Resurrection/Telefilm

Recensione | Resurrection 2×07 “Miracles”

Buon mercoledì, fan dei nostri Ritornati, spero che la vostra giornata sia meno piovosa della mia.
Chiedo perdono se la recensione della scorsa settimana è saltata, ma l’episodio 2×06 mi aveva lasciata senza parole (nel senso che mi sono ritrovata senza nulla di buono da dire) e nonostante i miei sforzi non è uscito nulla di buono.
Cercherò di rimediare questa settimana, visto che la 2×07 mi è piaciuta decisamente di più e sono successe cose decisamente più interessanti.

Partirei da Racheal, visto che lo stesso episodio inizia con lei e un suo sogno.
Qualche episodio fa, Racheal ci aveva fatto sapere che faceva strani sogni riguardo un incendio ed era chiaro già allora che riguardassero quello avvenuto alla fabbrica Langston negli anni ’30. Questa volta il sogno diventa più nitido, soprattutto per noi telespettatori, visto quanto si viene a sapere, per esempio quanto i Ritornati siano collegati l’uno con l’altro e abbiamo la conferma che l’uomo che vuole vendicarsi dei Langston era uno di quelli perito nell’incendio (ma che brava Margaret a non fare nulla per salvarli, da bambina. Ci manca solo che scopriamo che l’incendio l’abbia appicato lei).
Sogno che Rachael pensa sia tale fino a che non scopre che era un ricordo, un ricordo di Margaret. Da notare come non si sconvolga nemmeno quando lo viene a sapere. Seriamente, Margaret ti viene a dire di aver assistito (solo assistito?) negli anni ’30 ad un incendio in cui sono morte un bel po’ di operai e che uno di questi è pure Ritornato e non fai una piega? Complimenti per il self-control, Margaret non era di quello stesso avviso di sicuro.

Prima di questo, però, torniamo a Rachael, le cui condizioni sembravano peggiorare fino alla morte, in questo episodio. Come sappiamo, grazie a Marty, lei avrebbe potuto prendere qualche dose del farmaco procurato dal governo, ma appena le viene proposto lei rifiuta, per timore che la medicina misteriosa possa nuocere al suo bambino.
Assolutamente comprensibile, non dico di no, ma, secondo il dottore, le restavano pochi giorni di vita se continuava ad avere la febbre tanto alta, pertanto il bambino sarebbe morto lo stesso, no? Era un salto nel buio comunque, quindi capisco benissimo anche la presa di posizione di Tom di somministrarle il farmaco senza dirglielo e a quel paese il libero arbitrio.
Ama Janine – la mogliettina che continua a non contarmela giusta -, ma ama anche Rachael, oltre a suo figlio ovviamente, quindi seriamente capisco perché abbia voluto tentare il tutto per tutto per non perderli entrambi. Soprattutto ricordiamo che Rachael l’ha già persa una volta perché si era suicidata. Non immagino lo shock dieci e qualcosa anni prima.
Per fortuna, tutto si risolve nei migliori dei modi perché Rachael si risveglia guarita anche senza farmaco, ma non trovate che sia un po’ strano che sia successo subito dopo che Janine dalla manina magica l’ha toccata? [Se fossimo in Supernatural, penserei che abbia venduto l’anima ad un demone degli incroci.]
Comunque sia, Tom comincia a capire che Janine vede il bambino di Rachael come suo e questo è preoccupante perché cosa potrebbe fare per togliere di mezzo la rivale appena avrà partorito?

Intanto, Henry continua a mettersi in affari con il nipote del Ritornato morto nell’incendio, senza conoscere il doppio fine dietro questa generosa offerta di aiuto. Ma guarda… devi mettere a posto una fabbrica in rovina, non hai abbastanza denaro e un investitore ti piove dal cielo… che fortuna.
Margaret, ovviamente, s’intromette e strappa al generoso investitore un invito a cena. Non sono riuscita a capire se l’abbia invitata perché volesse effettivamente invitarla o perché voleva carpirle qualche informazione o conquistare la sua fiducia. Dall’altra parte è arrivato al punto d’invitarla a casa sua, come se la cena fosse assolutamente innocente o lui sia completamente stupido. Seriamente, non inviti a casa tua una persona di cui vuoi vendicarti se prima non hai fatto scomparire qualsiasi prova a tuo carico.
Margaret sarà psicopatica, ossessionata dalla sua famiglia e con una morale opinabile, ma non è una stupida e ha una memoria di ferro, e tanto le è bastato per capire di chi è parente il generoso investitore.

