Telefilm

Recensione | The Musketeers 2×06 “Through a Glass Darkly”

“The Musketeers: Strafighi da quando Alexandre Dumas ha scritto la nostra storia.”

 

Carissimi Moschettieri,

Sentite le mie urla? E’ l’entusiasmo che sprigiono da quando ho visto il sesto episodio di questa seconda stagione di The Musketeers. Non vi mentirò: gli episodi precedenti avevano dimostrato di poter portare avanti una serie grandiosa e piena d’intrattenimento, ma con “Through a Glass Darkly” (Attraverso un vetro oscuro) questa seconda stagione si è superata. E non ho dubbi – per ora – nel decretare quest’episodio il mio preferito.

Sono molteplici le ragioni che mi spingono ad usare queste parole, ma analizzando l’episodio con me capirete meglio il perché.

Questa volta si parla di scelte. Scelte difficili, scelte che portano ad irreparabili conseguenze. E si parla del fato. Di un destino che sceglie chi vive e chi muore rendendo l’uomo impotente.

L’astronomo Marmion invita la famiglia reale, insieme ad alcuni nobili, i Moschettieri e Rochefort al suo castello per assistere all’eclissi solare. Notiamo subito il disagio di Athos in presenza di una civettuola Milady, e l’umiliazione della Regina di fronte a suo marito e l’amante. Il moschettiere decide di fare dietro front e tornare a casa, dove ritrova un desolato Treville. Nel frattempo D’Artagnan sta accanto a Constance come solo un ragazzo innamorato può.

Ma quando tutta l’allegra brigata francese viene fatta prigioniera di questo gruppo inquietante di persone (quelle maschere con il becco sono state un tocco di classe per suggerire un’atmosfera di magico terrore), il panico è inevitabile. E appena Aramis viene scagliato giù da una finestra, i nostri supereroi cominciano a surriscaldarsi. Mai toccare un moschettiere.

Quali sono le intenzioni di Marmion? Ovviamente, far del mare al Re, unica radice dei suoi problemi. Dunque da vita ad un terribile gioco di scelte alla cieca.

I vari personaggi vengono divisi: se abbiamo Treville e Athos sicuri nella loro fortezza, è anche vero che Aramis è solo e dolorante a terra, Porthos e Rochefort vengono legati insieme in un sotterraneo mentre D’Artagnan rimane nella sala insieme a Constance, il Re, la Regina e qualche nobile. Fin quando il gioco non comincia davvero: Milady è talmente figa indifferente da sfidare la sorte e riuscire a vincere la sua libertà con un semplice testa o croce.

La povera Regina, il delfino e la sua dama di cui non ricordo mai il nome ma so che si è lasciata deflorare da Aramis, vengono chiuse in una stanza – mentre alcuni nobili in un’altra. La sfida per il Re è questa: scegliere chi verrà ucciso (la stanza con i nobili o la stanza con Anna e suo figlio) senza sapere chi si trova dove.

“Sua Maestà.”

“Ancora una volta sei il mio salvatore.

Dopo aver piagnucolato per un bel po’, il Re sceglie e fortunatamente per lui, ma sfortunatamente per i nobili, la stanza con la Regina e il Delfino è salva. Ci penserà poi Aramis a salvarli in una scena particolarmente dolce. A questo punto della storia, anche la balia del Delfino (innamorata di Aramis) sembra notare un forte legame tra il Moschettiere e la sua Regina, e il suo sguardo turbato non ci da molte buone speranze.

Contemporaneamente Milady – con tutto il suo immenso stile intraprendente – raggiunge Athos e Treville e si unisce a loro per liberare l’allegra brigata. Ovviamente solo per i suoi interessi, che cosa credevate? Ma i suoi scambi di battute con Athos sono tra le cose più belle della stagione: i due si provocano, si sfidano, ma tengono l’uno all’altro, ed è evidente. Fatto sta che forse, quelli che stanno messi peggio sono Porthos e Rochefort che, incatenati, si scambiano qualche parola sulla prigione. Il nostro villain ci dimostra quanto forte sia il suo desiderio nei confronti della Regina Anna. E’ stato il suo amore per lei a tenerlo in vita durante i suoi cinque anni di prigione.

