Grimm/Telefilm

Recensione | Grimm 3×22 “Blond Ambition”

Carissimi Grimmsters, questa settimana BazingaLady, inviata speciale per parole pelate al matrimonio più Wesen dell’anno, è rimasta in Oregon per cercare di risolvere la situazione piuttosto caotica venutasi a creare, dunque non spaventatevi se siete stati dirottati su di me. Come il miglior Signorini gongolante per il Royal Wedding, o come l’Enzo Miccio di Portland, ho seguito con attenzione quello che è stato l’evento più silvano-mondano delle ultime stagioni.

Lo aspettavamo con trepidazione, è arrivato e ce lo siamo goduti, con il fiato sospeso e con tanti colpi di scena. Da dove iniziare? Oh sì, i parenti. Vuoi che non ci sia qualcuno pronto a metterti in imbarazzo almeno nel giorno più bello? Lo sa bene la nostra Rosalee e sua sorella che, per fargli un favore (ma non troppo) dopo una puntata di “Due abiti per una sposa”, ha capito che quello della nonna non era poi un cimelio da portare avanti nel tradizionale rito dello sposalizio. Un po’ meno contento della cosa è stato il portafoglio del padre di Monroe che, dopo essersi redento e convinto alla convivenza tra specie diverse e Grimmi, si vede volare via 7200 dollari così, come un volo della Ryanair.

“Aò, me so’ svenato co ‘sto vestito….”

I due sposini felici, per il resto, sono nella loro nuvola rosa ma comunque nervosi ed alle prese con i preparativi, e scommetto neanche loro si sarebbero aspettati il cataclisma che è poi avvenuto.

Se si tratta infatti di Blond Ambition, ed abbiamo già visto Adalind farsi un bell’aereosol con spirito vendicativo, la vediamo non solo prendere le forme del nostro adorato manico di scopa con l’utilità di Jeremy Gilbert (Juliette), ma anche tastare/testare non uno ma due manzi. Del resto, per provare se la pozione ha fatto effetto, prima meglio sbaciucchiarsi il capitano Renard e far credere che abbia di nuovo un’ossessione per Juliette, e dopo, non contenta, portarsi avanti nell’esercizio fisico col Grimmo (che anche lui a tonicità non scherza).

Adalind, nel massimo della sua soddisfazione….

Insomma, la bomba è stata lanciata ed è lo stesso Renard (in assenza dei neuroni di Juliette) a cercare di salvare la situazione problematica. E se c’è un problema, sicuro vi entrerà Trubel!

Questa povera ragazza fatica ancora a rendersi conto di molte dinamiche delle quali è poco pratica, eppure con machete e faccia tosta cerca di dare il meglio e salvare il salvabile. Peccato la sua in-esperienza di Grimm in training non le abbia concesso di comprendere che presentarsi ad un matrimonio Wesen, sporca di sangue e come Grimm, non è la soluzione più adatta.

E’ il pandemonio, il delirio, l’apocalisse. E mentre eravamo ancora in estasi per l’addobbo stile “vecchia capanna dello zio Tom”, per la passeggiata di Rosalee con Hank lungo il corridoio, e avevamo il fazzolettino ancora umido per le promesse degli sposi, siamo ora catapultati in uno dei gironi infernali.

In tutto questo, tra fughe disperate e boccette infrante, Nick si rende conto di essere stato giocato mentre Adalind, col suo ghigno di wesen, se ne prende un aereo per volare in Svizzera, ignara che sua figlia è ben lontano dal paese della cioccolata e delle belle montagne.

Cosa ne sarà adesso del nostro Grimmo non più Grimmo? Come reagirà e processerà il tutto?

Juliette avrà capito che la sua gelosia infondata è talmente puerile che forse dovrebbe cercare di mettere a frutto quello che ha nella scatola cranica e ragionare di più?

“Pronto, cervello?”

Quale sarà il ruolo di Trubel, ora unico Grimmo nei paraggi?

Occacchio!

Sean Renard si salverà????

MOMENTO. MOMENTO. MOMENTO. MOMENTO….

Non possiamo finire senza la scena delle scene, per tutti noi membri del partito Wu deve sapere.

Ovviamente, casa di Nick è un disastro. Il sangue del capitano, la testa del Verrat e…i libri! Diamine, i libri Grimmi! Wu, sempre solerte ed il primo sulla scena del crimine, anche in questo caso è lui a trovarli come prova ma il caso vuole, nell’aprirli, tornano in lui antiche paure e recenti ricordi fatti di terrore ed istituti di sanità mentale. E’ uno shock!

W..T…F….?

A mio modesto parere, se è stato scelto di inserire questa scena nell’episodio, è perché gli autori si sono resi conto di dover giustificare il fatto che Hank e Juliette possano convivere con la cosa dei Wesen mentre per Wu è stata tutt’altra storia. Aspettiamo la rivincita del nostro poliziotto-umorista preferito e chissà che non diventi una buona risorsa nella lotta tra il lato buono e quello oscuro dei Wesen.

In ogni caso, che la pazienza sia con voi…almeno fino alla prossima stagione di GRIMM! 🙂

 

RINGRAZIO: Diario di una fangirl. | TelefilmSeries.Com | Serie Tv, che passione ღ | Serial Lovers – Telefilm Page |Telefilm Passion ღ | Serie Tv e film time | Film e telefilm ossessione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...