Rookie Blue/Telefilm

Recensione | Rookie Blue 5×11 “Everlasting” Season Finale

Buongiorno Rookies pelati ! Come avrete notato nell’intestazione dell’articolo è scritto “Season Finale“.
Sapevamo che questa era una quinta stagione composta da 22 episodi e semplicemente divisa in due parti e invece la Global mercoledì, dopo la messa in onda della 5×11, ha deciso di chiarire le idee all’ultimo, anzi, diciamo di cambiare le carte in tavola, indicando questo episodio come il Season Finale della stagione 5 e presto nel 2015 vedremo altri 11 episodi della stagione 6.
Un po’ tutti gli attori dello show stanno capendo il nostro stato d’animo, prima fra tutti Priscilla Faia, la dolce Chloe Price, ma la mia reazione a questa rivelazione e più di tutto a questo episodio è stata più simile alla reazione di Sam ad inizio puntata, quando si trova a dover trovare un qualsiasi modo pur di uscire dalla situazione imbarazzante che ha davanti al naso: Marlo e Andy che gli hanno portato entrambe il caffè.
Quindi, sappiate che scrivo la recensione con il pensiero rivolto al giardino ben curato del sospettato, voltandomi a testa alta, già pronta e speranzosa ALMENO per quanto riguardo la prossima stagione, ovvero la 6 a questo punto…

Ma il problema di come segnare il primo episodio del 2015 (se 5×12 o 6×01) sarà mio e non di certo vostro, indi per cui non fate i McNally della situazione, non lanciatemi quegli sguardi e iniziamo il lento percorso di insoddisfazione che penso abbia lasciato a tutti la visione di questo Season Finale di “Rookie Blue”.

Eravamo rimasti a casa del bombarolo, Ted McDonald, il vicino scorbutico che aveva perso la sua bici arancione durante il “Moving Day”.
Duncan è stato salvato da morte certa per una bomba che poteva scoppiargli sotto il sedere e l’Intelligence ha mandato alcuni dei suoi migliori elementi ad investigare sul caso insieme alla quindicesima divisione.
Fra questi “migliori elementi” compare la labbrona Marlo Cruz; ora la signorina è diventata una psicologa, cosa che ci viene svelata solo ora, nonostante l’abbiano fatta apparire come agente speciale dotata di un grado di distintivo megagalattico.
Forse sarà vero ciò che si dice, cioè che per essere psicologi bisogna aver tastato con mano la pazzia e direi che col finale della scorsa stagione Marlo la sua esperienza se la sia fatta di gran lunga !
Dunque un’esperta di cotanto spessore ordina il sequestro di ogni tipo di file cartaceo e tecnologico presente in casa di McDonald per lasciare il tutto nelle sue mani “sapienti” e in quelle di Dov alla centrale.
Ora, posso capire che in Canada scelgano la soluzione low cost per le indagini, ma non hanno una sezione della scientifica che si occupi della cosa con tecnologie ben più sofisticate di un semplice pc ?
Le energie che Dov ha recuperato dall’astinenza di sesso forzata dopo aver mollato Chloe, vengono tutte impegnate nel programma per il riconoscimento volti che si dirama per tutta la città di Toronto, facendo capire agli agenti che Ted potrebbe trovarsi sulla tomba di suo figlio al momento.

