Telefilm/The Musketeers

Recensione | The Musketeers 2×10 “Trial and Punishment”

THE END.

Moschettieri,

con le lacrime, con gli abbracci, con un matrimonio e degli addi, ma soprattutto col botto è terminata anche la season two di The Musketeers. Lieto fine per qualcuno, tragedia greca per qualcun altro.
Signori e signore, benvenuti nella recensione dell’ultimo episodio di The Musketeers: “Trial and Punishment” [non temete però, i Moschettieri torneranno con una terza stagione, le cui riprese cominceranno il mese prossimo].
E’ esattamente con processi e punizioni che va avanti questo intenso season finale per i nostri moschettieri preferiti.
In effetti dovevamo aspettarci qualcosa di spettacolare e particolarmente drammatico dato come ci eravamo lasciati la scorsa settimana. Rochefort allo scoperto, un Re debole, una regina sconvolta, Constance condannata a morte. Una bomba pronta a scoppiare, no?

L’episodio comincia nel peggiore dei modi, Constance – la fiera, dolce, orgogliosa e forte Madame Bonacieux (o dovrei dire Ex-Bonacieux?) sta per perdere letteralmente la testa, quando D’Artagnan arriva in suo soccorso.

Mentre Porthos tenta di convincere con le cattive l’unico uomo in grado di rivelare le bugie di Rochefort e Aramis è in prigione in attesa della sua condanna, toccherà ad Athos e D’Artagnan, con l’aiuto di Treville, Constance e Milady salvare la Francia dalla minaccia più inquietante che il paese abbia conosciuto.

#LETSKISS

Il Re è distrutto, sempre stupido ma sconvolto, dalle bugie di Rochefort – che lo inducono a firmare la condanna a morte per la sua amata Regina. Le vicende si intrecciano velocemente: la patetica balia del Delfino – Marguerite – si toglie la vita, il suo suicidio si rivela davvero tragico, non c’è possibilità di redimersi per lei, è una morte che passa inosservata, silenziosa. Nel frattempo, a sorpresa, Milady salva Aramis, mentre gli altri vanno in aiuto dell’instancabile Porthos (Constance compresa!) fino ad un inevitabile pre-epilogo in cui la Regina sta per essere uccisa da Rochefort per poi essere tratta in salvo dai suoi fedeli Moschettieri, che causeranno la morte di del Comte de Rochefort in cerchio, in una vera coreografia di gruppo.

TOP 3 dei momenti migliori.

  • La morte di Rochefort. L’apice della tensione, il momento più intenso di questa seconda stagione. Il grande antagonista – forse l’unico che abbia davvero messo in difficoltà i Moschettieri, muore ferito da ognuno dei Moschettieri fino ad un ultimo colpo di D’Artagnan. Un applauso a Rochefort, un grande villain – e al suo incredibile interprete, Marc Warren, riuscito nell’impresa di farci accantonare il desiderio di vedere l’amato/odiata Cardinale Richelieu. Nonostante tutti gli orribili complotti e omicidi, per un istante abbiamo desiderato che non morisse. E non perché provassimo un qualche sintomo di affetto per lui, ma perché in fondo ci sarebbe piaciuto vederlo mettere in difficoltà i Moschettieri ancora per qualche episodio.
    Adieu, Rochefort. 

#aurevoir

  • Milady si rivela. Madame De Winter non si è fatta amare particolarmente nella prima stagione. Una donna spietata, fredda ed egoista è tutto ciò che ci è sembrata fino a quando il suo personaggio non è stato approfondito in questa seconda stagione. E l’abbiamo capita, o perlomeno è ciò che è successo a me. Non si può giustificarla, ma si può comprenderla. Nell’unico dialogo a lei concesso con Athos, scopriamo che neppure lei stessa ama ciò che è diventata.

“Voglio essere…com’ero una volta con te.”

Non ci sono tracce di arroganza, ma di disperazione. E una piccola speranza che Athos possa salvarla. La donna da un ultimatum al Moschettiere: può partire insieme a lei per l’Inghilterra o rimanere in Francia. “E non mi rivedrai mai più.” 
E Athos, sorprendentemente, tenterà di raggiungerla arrivando troppo tardi. Ancora una volta, il maledetto caso ha rovinato il rapporto tra i due amanti. Abbiamo idea, però, che Milady in Inghilterra possa fare finalmente la conoscenza del Duca di Buckingham, personaggio importante per la storia dei Moschettieri. Lo vedremo apparire nella terza stagione? Chi lo sa.

  • L’addio di Aramis. Un tratto interessante di uno dei Moschettieri più amato dai fans è sicuramente la sua dualità. Aramis è stato il più libertino e senza Dio del gruppo, ma si è dimostrato anche il più propenso a rivolgersi a Dio, alla fede e alla pietà. Decidendo di onorare il voto fatto a Dio (in cambio della sua vita e quella della Regina), Aramis lascia i suoi migliori amici con un iconico. “Tutti per uno, uno per tutti.” Forti abbracci, così teneri da commuoverci.


Bisogna mettere in risalto anche degli sviluppo sul più giovane dei Moschettieri. D’Artagnan si è dimostrato un personaggio ambiguo, lo ammetto. L’ho sempre amato per quell’ardore, quell’ingenua passione nel salvare gli innocenti eppure non posso far a meno di notare quanto sia cambiato. Il buon moschettiere sembra aver lasciato uscire un vero e proprio lato oscuro (quella rabbia nell’espressione, il desiderio di uccidere Rochefort) che potrebbe rivelarsi un grande punto di sviluppo per il suo personaggio nella prossima stagione.

#NotSoPuppyDArtagnan

Il rapido matrimonio tra i più genuini amanti di Francia, D’Artagnan e la sua Constance, ci concedono almeno un lieto fine. Ora che la Spagna si è rivelata una vera nemica, la Franca entrerà in guerra. La scena finale ci regala un grande sorriso. Non importa quale sia stata la decisione di Aramis, i suoi amici partono per riportarlo a casa – per annunciargli dell’imminente guerra con la Spagna. Piccole briciole di speranza spuntano ovunque, mentre i Tre Moschettieri corrono verso il loro pezzo mancante: sappiamo che Milady tornerà – anche se non abbiamo idea di come tornerà – sappiamo che per ora Treville è al sicuro, così come la Regina e il suo bambino. Infine, sappiamo che Aramis tornerà. Non si sfugge dal mondo dei Moschettieri!

E’ squallida ma inevitabile. #LOL

Di scene meravigliose ne abbiamo viste tante, ma una menzione speciale va fatta anche agli scrittori che hanno reso Constance Bonacieux una vera tosta!

“Portate le donne nelle vostre battaglie?”

“Forse sono io a portare gli uomini nelle mie.”

 

 

 

 

 

 

Grazie per aver seguito con noi, passo per passo, questa seconda stagione di The Musketeers, e non temete, ci saremo quando i nostri personaggi preferiti decideranno di regalarci nuove avventure.

Ringraziamo: The Musketeers Italia | Luke Pasqualino Italia | Howard Charles Italia | The Musketeers Italia | Milady and Athos – Maimie McCoy & Tom Burke Italy | Addicted to Luke Pasqualino | Impotenza mentale e fisica di fronte a Santiago Cabrera ϟ | All for one and one for all • The Musketeers | Santiago Cabrera Italia √  | Alexandra Dowling Italia|TelefilmSeries.Com |  Serie Tv e film time | Serial Lovers – Telefilm Page | Gli attori britannici hanno rovinato la mia vita | All you need is Telefilm • | • Telefilm Dependence •

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...