’ più vicina a Ray, il quale è molto comprensivo nonostante lei abbia risposto con un “wow” al suo “I love you”.
Nonostante ciò, nonostante i bacetti, lo stare vicini, le allusioni, la storiella tra i due comincia a scricchiolare sempre più, cominciando con Oliver che manderebbe a quel paese tutto, pur di correre a salvare Felicity sapendo che non potrebbe lo stesso fare in tempo e passando per, ancora meglio, il bellissimo discorso di Felicity a Oliver che è quasi una dichiarazione d’amore, dove il “I believe in you” (credo in te), in realtà suonava molto più che un trattenuto “I love you” (ti amo).


Le cose tra questi due testoni (uno in particolare) si stanno lentamente aggiustando e lo stesso Ray se ne accorge alla fine, la sua espressione diceva tutto, mentre attendeva Felicity da lontano.
Che il “broken” si stia per estendere a qualcos’altro?

Hong Kong

Solito discorso: i flashback, quest’anno, non funzionano (il resto sì, quindi credo di potermi accontentare).
Non fraintendetemi, apprezzo lo sforzo che gli autori di Arrow ci stanno mettendo per aumentare l’interesse che questa (per fortuna) breve parte di episodio suscita, ma è servito ben a poco.
Hanno aggiunto altra roba sul piatto, okay, per esempio è quasi decente il “colpo di scena” appena un po’ prevedibile che in realtà è l’esercito a voler far fuori Oliver, Maseo e Tatsu, oltre che tutta Hong Kong.
Se non sbaglio, Oliver ad un certo punto dell’episodio dice: “è folle!” e io concordo con lui, senza contare che mi appellerò alla teoria della sospensione dell’incredulità e farò finta che tutto questo vada bene, perché almeno forse arriveremo ad un finale di Oliver contro Esercito e la cosa potrebbe essere anche solo minimamente interessante. (Ehm… forse?)

Varie ed eventuali

– Alzi la mano chi ha notato che il ruolo di Laurel in questo episodio è stato fare l’avvocato di Oliver Queen (tra l’altro, ho avuto un deja vù, sono sicura di aver visto una scena molto simile e più di una volta). La sua unione con il gruppo è ancora piuttosto labile.

– È un bene che abbiano fermato The Flash per una settimana, altrimenti sarebbe sembrato molto strano vedere Ray ferito, poi ritrovarlo sano a Central City e poi di nuovo in Arrow in ospedale. Così ha molto più senso.

– Allertate i media, anche Oliver ogni tanto se ne esce con qualche battuta. Con quel “dovete essere parenti”, rivolto a Felicity e Ray, mi ha veramente strappato una risa in mezzo ad un abisso di dolore.

Promo e ringraziamenti:

Ringraziamo: TelefilmSeries.Com | Telefilm. ϟ | Serie Tv, che passione ღ | My name is Oliver Queenϟ Arrow Italy | Arrow: I’m not the same person. | • Telefilm Dependence •| Oliver Queen « Arrow « | Serial Lovers – Telefilm Page | Olicity ღ If you are not leaving, I’m not leaving. | Arrow • Oliver & Felicity • | Felicity, you αre remαrkαble. | Telefilm Addicted ϟ | Telefilm Revelations | Serie Tv e film timeTelefilm Italia | Film e telefilm ossessione. | • Holland Roden & Colton Haynes Italia • | The Amell Mania | Serie Tv Mania | DemiMovie | Talk About Telefilm | My wonderland of Series & Movie | The World of Olicity Italia | The CW Mania | Arrow Source ItaliaArrow and the Flashϟ Italia

4 thoughts on “Recensione | Arrow 3×19 “Broken Arrow”

  1. Ottima recensione, nice job 😀 .
    Questa stagione dal secondo episodio al 18esimo mi ha dato le sensazioni che potrebbe darmi un overdose da Halcion. Fino a questa puntata che secondo me, da bravo fan del “Guglielmo Tell della DC Comics” ero, reputo il recupero della stagione intera.

