Arrow/Telefilm

Recensione | Arrow 3×02 “Sara”

She was always so strong and brave. I always envisioned her as this, sort of, amazonian warrior. Invincible.”

Puntata che, com’era prevedibile dopo il finale della premiere, è dedicata a Sara. So che qualcuno si aspettava che fosse noiosa, smielata e tante altre brutte cose, ma invece, cari americani che avete fatto scendere il rating a 0,8 (dall’1.0 della premiere), non avete capito nulla, perché l’episodio è stato meraviglioso come sempre.
Certo, i personaggi sono stati in lutto, ma Arrow non è mai stato un telefilm allegro e spensierato come The Flash, inoltre l’azione non è certo mancata, anzi! Posso ben dire che di azione ce n’è stata parecchia e che ho potuto assistere alla scena di combattimento più originale di sempre.

Sara purtroppo ci lascia, gettando sconforto tra i personaggi di Arrow e un forte desiderio di catturare il suo assassino.
Non ho mai davvero pensato che Simon Lacroix, di professione assassino e che il Team Arrow per tutto l’episodio si affanna a catturare, fosse il vero esecutore – o meglio, al massimo ho pensato che potesse essere stato mandato da qualcun altro – dell’omicidio di Sara, semplicemente perché era troppo facile. Questa morte è la base che ci condurrà dritti dritti al vero cattivo della stagione e mi sembrava strano che si arrivasse già a scoprire il vero colpevole (dev’essere Ra’s Al Ghul! DEVE!) al secondo episodio e dopo quaranta minuti di ricerca, pertanto questo è solo un trampolino di lancio e un modo per permettere ai personaggi di dire addio a Sara prima di occuparsi come si deve della vendetta.

Dopo che ha visto il corpo precipitare davanti a lei e cadere ai suoi piedi, Laurel decide di prendere il cadavere della sorella e portarlo nel covo del Team Arrow.
[Ho trovato la cosa un tantino ridicola. Voglio dire: stiamo parlando di un corpo morto, quindi decisamente più pesante di uno vivo e Laurel l’ha trasportato da sola, senza farsi vedere da nessuno, fino al covo di Arrow – in auto, voglio ben sperare. Come diamine ha fatto?!]

La morte di Sara è stata devastante per tutti, ma è stato bello vedere come ognuno abbia reagito in modo diverso al lutto.
Voglio cominciare da Felicity, che ha avuto la reazione più umana e naturale di tutti, con le sue lacrime e il suo modo di ricordare Sara. È quella che si è lasciata andare più di tutti, però senza perdere di vista l’obiettivo, che in quel momento era trovare Simon Lacroix.
Sono state interessanti anche le sue scene con Ray Palmer, che è un tipo decisamente ostinato. Aveva deciso che voleva Felicity a lavorare per lui e non ha mollato fino a che lei non ha accettato – un’altra prova che Oliver è proprio il contrario di Ray, che alla prima difficoltà molla capra e cavoli. Cerca di acquistare un po’ di sicurezza su quello che vuoi entro la fine della stagione, okay? -, scelta che lei prende perché sceglie di vivere, anziché sopravvivere e quella di Ray è decisamente una buona offerta.
Mi è piaciuto anche che sia stato Roy ad abbracciarla e confortarla, sottolineando come tutti i membri del Team siano uniti, anche l’ultimo arrivato che avrà scambiato con Felicity due-tre parole al massino on-screen.
A proposito di Roy. D’accordo che ha passato mille e più guai l’anno scorso a causa della Mirakuru, ma è il caso di trovargli in fretta una storyline al di fuori della sua sofferenza per la partenza di Thea e quell’inserirlo un po’ a forza nelle scene di combattimento. Non si riesce a sentire la sua unione al gruppo come quella di Diggle, che rimane un tassello importante anche se ora è diviso dal suo essere padre.
Spero vivamente che questa situazione cambi nel corso delle prossime puntate.

