Switched At Birth/Telefilm

Recensione | Switched at Birth 3×16 “The Image Disappears”

Sono davvero a pezzi. Questa puntata di Switched at birth mi ha scombussolata in una maniera che non credevo possibile, anche a voi ha fatto questo effetto?

Parto subito col dire che mi è piaciuta ancora più della precedente. La morte di Angelo è stata affrontata in maniera delicata e vera, anche se questi termini non rendono a pieno l’idea di quello che voglio intendere. C’è una cosa che non sopporto dei personaggi “negativi” che muoiono nei telefilm: quando trapassano, improvvisamente diventano amici di tantissima gente, persone da uno su un milione, l’unico buono in un mondo di corrotti. In sostanza in un solo episodio tutto il percorso di un personaggio viene stravolto per dargli una morte onorevole. Non è stato il caso di Angelo.
Non è un mistero: lui non brillava di certo nella mia top ten dei personaggi preferiti. Ultimamente avevo iniziato comunque ad apprezzarlo, è stato un procedimento lento e sofferto, quindi in ogni caso la puntata mi ha lasciata con il magone. In più ho apprezzato davvero il modo diverso in cui ogni personaggio ha affrontato la sua dipartita. Non c’è stato quel solito buonismo che in altri telefilm mi fa vedere tutto rosso dalla rabbia, è stato affrontato tutto in maniera REALE. Ma vediamo insieme le reazione dei personaggi.

BAY: insieme a Regina è sicuramente quella che ha sofferto di più e lo dimostra nel suo rifiuto di lasciare andare il padre. È stato adorabile vederla parlare con lui, e in quell’ultima stretta di mano da parte di Angelo credo ci sia tutto l’amore che lui poteva darle. È stato il suo modo per dirle “scusa se ci sono stato poco, ma ricorda che anche se non mi vedi d’ora in poi io sarò sempre con te”. Anche la chiamata alla nonna: lei ha voluto fare qualcosa per lui, e gli ha permesso di udire l’addio della madre. Mi è dispiaciuta la sua reazione nei confronti di Daphne: capisco il dolore e tutto, ma Daphne sapeva che se Angelo si fosse svegliato e avesse scoperto che per causa sua aveva saltato il test, non se lo sarebbe mai perdonato. Non è stata una mancanza di rispetto, insomma, ma d’altra parte Bay stava soffrendo tantissimo e ognuno metabolizza il dolore a modo suo. Bisogna poi ricordare che se non fosse stato per lei, Angelo non sarebbe nemmeno entrato nella sua vita. Bay l’ha cercato disperatamente durante la prima stagione, desiderosa di conoscere le sue origini, desiderosa di avere accanto il suo vero padre. Nonostante non si fossero mai incontrati prima, sono sempre stati affiatati e questo è evidente anche nella scenetta del parto di Bay, quando lui la aiuta a respirare e lei ringrazia per essere lì. Insomma, qua ero una valle di lacrime, lo ammetto. Infine, l’ultimo, disperato, tentativo di fare vivere il padre: quando Emmett trova il testamento di Angelo lei vuole fare finta di nulla, ma amare significa anche condividere quelle scelte che sono difficili e che ci sembrano assurde, e alla fine la ragazza prende la decisione giusta e decide di fare sapere al dottore e alla sua famiglia quello che desiderava suo padre. Questo è stato il suo ultimo atto d’amore verso di lui.

DAPHNE: lei è quella per la quale invece mi dispiaccio di più. Aveva appena iniziato a conoscere quel padre che l’aveva rifiutata anni fa e che in questo ultimo periodo stava facendo di tutto per rimediare. Credo infatti di aver iniziato ad apprezzare Angelo quando questi disse a Daphne “Io ho tre figlie” nell’episodio nove di questa stagione. Mi dispiace, è morto troppo presto e il loro rapporto doveva essere ancora approfondito, ma ci possiamo consolare con la consapevolezza di sapere che Daphne aveva accettato Angelo come parte della famiglia. L’abbiamo visto nella scorsa puntata, o quando gli ha chiesto di trasferirsi con lei e Regina, ma ancora di più oggi: la ragazza ha rinunciato a quel test importantissimo perché voleva essere in ospedale per lui, ha urlato contro sua madre, ha fatto quelle ricerche alla ricerca di una speranza… purtroppo inutilmente. Lo vediamo anche nella sua scena di un futuro immaginario, nella quale scopriamo che lei si farà accompagnare all’altare sia da John che da Angelo, e lui le da quei consigli e le dice quelle bellissime parole, e qui ero di nuovo in una valle di lacrime perché una scena del genere sarebbe stata davvero bella e purtroppo sappiamo che non accadrà mai – spero però che Daphne non si sposi con quel vestito perché non mi piaceva.
Insomma, Bay la accusa di non poter capire il dolore che sta provando perché lui non è il suo vero padre, ma secondo me anche qui si sbaglia perché è evidente che la ragazza soffre tanto quanto lei.

