Grey’s Anatomy/Telefilm

Recensione | Grey’s Anatomy 11×10 “The Bed’s Too Big Without You”

“È più facile stare da soli: perché se impari che hai bisogno dell’amore, e poi non lo hai, e se ti piace, e ti appoggi ad esso, se fondi la tua vita su di esso e poi… tutto crolla? Potresti sopravvivere ad un dolore del genere? Perdere l’amore è come una lesione fisica, è come morire. L’unica differenza però è che la morte è un attimo… e questo? Può andare avanti per sempre”.

Non potevo non cominciare questa recensione senza citare il mio voiceover preferito.
Sono passati quattro anni da quell’episodio (in caso ve lo stesse chiedendo, 7×22 “Unaccompanied Minor”) ma il tema della solitudine non passa mai di moda.

In questo caso, però, la solitudine compare in tutte le sue sfumature e scopriamo anche che non tutte sono negative.. ma non voglio indugiare ulteriormente e quindi vi do il benvenuto a questa nuova (e spero piacevole) recensione di Grey’s Anatomy!

WE ALONE

Citare nel titolo del paragrafo la canzone più famosa dei Live, mi sembra la cosa più adatta per questa storyline, la quale vede come protagonisti Callie e Owen.
I due dottori infatti decidono di rientrare nel mondo delle uscite serali ma, nonostante le migliori intenzioni, si accorgono di quant’esso possa essere molto più difficile di quanto pensino.
E m’è piaciuto che sia iniziata in maniera simpatica (con Callie in veste di wingwoman) e sia culminata in una disamina dello status attuale delle loro vite amorose.

La considerazione che Callie fa in questa breve (ma ben realizzata) trama ci sottolinea come possa essere ostica per lei questa situazione post-separazione e come anche per Owen sia difficile “ritornare in sella”.
Ma dato che vedo sempre il pelo nell’uovo, temo anche che questo loro “mal comune, mezzo gaudio” possa tramutarsi anche in qualcosa di più grosso e che non sia Amelia il nuovo love interest del bel Chief.

E chi lo sa Callie, in undici stagioni è successo di tutto. Non biasimarmi se mi aspetto sempre il peggio.

UNDER PRESSURE 

Un’altra storyline che riesce ad evidenziare il carattere di un determinato personaggio è quella di Amelia, che si ritrova a domandarsi se sia veramente capace di rimuovere il tumore della Herman.

Avendola vissuta per quattro stagioni in Private Practice, trovo più facile vedere come per lei sia complicato adeguarsi agli standard del Grey-Sloan Memorial e come l’ombra del fratello aleggi sempre sulla sua autostima.
Amy ha passato l’inferno negli ultimi anni e dimostrare quanto valga sembra essere l’unica opzione disponibile per ridare un vero senso alla sua vita.

Ma la sua forza risiede da sempre nella sua resilienza e il fatto che Webber (e poi successivamente Stephanie) le abbia dato manforte mi fa ben sperare che con questa storyline potremmo conoscere ancora meglio questo splendido personaggio e vederla finalmente soddisfatta di se stessa.

BETTER THE TUMOUR YOU KNOW THAN THE TUMOUR YOU DON’T

Nonostante la solitudine post-trasferimento di Derek, la Meredith di quest’episodio m’è piaciuta molto.
Ironica, professionale e sempre arguta, la Grey è riuscita (con l’aiuto della Bailey e della sorellastra) a battere un maxi tumore che stava per uccidere una povera donna e ho apprezzato un mondo che le tre abbiano fatto lavoro di squadra per risolvere un caso clinico così difficile.

The bed’s too big without you- 11x10

SHE WORKS HARD FOR THE CANCER

Il fatto che abbia due paragrafi dedicati a pazienti col tumore è sempre un piacere (*sarcasm*) ma nonostante ciò mi preme fare una breve considerazione sul personaggio di Nicole Herman.

Drumroll, please!

Io adoro la maniera con cui gli autori stanno dando forma a questa storyline.
Infatti, non posso che elogiare come il ruolo interpretato da Geena Davis abbia potuto portare una ventata d’aria fresca all’interno dello show e come abbia dato la chance al personaggio di Arizona di avere una trama importante dopo la sua separazione da Callie.