Oliver, intanto, si nasconde sotto il cappuccio di Arrow e diventa ancora di più un automa, perché appena ha visto il viso morto di Sara sdraiato sul tavolo ha realizzato che quello sarà il suo futuro. [Allettante, non è vero?]
Questa… realizzazione Mister Depressione pensa bene di farla sapere proprio a Felicity ed è un po’ come se le confermasse che ha fatto bene a fermarsi con la loro storia prima che diventasse qualcosa di ancora più profondo (spoiler allert: Troppo tardi, tesoro!), perché tanto sia domani, tra una settimana o un anno, lei sarebbe costretta a sotterrarlo.
E forse Oliver avrebbe fatto meglio ad essere un po’ più attento a scuola, a lezione di letteratura, perché forse avrebbe imparato che:

Better to have loved and lost, than never to have loved at all. (È meglio aver amato e perso, che non aver mai amato.)

Forse è meglio seguire il consiglio di Felicity e vivere, piuttosto che limitarsi a nascondersi dietro una maschera in attesa di qualcosa che potrebbe non accadere.
Oliver rimane colpito dalle parole di Felicity, ma non è ancora abbastanza per spingerlo a girare sui tacchi, raggiungerla e trascinarla al primo altare disponibile, perché è davvero testardo e le sue assurde convinzioni sono ancora troppo radicate in lui.
Per il momento, la storia Olicity si chiude così, con Oliver che molla le carte che ha in mano ancora prima di giocare (in pratica è come se Oliver avesse in mano un poker e lasciasse temendo che gli altri giocatori abbiano colore. Non fa ridere, lo so) e Felicity che al contrario sceglie di vivere. La partita, però, non è ancora finita (e mi sa proprio che sto citando la sigla di Card Captor Sakura. Bei tempi!), perché nel momento di massima tristezza di Oliver, subito dopo il funerale di Sara, quando finalmente può lasciarsi andare, ammette che non vuole morire lì, senza che la sua vita abbia una scopo oltre all’essere un eroe. E Diggle rimane sempre il migliore quando semplicemente gli dice di non farlo. In pratica: “vivi, Oliver, vivi!”

Avevo detto che non era puntata depressiva e invece di quante scene tristi ho parlato (e non ho nemmeno finito)? Passiamo dunque al caso della settimana, quindi sulla cattura di Simon Lacroix, addittato come assassino di Sara. In effetti, il tipo è un assassino, ma sebbene gli uomini che ha ucciso centrino con la Liga – e quindi con Sara -, non è lui l’uomo che cercano.
Mi è piaciuto come Laurel si sia comportata durante questo episodio. È stata forte, ha fatto il possibile per scovare Simon – mitica la scena dell’interrogatorio – e sono contenta che Oliver le abbia impedito di commettere un omicidio togliendo i proiettili alla pistola.

Concordo assolutamente che sia stata una buona idea non dire nulla a Quentin perché, anche se le bugie nei telefilm hanno le gambe corte, Quentin ha ritrovato la figlia da nemmeno un anno e perderla di nuovo e per sempre sarebbe stato troppo, soprattutto visto che la sua salute vacilla. Seriamente penso che non arriverà mai il momento buono per dirglielo e che Quentin lo scoprirà nel modo peggiore, ma nemmeno io avrei avuto il coraggio di dirgli la verità, al posto di Laurel.
Ho solo un appunto da fare a Laurel: ma come le viene in mente di mettersi direttamente sulla linea di tiro? Era come se dicesse: “ehi! Sono qui! C’entrami con tre frecce come mia sorella!”.
La scena della giaccia, invece, penso sia più un conferma, oltre che un rimando di quello che già sapevamo. Se prima era un simbolo in rappresentanza di essere più forte, ora è ciò che Laurel vuole diventare. Non solo un avvocato, ma qualcosa di più (ovviamente dopo cadute lungo la strada e un lungo addestramento, non accetterei nulla di meno).
Il processo per diventare la nuova Black Canary si è messo in moto. Staremo a vedere come andrà.

