Film

Recensione | Magic in the Moonlight

“E’ una visionaria e una visione.”

L’ironia. Eccolo l’ingrediente segreto del nostro caro amato Woody Allen. L’ingrediente presente in ogni sua ricetta, ops.. pellicola.
Ennesimo successo, incredibile cast. Ma soprattutto un’incredibile Emma Stone.
Sì, miei cari lettori, è proprio lei la vera star della pellicola.
Genuina, visionaria, ma soprattutto visione.


In quegli abiti color pastello, tipici degli anni ’30, Emma Stone o meglio Sophie, sovrasta tutti e tutto, non solo per la sua bellezza, ma soprattutto per la bravura e l’ironia trasmessa attraverso solo piccoli sguardi.


Ma il personaggio che più ho apprezzato è stato quello di Stanley Crawford, Colin Firth, illustre illusionista che viene ingaggiato e invitato da un suo vecchio amico a scoprire e smascherare una traffatrice, Sophie. Con un velo di antipatia, Stanley, dichiara sin dal primo momento senza rancore ciò che pensa della ragazza e della sua attività, ostinato a smascherarla.

 

Ma non tutto va come si può immaginare..

Per me si va nell’eterno dolore..
Per me si va nello spoiler infuocato..

image

Stanley vive intensi momenti in compagnia della ragazza, e dopo aver assistito a più di una seduta spiritica, si convince che quello di cui è in possesso l’attraente sensitiva, non è altro che un vero e proprio dono. E’ così che, senza accorgersene, inizia a provare sensazioni positive nei confronti della ragazza e a farne riferimento come se fosse una stella brillantissima ad illuminare il suo cammino.

 
La divina e l’apprezza, ignorando quello che si nasconde sotto. Ignorando soprattutto i sentimenti che ancora non è consapevole di provare.
Sarà dopo diversi incontri, dopo dichiarazioni da parte del pretendente ricco e disinibito, e non poco fastidioso, che inizierà a comprendere tutto.
La bella Sophie, infatti, ha ingannato tutti.
Soprattutto noi, spettatori diffidenti, ma innamorati di quel bellissimo sorriso e di quegli occhi radiosi.
Sophie, non è una sensitiva. Ma avevate dubbi? Beh, si forse qualcuno sì. Ma come Stanley ci siam caduti come sciocchi. Tra stelle in un osservatorio, la pioggia, le battute e risposte, le passeggiate nei giardini, balli e nuotate, era inevitabile pensare quanto Sophie potesse essere fonte di falsità.
Invece essa è complice.
Complice non solo di battute e ironia autentica (e di deliziose espressioni buffe), ma complice del vecchio amico di Stanley, Howard, colui che aveva richiesto la sua presenza per smascherare la truffatrice. Ammaliato dalla bravura della ragazza, infatti, aveva deciso di sfidare e battere per una volta almeno il suo vecchio amico.
E Howard riesce nel suo intento, portando Stanley a credere nella vita, in tutto ciò che sembrava impossibile. Ma tutto come al solito finsice, e Stanley torna alla realtà, scoprendo tutto.
Perdonerà o no Sophie?
Sarà grazie alla zia Vanessa (la grandissima e bravissima Eileen Atkins) che Stanley comprenderà i suoi sentimenti verso la ragazza e correrà a chiederle di sposarlo.
Ed ecco il colpo di scena, con il solito ingrediente segreto. Sophie non solo rifiuta la mano e l’amore di Stanley, ma scappa via orgogliosa del suo fidanzamento con il ricco fastidioso.
Stanley sarà abbattuto, ma prenderà il tutto con il suo pessimismo ironico, provocato ancora una volta dalla zia.
Il vero colpo di scena, però, quello epico e tipico delle pellicole di Allen ci aspetterà alla fine, con un lieto fine da favola per il nostro Stanley e per il vero amore per la nostra Sophie.


Il consiglio è di vedere la pellicola, firmata da un grande dei giorni nostri. Sorriderete, senza versare lacrime e assisterete ad una nuova e dolcissima storia d’amore, ironica sì, ma romantica.

Voto: 7,5

Vi lascio con il trailer della pellicola. Grazie a tutti per aver letto il mio commentone. Alla prossima!

Ringraziamo: Infinita Letizia della Mente Candida; | Film che lasciano il segno. | Emma Stone Fans Club | Ciak si legge | Emma Stone Italia | Cinema & Cinema | Because i love films. | Film & Serie TV | She’s the sun. And she’s got such depth. She can do anything. She’s magic. | Emma Stone and Andrew Garfield Fans.ϟ | Stone. | Colin Firth Addicted | Cineamante per passione

One thought on “Recensione | Magic in the Moonlight

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...