Papà Oliver non ne può più di essere una camicia bianca e con la sfrontatezza di un Rocky palestrato (anche se i suoi pettorali sono fatti per la maggior parte di ciambelle), prende a pesci in faccia l’ispettore Jarvis, il quale ha ormai affittato a 300 euro a settimana uno stanzino al distretto solo per spuntare in ogni puntata dal nulla nel momento in cui può smorzare l’entusiasmo di Shaw per una qualsiasi iniziativa che comprenda il tornare in strada con i suoi agenti.
Batman e Robin (Oliver e Andy) tornano quindi a calcare le strade di Toronto insieme, dirigendosi verso il cimitero e arrestando McDonald.
L’uomo è ormai andato talmente fuori di melone che all’ordine di alzare le mani sopra la testa si trasforma in un vocalist del Papete di Milano Marittima.
Bene, l’erede dell’uomo che probabilmente ha inventato il Big Mac è ora ammanettato nella sala interrogatori e il cavaliere dall’armatura scintillante che ha il coraggio di affrontarlo con una sola bottiglietta d’acqua è Sam Swarek.
La cosa che sa fare meglio è ascoltare i sospettati e di certo Ted ha molte cose da dire e forse da rivelare. Sostiene che il processo contro gli attentatori responsabili della morte del figlio fosse corrotto, a partire dal giudice che presiedeva in tribunale, per poi passare alla mafia irlandese che c’era dietro l’attentato e gli esponenti del comune e anche della polizia che hanno accettato tangenti per far archiviare il caso e non rendere giustizia alle vittime.
Fra queste persone spicca il nome del capo della polizia, sì, il patrigno di Duncan !
Quest’uomo con pieno potere sulla polizia canadese è alto un metro e una Vigorsol e ha pure un bel po’ di pancia, quasi ben coperta dall’alta uniforme che indossa; sinceramente se fossi in Moore non mi farei strattonare così nemmeno per un secondo.
Tuttavia è incline ad essere manesco, fa richiesta di poter parlare da solo con McDonald e in due parole finisce per rompergli il naso, torna quindi all’attacco (o al salvataggio) Sam, facendo la parte del poliziotto buono che sta dalla sua parte; lo aiuterà, ma deve dirgli se e dove sono le altre bombe.

Dopo aver compreso il collegamento fra Duncan seduto su una bomba e il piano di Ted, Sam capisce che anche la bomba del giudice al suo matrimonio non era indirizzata a lei, bensì alla figlia.
McDonald ragiona alla “occhio per occhio” e Swarek cerca di capire quali sono i prossimi figli-obiettivo, riuscendo a salvare il bambino di un funzionario del comune, inviando Oliver e Chloe a salvarlo.
Ora Sam dovrebbe dare qualcosa in cambio all’uomo per la sua collaborazione e l’unica cosa che Ted chiede è che la polizia scavi nei suoi file e nei suoi hard disk e veda con i propri occhi quello che lui stesso ha trovato riguardo la corruzione dei loro superiori.
Swarek si è deciso a sfidare il capo della polizia in persona, dicendogli in faccia che avrebbe scavato e se avesse trovato qualcosa l’avrebbe inviata agli Affari Interni, quindi chi mandare nella sala prove per riprendere gli hard disk di McDonald ?
L’invincibile McNally ovvio !
Questa donna è fatta di acciaio, è immortale, peggio di Buffy, le sorelle Halliwell e Meredith Grey messe insieme.
E’ sopravvissuta ad ogni catastrofe, ogni incidente ed ogni sparatoria e questa è la volta della bomba.
La sala prove esplode letteralmente con lei dentro e l’unica cosa che le capita è una sordità temporanea ?

 

 

 

Poco ci manca che a morire di infarto però sia Sam, facendoci dimenticare la presenza di Marlo per qualche minuto grazie alle lacrime che versa per Andy, credendola morta e trasformandosi nell’incredibile Hulk per spostare i detriti, aprendosi così una strada verso la sua amata.
Quel che resta da capire è per quale motivo una bomba si trovi lì. Ted l’aveva nascosta fra i suoi oggetti personali o i suoi file ? Altrimenti non trovo spiegazioni razionali in quanto chiunque poteva restare ferito o morire, non solo i figli di eventuali personalità coinvolte nel caso di suo figlio.

Nel frattempo i tentativi di Chloe di riconquistare Dov non vanno a buon fine, Cristo santo, Epstein è un uomo tutto d’un pezzo quando si impegna, ma Price non si è di certo valorizzata con quel vestito.
Steve e Traci si scambiano due parole solo in sala interrogatori, parole che non portano a nulla e anzi, Nash inizia una conversazione sulla crudeltà delle favole originali della Disney con Bailey, il capo della squadra artificieri.
Che il gigante gentile diventi il primo fidanzato di colore che Traci Nash abbia mai avuto ?
Mi dispiacerebbe se mollasse la presa con Steve, ma Bailey mi è piaciuto subitosì, sono una peccatrice !!