All’inizio parlavo di una scena di combattimento particolare ed è arrivato il momento di esplorarla più a fondo.
Mi ha colpito moltissimo il primo scontro tra Simon – detto Komodo – e Arrow, in sella alle loro moto.
Sembrava una rivisitazione moderna dei tornei a cavallo nel Medioevo, dove due cavalieri, disposti da due parti opposte del campo di battaglia, dovevano cavalcare l’uno verso l’altro e disarcionare l’avversario utilizzando una lancia. In questo caso, avevano moto e freccie, ma l’effetto della scena è stato davvero molto suggestivo.

THEA QUEEN MERLYN

Quello che temevo si è avverato. Thea, sparita per mesi dopo essere partita insieme a Malcolm, è ora un’altra persona. Si è allenata, è cambiata e per il momento sembra proprio che Thea Queen sia morta e dalle sue ceneri sia nata Thea Merlyn, la quale ha ormai completamente accettato Malcolm come padre.


Non so voi, ma sono rimasta a bocca aperta quando lo chiama “papà” (oltre che quando le ho visto i capelli, perché… ma come diavolo li ha tagliati? Ad occhi chiusi e con le cesoie?), non mi aspettavo che Thea arrivasse a questo punto.
Ora, che Malcolm stia usando sua figlia per i suoi loschi piani c’ero arrivata, ma qual è lo scopo di Thea? Vuole precipitare in una nube oscura solo perché pensa che la genetica debba avere la meglio e questo sia il suo destino? Della serie: papà e mamma hanno fatto una strage, quindi devo seguire le loro ombre? Oppure la stessa Thea sta usando Malcolm per chissà quale motivo?
Dal promo, è evidente che la prossima puntata sia c’entrata su Thea e personalmente non vedo l’ora perché sono due anni che aspetto una storyline decente per questa ragazza!

HONG KONG

Quanto vi ha fatto piacere rivedere Tommy? A me tanto. La morte per fortuna ha un senso in Arrow (voglio dire Dead stay dead), però esistono anche i flashback che ci permettono di rivedere i personaggi che abbiamo amato.

A Hong Kong comincia l’addestramento di Oliver per diventare un agente, almeno a detta del tipo con famiglia che gli hanno messo alle calcagna per… persuaderlo.
La prima missione si tratta di uccidere un civile venuto ad Hong Kong e Oliver non avrebbe avuto quasi nulla in contrario se non fosse che si tratta di Tommy, il suo migliore amico, che non vede da più di due anni.
Il povero Oliver era in una brutta situazione, perché ucciderlo era fuori questione, però se non l’avesse fatto lui sarebbe stato un altro a premere il grilletto, quindi il risultato sarebbe stato lo stesso. Da qui nasce l’idea di rapire Tommy e far finta di liberarlo, subito dopo avergli fatto sapere che la sua ricerca è totalmente inutile.

Questa scena è stata tristissima. Da una parte abbiamo Tommy che è andato dall’altra parte del mondo alla ricerca del suo amico dopo aver ricevuto la e-mail “mamma, sono vivo. Sono ad Hong Kong”, che evidentemente Oliver era riuscito ad inviare prima di essere nuovamente catturato – non capisco perché sia stato Tommy a riceverla, però? La testa mi dice: “esigenze di trama” per far vedere Tommy, ma la spiegazione più plausibile è che nella fretta l’abbia mandato all’indirizzo sbagliato o al primo che gli sia venuto in mente -, e che non ha intenzione di mollare fino a che non l’avrà trovato. #feelings
Dall’altra abbia Oliver che ha una possibilità di poter tornare a casa dalla sua famiglia, ma sceglie di non afferrarla perché non può, perché il suo addestratore + famiglia verrebbero uccisi, ed è anche costretto a spegnere ogni speranza del suo migliore amico sulla possibilità che sia vivo.
[Plus alla recitazione di Collin Donnell, perché ho trovato il suo Tommy terrorizzato dal “rapitore” davvero molto credibile.]

VARIE ED EVENTUALI

– Bellissimo che sia Felicity sia Diggle abbiano fatto riferimento ai componenti del Team Arrow come una famiglia. È quello che sono. Non si tratta solo di persone con diverse capacità che si uniscono per combattere il crimine, ma sono una famiglia che si vuole bene, che litiga e si sostiene nei momenti di difficoltà.

