Parliamone/Telefilm

Parliamone | Destiel: What does Castiel say?

Attenzione! Si avvisano i gentili lettori che in questo articolo troverete pensieri su una coppia fanon e slash del fandom di Supernatural. Se dovesse darvi fastidio tutto ciò, potete benissimo non leggere. Pace e amore.

 

Il titolo sarebbe dovuto essere un tantino diverso: Destiel: When Castiel felt in love with… humanity. Ma questo vuole essere un post ironico, altrimenti ci ritroveremmo tutti sull’orlo del pianto in meno di due secondi. Per chi non la più pallida idea di cosa sia Supernatural – andate a vederlo immediatamente! – io non posso fare niente. Avete vissuto, probabilmente, in un luogo oscuro, perciò non dovreste leggere questo articolo perchè è colmo di spoiler. e non posso spoilerarvi nulla, sapete… i paradossi.

Dean Winchester, l’uomo che tutte vorremmo. L’eterosessuale più eterosessuale che si aggiri per le strade degli USA, e che si combatte il primo posto con Gabriel. Il cacciatore fantasma, cane, demone morto e risorto, scomparso e ritrovato così tante volte che dovrebbero istituire una nuova religione solo per lui. Il mangiatore di torte e crostate, che non dice mai no ad un Hamburger tranne quando il Marchio lo costringe allo sciopero della fame. Tu da me sangue, io faccio te mangiare. Quello che, come i marinai, ha una donna in ogni città e grazie a ciò possiamo ammirarlo finalmente senza vestiti. L’amico che tutti vorrebbero, che soprattutto Crowley vorrebbe, ma lui è uno spirito libero che si aggira armato di sale e acqua santa a bordo di Baby in compagnia di della sua cara Alce Sammy, il fratello mangia verdure. Il maniaco dello spazio personale, recintato con filo spinato elettrificato che solo una persona ha osato attraversare. Il vestitino di pelle di Michael.

 

Castiel, il nostro baby with trenchcoat. Per quanto io possa amare Dean, non riesco a resistere a Castiel, agli occhi di Castiel, alla voce di Castiel. Riuscirei a perdonargli tutto. Castiel è un Angelo del Signore, ma è stato anche un ribelle, un umano, un hippie drogato, Dio, un guaritore, un pazzo, ancora umano e nuovamente Angelo. Castiel ignora tutto ciò che si possa classificare come cultura terrestre, Dean tenta inutilmente di istruirlo ma tende a dimenticare facilmente, fino a quando Metatron non decide di scaricare tutta la memoria culturale terreste nella sua testolina. A questo punto è possibile osservare un esemplare di Castiel con conoscenze futili. La famiglia del nostro angelo e tutt’altro che normale: fratelli psicopatici, fratelli cccccccattivi, fratelli maniaci, e anche sorelle con gravi problemi di bipolarismo. Ha una strana passione per il miele e i porno: strano a dirsi essendo che la sua virtù non stata ancora colta Dean aspettiamo solo te! purtroppo risulta difficile conoscendo l’avversione di Castiel verso le situazioni… Intime. Diciamo pure che ogni volta che si trova da solo con una ragazza accade l’impensabile. Castiel è una sorta di essere mistico, per alcuni è una leggenda, si mormora che esso debba essere una presenza costante nello show essendo regular, ma ho i miei dubbi. Ha serie problemi con l’uso dei cellurari e continua a non capire l’utilità della segreteria telefonica. I cheesburger lo rendono felice, ne mangerebbe così tanti da scoppiare, e per poco non è successo. Non ama il contatto fisico, e passerà taaaanto tempo prima che impari a ricambiare un abbraccio, ma soprattutto non rispetta gli spazi personali di Dean, perciò Cass… Grazie!

E voi vi chiederete: perchè buona parte del fandom shippa questi due personaggi così diversi? Perchè gli opposti si attraggono, sciocchi!

