Resurrection/Telefilm

Recensione | Resurrection 2×01 “Revelation”

Resurrection, grazie al rinnovo di alcuni mesi fa, è tornato sui nostri schermi e, fortunatamente, non in mid-season come temevo, ma alla fine di settembre, insieme a quasi tutte le nostre amate serie televisive.
Questo show ci ha lasciato con un sacco di misteri e domande irrisolte la scorsa stagione, domande che questa premiere risolve in minima parte, aprendo le porte a nuove teorie e una stagione che potrebbe essere interessante come la scorsa.
Premiere che mi è davvero piaciuta, che è scivolata via piuttosto facilmente, a parte una scena da mano sulla faccia.

Eravamo rimasti con tantissimi redivivi in città, l’esercito – quindi il governo – che ha scoperto tutto grazie ad una soffiata per nulla simpatica di Fred – sceriffo per caso – Langston, Marty che aveva cercato di aiutare Jacob a scappare facendosi però trovare quasi subito dai soldati, Racheal incinta e rediviva due volte e una misteriosa voglia sulla spalla di Marty.

La premiere comincia con il risveglio di Marty in un campo – di notte, evidentemente è trascorso del tempo da quando i militari stavano per portargli via Jacob – che è completamente agitato al pensiero di non essere riuscito a mantenere la promessa fatta ai genitori di Jacob e aver permesso che lo portassero via – oltre alla preoccupazione per Jacob stesso, of course.
Si precipita dai Langston è scopre che… ops, Jacob è con la sua famiglia, dove dovrebbe essere, i militari se ne sono andati portandosi via solo i Redivivi che non vivono lì e la situazione è tornata alla normalità – per quanto possa esserlo una città stracolma di gente morta fino a cinque minuti prima. Ah, e poi… Marty non è scomparso solo per qualche ora, ma per un’intera settimana!
I ricordi di Marty – poverino – sono confusi: rammenta qualche frammento di una stanza in cui è stato tenuto, interrogato e drogato e poco altro.
La prima cosa che mi ha fatto drizzare le orecchie è stato il risveglio di Marty. È di casa ABC (e CW) che la gente morta o quasi ritorni alla vita con quella enorme enalazione d’aria, quindi già lì sentivo che la mia teoria – Marty è potenzialmente il primo Redivivo della storia – fosse confermata.

Un’altra cosa strana che si aggiunge al ritorno di Marty sono gli strani dolori al cuore che comincia a sentire di tanto in tanto, cosa che lo spinge a consultare l’unico dottore che conosce e di cui si fida – aka, anche il medico tuttofare di Arcadia -, cioè Maggie.
Sorpresa di vederlo a parte, Maggie lo visita, ma Marty fisicamente sta bene.
Le indagini su quello che gli è successo – e, soprattutto, sapere che fine hanno fatto i Redivivi che non vivevano ad Arcadia e che quindi sono stati portati via – di Marty continuano, tra telefonate all’ex collaboratrice Tony che non vuole più averci a che fare e non si fa problemi a venderlo ad una donna misteriosa e assolutamente creepy, trappole varie, flashback e dolori fisici.

Marty, prima di tutto prova a contattare Tony e lei, dopo qualche tribolazione che già la dice lunga, propone un incontro. Da lì, la trappola che porta la donna misteriosa e creepy a quasi catturare Marty. E grazie a lei, comunque, che finalmente otteniamo la conferma di quello che già sapevamo. Tra frasi dette e non dette, oltre a proporre a Marty di essere una spia per suo conto, ci viene fornito anche un comodo flashback che svela che durante quei giorni in cui Marty era dato per disperso, era anche morto.
Uno sparo dritto al cuore partito durante la colluttazione nel vano tentativo di fuggire aveva ucciso Marty, il quale comunque poi si risveglia di nuovo nel campo, un po’ com’è successo anche a Racheal la scorsa stagione. [A proposito, secondo me il dolore al cuore che sente è psicologico, come se la sua mente sentisse ancora il dolore per la pallottola sebbene il suo fisico non abbia nessun danno].
Marty è un Redivivo e i suoi genitori sono la famiglia che cerca disperatamente il piccolo Robert – che non è più tanto piccolo.
Un paio di cose che non tornano: visto che è un Redivivo, si presuppone che Marty debba mangiare in modo spropositato e dormire molto poco, perché non lui ne è esente? Possibile che il metabolismo ultra svanisca dopo un po’ di tempo e magari Marty non ricorda quel periodo in cui da bambino mangiava come un Sayan?
Altro piccolo dettaglio sui Redivivi, che ormai stanno diventando una nuova specie su cui prendere appunti: evidentemente invecchiano, dopo essere tornati in vita, visto che Marty è decisamente cresciuto.