– Diggle e Lyla hanno chiamato la loro bambina Sara. Non ho potuto non pensare che, sebbene banale, sia stata la cosa migliore e una scelta dolcissima.

– Sebbene non fosse il caso di abbracciarla visti gli ultimi trascorsi, Oliver, a modo suo, trova lo stesso un modo per essere vicino al dolore di Felicity per la morte di Sara, usando anche lui un’usanza ebraica al funerale. Ricorda in un certo modo quando lui le augurò “Happy Hanukkah” al posto di “Merry Christmas” nella prima stagione.

– Non capisco. Avevo capito che Laurel sapesse perché Sara è tornata in città, allora perché non ce lo dice, visto che magari potrebbe anche essere di aiuto per le indagini? Ho capito male io o magari Sara ha mentito e ha detto a Laurel qualcosa del tipo: “sono tornata per il compleanno di un’amica!”?

Anche per questa settimana ho concluso con i miei bla-bla su Arrow, quindi vi lascio al promo del prossimo episodio e i ringraziamenti:

Ringraziamo:  Diario di una fangirl. | TelefilmSeries.Com | Telefilm. ϟ | Serie Tv, che passione ღ | My name is Oliver Queenϟ Arrow Italy | Arrow: I’m not the same person. | • Telefilm Dependence •| Oliver Queen « Arrow « | Serial Lovers – Telefilm Page | Olicity ღ If you are not leaving, I’m not leaving. | Arrow • Oliver & Felicity • | Felicity, you αre remαrkαble. | Telefilm Addicted ϟ | Telefilm Revelations | Serie Tv e film timeTelefilm Italia | Film e telefilm ossessione. | • Holland Roden & Colton Haynes Italia • | The Amell Mania | Serie Tv Mania | So many fandoms, so little time | 365 Giorni di Telefilm | Talk About Telefilm | My wonderland of Series & Movie | The World of Olicity Italia | The CW Mania

15 thoughts on “Recensione | Arrow 3×02 “Sara”

  1. complimenti per le recensioni!! comunque riguardo agli avvenimenti di Hong Kong, Tom non ha ricevuto l’email, Oliver non è riuscita ad inviarla, ma è scattato un allarme semplicemente perchè la sua email è stata aperta, un uomo morto non controlla le sue email!
    Thea ci stupirà, spero..!

    Piace a 1 persona

    • Grazie per i complimenti. 🙂
      Hai ragione, devo essermi distratta quando l’hanno detto o tra quando l’ho visto ieri sera e la scrittura della recensione stamattina dev’essermi passato di mente.
      Guarda, io credo di essere una delle poche che vede Thea come un personaggio con un potenziale immenso, quindi non vedo l’ora di assistere a cosa farà.

      Piace a 1 persona

  2. “La partita non è finita e tu giochi per vincere” awwww Sakura!
    Cmq, chiusa parentesi. Sai che quando Laurel si piazza davanti alla finestra rotta, in ospedale, ho pensato la stessa identica cosa? probabilmente avrà pensato che, se l’assassino avesse voluto uccidere anche lei, l’avrebbe fatto comunque. Questa è stata una puntata davvero emozionante e anche io ho sentito soprattutto il dolore di Felicity, che non mi stupisce nella sua scelta e temo proprio che Oliver debba decidersi a darsi una svegliata. Nemmeno Laurel mi è dispiaciuta, tranne in quei momenti in cui diceva a Felicity cose del tipo “metti in vivavoce” o “Cerca questo, cerca quest’altro”. Capisco, Sara era sua sorella, però boh questi atteggiamenti mi hanno sempre dato fastidio nelle persone. Però finalmente le danno uno scopo, e capisco cosa l’abbia spinta a tacere la verità al padre; spero solo che quando questi lo scoprirà riuscirà anche lui a capire le sue ragioni, perché sicuramente per un padre scoprire di aver perso DI NUOVO una figlia, e sapere che l’altra tua figlia lo sa ma non te l’ha detto, non deve essere piacevole. Oddio che gran macello!
    Per Thea, voglio aspettare il prossimo episodio per giudicare. Mi dispiace solo per Roy, perché secondo me la Thea che conosceva è perduta per sempre. Ho adorato rivedere Tommy, la sua morte è quella che più mi ha addolorata, e i suoi flashback sono sempre graditi. Per l’email, credo piuttosto che avesse tracciato l’indirizzo di Oliver e che abbia scoperto che qualcuno aveva effettuato l’accesso con il suo account, per questo si era poi diretto a Hong Kong. Dopo questo datemi più Tommy, magari con la barbetta che aveva nell’episodio Three Ghosts e nessuno si farà male XD
    Detto questo, non vedo l’ora che arrivi il prossimo episodio, come sempre. Americani però non fate scherzi e la settimana prossima guardate la puntata!!!

