Once Upon a Time/Telefilm

Recensione | Once Upon A Time 4×07 “The Snow Queen”

Prendete tre sorelle, qualche flashback, dei loschi affari, una Salvatrice tormentata, una ship che ci fa sanguinare il cuore e qualche ‘scena bocciata‘ ed otterrete il perfetto mix per un’altra puntata splendida! Sì, continuo ad essere soddisfattissima della quarta stagione. O almeno della prima parte.

Dunque, dunque, dunque, finalmente i loschi misteri della famiglia dei gelatai sono stati svelati. Le due sorelle di Gerda, genitrice di Elsa ed Anna, non sono sparite nel nulla ma c’è stato più che altro un effetto domino che ha portato all’estinzione, quasi permanente, di Ingrid ed Helga. Lasciatemi stendere un velo pietoso sui nomi, che mi ricordano dei ruttini. Ingrid ha iniziato a sviluppare i suoi poteri in tenera età e il non saperli controllare non le ha permesso di godersi a pieno la sua gioventù come le altre due sorelle, che nonostante tutto continuavano ad amarla. Quando Ingrid decide di andarsene, Gerda suggerisce una possibile soluzione: andare dall’Oscuro a chiedere aiuto. – Io mi chiedo come tutti i Regni abbiano sentito parlar di lui, ma come nessuno abbia sentito di quanto era viscido e bastardo; non esisteva un passaparola? – Rumple non perde tempo ed affascinato dai poteri di Ingrid, conclude il suo contratto: un’urna e dei guanti in grado di contenere i suoi poteri in cambio dei nastrini che la Nina, la Pinta e la SantaMaria le tre sorelle avevano come segno del loro amore. Ancora adesso non mi è chiaro cosa ci abbia guadagnato con dei nastrini, ma Ingrid accetta e felici&contente se ne tornano ad Arendelle, dove il Duca – un beota patentato – ci prova con Ingrid, nonostante fosse quasi promesso sposo ad Helga. Ancora una volta Ingrid si dimostra una personcina adorabile e non la Panna acida che conosciamo noi, e declina le avance dell’uomo, che non accetta un no come risposta e prova a zomparle addosso e si becca una brinata ai gioiellini di famiglia. Helga crede alla sorella ma il beota patentato non vuole fargliela passar liscia e minaccia di rivelare a tutti che la futura  Regina è in realtà il gatto delle nevi un mostro. Tra un insulto e l’altro Ingrid vuole congelare il Duca,  ma aimè congela la sorella, che si squaglia sotto i suoi occhi disperati, proprio quando anche Gerda  arriva sul luogo del crimine e, presa dal panico, senza voler ascoltar nulla dell’accaduto, le urla  MOSTRO mentre la rinchiude nell’urna. E’ poi la stessa Gerda ad andar da Gran Papà a chiedere di  eliminare i ricordi di tutti. A questo punto mi viene il dubbio che la tempesta abbattutasi su Gerda e  consorte in viaggio verso Mistheaven – ancora non ho capito perchè lo chiamano così – fosse la  sorella, in preda all’ira. Se così fosse, chi ha liberato la Gelataia prima di Hans, e chi l’ha rinchiusa  nuovamente nell’urna? E come ha fatto poi l’urna a finire nelle mani di Rumple? Qualcosa mi dice che c’è proprio lui dietro a tutto.

Dopo suddetti flashback capisco un po’ di più la sociopatia della Gelataia, che continua nel suo piano per mettere uno contro l’altro facendo sì che le uniche superstiti siano Emma ed Elsa per poter creare la sua famigliola. La Swan mette in pratica i suoi poteri, che si stanno ampliando sempre di più, e riesce a catturarla, portandola in centrale per un interrogatorio, che si ribalta e ad esser messa sotto pressione è la povera Emma. La Gelataia sa dove andar a parare per mettere la Salvatrice in difficoltà ed Emma si ritrova a lottare contro i demoni del suo passato, tanto che non riesce a tenere a bada i suoi poteri e rischia di smantellare mezza Storybrooke. La task force Storybrookiana arriva in soccorso ed Emma
mette in chiaro – ci mancava solo il disegnino – di starle lontana prima che qualcuno si faccia male. Se ne sbattono, pensando che sia soltanto uno delle frigne di Emma, e David finisce per prendersi un palo della luce addosso. Morale della favola? Dal tono da mestruata che esce da Mary Margaret è colpa di Emma. Ma io dico, santa donna, mi sei appena tornata a piacere e te ne esci con vocine stridule per una cosa per la quale sei stata avvisata con largo anticipo? Tua figlia ti ha appena detto che non controlla i suoi poteri, e tu le urli contro facendola scappare? Tiè, ti sta bene. E’ troppo comodo abbattersi dopo, lagnandosi di aver fallito, n’altra volta. Mary Margaret, sei stata nominata e sei a rischio eliminazione.

Ma la nostra Mary, nonostante sia stata nominata, non passa solo il suo tempo a frignare, ma partecipa ad un corso di neo mamme tenuto da, niente po po di meno che, Cenerentola. Ammetto di essere rimasta un po’ delusa dal suo ritorno sulle scene. Non so per quale motivo, forse i 20 kg in meno rispetto a prima, ma non ha suscitato le emozioni che speravo, visto quanto mi piaceva il suo personaggio ai tempi dalla S1. Non è stata l’unica a far un ritorno scialbo; con loro è presente anche Aurora, che a quanto pare alloggia nelle stanze sopra Granny’s, ed ha sfornato il piccoletto. 1. Quando è arrivata a Storybrooke? 2. Dov’è quel bell’uomo di Filippo? 3. Quando avrebbe partorito? 5. Lei e Cenerentola sono state messe lì per far numero o avranno una storyline anche loro?

