Sleepy Hollow/Telefilm

Recensione | Sleepy Hollow 2×09 “Mama”

“…You are my sunshine, my only sunshine…you make me happy when skies are grey…you’ll never know dear…”

WTF? Dovrei mangiare meno pesante la sera…

Salve bucanieri e bentrovati! Che episodio! Oh, Mama! E’ il caso di dirlo. Ci eravamo chiesti alla fine dell’episodio precedente che fine avessero fatto Jenny ed Irving e la nostra sete di curiosità è stata placata. L’episodio di questa settimana s’intitola “Mama” ed è incentrato, quasi totalmente, sulla figura della mamma delle due sorelle. In quanti si son chiesti, fin dal principio di questa serie, la storia di Lori Mills? Come la donna abbia potuto lasciare due bambine,pressocchè piccole, da sole e allo sbando di famiglie affidatarie? Cosa l’abbia fatta uscire di senno e successivamente l’abbia portata a togliersi la vita? Finalmente, dopo vari episodi, avremo le nostre risposte. Mi è piaciuto molto come hanno gestito con delicatezza e accuratezza tutta la faccenda. Sublime è stata la recitazione di Nicole Behaire e Lyndie Greenwood, che sono state in grado di farci sentire a pelle ogni emozione provata dalle due sorelle in questo episodio. Ma andiamo per gradi..

L’episodio parte con la denuncia di una serie di casi di suicidio proprio nell’ospedale psichiatrico dove un tempo è stata rinchiusa Lori, poi Jenny ed infine Irving. Lo sceriffo Reyes, dopo il bel lavoro svolto con il caso sulla setta satanica, affida il compito di risolvere il mistero dei suicidi ad Abbie. Quest’ultima, non avendo Crane disponibile causa influenza, chiede aiuto ad Hawley e Jenny e come prima tappa decide di parlare con Irving per comprendere meglio le cause di tali suicidi. Scartato Irving dai sospetti, le due sorelle decidono di rivedere i filmati della sorveglianza del primo suicida. Per quanto Jenny sia scettica e molto più restia a stare in quel posto ed ad indagare su questi casi, Abbie le pone una motivazione valida per aiutarla: Riuscire, con l’aiuto di questi casi, a capire chi e cosa ha portato la loro madre al suicidio. [Un pò la domanda che tormenta tutti.] E cosa notano? Una Lori Mills in versione Ghost vs Paranormal Activity, che sembrerebbe istigare la vittima al suicidio. Dopo varie indagini,tra cui il salvataggio di altre due vittime e la visione di un vecchio video dove la madre spiega i suoi demoni, le due sorelle comprendono che il demone che spinge le persone a compiere tale atto brutale è un’infermiera, Lambert.

Questa infermiera però non è reale, è un demone/fantasma che da anni, dopo esser stata condannata alla sedia elettrica, si vendica con le anime “pazze” riportando alla luce le loro incertezze e paure ed inducendole,grazie a delle pillole e alla sua arte della persuasione,al suicidio. Ho adorato l’uso di questo demone/fantasma infermiera, in quanto rispetto ad altri demoni utilizzati, abbia quel tocco in più di creepy che ci tiene con il fiato sospeso e con gli occhi incollati.

Tutta la puntata è caratterizzata dalla presenza dei flashback che ci permettono di vedere come le sorelle abbiano affrontato,durante la loro complicata infanzia,la pazzia della madre rivelando le loro emozioni e le paure nei confronti di quest’ultima. Infatti attraverso essi, è come se gli autori, ci portassero a rivivere gli sforzi, il disagio e le varie difficoltà che le due sorelle hanno patito, fino quasi a portarci ad immedesimarsi con loro e provare gli stessi sentimenti contrastanti.

Una delle scene che mi ha molto colpito è stata quella in cui Abbie, Jenny e Hawley entrano nella vecchia cella della mamma, alla ricerca di indizi sulla sua morte.

E’ stato molto coinvolgente il modo in cui entrambe grattano via lo stucco dal muro, per scoprire un bellissimo disegno fatto dalla madre che le ritrae assieme alle parole della ninna nanna che era solita cantare alle sue bambine. Durante la scena, il modo in cui entrambe scoprano il disegno, con il viso rigato dalle lacrime e quasi la rabbia negli occhi per tutto ciò che hanno passato e ha passato la loro madre venga fuori, sembra voler essere una sorta di sfogo da parte delle ragazze e la loro voglia di lottare e non mollare. Voglia di lottare che viene esaltata sia da Abbie quando cerca di combattere e rifiutare il controllo dell’infermiera che, dopo averla rapita, tenta di farle avere la stessa identica sorte della madre e degli altri suicidi. Poi da Jenny, che trovato il diario della madre contenente l’incantesimo per cacciare via il demone, si affanna nella riuscita di tale incantesimo mossa dalla paura di perdere sua sorella. Ed infine la mamma che, sia durante i flashback non smette mai di lottare contro i demoni che la tormentano e sia dopo sottoforma di fantasma quando aiuta prima Jenny con la rivelazione dell’incantesimo e poi Abbie allontanando il demone infermiera,mossa sempre dall’unico sentimento che muove ogni donna,che sia anche mamma,di proteggere le sue figlie.
Ma la scena che mi ha portato ad avere gli occhi lucidi e quasi i lacrimoni è stata quando, dopo aver sconfitto il demone infermiera, le ragazze con l’aiuto dei boys riescono ad evocare la mamma, per ringraziarla di tutto ciò che aveva fatto per loro. Dando anche la possibilità alla donna di spiegarsi riguardo alcuni avvenimenti passati, sottolineando che tutto ciò che ha sempre fatto è stato cercare di proteggerle ad ogni costo. Si nota proprio la sofferenza di una madre, che non è riuscita a sconfiggere prima l’infermiera che l’ha portata alla rassegnazione e alla morte,che non è stata presente alla crescita delle figlie e che le ha caricate di questo fardello. Ebbene si, Lori sapeva che Abbie sarebbe diventata una witness, non sappiamo ne come ne perchè ma lo sapeva. Ma come mai Jenny non lo è invece? Speriamo ci verrà spiegato. Una nota positiva è data da un’indizio rivela ad Abbie, un’arma all’interno del diario che potrebbe servire per distruggere definitivamente Moloch. L’unico problema? Trovarla. Sarà un’incantesimo? O un disegno per costruirla? Non ne ho idea, ma sono curiosissima di saperlo. Tuttavia le urla strazianti delle due ragazze che hanno ritrovato la loro madre e non la vogliono lasciar andare sono state devastanti per il mio piccolo cuoricino.