    Piace a 1 persona

    • Sono felice di non essere l’unica a rammentare Sakura! Appena ho scritto la frase mi è partita in testa la musichetta. XD
      Sì, anche secondo me ha pensato così. Del tipo: “non mi ha ucciso prima, quindi perché farlo anche se mi metto davanti a lui?” Sta di fatto che quando ha fatto così ho urlato allo schermo: “Ma sei completamente scema? E se uccide anche te poi chi lo dice a Quentin?” <— Questo è il motivo per cui guardo i telefilm con la porta chiusa, mi lascio… trasportare. XD
      Secondo me Quentin non incolperà Laurel d'averglielo nascosto e la capirà, spero di non sbagliarmi. Sarà un brutto momento la realizzazione di Quentin, purtroppo dubito fortemente potremmo evitarlo.
      Sì, sì, hai ragione. Devo essermi persa un pezzo e la mia incapacità informatica non ha realizzato una cosa tanto semplice. Beh, almeno ora tutto si spiega.
      Oh, sì, mi sarebbe tanto piaciuto Tommy con la barbetta. *_______*
      Anch'io, anch'io! Americani, fate il vostro dovere e guardate Arrow, cavolo!

      "Mi piace"

  3. Bella puntata! Se però devo fare un appunto “tecnico”, ho trovato mooolto forzata la questione di Thea. Il fatto che Oliver continuasse a chiamarla, che volesse a tutti i costi sentire la sua voce…palesemente una forzatura nella sceneggiatura per far apparire Thea e per mostrare ad Oliver la lettera che aveva Roy. Avrebbero potuto gestire meglio la cosa.
    Se posso dire un’altra cosa: mi sarebbe piaciuto questa puntata fosse stata incentrata interamente in Sara e quindi, che si fosse visto il SUO di passato e non quello di Oliver. Come una sorte di puntata “speciale” solo per lei, se vogliamo dirla così. E inoltre, lo spettatore vedendola di nuovo nel corso di tutta la puntata si sarebbe emozionato di più una volta che arrivata la scena del “funerale” perchè in quel momento avrebbe realizzato che non l’avrebbe vista più. Invece quella scena l’ho trovata un po’ poco sentita. Per il resto mi è piaciuta, a parte Ray che proprio non sopporto (oltre ad essere un pessimo attore ://// )

    xx

    Piace a 1 persona

    • Beh, non penso fosse proprio una forzatura quella di Thea. Secondo me, visto che era morta una persona importante per Oliver e quella che tenta di chiamare (e solo un paio di volte) è sua sorella che non vede né sente da mesi, non mi è apparsa affatto forzata, come cosa. Piuttosto, ho pensato che fosse pure ora che Oliver cominciasse ad interessarsi un po’ di più a Thea, visto che la sua sparizione era troppo strana per sembrare semplicemente una vacanza.
      Capisco quello che vuoi dire, effettivamente avrebbe avuto senso. Però se non sbaglio gli autori hanno detto che rivedremo Sara di nuovo, nei flashback, forse anche perché la sua storia c’entra con Ra’s Al Ghul e quindi è troppo estesa per concentrarla in un unico episodio.
      Purtroppo è vero che l’attore che interpreta Ray, che ho visto anche in “Chuck” e “Partners”, non è affatto un buon attore, però il suo personaggio al momento non mi dispiace. Certo, vorrei che fosse inserito meglio nella storia, ma staremo a vedere.
      Grazie del commento. 🙂

