Live

Recensione | Musical Live ”Romeo e Giulietta – Ama e cambia il mondo”

 Nel cuore di Verona, teatro della storia, la
   ruggine di un odio di cui non si ha memoria
 corrode senza pace due nobili casate;
     Montecchi da una parte, dall’altra Capuleti.
      Dai due fadali lombi poi sbocciano due fiori.
     Ragazzi che alle grida oppongono sospiri.
        Segnati dalle stelle andranno sino in fondo,
        lasciando scritto in terra ama,
                                                            ama,
                 ama e cambia il mondo.

Salve, miei cari lettori, questa volta sono qui per parlarvi non di un telefilm o di un film, come sono solita fare. Questa volta, la mia attenzione si focalizza su un musical. Il musical italiano del momento: ”Romeo e Giulietta – Ama e cambia il mondo”.

Tutti, o quasi tutti, conosciamo la storia di Romeo e Giulietta, tragedia brillantemente scritta dalla agili mani di William Shakespeare. E ripescata e adattata in diversi modi: film, spettacoli teatrali, canzoni.

In Italia, finalmente, debutta il 2 ottobre del 2013, presso l’Arena di Verona il musical di cui ora vi parlerò.

Dimenticate Zeffirelli, scordate Leonardo DiCaprio e la giovanissima Claire Danes. Mettete da parte l’amore per la tragedia di Shakespeare, e se potete andate dal vivo a sentire e ammirare l’infinita bellezza di questo musical nazionale.

Romeo e Giulietta debutta non solo in Italia, ma sin dal 2001 debutta in  Francia, Spagna, Romania, Belgio, Canada, Inghilterra, Olanda, Russia, Austria, Ungheria, Corea, Taiwan (Taipei), Italia e Giappone.

Come accennato, in Italia arriva solo nel 2013. E diventa, per ovvi motivi, fonte di successo. E’ così che il cast composto da Davide Merlini (Romeo), Giulia Luzi (Giulietta), Luca Giacomelli Ferrarini (Mercuzio), Riccardo Maccaferri (Benvolio), Gianluca Merolli (Tebaldo), Roberta Faccani (lady Montecchi), Barbara Cola (lady Capuleti), Vittorio Matteucci (padre Capuleti), Leonardo Di Minno (principe Escalus), Silvia Querci (la nutrice), Giò Tortorelli (frate Lorenzo) e Denny Lodi (Paride), inizia il tour attraverso l’Italia.

Dopo tanta attesa, e sei mesi di prenotazione del biglietto, anche io ho avuto l’onore di assistere dal vivo a questa meravigliosa rappresentazione.

Se avete già visto la diretta tv dall’Arena di Verona, scordatela. Niente potrà sovrastare, in nessun modo, il viverla dal vivo.

L’ingresso è frenetico, tutti gli spettatori cercano di ritrovare i loro posti. In sottofondo dolcemente sussurrati i brani che verranno a breve cantati dai protagonisti, la scena è campeggiata dal vociare, ma soprattutto da un libro aperto proiettato sullo schermo sul quale a qualche minuto dall’inizio dello spettacolo, lentamente, verranno scritte le parole iniziali della tragedia di Shakespeare e i nomi dei famosi amanti.

10433113_10205742538631863_6629854450307807346_n

Perdonate la terribile qualità della foto 🙂

Le luci si abbassano, dando via allo spettacolo (che durerà circa tre ore). Ai piedi del palco la figura di un uomo vestito da monaco, inviterà gli spettatori a fare silenzio e a riportare la loro attenzione al palco.

Così si apre la scena, il velo sul quale era proiettato il libro cade ai piedi del palco, lasciando così libera la scena all’entrata dei protagonisti.

La presentazione delle famiglie, Montecchi e Capuleti, e le rispettive lotte. E’ così che inizia il musical, con l’emblema dell’intera tragedia, non solo l’amore eterno tra i due amanti, ma la continua rivalità tra le due famiglie.

Segue l’ingresso del Principe di Verona, interpretato da Leonardo Di Minno, con il celebre brano dedicato a Verona.

La bravura di Leonardo colpisce lo spettatore, avvolgendolo con la sua calda voce e trasportandolo direttamente nel vivo delle parole e del balletto che soavemente si svolge dinanzi agli occhi di chi assiste.

Ma il vero momento che tutti di certo aspettavamo è l’ingresso di Romeo, Davide Merlini, e dei suoi fidati amici Benvolio e Mercuzio. Inutile dire la bravura di quest’ultimi e l’eccellente scelta fatta dagli autori. Mercuzio è folle e fa diventare folle anche la folla di spettatori ai suoi piedi. Interpreta magnificamente assieme a Benvolio e Romeo il brano emblema del successo ‘ I re del mondo’, brano dedicato interamente all’esaltazione del genere maschile. E lo si nota dai bei fustetti che ballano incatenando i nostri occhi ai loro movimenti.

image image

Immensa la scenografia, diversa per ogni scena. Diverse scenografie, quadri, proiettate con maestria su pannelli.

