Animazione/Sailor Moon

Recensione | Sailor Moon Crystal 1×03 |Rei – Sailor Mars

sailormars

Cari pelatini nostalgici, rieccoci alle prese con i nemici provenienti dal Dark Kingdom! Questa volta scopriamo qualcosa di più sui Gran Cattivoni della serie. Infatti, oltre al buon vecchio Jadeite vediamo altri due “shitenno”, cioè degli altri comandanti delle forze oscure, che oltre ad essere ansiosi di fare le scarpe al loro collega sono anche curiosi di scoprire cosa sia il “cristallo d’argento illusorio” (alla buon’ora, visto che lo stanno cercando da due episodi). Queen Beryl ci rivela un’informazione illuminante: è la fonte di ogni forma di energia. Non metto in dubbio che sia una buona rivelazione ma forse i suoi sottoposti avrebbero preferito sapere com’è fatto, visto che lo stanno cercando un po’ alla cieca (probabilmente non lo sa nemmeno lei). Nel frattempo, sulla Terra, vediamo una bellissima sacerdotessa dotata di poteri di preveggenza, Rei, che vive in un santuario con un misterioso nonno che non si fa mai vedere e due corvi, Phobos e Deimos (non quelli di Percy Jackson) (neanche quelli di Starfighter). Se voleste consultare Wikipedia, scoprireste che Phobos e Deimos sono i due satelliti di Marte (proprio quelli che si vedono sullo sfondo alla fine della trasformazione di Sailor Mars, Phobos è il più grande e Deimos il più piccolo), così battezzati in onore dei due figli di Ares (il nome greco di Marte) e Afrodite (cioè Venere), che accompagnavano il padre in battaglia. Questo secondo me renderebbe le nostre corvicine le figlie di Rei e Sailor Venus, peccato la Takeuchi non la pensi così.

Phobos e Deimos

Phobos e Deimos

Comunque povera Ami, fin’ora è l’unica senza animale/alleato. Phobos e Deimos non parlano, Rei si dimostra però capace di capire quello che vogliono dire. Ma chiudiamo il momento Piero Angela e torniamo all’episodio.

Per liberarsi delle Sailor, il miglior piano che Jadeite riesce a inventarsi è un autobus “fantasma” con cui rapire la gente sperando di attirare l’attenzione delle guerriere e prenderle in trappola (Piero Angela mi informa che questo espediente si rifà alla credenza tradizionale giapponese secondo cui le persone scomparse sono rapite dagli spiriti, come in La città incantata). Il famigerato autobus passa proprio davanti al santuario di Rei, tanto che le famiglie delle bambine scomparse insinuano un coinvolgimento della sua famiglia. Proprio su un autobus, della stessa linea ma di un altro orario, avvengono due incontri fondamentali. Il primo è quello tra Rei e Usagi, convinta da Ami a salire perché su quell’autobus c’è una ragazza bellissima (per l’appunto Rei) e rimasta così folgorata da decidere di pedinarla.

Usagi vede Rei per la prima volta

Usagi vede Rei per la prima volta

Il secondo, invece, unica differenza col manga di questo episodio, è quello col ragazzo in smoking, una volta tanto in abiti borghesi, ovvero con la divisa della sua scuola. Scopriamo infatti che si tratta di uno studente al secondo anno di liceo, Mamoru Chiba. Il ragazzo sente di nuovo Luna parlare e poco dopo vediamo Tuxedo Kamen assistere mentre Usagi usa la penna della trasformazione (quella per travestirsi). Non avviene però l’intuizione di ognuno sull’identità dell’altro che abbiamo nel manga.

Usagi fa amicizia con Rei e quando la vede sull’autobus maledetto non può fare altro che corrergli dietro seguendolo fino all’altra dimensione, dove, una volta ritrovatasi nella base nemica… piange. Per fortuna vedere Jadeite che allunga le mani su Rei la riscuote e la spinge al combattimento mentre Ami, che nel frattempo l’ha rintracciata grazie ai nuovi orologi da polso/ricetrasmittenti, usa l’energia generata dalla trasformazione per teletrasportarsi al suo fianco insieme a Luna. La nebbia di Sailor Mercury si rivela inutile come al solito, per fortuna Luna si era portata dietro la penna da trasformazione (quella per diventare guerriera) di Sailor Mars, che con ottimo tempismo si risveglia al momento opportuno esorcizzando lo spirito malvagio che Sailor Moon era riuscita a immobilizzare con la tiara e quindi distruggendolo.

Non fatela arrabbiare, potrebbe darvi fuoco.

Non fatela arrabbiare, potrebbe darvi fuoco.

Le persone rapite possono fare ritorno a casa e le nostre guerriere hanno guadagnato una nuova alleata.

Rei, in questa nuova versione come nel manga, non è la chiassosa ragazza che battibecca sempre con Usagi del vecchio anime ma una persona riservata, quasi fredda, che tiene gli altri a distanza coi suoi modi distaccati a causa della paura di essere giudicata per i propri poteri (di cui è sempre stata consapevole, a differenza delle altre). Infatti la scoperta che Usagi (che lei riesce sempre a riconoscere, anche nei panni di Sailor Moon) possiede a sua volta dei poteri l’aiuta a fare pace con sé stessa e ad accettare il proprio ruolo di guerriera. Anche la nova alleata è quindi una persona solitaria che trova in Usagi la prima persona con cui aprirsi per farsi conoscere davvero.

Secondo gli abitanti di Tokio, questa sarebbe una pericolosa rapitrice di bambini.

Secondo gli abitanti di Tokio, questa sarebbe una pericolosa rapitrice di bambini.

La si poteva disegnare meglio, forse, visto che ho dovuto scartare alcuni screen perché sembrava a malapena un essere umano (e meno male che dovrebbe essere bellissima) e anche la trasformazione in CGI non mi è sembrata un granché.

Appuntamento al prossimo episodio, incentrato sulla ricerca della principessa e del cristallo. Riuscirà Usagi a ballare con Tuxedo Kamen? E lui riuscirà a rendersi utile in combattimento?

Tuxedo Kamen e molto utile nel caso vogliate lanciarvi contro un autobus con un gatto in braccio e il gatto vi cada.

Tuxedo Kamen è molto utile nel caso vogliate lanciarvi contro un autobus con un gatto in braccio e il gatto vi cada.

 

 

 

Annunci

2 thoughts on “Recensione | Sailor Moon Crystal 1×03 |Rei – Sailor Mars

  1. Mi sta piacendo un sacco questa nuova edizione dell’anime! Penso che siano entrambi belli, la storia è sempre quella ed è spettacolare! A casa ho tutte le cassette (anche se il videoregistratore ormai è andato) di cui facevo collezione da piccola comprate nei giornalini! *_*

    Mi piace

    • Sono d’accordo e non capisco molto quei fan che contrappongono le due serie come se fosse obbligatorio sceglierne una. Sono molto diverse, naturalmente ognuna può incontrare o no i gusti dello spettatore perché contrapporle a prescindere? Ognuna ha i suoi punti di forza e anche a me piacciono entrambe.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...