      "Mi piace"

  4. La puntata non è stata male, mi è dispiaciuto molto per Sara (che mi pare di aver letto da qualche parte rivedremo solo in un altra puntata, tramite flashback, poi basta), vabbè si sa che prima o poi toccherà a Laurel prender il suo posto, in merito a quest’ultima c’è da dire che c’è un netto miglioramento nel suo pg (se ripenso alla lagna che era diventata) potrà far vedere belle cose, Roy invece se da un lato sono contento sia diventato parte del team ufficialmente con tanto di costume (gran bel costume) dall’altro mi sembra sempre un pò fuori posto/ancora deve essere sfruttato decentemente, Oliver alle prese con il solito dramma degli eroi (devo vivere da eremita sennò chi mi sta vicino si fa male) ma nessun guizzo particolare da parte sua, il pg di Ray invece mi piace molto e persino Routh che come attore non mi è mai piaciuto particolarmente sembra migliorato, sicuro al 100% che il suo progetto “Star City” si realizzerà, sono curioso di sapere se rimarrà ancora per molto prima di trasferirsi da Flash oppure farà la spola tra i 2 serial.
    Felicity…allora, premettendo che è stata la migliore (grande prova dell’attrice) quella con la reazione più umana/credibile ecc.ecc….so che rischio di essere linciato dicendolo ma…sono contento che la “Love story” sia finita ancor prima di nascere, non mi si interpreti male, non ho alcun interesse in ships varie (per quel che mi riguarda Oliver si può pure accoppiare con una lavatrice) è proprio questa in particolare che mi sembra forzatissima/semplice fanservice.

    p.s.mamma quanto sento la mancanza di Slade, che dannatissimo mito era 😦
    p.p.s.sono l’unico che dei flashback non ne può più ? io avrei chiuso con l’isola e approfitterei del minutaggio extra per approfondire gli altri pg

    Piace a 1 persona

    • Ciao e grazie del commento. 🙂
      Io ho sentito solo che la rivedremo nei flashback, ma non specificatamente un episodio solo. Spero di no, perché preferirei che il suo tempo nella Lega degli Assassini fosse esplorato di più, visto CHI arriverà.
      Sono d’accordo. Laurel non sarà ancora pronta per essere Black Canary dall’oggi al domani, ma almeno non si lagna più come lo scorso anno; era caduta in una buca senza fondo.
      Infatti, l’ho notato anch’io. L’hanno scorso Roy aveva la Mirakuru, mentre quest’anno è lì, ma non è ancora stato inserito come si deve… non ha uno scopo, ecco. Speriamo nelle prossime puntate, magari è solo perché siamo all’inizio.
      Ovviamente, sapendo che sono Olicity, non mi troverai mai d’accordo sul fatto che la loro storia sia forzata, visto che non la penso così, né tanto meno credo che la loro relazione amorosa sia finita, anzi, però è una tua opinione, quindi non ci metterò becco. Comunque sia, Arrow – e secondo me questo episodio ne è la prova visto che secondo me non è stato affatto svenevole nonostante fosse morto un episodio importante – sarà sempre un telefilm d’azione e di eroi, l’Olicity sarà anche presente (secondo me sì, almeno), ma sempre sullo sfondo, perché comunque è una parte dello sviluppo di Oliver come personaggio.
      Slade è stato un grandissimo cattivo, ma chissà che Ra’s Al Ghul sia un più che degno successore.
      Personalmente, a me i flashback piacciono ed è anche bello che non si siano fermati alla sola isola. In ogni caso, penso dovrai continuare a sopportarli, visto che sono strutturati in modo che le ipotetiche cinque stagioni di Arrow coprano tutto l’arco che hanno portato pre-isola!Oliver a diventare com’era nella prima stagione. Però questa stagione dovremo avere qualche flashback diverso! Per esempio il… quinto episodio, se non sbaglio, ci saranno flashback su Felicity (finalmente scopriamo di più su di lei) e poi prima o poi Sara. Quindi anche se vediamo il passato, almeno cambiamo il personaggio. 🙂