Come tutti sappiamo, Romeo e Giulietta si incontreranno al ballo tenuto al castello del Capuleti. Ed è questo che accade, esattamente questo. Se vi eravate appassionati nella scena tra Claire Danes e Leonardo DiCaprio (Romeo + Juliet), preparatevi a gettare il vostro cuore tra gli squali. Anche a distanza, i brividi avvolgono me e gli spettatori accanto, tutti si zittiscono, incerti su ciò che gli sguardi tra i due riveleranno.

Il colpo di fulmine.

Ecco ciò che domina la scena. Ballerini immobili e due figure che si cercano, trovandosi.

Il sorriso dominava e domina ancora adesso sul mio viso, al pensiero del vissuto provato. Diavolo, andate a vedere questo musical!

Il bacio, l’amore. Romeo. Giulietta. Un continuum di emozioni, infinite e immense.

 

Ma come sappiamo, il momento del ballo verrà interrotto. Ed entrambi i giovani colpiti dall’amore cieco, dovranno fare i conti con una nuova realtà. Le loro famiglie e la rivalità storica tra di esse.

Ma Romeo, accecato dal vero amore, rifiuterà di porre la distanza tra il vero amore dalla sua vita e se stesso e si recherà sotto il balcone della sua adorata Giulietta.

Una scena epica, divina, interpretata magnificamente. La scenografia attira lo spettatore e l’avvolge.

 

I due si lasciano, come da copione, con la promessa di un matrimonio e di un amore eterno. Spezzettando il mio cuore in mille cuoricini viaggianti.

 

 

 

 

Rinuncerò al mio nome,
Potrai chiamarmi amore.”

E’ così che si concluderà il primo atto, con il matrimonio di Romeo e Giulietta. Un amore destinato ad esserci, ma destinato anche ad aver fine.

Non poso descrivere l’emozione provata, per questo lascio direttamente il link della scena. Così potrete comprendere l’immensità di un singolo momento.

– Fine I Atto –

La scena si riapre, questa volta non nel migliore dei modi. La morte di Mercuzio si avverte già, e invade gli spettatori, che afflitti già assistono all’ultimo duello.

La vendetta viene disprezzata da un Mercuzio morente, assieme alle famiglie che l’hanno portato a quel dolore.

La vendetta non so cos’è, eppure, sì, è esplosa in me. Non puoi tacere se un amico muore.
Dico a voi, chi siete mai? Chi vi da l’autorità? Non siamo che bambini noi, la morte la inventate voi! Noi siamo burattini, qui nelle sue mani.

Eccola, la vendetta di Romeo, l’uccisione di Tebaldo (cugino di Giulietta) ed ecco di seguito l’esilio di Romeo da Verona, da Giulietta.

Ma non prima di un ultimo saluto, non prima che i loro corpi si siano amati e uniti.

 

Ma quanto sono teneri?!

Intanto, però, siam arrivati alla parte critica del musical/tragedia. Romeo esiliato e Giulietta costretta a sposare Paride. Tutti sappiamo cosa succederà. Giulietta si recherà da frate Lorenzo in cerca di aiuto o sarà costretta a togliersi la vita. Frate Lorenzo, costretto dalla minaccia, donerà a Giulietta un veleno che le consentirà la morte apparente sino all’arrivo di Romeo.

Anche questa volta, niente felici sorprese. Non avevate mica dimenticato che parliamo di una tragedia, vero? Romeo non saprà dell’inganno ai danni di Paride e quindi dell’apparente morte di Giulietta. Così, trafitto dal dolore, berrà il veleno che strapperà lui la vita. Giulietta si sveglierà proprio in quell’attimo e tormentata dalla perdita del suo grande e puro amore, si toglierà la vita.

 

 

Eccoci quindi giunti alla fine. La fine di un amore. La fine di una storia.

Fantastico questo momento, reso divino da una scenografia immensa. Niente spoiler su questo, andate e vedete con i vostri occhi.

Grazie per aver letto questo mio commento.

”Queste gioie violente, hanno violenta fine.”

Voto: 10+

ANDATE E VEDETE!

Vi aspettano loro, poco manzi!

Annunci

3 thoughts on “Recensione | Musical Live ”Romeo e Giulietta – Ama e cambia il mondo”

  1. Bella recensione (e che velocità) *-* anche io l’ho visto e, nonostante Romeo e Giulietta non mi piaccia più di tanto, l’ho trovato davvero bellissimo in versione musical e sono arrivata anche a piangerci su un poco :3

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...