Ma in tutto ciò, l’Oscar per la battura del secolo va a… ATHOS, che con il suo sguardo penetrante è riuscito a dare quella solita carica d’ironia che in questo episodio è quasi totalmente assente.

“O è stato un toro ferito…”

“…O Porthos”

C’è da dire che tra le file di adepti di Marmion, suo fratello non sembra così convinto del suo desiderio di uccidere innocenti. Questo sarà fondamentale per il futuro dell’episodio: quando toccherà a D’Artagnan di morire, il coraggioso e buono fratello di Marmion prenderà il colpo al suo posto, morendo.

Com’è giusto e buono che sia, ogni cattivo ha le sue ragioni e anche l’astronomo Marmion ha una storia. A causa della trascuratezza del Re, il suo villaggio è morto di fame dopo un attacco di peste. E ovviamente, non possiamo non provare anche solo per un attimo comprensione nei confronti dell’uomo che ha dovuto scegliere quale figlio sfamare. C’è qualcosa di più terribile o difficile del dover fare una scelta così importante? E’ devastante e questo lo riconosciamo. Purtroppo per Marmion non c’è nulla se non la morte, una volta che entrano in azione i Moschettieri e il finale porta alla riunione di tutto il gruppo. Tutti i nostri protagonisti, ancora una volta, sono salvi.

Nonostante quel capriccioso del Re non la smetta di declamare le gesta eroiche di Rochefort a discapito dei Moschettieri e soprattutto Treville, possiamo ritenerci soddisfatti dell’ennesima vittoria. A questo punto mi auguro che Rochefort riesca nel suo intento perché quel codardo è diventato insopportabile.

Ma parliamo di Madame Bonacieux. Constance è uno dei miei personaggi preferiti per varie ragioni, ma D’Artagnan sa bene quali sono e non esita a tirarle fuori ogni qualvolta ne ha l’occasione.

“Sei la donna più coraggiosa che io abbia mai conosciuto.”

 E, infatti, il coraggio e la passione non mancano affatto in questa donna dalle mille risorse. Constance prova compassione per Marmion, lo sfida, combatte con gli altri, partecipa alla storia con una forza invidiabile e che rende fiero ogni gran personaggio femminile. Anche lei alla fine fa la sua scelta.

Non mi interessa quello che pensa la gente. Non mi importa quello che dicono. Questa è la mia vita e voglio viverla con te. 

Come ho detto, in questo episodio si tratta di scelte. Ma di chi? E quali?

Athos sceglie di fidarsi di Milady, ad esempio. Il Re decide di affidarsi completamente a Rochefort (povero stupido ingrato!). La Regina sceglie di avere ancora una speranza di essere felice, e il suo sguardo finale con Aramis ce lo conferma.

Sapete qual è stata la parte migliore della scena finale? Non tanto il bacio e l’unione finale tra i due innamorati D’Artagnan e Constance, ma l’approvazione e la gioia condivisa dei loro amici nell’assistere a quel trionfo d’amore. E ancora, nel frattempo, anche l’amore tra Aramis e la Regina si fa sempre meno accorto e più evidente. Quali saranno le conseguenze? Ovviamente vi basterà seguire le prossime puntate per scoprirlo.

UP:

– L’amore cieco tra due adorabili personaggi quali D’Artagnan e Constance.
– Le provocazioni tra Athos e Milady.
– Il legame che unisce i Moschettieri. Il modo in cui hanno reagito quando hanno visto Aramis scaraventato dalla finestra.
– L’inquietante amore di Rochefort per la Regina Anna. Quasi ci fa pena. Quasi.
– La storia e l’atmosfera coinvolgente dell’episodio.

DOWN:

– Il Re Louis. Nella prima stagione era un simpatico stupido. Adesso è uno stupido irritante.
– Il povero Treville sempre messo in un angolo.

Adesso godetevi uno sneak peek dal prossimo episodio, che riguarderà il matrimonio della cugina del Re:

Ringraziamo: The Musketeers Italia | Luke Pasqualino Italia | Howard Charles Italia | The Musketeers Italia | Milady and Athos – Maimie McCoy & Tom Burke Italy | Addicted to Luke Pasqualino | TelefilmSeries.Com | Impotenza mentale e fisica di fronte a Santiago Cabrera ϟ | All for one and one for all • The Musketeers | Santiago Cabrera Italia √ 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...