      "Mi piace"

  5. E’ che mi è sempre piaciuto il pg di Deathstroke (lettore di comics da una vita ), comunque per quanto riguarda la love story, senza entrare troppo nel merito delle ships varie (so che è pericoloso far arrabbiare una shipper 😀 ) anche io penso che la questione non sia chiusa (anche per motivi commerciali) solo che preferivo quando era più una cosa di battute/scenette divertenti (lui figo, lei nerd che fa le gaffe a raffica) non c’ho mai visto sta grande alchimia magari una gran bella amicizia, quello si, ma non più ne meno che con Diggle oppure il fatto che con Barry sembrasse esserci un feeling migliore (la questione tra i 2 sicuro non è chiusa) comunque in futuro do per scontato che Oliver finirà con Laurel/Black Canary tenetevi pronte XD ( a me basta che il minutaggio dedicato a ste cose sia basso poi facciano come vogliono XD )…per la questione flashback mi va benissimo se continuano ma appunto magari alternando Oliver con altri relativi ai pg secondari, anche perchè appunto nei flashback precedenti anche se erano sempre di Oliver c’erano anche Slade e da un certo punto Sara…mentre non so quanto potrebbe reggere da solo Oliver + tizio cinese o chissà chi altro

    "Mi piace"

    • Figurati, sono una shipper e una fangirl fatta e finita, ma è difficile farmi arrabbiare e poi è interessante vedere come due persone vedano due cose in modo così completamente diverso. Infatti, per me tra Oliver e Laurel è più che finita, mentre davanti a me, sebbene con tante e tante buche lungo la strada, vedo solo l’Olicity.
      Sì, ho capito. Comunque secondo me non rimarranno a lungo Oliver con il tipo cinese di cui spero di imparare il nome entro l’anno, ma tireranno fuori qualcosa di molto più interessante ed emozionante con Amanda di mezzo. Vedremo. 🙂

      "Mi piace"

  6. Solo a me Ray Palmer non convince? Sarà che l’attore l’ho visto in Partners dov’era un infermiere gay e quindi m’è rimasto impresso questo personaggio, ma boh, non riesco a farmelo piacere. Indipendentemente dal fatto che stia dietro a Felicity eh!
    In queste ultime puntate Laurel mi sta piacendo, ma son d’accordo con te: come ha fatto a portare sua sorella sin lì? Bah, ogni tanto anche Arrow ha qualche falla su cui possiamo passarci sopra senza particolari dilemmi.

    D’accordissimo su ciò che hai detto per Roy! E sono estremamente curiosa di capire dove si andrà a parare con Thea. Non mi convince, per niente.
    E ho apprezzato un sacco vedere Oliver che la chiamava. Era molto umana, come cosa. E per un Oliver che sta combattendo tra “l’essere umano” e l’essere soltanto la maschera, credo che questo abbia fatto capire – ancor di più rispetto a quando lo dice! – che è umano e ha bisogno di qualcuno.
    E Felicity è lì e lui fa il coglions.

    Mah, complimentissimi per la recensione! ❤

    Piace a 1 persona

    • Ho visto anch’io Brandon Routh in Partners (oltre che in Chuck!), quindi capisco la difficoltà nel vederlo in un altro ruolo (figurati che ho visto Robbie Amell in The Flash e mi aspettavo sparisse con i poteri di Tomorrow People), ma per il momento non mi dispiace. Vedremo, magari in futuro cambierò idea, o forse lo farai tu. 🙂
      L’ho pensato anch’io. Mi è piaciuto che chiamasse la sorellina, che volesse sentire la sua voce, per potersi sfogare con lei come non poteva con Felicity vista la situazione (che si è creato da solo perché è uno zuccone!!!).
      Grazie per i complimenti, sempre gentile. 🙂