Per quanto riguarda Ray, il fratellino di Elaine, sono rimasta delusa da lui. Mentre la scorsa stagione, nelle poche puntate in cui è comparso, mi aveva affascinato, questa svolta noiosa e ripetitiva di creare un organizzazione contro i Ritornati non mi piace proprio. E ancora meno mi è piaciuto vedere Carl tirato in mezzo e diventato uno persecutore di Ritornati anonimo.

Carl: “Piacere, sono Carl. Qualcuno mi conosce come il vice sceriffo.”

[Dalla divisa non si capiva, pensavamo stesse per andare ad una festa di Halloween.]

Carl: “Mi chiamo Carl e sono un alcolista anoni… – no, un momento, ho sbagliato show! – e sono un “odio i Ritornati” anonimo.”

Gli idioti: “Ciao, Carl.”

All’inizio sembrava proprio una di quelle associazioni di sostegno in cui uno può raccontare come si sente e sentirsi compreso dagli altri e fino a che la cosa finiva lì… ma poi Ray prende anche lui la malattia dei Ritornati – come e perché non si sa – e la paura, il disprezzo e l’incompresione verso di loro si aggrava.
Della serie: come fare di un’erba un fascio.
L’associazione “odio i Ritornati anonimi” decide di passare all’azione e credo che debbano aver letto la Bibbia di recente, perché decidono di fare un segno sulle case con la vernice rossa per indicare quelle in cui vive qualche Ritornato. E poi? Non possono ucciderli, perché tornerebbero in vita, quindi al massimo potrebbero rinchiuderli in qualche modo. Ho la netta sensazione che arriverà la guerra, ad Arcadia.

Marty, invece, dopo due tentativi a vuoto, finalmente svela a Maggie che è innamorato di lei è un Ritornato anche lui, oltre al fatto che le medicine per Rachael erano per uso personale.
Capisco che si sia arrabbiata per le menzogne, ma lei sta perdendo il punto focale: lui sta prendendo delle medicine per la malattia dei Ritornati perché anche lui è malato e quindi, quando finirà le medicine, rischia di peggiorare e poi sparire da un momento all’altro.

Riassumendo, l’episodio mi è piaciuto, nettamente migliore del precedente che ha fatto la cosa più brutta che una serie possa fare: mi ha annoiato. Questa volta, invece, tante scoperte e intrighi che sono curiosa di sapere quale piega prenderanno.

VARIE ED EVENTUALI

– Quando la cara Margaret si è impegnata per cercare Rachael e parlarle nessuno ha pensato che volesse farla sparire come ha fatto con Barbara? Beh, io sì. Mi aspettavo dicesse cose del tipo “un bambino non nato Ritornato è un abominio” o cose del genere oppure che fosse preoccupata di quanto Rachael sapesse.

– Le scene tra Elaine e Fred stanno aumentando. Qualche settimana fa ci scherzavo sopra su una loro eventuale svolta amorosa, ma ora comincio ad averne un serio sospetto e non sono sicura di essere d’accordo. Sì, potrei essere rimasta scottata dopo la scomparsa di Barbara.

– Trovo assolutamente preoccupante che, quando non riesce a dormire, Jacob vada a farsi consolare dalla nonna, piuttosto che da sua madre e/o padre.

Promo del prossimo episodio (che ricordo andrà in onda solo il 1 dicembre, quindi due settimane di pausa) e ringraziamenti:

Ringraziamo: TelefilmSeries.Com | Diario di una fangirl. | Resurrection Italia | Diretta Telefilm | 365 Giorni di Telefilm | – Telefilm obsession: the planet of happiness – | Talk About Telefilm | Telefilm. ϟ

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...