Aria di libri/Libri

Aria di Libri | #3 “Trilogia delle Gemme: Red-Blue-Green” – di Kerstin Gier

Bentornati cari amici pelati! Eccoci di nuovo con la nostra rubrica dedicata ai libri. Oggi volevo parlarvi di una trilogia, scritta da un’autrice tedesca, che per me è stata assolutamente una sorpresa. Ricordo ancora il giorno in cui comprai Red: ero in libreria, alla ricerca di un titolo autoconclusivo perché non avevo voglia di imbarcarmi in saghe infinite. Poi vidi questa copertina… anzi, ve le mostro tutte e tre perché sono davvero molto belle:
E niente, dieci minuti dopo avevo Red in borsa e non vedevo l’ora di tornare a casa per iniziare a leggere. Vi racconto la trama: la protagonista di questo romanzo è Gwendolyn Shepherd, che proviene da una famiglia davvero molto particolare. Molte sue antenate, infatti, hanno ereditato il “gene dei salti nel tempo”, e tutti adesso attendono con ansia che sua cugina Charlotte – la perfetta cugina Charlotte – faccia il suo primo salto nel passato. Che vi dico a fare che tutti i calcoli sono sbagliati, e che in realtà sarà Gwen a ereditare questo fantomatico gene? Dopo il primo viaggio nel passato, le cose per la ragazza cambiano radicalmente: dovete sapere che i viaggi sono incontrollabili, possono essere quindi pericolosi, e per evitare questo devono “registrare” il loro sangue in un aggeggio che si chiama cronografo, che permette ai viaggiatori di scegliere l’anno e la durata del viaggio. Però il primo cronografo è stato rubato da due portatori del gene, Paul e Lucy, che si nascondono nel passato perché hanno paura di quel che accadrà una volta che anche il sangue degli ultimi due viaggiatori sarà contenuto nell’oggetto. La fortuna vuole che esista un secondo cronografo, e tocca a Gwendolyn viaggiare nel passato alla ricerca dei viaggiatori ormai morti, per prendere il loro sangue e completare il cerchio. Ma non sarà sola: con lei viaggia infatti Gideon De Villiers, nella cui famiglia il gene viene ereditato nel ramo maschile. Un ragazzo che all’inizio incarna tutti i difetti del mondo: è antipatico, snob, saccente… ma alla fine vi farà cadere tutte ai suoi piedi con il suo prorompente charme.

Quello che ho adorato di questa trilogia è che è scritto in maniera spassosa, leggera, che potrebbe renderlo piacevole persino a chi detesta il genere fantasy. Immedesimarsi in Gwendolyn sarà facile come respirare, il suo personaggio è davvero divertente soprattutto per le sue battute così inaspettate e spiritose che vi faranno interrompere la lettura in più punti a forza di ridere, è ironica e così vera... Insomma, la adorerete. Gideon invece è il classico sbruffone che nasconde un cuore d’oro. Di personaggi maschili come lui se ne sono visti a migliaia, eppure possiede quel non so cosa che lo rende speciale, e anche grazie ai commenti di Gwendolyn, finirete inesorabilmente a sospirare davanti a lui. Io sospiro ancora oggi, e ho finito di leggerlo più di un anno fa!

In più, grazie all’espediente dei viaggi nel tempo, la trama ha un intreccio davvero particolare. Se vorrete seguire il mio consiglio e deciderete di comprare Red – e se vi piacerà – non potrete fare a meno di leggere tutti e tre i libri di fila, perché gli avvenimenti sono connessi, non sto qui a spiegarvi come per non rovinarvi la sorpresa, ma la curiosità regna sovrana durante la lettura, fino all’ultimo rigo. Il futuro arriva ad influenzare il passato, ricorda un po’ la struttura delle “scatole cinesi”, la storia dentro la storia.

Infine, non mancano i personaggi “cattivi”: il conte di Saint Germain è uno squilibrato genio del male, vi perderete dietro ai suoi continui cambi di umore – che dipendono comunque dal quando lo incontriamo – vi spaventerà, forse, ma sicuramente non mancherà di sorprendervi.

Ricapitoliamo prima di salutarci: il libro è scritto in prima persona, è divertente, e sicuramente apprezzabile anche da chi non ama il fantasy; ci sono i salti nel tempo, è vero, ma a parte questo è ambientato a Londra, non mancano nemmeno i riferimenti alla cultura contemporanea, i personaggi – persino quelli secondari – non sono assolutamente noiosi, e poi… vi ho detto che Gwendolyn vede anche i fantasmi?
Non aggiungo altro, spero di avervi incuriositi abbastanza e che vorrete imbarcarvi anche voi in questa avventura. Quasi dimenticavo: dai primi due libri sono stati tratti anche due film; ho visto il primo con i sottotitoli in italiano, che nonostante qualche differenza con il libro è davvero molto carino, e aspetto con ansia il secondo uscito da qualche giorno di Germania.

Insomma, fatemi sapere cosa ne pensate…a presto!

2 thoughts on “Aria di Libri | #3 “Trilogia delle Gemme: Red-Blue-Green” – di Kerstin Gier

  1. E anche questo tuo consiglio è stato accolto con piacere. Attendo anche che mi trovi un Gideon naturalmente, Credo che questa salirà dritta nella mia top 5. Una trama splendida, complicata, a volte contorta con dei protagonisti chiarissimi e amabili. Dovrebbe essere pubblicizzata di più questa trilogia, è un piccolo capolavoro fantasy!

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...