      Piace a 1 persona

  7. Ed eccomi a commentare la puntata prima della partita di Federer (speriamo bene…)!
    Per partire vorrei parlare di una scena che mi è piaciuta molto ma della quale non hai parlato: quando Felicity ed Oliver parlano nel covo. Lei lo accusa di essere un automa e di essere sempre freddo e razionale ed Oliver le risponde che non può essere emotivo perché tutti dipendono da lui. Qui penso si veda la maturità del personaggio (soprattutto pensando a quando non faceva altro che usare quella stupida sbarra per allenarsi) e quanto in fondo è irrimediabilmente solo. Inoltre esplicita ancora di più il fatto che ha bisogno di Thea per poter parlare a qualcuno che non deve sostenere. Sarà dura quando si dovranno affrontare, l’unica domanda che mi pongo è questa: Oliver si è allenato per 5 anni per diventare quello che è lui, non vorranno mica far ritornare Thea dopo un paio di mesi e far si che lo impegni più di tanto, vero? Sarebbe un filo forzata come cosa…
    La parte dell’isola (Hong Kong) che non ti è troppo chiara, forse posso spiegartela. L’email non è mai partita. Ma quando Oliver è entrato nella sua casella di posta elettronica l’ha rimessa in moto dopo due anni. Questo ha permesso a Tommy di arrivare ad Hong Kong. Infatti durante il rapimento di Tommy, Oliver dice, lasciando credere di essere un criminale, di essere entrato nella casella di posta.
    Come te, ho trovato che Laurel si sia comportata abbastanza bene nell’episodio. Uniche sbavature sono state mettersi proprio davanti all’arciere dopo che ha ucciso un uomo (veramente ci si è messa con una calma impressionante, dico, non è Oliver o Sara che ha visto morire tantissime persone, un filo isterica avrebbe dovuto essere. Cioé, il tipo le stava parlando e pufff, gli si è conficcata una freccia nel petto) invece di essersi messa al riparo.
    Inoltre, la scena in cui vuole sparare all’arciere mi è sembrato un passo indietro nell’evoluzione del personaggio, cioé posso capire la rabbia, ma Oliver era lì che provava a convincerla e niente. Se ci fossero stati i proiettili l’avrebbe ucciso….
    Spero veramente che qualcuno si decida ad informare il Detective Lance della morte della figlia, senno le conseguenze temo saranno tremende.

    – Mentre Felicity quando parla con Lance gli da del Capitano, Oliver insiste a chiamarlo Detective. Santa miseria non è più detective, ti decidi a capirlo?

    Piace a 1 persona

    • Scusa il ritardo.
      Beh, in sei mesi credo che Thea abbia ricevuto un buon allenamento, ma non penso al punto di poter sconfiggere Oliver in uno scontro faccia a faccia. Speriamo piuttosto di non dover arrivare a quel punto, visto che i due fratelli preferirei vederli uniti.
      Sì, sì, non so come abbia fatto a non capire quella cosa. Si vede che dato che ho visto l’episodio dopo una giornata molto pesante ero davvero stanca e mi sono persa quel particolare. 🙂
      Hai ragione. A me ha anche colpito che non abbia fatto nemmeno il cenno di abbassarsi, nel tentativo di usare il letto come difesa e si sia precipitata alla finestra. Avrà anche capito che volevano uccidere solo l’uomo e non lei, ma almeno poteva far vedere che ci teneva alla propria vita!
      Beh, ha riperso la sorella dopo averla appena ritrovato, diciamo che lo shock, la rabbia e tutto un insieme di cose le abbia fatto perdere la testa. E poi non è proprio la prima volta che Laurel preme il grilletto (anche l’hanno scorso ha ucciso l’incapucciato pensando che fosse Sebastian Blood) <- Ma com'è che finisce sempre per uccidere (o quasi, come in questo caso) la persona sbagliata? XD
      Io ormai mi sono abituata a chiamarlo Quentin, altrimenti credo che anch'io lo chiamerei Detective. XD

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...