Altra cosa che non mi è piaciuta, ma a cui do ancora un po’ di tempo (?) per farmi ricredere è l’Operazione Mangusta. Non fraintendete, sono subito stata entusiasta di quest’operazione. Ero e sono tutt’ora molto curiosa di scoprire chi si cela dietro al libro e sono curiosa di vedere cosa combinerà quest’anno il moccioso, ma se andiamo avanti di questo passo, la mangusta schiatta di vecchiaia e ci tocca cambiar nome all’intera operazione. Le uniche cose che vediamo sono un moccioso in preda all’umorismo, neanche di quelli buoni, nei confronti di Regina e Rumple che prende per i fondelli il moccioso facendogli spazzare e lucidare, come Lerch il maggiordomo, l’intero negozio. Spero in qualcosa di più movimentato nelle prossime puntate o mi tocca bocciare anche quest’operazione.

Rumple, a differenza di suo figlio – *minutino di silenzio* – le mani le tiene nei loschi affari e si assicura, puntata dopo puntata, il suo futuro. Se tu, povero babbano, ti apri un fondo pensionistico perchè sei sicuro che alla pensione non ci arriverai mai, lui pensa a cosa conquistare l’indomani. La scorsa settimana, grazie al Cappello dell’Apprendista, si è assicurato il culetto al caldo quando a Storybrooke scoppierà l’apocalisse, mentre questa settimana, grazie ai tre famosi nastrini delle sorelle gelataie, si è assicurato le istruzioni per espandere i suoi poteri al di fuori di Storybrooke. Ma di cosa si tratta? Di certo “(..)Non solo posso farlo, ma ne trarrò anche grande piacere.” seguito da quel mezzo ghigno malefico sulla sua faccia, non preannuncia niente di buono. Ci penso e ci ripenso, ma non mi viene in mente nulla.

E per concludere, miei cari, fatemi spendere qualche parolina su di loro. ROBIN&REGINA. Mi hanno ucciso, resuscitato e di nuovo ucciso, ma  ne è valsa la pena! Robin, come già detto, è un uomo distrutto che ha però deciso di seguire il suo  cuore, e dichiararsi per l’ennesima volta a Regina, che continua a voler mantenere quest’apparenza  di ‘donna che fa la cosa giusta’ e lo respinge, anche se dentro di lei sta lentamente morendo. Dopo  qualche bicchiere di troppo, che ha però donato un accento sbiascicato a Robin ancora più bello, e  qualche freccetta lanciata a random, il nostro manzo sostiene una chiacchierata (?) con Will  Scarlett. Sia santificato ‘sto ragazzo, che consiglia a Robin di lottare fino alla fine per il suo true love.  Vuoi per l’alcool, vuoi per il consiglio del suo ex compagno, torna nuovamente da Regina, e senza sentir ragioni, ne codici, ne altre stronzate, le zompa addosso e MY FEEEEEEEELINGS! Lady Marian, GAME OVER!

Bene, mentre piango di felicità per l’intera settimana, beccatevi il promo della prossima puntata e ditemi la vostra (?).

RINGRAZIO: Once Upon A Time su SubsFactoryDiario di una fangirl. |TelefilmSeries.Com | Telefilm. ϟ | Serie Tv, che passione  | • Telefilm Dependence • |Serial Lovers – Telefilm Page | Once Upon A Time ϟ | • Snow Falls in Storybrooke • |Regina Mills / The Evil Queen Italia | ~вєllє & яυмρєlѕтιlтѕкιи ~ α ¢нιρρє∂ ¢υρ | Jennifer Morrison Italia | Telefilm Addicted ϟ | ∞ Telefilm addicted | Gli attori britannici hanno rovinato la mia vita | • Ginnifer Goodwin Italia • | Serie Tv e film time | Le donne di Once Upon A Time. | Serie Tv Mania | Colin O’Donoghue Italia. | Once Upon A Time | La dura vita di una fangirl | Once upon a time- Evil isn’t born, it’s made ϟ | Emilie de Ravin » Italian Fans. | Michael Socha Italia | Georgina Haig Italia ϟ | I Manzi di Once Upon A Time • | Josh Dallas Italian Fans ϟ | 365 Giorni di Telefilm | – Telefilm obsession: the planet of happiness – | Cinema.it | Talk About Telefilm | My wonderland of Series & Movie | Addicted to telefilm. | SwanQueen is unintentionally fucking on. | We just go back to being stories again » Once Upon a Time « | Elsa Regina di Arendelle /italia/ |Scott Michael Foster Italia | FrozenSwan Friendship » | Michael Socha Italian Fans. | Telefilm Passion ღ

One thought on “Recensione | Once Upon A Time 4×07 “The Snow Queen”

  1. “Io mi chiedo come tutti i Regni abbiano sentito parlar di lui, ma come nessuno abbia sentito di quanto era viscido e bastardo; non esisteva un passaparola?”LOL.Good point!X-D
    “La Nina,la Pinta&la Santa Maria”!ROFL!X-D

    Censuro i miei pensieri sull’Adultery Queen x nn far esplodere qualcosa come Emma.

    Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...