Passiamo ora a parlare di Rachael, la cui storia mi affascina più di quanto voglia ammettere.
Lei e Tom compaiono molto poco in questo episodio, ma nel poco in cui lo fanno, c’è un nuovo colpo di scena e un altro piccolo tassello sui Redivivi story.
È tempo della prima ecografia in cui scopriamo che il figlio che Rachael aspetta da più di dodici anni (gravidenza più lunga di sempre) è un maschietto e che non importa se fino a sette giorni prima era incinta di tre mesi, ora sono quattro.
Le gravidanze dei Redivivi sono sempre così veloci – devo aspettarmi qualcosa alla Breaking Dawn (Twilight) che confesso di aver letto e aspettarmi un piccolo vampirozzo che si fa strada nello stomaco di Rachael per squarciarla? – o è un caso determinato dal fatto che il suddetto bambino dovrebbe avere circa dodici anni e quindi sta recuperando più in fretta il tempo perduto? 
Per quanto riguarda Rachael che ci tiene a precisare che lei vive con Tom – la moglie Mrs Simpatia invece immagino si sia trasferita stabilmente dalla sorella. Mi dispiace così tanto -, ma dorme nella stanza degli ospiti, come se chi guarda non vedesse gli sguardi poco puliti che si scambiano. Non ti preoccupare, Rachael, non sei una sfasciafamiglie, non è mica colpa tua se sei tornata alla vita. Twice.

Intanto, sono completamente e irrimediabilmente intenzionata a continuare a sperare che Fred s’infili la canna della pistola in bocca e si spari.
La scorsa stagione ho almeno tentato di dargli il beneficio del dubbio un paio di volte, ma quando un personaggio ti regala la scena più awkward (imbarazzante) e *mano sulla faccia* dell’episodio, allora una telefilm addicted può ammettere di essersi anche un po’ rotta le palle.
Il sostanziale problema di Fred è che non mi sento per nulla empatica con lui, emana inquietudine e follia, oltre che regalare grane e grane a tutti gli altri personaggi che hanno solo la sostanziale sfiga di averlo come parente/sceriffo.
Nella fattispecie, in questo episodio Fred si aggira per Arcadia completamente sbronzo, con la macchina di servizio piena di liquori, commette atti illegali e fa delle evance alla migliore amica di sua figlia.
Okay, la sua situazione non è delle più facile – insomma, sua figlia è furiosa con lui, l’intera città lo odia perché ha chiamato l’esercito e sua moglie l’ha lasciato per un altro -, ma scivolare nell’alcolismo, prendersela con Marty facendo a botte con lui e spingere Elaine a commettere degli atti vandalici non mi fa affatto provare pena per lui.
A proposito della scena degli atti vandalici, è patetica. Uno, non fa ridere; due, continuavo ad aspettarmi che dentro la casa ci fosse qualcuno e lo avrebbero ammazzato per sbaglio – non siete mica al poligono di tiro, ragazzi! -; tre, Fred che ci prova con Elaine telefonatissimo visto come la guardava.

Proprio perché Fred non mi piace, ho goduto un sacco quando Catelyn Stark Mamma Langston ha schiaffeggiato ben due volte il figlio, che aveva una faccia del tipo: “mamma, sarò buono, non mi fare la bua. Buuuh!”

Perché schiaffeggiare Fred è cosa buona e giusta (like in GOT, remember?).

A proposito di Mamma Langston, attrice a parte che mi fa piacere rivedere, il suo è un altro ritorno inaspettato. Jacob, che ormai è un radar per queste cose, si sveglia una notte e s’incammina fino al luogo in cui si trova la sua tomba e vi trova la nonna, genitrice di suo padre e suo zio.
Considerando che questa donna conosce Jacob, ma è sorpresa di vedere la statua, immagino che sia morta qualche mese o anno prima la morte di Jacob, ma qualche anno dopo la sua nascita. La cosa più sorprendente, secondo me, è che sia morta di malattia, non di morte violenta, quindi tecnicamente non dovrebbe essere ancora malata? Perché una donna incinta rimane incinta, però una malata si risveglia sana?
Risposta: BOH. <- Aka, la risposta a molte domande in questo show.
Henry è molto felice di rivedere la madre e lei lui, mentre Fred è nella sua piramide discendente, quindi rifiuta di vederla. Per fortuna, Mamma Langston non sembra il tipo da accettare un no come risposta – c’è qualcosa che m’inquita in questa donna – e quindi si presenta a casa di Fred – come riesce ad entrare e senza farsi sentire non ci è dato saperlo -, impedendogli di fare chissà quale sciocchezza con quella pistola. Aiuterà suo figlio a recuperare un po’ di sale in quella zucca?

Ricapitolando, bella premiere. Qualche risposta, qualche personaggio che potrebbe mischiare ancora di più le carte – per carità no, fatico già a tenere il filo – e qualche sorpresa. Non vedo l’ora di scoprire come questa stagione proseguirà, per il momento sono soddisfatta. Alla prossima settimana!

Promo (OH-MY-GOD!) e ringraziamenti:

Ringraziamo: TelefilmSeries.Com | Diario di una fangirl. | Resurrection Italia | Diretta Telefilm | 365 Giorni di Telefilm | – Telefilm obsession: the planet of happiness – | Talk About Telefilm | Telefilm. ϟ

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...