KATHRYN E JOHN: loro due sono stati perfetti. Kathryn è stata la roccia di Regina, e al momento ho paura anche a dire che l’ho apprezzata davvero perché temo possa finire per morire anche lei proprio come Angelo ma voi fate finta che io lo abbia affermato, magari con una bella frase a effetto elaborata e spiritosa allo stesso tempo.
Per quanto riguarda John, invece, è a lui che mi riferivo prima parlando dell’assenza di quel buonismo che tanto detesto. Il suo discorso sul fatto di non aver mai potuto soffrire Angelo, di aver gongolato dopo aver saputo del suo fallimento, l’ho trovato estremamente reale. Diciamoci la verità: questo personaggio era un angelo di nome ma non di fatto. Eppure John nonostante la situazione non si sente dispiaciuto per quello che ha pensato di lui, ma questo non significa che non sia addolorato per la sua morte. Continua a pensare “quest’uomo l’ho sempre considerato un idiota, ma non si meritava comunque di morire” e questa per me è la cosa più vera mai sentita in un telefilm. Bravissimi, davvero.

REGINA: avrei dovuto…avrei voluto…avrei potuto… Grazie a un flashback veniamo a scoprire il vero motivo per il quale Angelo non ha visto crescere Daphne: è stata Regina ha cacciarlo via. Non che lui abbia fatto qualcosa per convincerla a farlo restare con lei, ma in ogni caso è stata la donna a pronunciare le parole “staremo meglio senza di te”. È stata lei che non ha voluto lottare, insistere per convincere suo marito di non averlo tradito. Non sono Daphne: non dico sia tutta colpa sua, ma adesso Angelo è morto e l’unica rimasta a convivere con il senso di colpa è lei. Sa di avere sprecato tantissimi anni insieme a lui per testardaggine, e niente potrà farla tornare indietro per riprendersi quello che ha perduto. Ha scelto Daphne a discapito di lui, ma va bene. Ma adesso come farà ad andare avanti? Anche lei ha avuto una scena alla “cosa sarebbe successo se...” come le figlie. Dopo aver litigato con Angelo, che ha scoperto di non essere il padre di Daphne, gli urla di andarsene, ma pochi secondi dopo richiama l’ascensore e gli dice che insieme scopriranno la verità e gli chiede di non lasciarlo. Devo aggiungere che anche qui ero in una valle di lacrime? Non credo.

Il rimpianto delle cose non dette o non fatte, la speranza alla quale ci si aggrappa nei momenti di disperazione, il coraggio di prendere la decisione giusta e accettare il volere di coloro che amiamo anche se non corrisponde esattamente ai nostri desideri. Questa puntata mi ha lasciato questo e non potrei essere più soddisfatta. È stato un tributo vero e toccante al personaggio di Angelo, un personaggio che ha commesso tantissimi errori e aveva appena iniziato a farsi perdonare, e scommetto che persino chi non riusciva a sopportarlo non ha potuto fare a meno di emozionarsi. In più, abbiamo colto l’occasione di affrontare il tema dell’eutanasia e della donazione degli organi, il che non guasta mai. Angelo è morto ma in un ultimo gesto di carità Regina e le figlie hanno deciso che grazie a lui altra gente vivrà. Come dice il dottore, una parte di lui continuerà a vivere in altre persone.

Voi cosa ne pensate? Vi è piaciuta la puntata? Fatemelo sapere con un commento. Vi lascio il promo del prossimo episodio e vi invito a passare dalle nostre affiliate per qualche spoiler. Vi saluto e alla settimana prossima!

Ringraziamo: Tv, Cinema, Musica & Libri | TelefilmSeries.Com | Diario di una fangirl. | Serie Tv e film time | Telefilm. ϟ | Switched at Birth & The Fosters Italia | Switched at Birth Italia | Vanessa Marano italy

3 thoughts on “Recensione | Switched at Birth 3×16 “The Image Disappears”

  1. Recensione non perfetta, di più! O forse dico così perché la penso esattamente come te!
    Ieri sera avevo un triliardo di cose da guardare, ma ho scelto Switched non aspettandomi di assistere ad una morte, perché non è tanto nel tono del telefilm. E invece mi sbagliavo. A questo punto immagino che tra un po’ diranno che anche Ty è morto ç__ç
    Angelo a me piaceva, era molto imperfetto, eppure.. a modo suo voleva farcela, sai no?
    Alla fine dei conti mi dispiace che ora Regina debba vivere con il peso di tutti quei sensi di colpa, da che l’ha mandato via, alla litigata… e so che dopo questa morte il telefilm cambierà un po’ tono, almeno all’inizio, perché è un telefilm badass e non ci deluderà!

    "Mi piace"

    • nemmeno io me lo aspettavo! Switched è secondo me un telefilm molto sottovalutato, pensiamo tutti sia un telefilm allegro (per carità è così) però con questa puntata ha dimostrato di sapere emozionare in maniera diversa. Cioè io stavo male! e nonostante questo, devo ammettere di essere molto curiosa di sapere cosa accadrà adesso. Ho letto che Bay cercherà di incontrare la famiglia di Angelo per sapere qualcosa in più delle sue origini, spero sia vero! E per Ty tranquilla, non credo sia morto xD è più probabile che lo riportino in città per mettere i bastoni tra le ruote ai Bemmett, e poi lui e Bay hanno ancora la questione del finto tradimento in sospeso… 😀

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...