  1. I need you to let me touch it parecchio profetica come frase, visto che il loro rapporto si basa sul tocco presa ferrea di Castiel che salva Dean dall’inferno. Sappiamo tutti che lui stava solo eseguendo gli ordini, ma se ora qualcuno gli chiedesse di scendere nei gironi più infidi dell’inferno solo per salvare Dean, lui andrebbe senza pensarci, perchè è Dean.
  2. Don’t ever change, su, ammettetelo che la visione di un Cass dipendente dalla droga, organizzatore di movimento fisico di gruppo, e alcolizzato ha sconvolto un po’ tutti, ma mai come Dean, che da quel momento proibisce a Castiel di bere anche solo una birra, che per prima cosa, dopo essere tornato al presente, ha fatto promettere a Cass di non cambiare mai.
  3. Say yes to the dress, e questa frase potrebbe descrivere l’intera quinta stagione dove gli Angeli non fa altro che far viaggiare Dean – che siano dei Time Lords? – nel passato e nel futuro, in un universi paralleli e bizzarre situazione, solo per dire si a Micheal. Nonostante lui si ostini a dire sempre no, nonostante venga torturato da quella sottospecie di Angelo psicopatico, nonostante abbia rischiato che un altro Angelo psicopatico uccidesse i suoi, già abbastanza morti, genitori, arriva un momento in cui senti che deve dire di si, per proteggere Sammy, per far cessare l’apocalisse, e Castiel… Oh Castiel, lui lo picchia, gli rifaccia tutto, gli fa nuovamente notare che lui ha rinunciato a tutto solo per lui.
  4. Dean and i do share a more profond bond lo sapevamo, ovviamente, l’impronta della mano di Cass ci ricorda – anche se ora, ormai, è totalmente scomparsa – che lui e Dean condividono qualcosa di forte, ma sappiamo che c’è qualcosa di più sotto. Quanto volte Sam ha provato a chiamare Cass, senza ottenere risposta, mentre a Dean basta provare una volta sola ed ecco che puff… Arriva Castiel.
  5. I’ve die every day waiting for you quante volte è morto Castiel? Pure troppe, ma nello show è tradizione. Se nel finale di stagione non muore qualcuno… Beh, cose brutte accadono a chi impedisce la loro morte. Una delle sue morti più brutte, una di quelle, che a parer mio ha segnato di più Dean è la volta dei Leviatani. A chi non è scena una lacrima nel vedere Dean stringere al petto il trenchcoat di Castiel? E questo non è amore?!
  6. I don’t wanna go without you il Purgatorio – praticamente i Winchester hanno avuto accesso a tutto il repertorio religioso a disposizione – è una pietra miliare nel rapporto tra i due, che dopo l’uccisione del Boss delle torte dei Leviatani, Dick Roman, finiscono in Purgatorio. Li Dean conosce Benny, e grazie a lui la via d’uscita dal Purgatorio, e sarebbe potuto uscire nel giro di qualche giorno, ma ehi, nessuno si muove se prima non troviamo l’Angelo. Quindi costruisce un arma rudimentale, va a caccia, uccide molti mostri e finalmente trova Castiel. E si abbracciano! Un vero contatto, ricambiato, meglio di un bacio. E Dean è felice, seriamente felice di aver trovato Castiel, ma nel momento in cui apre il varco per tornare a casa l’angelo si sacrifica nuovamente per salvare Dean, perdendo la sua possibilità di tornare a casa.
  7. We are family, i need you Cass si è parlato tanto di questa specifica frase, che a parer mio equivale ad un ti amo. Sappiamo bene quando sia difficile per Dean riuscire ad esternare i suoi sentimenti, quanto sia reticente e quanto desideri tenere tutto per se. Il fatto che lui dica tutto ciò a Cass dopo anni che si conoscono, il fatto che lo riconosca come membro effettivo della sua famiglia, che gli dica espressamente di aver bisogno di lui… E’ sconvolgente, romantico, distruttivo a livello emotivo. Cass che ha dato tutto se stesso per la sua salvezza, si vede riconosciuto come parte integrante di qualcosa come la famiglia, qualcosa a cui non è abituato, qualcosa che non rientra nell’ amore verso Dio.
  8. It was all about to saving one human ritornando al discorso Castiel ha sacrificato anche il suo ultimo hamburger per Dean, durante la nona stagione abbiamo delle prove lampanti del fatto che la Destiel sia fondamentalmente ad un passo dall’essere Canon. Se Castiel fosse una donna, in questo momento starebbero insieme dalla quarta stagione e avrebbero procreate facendo nascere così tanti bambini bellissimi da far aumentare la popolazione terrestre in modo impressionante. Prima l’esercito di angeli, che Castiel abbandona per evitare che Dean venga ucciso, e in seguito tutto il piano malefico per organizzare un perfetto colpo di stato. Tutto per un solo essere umano… E indovina un po’? E’ morto.

Questi sono solo pochi dei mille momenti che li uniscono. Mi sono sentita dire che la Destiel è un illusione di noi fan, che tra loro non c’è niente e che il vero amore era quello tra Dean e Lisa, ma per me l’amore è questo: sacrificio, amore, gioia e dolore. La Destiel è sofferenza, perchè sai che non diventerà mai Canon, che potrai semplicemente consolarti con le fanfiction – vi consiglio Twist&Shout – che potrai solo vederli mentre si guardano da lontano, ben sapendo che tutta quella tensione sessuale esploderà e ci farà tutti secchi.  La Destiel è Dean che si preoccupa per Castiel. La Destiel è Castiel che sarebbe disposto a cadere, e l’ha fatto, per Dean… e si, anche per l’umanità. Ma le ship sono questo, ed improvvisamente ci trasformiamo in piccole madri in ansia per loro, ci struggiamo quando vediamo che le cose non vanno nella giusta direzione, perchè in ogni ship c’è dentro una piccola parte di noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...