 

Mi è piaciuto che hanno dato più spazio ad Irving in questo episodio, ponendolo anche tra le possibili vittime suicide. E sono proprio curiosa di vedere come riusciranno a risolvere Abbie e Co il problema della sua anima, ora che è anche evaso dall’ospedale sarà più facile per Henry e Moloch utilizzarlo a loro favore.

Veniamo a Katrina. [No, non mi sono dimenticata di lei anche se avrei voluto visto cosa ha combinato] L’avevamo lasciata intenta ad essere ammaliata dal piccolo demone dalle sembianze pacioccose [solo per lei] e la ritroviamo praticamente nella medesima situazione. Non a caso l’episodio è intitolato “Mama”, poichè oltre a focalizzarsi sulla figura di Lori Mills, si concentra anche su un’altra mamma, Katrina che anch’essa, per vari motivi, non ha potuto svolgere il suo compito con Henry allevandolo come suo figlio e donandogli il proprio amore. Ovviamente è proprio su questo che gioca Henry, sull’attivare i sensi di colpa di Katrina e sullo suscitare la voglia di fare da madre all’orfanello [DEMONE! Orfanello, sti cazzi! Quel pargolo è il MALE!]. Tanto è bravo nel suo intento che la invita a prenderlo in braccio e ovviamente Katrina credulona e sempliciotta casca perfettamente nel suo tranello. Inoltra vediamo il piccolo demone,in tutto il suo splendore violaceo e malvagio, intento con il suo tocco ad infettare o trarre nutrimento dalla strega. Fortunatamente Katrina si accorge di quello che le ha fatto il baby demone e prepara un siero da usare contro di lui per sconfiggerlo. Voi dite che stavolta è quella buona? Ci libereremo di quell’esserino insulso? Macchè, Katrina che sembrava tutta convinta con il suo passo “mo ce penso io a sto cosino qua che mi ha preso per i fondelli per tutto sto tempo con quel suo sguardo angelico”, si blocca quando vede che il bambino è cresciuto [stile Reneesme in Twilight] e cosa fa? NIENTE. Rimane impassibile, perchè il bimbo le dice “Ho fame, madre”. Ma porca eva Katrina,collana quanto vuoi, ma è Moloch quel bambino e tu si suppone debba ucciderlo non esserne completamente sopraffatta. Detto ciò, non ho idea di come Katrina si risvegli dal torpore in cui si trova e riesca a dare una mano concreta nella sconfitta di Moloch.

Riassumendo [mi scuso per essere stata così prolissa, ma ho dovuto!] l’episodio mi è piaciuto tantissimo poichè si è concentrato sulle due sorelle,sul loro rapporto e sulle disavventure che hanno dovuto affrontare (e affronteranno) insieme. Un pò mi è dispiaciuto che Crane in questo episodio sia stato messo da parte, ma credo che la scelta di dare più spazio alle ragazze (a tratti anche al biondino) sia stata corretta. Tuttavia non sono mancanti i momenti esilaranti di Ichabod alle prese con l’influenza

e con la degustazione della zuppa di polpette con pane azzimo, gentilmente portata dal suo nuovo buddy, Hawley.

e ho apprezzato la citazione di Jane Austen fatta dal biondino riferendosi al povero Crane.

Detto ciò, io ho visto il promo della prossima puntata e asdkjkjjo sono già in trip e l’attesa mi ucciderà! Quando vedrete il promo sarete sicuramente d’accordo con me e andrete correndo per casa come i matti. Comuuuunque, ecco qui il promo adrenalinico e sconvolgente della prossima settimana.

Xoxo a prestissimo! Team witness always and forever!

RINGRAZIO:  Sleepy Hollow Italia | Diario di una fangirl. | TelefilmSeries.Com | Serie Tv, che passione ღ | • Telefilm Dependence • | Serial Lovers – Telefilm Page | Sleepy Hollow Italia ϟ Prima pagina italiana | Gli attori britannici hanno rovinato la mia vitaTelefilm Revelations | Serie Tv e film time | Film e telefilm ossessione. | 365 Giorni di Telefilm |Talk About Telefilm | Addicted to telefilm. | Telefilm. ϟ | Serie TV & Film

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...