The bed’s too big without you- 11x10

Il sapere di avere poco tempo da vivere permette a lei di potersi sbizzarrire coi casi più complessi e di lasciare la sua “eredità chirurgica” alla sua collega e a noi di vedere come le due coopereranno e procederanno visto il difficile futuro che si prospetta davanti a loro.

SYMPATHY FOR THE PARENTS

Ma la Herman non è la sola che vive con difficoltà il presente in vista dei problemi che stanno per arrivare.
Jackson e April, infatti, hanno cominciato a chiedersi quale sia la miglior cosa da fare e, come era prevedibile, hanno anche iniziato a vederla in maniera molto diversa.

Inoltre, l’arrivo della madre di April non fa che allargare il divario tra i due, profondamenti sconvolti dalla tragedia che si è abbattuta su di loro.
Ma è anche (e soprattutto) attraverso questo terribile evento che possiamo notare la loro evoluzione come coppia e come, nonostante litigi e opinioni discordanti, i due non scappino ma rimangano uniti, “nella buona e nella cattiva sorte”.

E visto il cliffhanger che chiude la puntata (la Herman che sta per comunicare loro i risultati dell’ecografia), non posso che esser maggiormente curioso circa la maniera con cui i due vivranno la notizia e come l’arrivo di Catherine nel prossimo episodio avrà conseguenze sulle loro decisioni riguardati il destino del loro feto.

HIGHLIGHTS OF THE EPISODE:

  • Owen nel condotto dell’aria che ricorda lui e Cristina:

  • Callie dopo che la commerciante dice che lei è meravigliosa:

  • April che sbrocca come solo lei sa fare:

Can you please both just shut up?!Can you please both just shut up?!

  • Arizona che non sopporta i suoni provenienti dalla camera di Alex e Jo:

 

  • Meredith che spiega ad Alex come mettere in pausa durante il sesso:

  • L’esilarante risposta di Alex:

  • I paralleli tra Meredith d’un tempo e quella di ora:

What are you doing?What are you doing?

CONSIDERAZIONI SPARSE:

L’episodio m’è piaciuto molto ed è stato forse il migliore dai tempi di Bend & Break.
Un caso medico molto interessante, una buona dose di dialoghi comici e soprattutto una buona evoluzione delle trame orizzontali, in special modo quella dei Japril e quella della Herman.
Non ho avvertito molto la mancanza di Derek ma vorrei vedere se riusciranno ad aggiungere qualcosa in più rispetto al letto vuoto e alle video chat tra Meredith e Maggie.

VOTO DELL’EPISODIO: 7 1/2

Ma prima dei ringraziamenti finali, ecco a voi lo strappalacrime promo del prossimo episodio:

Last but not least, i miei ringraziamenti a queste bellissime pagine e a voi che avete letto la recensione di questa puntata: Tv, Cinema, Musica & Libri | Diario di una fangirl. | TelefilmSeries.Com | Telefilm. ϟ | Serie Tv, che passione ღ | • Telefilm Dependence • | And. Yes, I love telefilms and films ∞ | Serial Lovers – Telefilm Page | Un’Unica Passione: Grey’s Anatomy | Telefilm. Un amore incondizionato | Il nostro Mondo si chiama Grey’s Anatomy | Grey’s Anatomy Soundtrack | Serie Tv e film time | Film e telefilm ossessione. | **Noi amiamo Grey’s anatomy** | Grey’s Anatomy Una Passione , Una Lezione Di Vita |All you need is Telefilm • | Jessica Capshaw fan |Jessica Capshaw Italia | Noi, fan di Grey’s Anatomy_ | Sara Ramirez Italia | Grey’s Anatomy – Italia | *Grey’s is Life, Grey’s is Everything* | Grey’s Anatomy__ | Meredith & Cristina: “Il tuo cuore vive nella tua vagina” | Associazione Malati di Grey’s Anatomy | We love grey’s anatomy | Sandra Oh Italia | Grey’s Anatomy It’s a Lifestyle | Grey’s Anatomy Medical-Drama | Noi Chirurghi del Seattle Grace | Grey’s Anatomy Italia | Viviamo A Seattle | My Love: Grey’s Anatomy | Alex e Jo Grey’s Anatomy: I Jolex | Sarah Drew Italia | Grey’s Anatomy .

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...