Chris nel frattempo è risorto, non era stato licenziato evidentemente, bensì Oliver gli ha caldamente suggerito di affrontare un lungo periodo di rehab, proposta alla quale Diaz non ha risposto alla Amy Winehouse.Ricordate cosa avevo chiesto agli autori in una delle mie solite preghiere platoniche la scorsa settimana ? Desideravo tanto vedere Nick di nuovo impegnato in una relazione e questa Juliet (nuovo personaggio interpretato da Erin Karpluk) sembrava proprio essere la candidata ideale e come spesso accade le mie preghiere sono state esaudite.
Il romanticismo senza confini di Nick Collins nell’incontrare nuovamente la bella rossa sfracellandola rovinosamente sull’asfalto insieme a torta a bici ha dato il via ad una piccola scintilla che già si intravedeva dal loro primo incontro al mini-market.
Ma nella vita non c’è due senza tre e devo dire che il terzo incontro va decisamente meglio.
Limonata epica davanti al palo della luce e dopo qualche etto di lingua in bocca, alla misteriosa Juliet viene in mente che è forse il caso di chiedere al bello sconosciuto nome, indirizzo, lavoro e codice fiscale.
Si ferma al lavoro però: poliziotto.
Un allarme scatta nel cervello della ragazza, mi sa di una con la coscienza sporca, ma chissà se scopriremo mai il perchè rimonti sulla sua bici e scappa a gambe levate da Nick.

Una coppia che si era ritrovata sono invece le Golly, dolci piccole lesbiche sempre più inclini ai drammi.
Speravo di vederle felici almeno per un paio di puntate prima della confessione riguardo l’adozione di Sophie da parte di Gail e invece la resa dei conti arriva subito.
Un paio di gargarismi con il colluttorio per darsi la carica e via, facciamo a gara a chi la spara più grossa !
Gail sputa il rospo riguardo l’adozione e credo che tutti i Golly shippers e non abbiamo pensato “ok, le fanno lasciare di nuovo perchè una è pronta ad essere mamma e l’altra no” (storia già vista: Callie e Arizona in “Grey’s Anatomy”) e invece non sappiamo assolutamente cosa ne pensi Holly della questione figli perchè pensa bene di rispondere con una notizia ancor peggiore: ha accettato un lavoro a San Francisco e parte fra due settimane, era venuta a chiederle di lasciare la sua carriera, i suoi amici, la sua famiglia e la sua città se voleva andare con lei.
Ormai sono diventate la coppia che proprio “nun gliela fa”, ma molti altri sono pronti a far loro compagnia, forse anche i McSwarek, in quanto a fine puntata Dov scopre l’immagine di un’ecografia sulla scrivania di Marlo, cosa vorrà dire, il suo ex Sam è per caso il paparino del pargolo ?
Dobbiamo attendere il 2015 per scoprirlo, per ora vorrei dare un sommario giudizio a questa stagione e soprattutto al suo finale che sembra lasciato a metà piuttosto che un cliffhanger voluto; mi unisco quindi al pensiero di molti utenti Tumblr, “Rookie Blue” è:
Ma noi lo amiamo lo stesso.
Appuntamento alla prossima stagione allora e ricordate, “servire, proteggere e NON FARE CASINI !”

Ringrazio le pagine che hanno collaborato con noi per l’intera durata di questa stagione: Rookie Blue Italy: McSwarek – La storia di Andy e Sam | Serve, protect and don’t screw up – Rookie Blue |TelefilmSeries.Com | Diario di una fangirl. | Tv shows, my alternative reality. | All you need is Telefilm • | Serie Tv Mania

Annunci

2 thoughts on “Recensione | Rookie Blue 5×11 “Everlasting” Season Finale

  1. Be’ a questo punto, personalmente, preferirei che McNelly tornasse con Nick e Swarek si sistemasse con Marlo.Se il pargolo è di Sam, bè allora per Andy l’unica chance per essere felice è tornare con Nick. Come coppia li vedo meglio assortiti e ho il sospetto che Nick sia ancora innamorato di lei

    Mi piace

  2. Ma che finale è? Non ha senso!
    Spero che gli autori facciano pace col cervello nella sesta stagione…..
    E a proposito…la sesta stagione quando inizia?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...