Glee/Telefilm

Recensione | Glee 6×07 “Transitioning”

E bentornati di nuovo con la nuova ed estremamente in ritardo recensione di Glee! Sono pessima, lo so, ma adesso ci mettiamo subito in pari con questa puntata. Partendo dal titolo, questa volta. Si parla, come avrete capito, di transizioni, di cambiamenti, di, insomma, passaggi da uno stato all’altro delle cose. E in questo episodio passiamo attraverso vari tipi di “transizione”. Quello maggiormente sconvolgente, almeno a prima vista, è quello della coach Beiste. Che adesso è Sheldon Beiste. Beh, sei il benvenuto Shelly… bazinga! Non sei il benvenuto manco per niente, almeno non dai Vocal Adrenaline, che in questa puntata danno del loro peggio: prima sfracassano delle uova su Blaine e Rachel [old school (avete notato le giacche delle prima stagione?] e poi vandalizzano la macchina di Beiste. Ovviamente Sue non ha intenzione di giustificare atti di bullismo nel suo territorio e quindi chiama a raccolta Will, ma neanche lui sta passando un gran momento.
E così veniamo alla seconda transizione. Will è infelice con i Vocal Adrenaline (chi sarebbe felice di insegnare a degli spocchiosi adolescenti con il complesso di Dio?) ma vuole anche mantenere il suo tenore di vita. Scopriamo che Emma è viva! Ebbene si, non si è data alla macchia insieme a Mastrolindo il signore del Pulito, bensì è ancora sposata con Will e cerca di farlo ragionare. Il suo discorso scuote Will che inizialmente cerca di far ragionare il suo glee club, esibendosi in “Same Love” con TADAAAAN Unique tornata dal mondo dei morti no cioè boh dov’è stata e cosa faceva fino a oggi?. Ma questa canzone strappalacrime non funziona (probabilmente a causa del rap di Shue) così Will caccia il leader dei VA a calci in culo fuori dal gruppo non esattamente a calci in culo ma almeno alza un po’ la voce e tira fuori le palle VAI WIIIIILL! Ma nemmeno questo funziona, così Will li trae in inganno, portandoli nell’auditorium delle New Directions, dove Unique insieme ad un coro di transessuali cantano “I Know Where I’ve Been” da Hairspray… se non sbaglio viene cantata in originale da Queen Latifah ma, wow, i brividi anche in questa versione! Si unisce al coro anche il nuovissimo coach Beiste che capisce di non essere solo. Adorabile e mi è scesa anche una lacrima, lo ammetto. Alla fine Will prende una decisione definitiva: lascia il lavoro. Corrono in suo soccorso Rachel e Kurt che gli propongono di tornare da loro… manco a dirlo, ovviamente Will torna nel luogo a cui appartiene: le New Directions.
Passiamo dunque al penultimo tipo di transizione, che vede Rachel come protagonista: la casa della sua infanzia è stata definitivamente venduta e lei non riesce a dirle addio. Qui entra in gioco il suo allegro gruppetto che organizza una stupenda festa di addio alla casa, in perfetto stile Glee Club, tutti duetti. Duetti decisi (in parte) da una ruota della fortuna. Mercedes e Roderick ci cantano “All About That Bass”, Sam e Rachel “Time After Time”e Kurt e Blaine “Somebody Loves You”. Nel loro caso non è stata semplice fortuna, ma la ruota ha ricevuto una piccola spintarella da Kurt. Alla fine Rachel, rassicurata anche da un dolcissimo discorso di Sam, riesce a metter via le sue cose, pronta ad una nuova casa e ad una nuova avventura.
E siamo arrivati all’ultima transizione, quella di Blaine. Già era abbastanza titubante sul cantare un duetto con Kurt (si sa, questi due vanno avanti a suon di duetti) ma poi, fuori casa di Rachel, si consuma ciò che era chiaro che si sarebbe consumato: Blaine bacia Kurt. Vi risparmio la mia sequela di klaineklaineklaine e passo ai fatti. Lo ha baciato. Hanno ricordato insieme il primo duetto (“Baby it’s cold outside”). Kurt ha manomesso la ruota dei duetti per capitare con Blaine. Sembrava tutto risolto, ma sarebbe stato troppo semplice. Blaine lascia Karofsky, in una scena che, incredibile ma vero, mi ha commossa. Dave è stato dolce ma rassegnato, sapeva già che sarebbe finita così e gli dice di andare a confessare il suo amore a Kurt.
Ma è qui che si consuma la tragedia. Blaine corre in aula canto, pronto a tornare con il suo primo amore ma *rullo di tamburi* lo trova con Walter! L’espressione sul suo viso è impagabile, un misto di terrore e raccapriccio. Ho sperato fino all’ultimo secondo che Kurt si rendesse conto della situazione ma niente, va via con Walter.
E un’altra puntata è passata… incredibile come abbiamo appena sorpassato metà stagione. Ed è una stagione neanche male! Ryan non poteva farsi venire il colpo di genio prima eh! Questa, rispetto alle altre, per me è stata un po’ sottotono, tranne che per le canzoni (le due cantate da Unique in particolare, magnifiche), ma comunque una buona puntata, con buoni spunti e tante emozioni come sempre. Chiudo con il solito augurio (ormai scaramantico) che si continui così. Ci si sente alla prossima!

One thought on “Recensione | Glee 6×07 “Transitioning”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...