    Arsenal – uno dei pochi insieme a Diggle (ho detto DIGGLE….fate vobis) che è riuscito a tenere in piedi una stagione in bilico, se ne va. In gloria tra l’altro. Un uscita dovuta al fatto che Colton Hayes non reciterà più in Arrow associata a una delle tante (IM)probabili uscite di scena del personaggio su carta ma comunque un uscita di scena sensata. Andiamo con ordine….
    Abbiamo un metaumano che non può essere un metaumano poichè non era in Svizzera durante l’esplosione del CERN (Cisco docet), un Arrow che si fa salvare le verdi natiche (manco fosse Hulk… 😀 ) dal suo allievo Padowan spacciatosi per lui e un IronAtom con un’armatura di cui ancora non capisco i poteri\le funzioni volo a parte ma dovrebbe…DOVREBBE picchiare come un fabbro e invece le prende (forse giustamente visto che il metaumano sparava thundershock che nemmeno Raistlin nelle Dragonlance….e l’armatura è in qualche modo alimentata quindi ci sta).
    Presenza di frecce pari a zero, inizio del training di Palmer livello 10. Inetto nel corpo a corpo ma ha il cuore. Scena epica, mette i guanti sugli occhi del supercattivo e si “spegne”. J’adore.
    Quentin….hai rotto le Dragonballs…PRIMA ti andava bene che Ollie si faceva il mazzo al posto tuo, ora anzichè mandare a letto senza cena Laurel per non aver confessato che Sarah è morta per la seconda volta, dai la caccia all’unico che si sporcava le mani al posto tuo…Incoerenza over 9.000
    L’assenza di Canary non si è sentita anzi…averne di puntate così.
    Arsenal che in 5 mesi di allenamento con Ollie è diventato un maestro delle arti marziali e picchia 5/6 detenuti a mani legate….ho rivisto quella scena 7 volte contate. L’ho adorato.
    Thea….vorrei poter dire “che bello, finalmente ce la siamo levata dai meteoriti…” ma so che qualcosa bolle…e personalmente in 3 puntate ha saputo che:
    Ollie è Arrow
    Roy è Arsenal
    Lei ha ucciso Canary
    e comunque rimorsi a parte vive serenissima col pensiero che il papino ha seccato 500 persone nella season1 e che la lega degli assassini sta lavorando contro di loro….
    Felicity – Love her. Il punto cardine di quasi tutta la stagione. Secondo me dovrebbero fare una serie tutta sua 😀
    Puntatone comunque col botto che risolleva una stagione “morente”. Speriamo in un cliffhanger da cardiopalma da qui alla 23 ora perchè vorrei poter tornare a dire “sono un Arrow Fan” 😀

    "Mi piace"

    • Grazie! Sono contenta che ti sia piaciuta. 🙂 E complimenti a te per il tuo commento lungo e divertente. 😀
      Sinceramente secondo me Arsenal ha fatto ben poco in questa stagione, invece. C’era, ha avuto quella breve storyline con la morta di Sara e quella un po’ più esplorata con l’omicidio del poliziotto, ma è rimasto sempre così distaccato dal gruppo… e difatti il suo vederlo andar via non mi tocca più di tanto (perlopiù sono contenta che sia vivo, così almeno Oliver non deve incolparsi anche della sua morte e ci risparmiamo un po’ di dramma che ce n’è già tanto. E poi è sempre più una pessima abitudine far fuori i personaggi degli attori che se ne vanno, potrebbero trovare un altro motivo!!!).
      Nemmeno io riesco a capire fino in fondo le potenzialità dell’armatura di Atom. E probabilmente non lo sa nemmeno colui che l’ha costruita…
      Esatto! Concordo fino in fondo con Quentin. Laurel ha sbagliato con la storia di Sara, siamo d’accordo su questo, quindi perché Quentin non se la prende con lei anziché con quello che praticamente fa pure il suo lavoro (e pure meglio)? Gli volevo tanto bene e ora me l’hanno rovinato… T_T
      Io ho sempre apprezzato Thea, in particolare la sua evoluzione di quest’anno, pertanto il mio sospiro di sollievo deve aver generato un tornado.
      Ammetto che questa terza stagione è diversa dalle precedenti (e i patetici flashback hanno abbassato un po’ il livello), ma direi che i colpi di scena non sono mancati e continuo ad amare questo show esattamente come sempre (e ci sono show che già alla seconda stagione si trasformano in piattume e/o non-sense, quindi grazie, Arrow, anche per questo).

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...