Suits/Telefilm

Recensione | Suits 4×10 “This is Rome”

Questa è Roma. 

Esattamente. Questo episodio è stato una lotta continua, e noi, gladiatori improvvisati, miei cari lettori, ne siam stati spettatori sofferenti.

Ho ancora il volto contratto in una smorfia di pieno stupore. La mano finalmente si è spostata da sopra le labbra (altrimenti come avrei scritto, no?)

Insomma, le premesse erano buone, nonostante il finale dello scorso episodio: Louis Litt che abbandona, dopo aver rassegnato le sue dimissioni, lo studio, la sua casa. La scena si apre con il nostro muscoloso e gran manzo di Harvey alle prese con la sudata mattutina con un intervallo di box tra uno sguardo languido allo schermo e l’altro. 

Ringraziamo i creatori per cotanta bellezza, ma soprattutto ringraziamo mamma e papà Macht.

Louis si reca da Harvey per cercare di ottenere alcuni clienti per rimettersi in sesto, ma l’unica cosa che l’ex collega può consentirli è di parlare con Jessica, ma ovviamente i risultati non sono quelli che noi tutti ci aspettavamo, anzi ad esser sincera non mi aspetto più nulla dalla strega degli avvocati, ‘naccia tua Jessica, i tuoi completi sò perfetti ma tu sembri una di quelle con la scopa sempre a portata di mano, per non dir di altro.

Dopo questo mio divagare sull’odio sottinteso nei confronti di Jessica, passiamo a cose serie. 

Harvey riesce ad ottenere un nuovo colloquio per Louis, questa volta a Boston, sì, esattamente dove si trova Sheila.

Louis si recherà da lei, ma verrà letteralmente scaricato per la seconda volta, perdendo in una settimana quello a cui più teneva. 

Sarà la volta di Mike di aiutare Louis, recandosi da Zane, nemico per eccellenza della Pearson Specter ma anche padre di Rachel. Proprio a suo suocero, Mike, chiederà di dare una possibilità all’uomo che ha evitato che crollasse. Zane accetta, ma pone una sola condizione a Louis, portar via alla Pearson Specter anche un solo cliente. Un solo cliente per la promessa di diventare socio anziano.

Inutile dire che Louis dichiarerà, come un fiero gladiatore, guerra alla sua ex famiglia, aiutato dalla leale Katrina. Quest’ultima confiderà a Louis l’unico cliente ormai in bilico nelle mani della P.S. : la Versalife.

E riuscirà nel suo intento, colpendo alle spalle Harvey e tutta la ciurma. Ma si sa che le cose non vanno mai come devono per il nostro Louis, difatti Mike, tentando di far colpo su Jessica, troverà un modo per riprendersi la Versalife, con l’aiuto di un caro amico/nemico: Walter Gillis. Quest’ultimo dapprima stizzito dalla presenza di Mike, e quindi non disposto a collaborare, cederà acquistando così una parte di Versalife e facendo rientrare quest’ultima nelle mani della Pearson Specter.

Louis otterrà una nuova batosta, ma verrà consolato da Mike, che ignaro porrà domande a Louis sulla chiave dell’Ordine dei Coif. Chiave che porterà non pochi guai.

Proprio a causa di questa chiave, mentre Mike dopo un chiarimento con Jessica, sarà fuori a brindare con Harvey, Louis comprenderà tutto quello che gli era stato nascosto. E con tutto intendo davvero tutto. Si recherà carico d’ira da Donna, sbeffeggiandola e lanciandole addosso tutta la rabbia per l’esser stato trattato da estraneo per tutto il tempo. Essendo rimasto ignaro della verità su Mike e sulla sua non laurea, chiaritasi con il non riconoscimento della chiave da parte del giovane avvocato, che, in quanto laureatosi con il massimo dei voti avrebbe dovuto ottenere la chiave come Louis.

 

 

Dopo, poco sfinito, Louis si lancerà contro Jessica, in uno scontro da veri gladiatori.

Louis l’accuserà e le chiederà di dichiararsi una bugiarda, un’ipocrita e di scusarsi.

Ma Jessica, scaltra, domanderà quello che davvero vuole Louis, ovvero non il vederla in manette, nè vedere il suo studio andare in mille pezzi.

Il volere di Louis si dichiara in sole tre parole: Pearson Specter Litt.

E’ così che chiudono questo summer finale, ed è così che vi saluto anch’io, con una Donna al poligono (qualcuno mi ci porta? Ho decisamente bisogno di sfogare la mia ira) e vi do appuntamento al prossimo inverno.

  

Ringraziamo: TelefilmSeries.Com | Diario di una fangirl. | British actors do it better | Serie Tv e film time | • Telefilm Dependence • | Telefilm. ϟ

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...